Pagina 24 di 25 primaprima ... 14202122232425 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 231 a 240 su 242
  1. #231
    Utente Tractorum.it L'avatar di archeovite
    Registrato dal
    Mar 2013
    residenza
    Fontanelle (TV)
    Messaggi
    386
    User ID:
    10137
    Status:
    archeovite non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 86/0
    Given: 69/2

    0 Not allowed! Not allowed!
    PUBBLICITA'
    grazie mille: una specifica: per aprire PI agricola ci sono delle condizioni? tipo avere un trattore o robe del genere?

  2. #232
    Utente Tractorum.it L'avatar di t101
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    Oslo
    Messaggi
    850
    User ID:
    10854
    Status:
    t101 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/1
    Given: 31/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Si serve almeno un trattore.

  3. #233
    Utente Tractorum.it L'avatar di CBO
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    TREVISO - Ponte di Piave
    Messaggi
    1,213
    User ID:
    6290
    Status:
    CBO non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 384/6
    Given: 123/0

    1 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da t101 Visualizza il messaggio
    Si serve almeno un trattore.
    No. Io ho un cliente, per di piu' iap perche' universitario, che non ha nulla.

    La necessita' di avere mezzi si pone per chi vuole fare l'uma ma la pura e semplice p.i. agricola la apri anche senza un mezzo.

    E aggiungo perche' so che c'e' questa convinzione basata sulla confusione tra pi agricola e cd che non tutte le colture e per natura e per dimensione necessitano di un trattore.
    aboliamo l'alcol test dal 15 agosto al 15 gennaio

  4. #234
    Utente Tractorum.it L'avatar di TNV65
    Registrato dal
    Jan 2009
    residenza
    Cenate Sopra (BG)
    Messaggi
    854
    User ID:
    312
    Status:
    TNV65 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 119/0
    Given: 36/1

    0 Not allowed! Not allowed!
    Esatto,
    pensa ad un apicoltore ecc...

  5. #235
    Utente Tractorum.it L'avatar di GoldoniEx_46
    Registrato dal
    Mar 2011
    Messaggi
    6
    User ID:
    5146
    Status:
    GoldoniEx_46 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 1/0
    Given: 0/0

    1 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da t101 Visualizza il messaggio
    Si serve almeno un trattore.
    E' vero semmai l'opposto: se vuoi comprare un trattore ed essere in regola devi per forza aprire una partita iva agricola

  6. #236
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Jan 2009
    residenza
    Milano
    Messaggi
    8
    User ID:
    353
    Status:
    andrea b non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 1/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Buongiorno a tutti. Manco da alcuni anni per vari motivi, ma ogni tanto davo un'occhiata al forum per non perdere le buone abitudini...
    forse sta arrivando sul serio il momento dell'acquisto del trattore...
    Scusate in anticipo, credo che scriverò parecchio, ho molte domande...
    Mi sono letto qui e altrove informazioni varie per partita iva e via dicendo.
    Io ho già partita iva in tutt'altro settore, ma da quanto ho capito non dovrebbe essere un problema aggiungerla. Non dovrebbe nemmeno comportare costi, se dall'attività agricola non tirassi fuori una lira, giusto? Continuerei a pagare tasse, contributi e quant'altro solamente legati alla mia attività principale (al momento le attività sarebbero di pulizia boschi e terreni di famiglia, legna per uso personale ed eventuali coltivazioni per consumo in famiglia, nessun tipo di vendita esterna, reddito zero). Però mi chiedevo, vale la pena il regime di esonero (sicuramente avrei reddito inferiore a 7000 euro, essendo zero) oppure potrebbe avere senso il regime ordinario con recupero dell'IVA? Inoltre la mia idea sarebbe di mettere su nel giro di qualche anno, 3 o 4 al massimo, un'azienda agricola vera e propria, che inizi nel tempo a produrre e quindi a fatturare. Dovrò cercarmi un socio che possa diventare coltivatore diretto o imprenditore agricolo, io non ho le caratteristiche richieste.
    Andrò sicuramente ad informarmi, a breve, presso qualche associazione di categoria, ma vorrei arrivarci con le idee già chiare, se possibile nella giungla burocratica.
    Mi viene questo dubbio perchè il trattore comporterebbe una discreta cifra di IVA, che se fosse possibile recuperare...insomma, schifo non farebbe...parliamo di cifre di 3-4000 euro...poi qualche attrezzatura nei prossimi anni, piantine varie, concimi o altro per impiantare tutto ciò che produrrà reddito dopo qualche anno, magari terreni adiacenti in acquisto o in affitto. Se per dire in 3 anni spendessi 50 o 60.000 euro, bene o male potrei recuperarne una decina o più, non vendendo ancora nulla e quindi senza alcun reddito con IVA a debito.
    Insomma, in parole più semplici, l'idea è questa: compro trattore e qualche attrezzatura, ripulisco il terreno e inizio a lavorarlo nel mio tempo libero. Mi trovo un socio con i requisiti per poter aprire azienda agricola, impianto quel che devo e spero dopo qualche anno di iniziare a produrre e fatturare. Non mi interessa per i primi anni tirar fuori un reddito per me, anzi ci butterei dentro i soldi che riesco, mi interessa tirarlo fuori per il socio che deve mandarla avanti e creare qualcosa che nel giro di 10-15 anni produca invece un reddito aggiuntivo.
    L'alternativa sarebbe investire i soldi in un fondo pensione...magari mi darebbe un reddito maggiore, ma la soddisfazione è ben altra. Il lavoro da schiavo nel tempo libero potrebbe risolvermi tutti i problemi di gastrite che ho ormai da qualche anno...e che guarda caso non si presentano quando lavoro pesante nel bosco o in campagna...
    Scusate, magari pensate che sottovaluti e sminuisca il vostro lavoro e sia un cittadino annoiato, vi assicuro che non è così.
    Spero invece di ricevere qualche buona dritta.
    Grazie a chi mi risponderà e scusate ancora la lunghezza del post
    Saluti a tutti

  7. #237
    Utente Tractorum.it L'avatar di t101
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    Oslo
    Messaggi
    850
    User ID:
    10854
    Status:
    t101 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/1
    Given: 31/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Buongiorno,

    È ovvio che se devi acquistare trattore e attrezzi vari, soprattutto se nuovi, andresti a spendere una bella cifra da destinare all'IVA.

    Noi, dovendo fare investimenti consistenti, abbiamo optato ovviamente per il regime ORDINARIO.

    Alla fine è tutto guadagno in più poiché l'IVA a credito non scade ed hai tutto il tempo che vuoi per recuperarla tramite le poste da pagare.

    Occhio però alla specie giuridica... Perché se sei in S.S. non la puoi utilizzare per pagare i contributi INPS, cosa invece possibile nel caso si tratti di Ditta Individuale.

    L'altra cosa molto positiva dell'IVA in regime ordinario è il fatto che puoi farti fatturare tante cose che siano complementari all'attività agricola: pezzi di ricambio, motoseghe, decespugliatori, smerigliatrici, trapani, vernici, chiavi inglesi, attrezzi vari...

    Di solito però è altamente sconsigliato chiedere direttamente il rimborso, a meno che tu non faccia la cessazione dell'azienda.

    Per il resto non so che dirti, mi sembra tu abbia le idee abbastanza chiare.

    In bocca al lupo.

  8. #238
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Jan 2009
    residenza
    Milano
    Messaggi
    8
    User ID:
    353
    Status:
    andrea b non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 1/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Ti ringrazio, infatti stavo pensando proprio al fatto che investendoci un po'di soldi, meglio poter recuperare qualcosa.
    Io aggiungerei partita iva alla mia attuale, non fatturerei nulla in agricoltura per qualche anno, non producendo o vendendo. Solo uso personale o familiare, credo. Poi dovrei trovarmi un socio e aprire una società agricola, avendo già "sistemato" il terreno e pronti a produrre. Secondo i miei calcoli, spero non completamente sballati, dall'anno di apertura dovrei a quel punto avere un fatturato, visto che ho sistemato e piantato qualche anno prima. Che per i primi anni mi basterebbe andare in pari, senza alcun guadagno per me, tirando fuori un reddito per il socio, che sarebbe quello che effettivamente manda avanti la baracca tutti i giorni. Io lavorerei gratis nei weekend e tempo libero, ci metterei terreni, trattore, attrezzatura e quel che riesco ad investirci.
    Ultima domanda: mi sai per caso dire quanto sono i contributi INPS annuali? Contando fatturato zero per qualche anno e P.I. intestata a me e non a società. Poi cercherò un commercialista specializzato in agricoltura e sentirò qualche associazione di categoria per farmi seguire, ma almeno da sapere a grandi linee di che morte morire...
    Grazie, ciao

  9. #239
    Utente Tractorum.it L'avatar di t101
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    Oslo
    Messaggi
    850
    User ID:
    10854
    Status:
    t101 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 107/1
    Given: 31/0

    1 Not allowed! Not allowed!
    Sono circa 3.200 euro l'anno.

  10. #240
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Jan 2009
    residenza
    Milano
    Messaggi
    8
    User ID:
    353
    Status:
    andrea b non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 1/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da t101 Visualizza il messaggio
    Sono circa 3.200 euro l'anno.
    Grazie ancora della dritta, nel caso potrei avere un paio d'anni già pagati dall'IVA...meglio di niente...
    Immagino che qualunque sia la tipologia di partita iva li debba pagare, ordinaria o esenzione per reddito <7000 euro. Tanto vale versarli e vedere se tornano indietro fra molti anni...
    Venerdi vado a sentire presso coldiretti cosa mi consigliano di fare.
    Vero che ho in testa un progetto a medio-lungo termine, ma al momento sarebbe un hobby-sfogo che poi si evolve, quindi devo cercare il modo di spendere meno possibile, o più che altro, meglio possibile.
    Mi sento abbastanza carico, spero che venerdi mi buttino una secchiata fredda, almeno parto, ma senza entusiasmi eccessivi. Altrimenti rischio di bruciarmi.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •