Tractorum TRACTORUM.IT
Categoria principale: Articoli delle Prove

Deutz-Fahr Agrofarm 430 profiline

Sterzo, motore e cambio

La sterzata è ottima e abbondante, si gira in un fazzoletto grazie al cofano "sciancrato" e alla compattezza generale del mezzo. Da notare però che in condizioni di svolta massima e contemporanea oscillazione massima dell'assale la gomma destra tocca il compressore d'aria; il tutto si risolve semplicemente limitando leggermente la sterzata con le apposite viti di registro.

16

Al momento il mezzo non ha ancora trainato carichi elevati, ma è piacevole notare come il motore si adatti aumentando e riducendo la potenza erogata in presenza di salite e discese per mantenere costante la velocità (limitata a 42 km/h). Si scalda in fretta e la lancetta della temperatura non ha mai raggiunto la tacca centrale.

Il motore è un mezzo gioiello per i cv che ha: grintoso e corposo. I consumi sono di difficile valutazione perché la macchina è usata per fare di tutto e a volte si cambiano due o tre attrezzi nella stessa giornata. Oltretutto ha troppe poche ore per giudicare obiettivamente il consumo. Ho potuto valutare il consumo orario con l'erpice rotante da 3m, valutato in circa 12 l/h.

A proposito di gasolio devo fare notare che la forma del serbatoio è anomala e di difficile riempimento; oltre al fatto che il tappo non ha una catenina per tenerlo attaccato al serbatoio, quest'ultimo oltre i 3/4 di riempimento fatica ad essere riempito. E' necessario rallentare di molto l'erogazione per dare modo all'aria di uscire dall'imboccatura con evidenti bolle intermittenti; ciò nonostante fare il pieno completo è arduo.

Il cambio in se non è male, le velocità sono ben spaziate ma non mi piace affatto la posizione delle stesse. La 1° è in basso a sx, la seconda in alto al centro e così via, con la 5° in basso a dx; nel passaggio da 1° a 2° però si perde troppo tempo e se non si allunga abbastanza il motore, all'innesto si scende sotto il regime minimo con conseguente sobbalzo. Una configurazione di tipo automobilistico con la 1° e 2° sulla stessa linea avrebbe migliorato molto la cambiata, lasciando la 5° (usata solo su strada in pratica) nella posizione in alto a dx (tra tutte la posizione più scomoda da raggiungere). 

04_1

Anche le 3 marce sono carico hanno al giusta spaziatura e l'innesto è particolarmente dolce, si nota quasi una specie di slittamento della frizione nell'innesto. Nota dolente del cambio a mio avviso è la leva delle marce, posta in basso sotto il bracciolo multifunzione: è corta, dura, difficile da raggiungere e con disposizione delle marce a "X". Ovvero per passare dalla marcia stradale (veloce) a quella da campo (media) bisogna spostare in diagonale la leva (da avanti sx si deve mettere dietro dx), la marcia lenta invece è subito dietro la marcia veloce e la marcia super ridotta di fronte a quella media. Scomode. Oltretutto non le trovo molto sincronizzate ma ciò può essere imputato alle poche ore. Appena consegnato la leva addirittura sembrava quasi bloccata. 

17

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consultare la nostra privacy policy.

  Io accetto i cookie per questo sito. Accetto