Pagina 80 di 80 primaprima ... 30707677787980
Visualizzazione dei risultati da 791 a 795 su 795

Discussione: Vendemmia 2018

  1. #791
    Utente Tractorum.it L'avatar di CultivarSé
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    7,129
    User ID:
    9990
    Status:
    CultivarSé ora è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 951/14
    Given: 1,935/30

    0 Not allowed! Not allowed!
    PUBBLICITA'
    Quote Originariamente inviato da archeovite Visualizza il messaggio
    scusate..arrivo sempre tardi, faccio fatica a seguire...

    io parto dall'assunto che le resistenti devi provarle sul TUO campo.
    sento troppe opinioni diverse e tutti dicono di aver ragione.
    Bisogna vedere la cosa sotto diversi aspetti: le "resistenti" commercializzate attualmente di origine tedesca o commercializzate da VCR, sono effettivamente resistenti alla peronospora, ma il problema più grosso da gestire sono le malattie secondarie.
    circa il rame, a questo proposito, crea non poche problematiche alla gestione del black rot: traduco, col rame lo controlli solo trattando come le altre viti...
    Ma alla fine cosa sono le resistenti.... Cabernet Sauvignon con ciò non aumentano possibilità di varietà nuove e vini nuovi ma si ritorna ad un vino comune. La resistenza bisogna vedere se continuerà a mantenerla ed è certo il pericolo sono la Black rot e forse una maggior sensibilità alle tignole e ad altri funghi come Eutypha e micoplasmi.... se si chiude una porta molto spesso si apre un burrone.
    "Era sua opinione che chiunque fosse in grado di far crescere due spighe o due fili d'erba in un punto in cui prima ne cresceva solo uno, avrebbe meritato la gratitudine dell'Umanità". Jonhatan Swift

  2. #792
    Utente Tractorum.it L'avatar di CBO
    Registrato dal
    Oct 2011
    residenza
    TREVISO - Ponte di Piave
    Messaggi
    1,228
    User ID:
    6290
    Status:
    CBO non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 404/6
    Given: 125/0

    3 Not allowed! Not allowed!
    Stamattina sono passato a vedere all'opera la stralciatrice della provitis in un vigneto di pg e chardonay a Pasiono.

    Dopo un po' mi sono staccato dal gruppo per fare pipi. Paura non per le mini dimensioni raggiunte dall'attrezzo che avevo in mano (le temperature a quell'ora han reso difficile anche trovarlo). Paura perche' buttando l'occhio ho visto un esercito di scudi ben assemblato proprio sulla testa di salice. Poi la curiosita' ha preso il sopravvento e con una penna ho iniziato a scortecciare e boom.

    Il titolare si e' accorto e mi ha raggiunto mentre controllavo un altra pianta di un altro filare. Mi ha chiesto cosa stavo facendo. E gli ho mostrato un po' di scudi che ho trovato anche scortecciando un po' sul punto di innesto. Vero che son piante basse a 60 cm ma trovare scudi cosi' in basso significa che il problema e' grosso molto grosso.

    Per il suo tecnico la situazione e' sotto controllo Quando abbiamo raggiunto il resto del gruppo dove c'era il maggiore degli eredi gli ho chiesto di dirmi il numero di soldatini nascosto dal singolo scudo e di spiegarmi dove e cosa fanno quei soldatini. Lui e' il tecnico mica io anche se avrei avuto piu' piacere che fosse stato lui a farmi le domande perche' avrebbe voluto dire che aveva visto quello che il resto del gruppo non aveva visto. E' giovane e ha da farsi

    Cocciniglia per pranzo cena e spuntino notturno.

    Se la situazione e' under control alzo le mani. E' positivo che ci siano ancora tecnico che in certe situazioni non accendano il lampeggiante e non preparino il cliente per il lancio di una bomba al momento giusto

    ps.: la Provitis mi ha convinto molto meno della Ero. Costa meno ma se dovessi e non devo opterei per la Ero. Di buono ha che non trincia i cavi in campo. Per il resto il telaio e sovrasollecitato e questo non mi piace per nulla.
    aboliamo l'alcol test dal 15 agosto al 15 gennaio

  3. #793
    Utente Tractorum.it L'avatar di CultivarSé
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    7,129
    User ID:
    9990
    Status:
    CultivarSé ora è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 951/14
    Given: 1,935/30

    1 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da CBO Visualizza il messaggio
    Stamattina sono passato a vedere all'opera la stralciatrice della provitis in un vigneto di pg e chardonay a Pasiono.

    Dopo un po' mi sono staccato dal gruppo per fare pipi. Paura non per le mini dimensioni raggiunte dall'attrezzo che avevo in mano (le temperature a quell'ora han reso difficile anche trovarlo). Paura perche' buttando l'occhio ho visto un esercito di scudi ben assemblato proprio sulla testa di salice. Poi la curiosita' ha preso il sopravvento e con una penna ho iniziato a scortecciare e boom.

    Il titolare si e' accorto e mi ha raggiunto mentre controllavo un altra pianta di un altro filare. Mi ha chiesto cosa stavo facendo. E gli ho mostrato un po' di scudi che ho trovato anche scortecciando un po' sul punto di innesto. Vero che son piante basse a 60 cm ma trovare scudi cosi' in basso significa che il problema e' grosso molto grosso.

    Per il suo tecnico la situazione e' sotto controllo Quando abbiamo raggiunto il resto del gruppo dove c'era il maggiore degli eredi gli ho chiesto di dirmi il numero di soldatini nascosto dal singolo scudo e di spiegarmi dove e cosa fanno quei soldatini. Lui e' il tecnico mica io anche se avrei avuto piu' piacere che fosse stato lui a farmi le domande perche' avrebbe voluto dire che aveva visto quello che il resto del gruppo non aveva visto. E' giovane e ha da farsi

    Cocciniglia per pranzo cena e spuntino notturno.

    Se la situazione e' under control alzo le mani. E' positivo che ci siano ancora tecnico che in certe situazioni non accendano il lampeggiante e non preparino il cliente per il lancio di una bomba al momento giusto

    ps.: la Provitis mi ha convinto molto meno della Ero. Costa meno ma se dovessi e non devo opterei per la Ero. Di buono ha che non trincia i cavi in campo. Per il resto il telaio e sovrasollecitato e questo non mi piace per nulla.
    Da un po' che lo dico che la gente entra in vigna a la pipi e vede di più di quelli che lo fanno per "lavoro", difatti siamo a poco a poco invasi dalle cocciniglie e dai nematodi nel silenzio quatti quatti. Gli anni scorsi si sono spaventati per l'accartocciamento da virus ma passata la buriana e la paura tutti si sono allegramente dimenticati, tempo 5 anni la situazione è persino peggiorata perché sono arrivate due cocciniglie cinesi parenti della cocciniglia del pesco che vanno anche sulla vite. Se non scappa il morto - i virus - in Italia se ne fregano fino a poi trovarsi i grappoli impastati di cocciniglie come sull'uva da tavola in Puglia dove la cosa si nota di più .... in quella da vino tutto fa brodo - mosto e tutto fa peso.
    Mi hanno risposto che usare certi prodotti aumenta i costi.... giusto preferiscono usare la motosega. C'è gente talmente con i paraocchi e col portafoglio cucito che non spende neppure per olio bianco o polisolfuro ed è disposta a spendere cifre per trattamenti tardivi e clorpirifos.
    "Era sua opinione che chiunque fosse in grado di far crescere due spighe o due fili d'erba in un punto in cui prima ne cresceva solo uno, avrebbe meritato la gratitudine dell'Umanità". Jonhatan Swift

  4. #794
    Utente Tractorum.it L'avatar di ALAN.F
    Registrato dal
    Jan 2012
    residenza
    Piangipane di ravenna
    Messaggi
    3,889
    User ID:
    8040
    Status:
    ALAN.F non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 834/9
    Given: 3,187/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da CultivarSé Visualizza il messaggio
    Da un po' che lo dico che la gente entra in vigna a la pipi e vede di più di quelli che lo fanno per "lavoro", difatti siamo a poco a poco invasi dalle cocciniglie e dai nematodi nel silenzio quatti quatti. Gli anni scorsi si sono spaventati per l'accartocciamento da virus ma passata la buriana e la paura tutti si sono allegramente dimenticati, tempo 5 anni la situazione è persino peggiorata perché sono arrivate due cocciniglie cinesi parenti della cocciniglia del pesco che vanno anche sulla vite. Se non scappa il morto - i virus - in Italia se ne fregano fino a poi trovarsi i grappoli impastati di cocciniglie come sull'uva da tavola in Puglia dove la cosa si nota di più .... in quella da vino tutto fa brodo - mosto e tutto fa peso.
    Mi hanno risposto che usare certi prodotti aumenta i costi.... giusto preferiscono usare la motosega. C'è gente talmente con i paraocchi e col portafoglio cucito che non spende neppure per olio bianco o polisolfuro ed è disposta a spendere cifre per trattamenti tardivi e clorpirifos.
    Pensavo di fare un giro di Fosmet, ad inizio trattamenti. Dovrebbe essere attivo su cocciniglia , anche su eriofidi.?
    La democrazia muore sul mio confine

  5. #795
    Utente Tractorum.it L'avatar di CultivarSé
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    7,129
    User ID:
    9990
    Status:
    CultivarSé ora è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 951/14
    Given: 1,935/30

    0 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da ALAN.F Visualizza il messaggio
    Pensavo di fare un giro di Fosmet, ad inizio trattamenti. Dovrebbe essere attivo su cocciniglia , anche su eriofidi.?
    No non funziona anche perché sono infeudati e scudettati non sono mobili, ad inizio trattamenti va dato Olio bianco possibilmente puro o aspettare e dare Polisolfuro di calcio o seguire ogni ciclo di ogni cocciniglia e colpirla quando si muove con olio e prodotti regolatori della crescita. Potare e possibilmente scortecciare o spazzolare per prendere le più pericolose.
    Non tutte hanno l'ormone attrattivo sui maschi e non tutte è possibile seguire i voli ma vanno evitate che si formino le croste perché poi con il vento su viti o su peschi sopravvento, le cocciniglie vengono dissemiminate ovunque. Con i sistemici si interviene più tardi, coi fosforganici e igr bisogna prendere i giovani o le femmine che si stanno muovendo per deporre. Col freddo e l'attuale andamento sono immobile fino ad aprile. Si deve agire o con potature di pulizia, rimonda, spazzolamento meccanico forte o con i prodotti caustici o asfisianti come gli olii anche olio di lino ma devono essere coprenti densi, olii bianchi a dose piena.
    Col freddo tutti i prodotti a base di zolfo non vanno bene e quelli organici di sintesi non vengono ne assorbiti ne resi funzionanti. Su vite per la cocciniglia c'è poco e va presa quando si muove e col caldo quando ammorbidisce lo scudetto bagnando benissimo il ceppo e i nodi perché lei va sotto la scorza o anche nel legno nuovo.
    "Era sua opinione che chiunque fosse in grado di far crescere due spighe o due fili d'erba in un punto in cui prima ne cresceva solo uno, avrebbe meritato la gratitudine dell'Umanità". Jonhatan Swift

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •