Pagina 7 di 7 primaprima ... 34567
Visualizzazione dei risultati da 61 a 61 su 61

Discussione: Biogas senza incentivi

  1. #61
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Jul 2015
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    403
    User ID:
    13191
    Status:
    bu$ine$$ non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 63/2
    Given: 21/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    PUBBLICITA'
    Tranquillo non sono uno stalker, semplicemente mi son letto praticamente tutti i 3d di questa sezione
    Cmq per i 100 kw a solo reflui riconoscono ancora i 233 euro , se ci aggiungi premi per abbattimento nitrati ecc ecc si torna ai fatidici 280 e gli impianti costano nettamente meno, e con le esperienze di questi anni dovrebbero essere più produttivi e rodati
    Eh anche io vorrei vedere qualche numero, solo nel nord Italia potenzialmente potrebbero esserci un migliaio di allevamenti interessanti e non si trovano info

    Qua qualche info in più:
    Inaugurato Jolly Cow, il micro impianto a biogas da reflui zootecnici


    (Filippo Franchetto)

    Questa nuova tipologia impiantistica promette tempi di digestione estremamente veloci, con una resa energetica fino a due volte superiore rispetto ai tradizionali digestori.
    Jolly Cow, il cui primo impianto commerciale è stato installato il 19 maggio in un'azienda agricola in provincia di Udine, è frutto dell'attività di ricerca e sviluppo svolta in collaborazione tra NRE Research Srl e POOPY3ENERGY Srl. Si tratta di due start up innovative, insediate rispettivamente in AREA Science Park e nel BIC FVG di Trieste.

    Jolly Cow, adatto in particolare ai piccoli allevamenti bovini con almeno 50 capi in lattazione, "mima" l'apparato digerente delle mucche grazie alla presenza all'interno dell'impianto di un letto fisso di batteri, in grado di offrire un'ampia superficie di scambio. Questo consente di ottenere un completo assorbimento del materiale organico, producendo una biomassa completamente digestata e igienizzata.

    Il micro impianto, con potenza installata di 20 kW elettrici e 35 kW termici, rispetto a impianti analoghi presenta rese elettriche e termiche superiori, costi di costruzione inferiori, autoconsumi elettrici ridotti (circa il 5% dell'energia prodotta) e costi di manutenzione contenuti.

    Altra caratteristica interessante è che l'intero sistema, costruito in azienda, viene successivamente spedito ed assemblato con pochi interventi di posizionamento e connessione, facilitando le operazioni di installazione che richiedono pochi giorni.

    http://www.nextville.it/news/2849
    Ultima modifica di bu$ine$$; oggi a 19: 24

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •