Tractorum TRACTORUM.IT
Categoria principale: Articoli delle Prove

John Deere 7930 IVT (Auto Power)

LA PROVA:


MOTORE

Come il resto della gamma 7030 americana, monta il nuovo John Deere Power Tech Plus 6068: 6 cilindri 6800 cc, common rail a controllo elettronico, 4 valvole per cilindro, turbo VGT intercooler e ERG, in grado di rispettare le norme TIER IIIA, sviluppa 220 cv a regime nominale (2100 giri), 243 cv potenza massima (1900 giri), 260 cv potenza massima (1900 giri) con IPM attivo per lavori in trasporto e alla PTO.

Motore Power Tech Plus 6068

Motore Power Tech Plus 6068


IPM
Incremento di potenza garantita dall’IPM:


Premesso che con il cambio IVT non è semplice valutare le potenzialità del motore che comunque ci è sembrato molto brillante, ottima coppia in basso,lo dimostra il fatto che con ripuntatore abbassato partendo da 1100-1200 giri/min e poi farlo riprendere ha ripreso senza particolari problemi, sicuramente il cambio aiuta ma probabilmente anche il VGT in questo caso dice la sua. Inoltre bisogna tener presente che il giorno della prova il trattore aveva appena 30 ore e sappiamo bene che i motori JD tendono a “slegarsi” del tutto ben oltre le 500 ore di lavoro quindi sicuramente sono da prevedere ulteriori step di miglioramento prestazionale.

Rispetto al suo predecessore 7920 il quale montava il motore 6081 (8100 cc) sviluppa una coppia maggiore e a un regime maggiore (picco a 1600 giri, invece che a 1400 giri) ma soprattutto distribuita in modo migliore (e con valori maggiori) nel range di giri di lavoro (tra 1500 e 2100 giri).

Confronto curve di coppia 7920 vs 7930:
Confronto curve di coppia 7920 vs 7930


Regime massimo a vuoto è di 2150 giri, consumo istantaneo indicato dal display con motore impegnato al massimo: circa 45 litri/ora, abbiamo provato anche ad inserire la PTO durante il traino per vedere se si attivava il l’IPM nonostante non avesse un carico sulla PTO ma la potenza erogata è rimasta la stessa, mentre su strada mettendo la leva dell’IVT tutta in avanti e accelerando a fine corsa si accende la spia dell’IPM in accelerazione e infatti in quei frangenti il consumo arriva a sfiorare i 50 litri/ora per poi, raggiunta la velocità massima, stabilizzarsi sui 18-20 litri/ora con il trattore a 42 km/h e con il motore a poco meno di 1500 giri/min.

Durante la prova nonostante il motore fosse impegnato al massimo e la temperatura esterna di circa 35 °C l’indicatore della temperatura del liquido di raffreddamento non ha mai passato i 92 °C, indice di un ottimo ed efficiente impianto di raffreddamento.

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consultare la nostra privacy policy.

  Io accetto i cookie per questo sito. Accetto