Pagina 412 di 412 primaprima ... 312362402408409410411412
Visualizzazione dei risultati da 4,111 a 4,115 su 4115
  1. #4111
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Dec 2014
    Messaggi
    198
    User ID:
    12624
    Status:
    Agripower non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 24/0
    Given: 4/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    PUBBLICITA'
    Quote Originariamente inviato da CultivarSé Visualizza il messaggio
    Golden ma cos'è un'uva da tavola? Forse mele ma hai sbagliato allora treat! Sicuramente chi concima adesso è fuori di testa su foglia e frutto mi giunge anche nuova, con coltura in raccolta almeno un mese ci vuole. Comunque declassare una partita di frutta per 0,9 di fosforo o acido fosforico è una barzellette una cosa che non si può sentire .... allora la CocaCola dove andrebbe??? Ahhh sì in officina ok.
    Sono cose che non si possono sentire perché tra tutti i contaminanti è quello più inspiegabile dopo anni decenni di formaggini ai polifosfati e ac. fosforico nei conservanti... su frutta fresca ancora peggio .... nessuno mangia 1 Kg di uva o mele, solo con l'uva ti storta prima il picco glicemico se se ne mangia 1Kg alla faccia delle ADI. Questi regolamenti sono autotutele o cosa... mi sembra un copione di Zelig!
    Hai ragione ho sbagliato sezione, quando all'ultimo convegno a Norimberga (dove si svolgono gli incontri tra chi confezione, produttori e industrie di trasformazione) è stato stabilito da queste ultime che specialmente per il prodotto destinato a baby food, che sia esso certificato biologico o in produzione a residuo zero o controllato che non avrebbero ritirato merce con analisi di acido fosforoso superiore allo 0.01 e ricordo che il limite di legge per tale residuo è 0,1 quindi per cui assolutamente fuori parametro, quando mandi copia di analisi a un quindici di clienti italiani e europei e ti dicono di tenertela percorri l'ultima strada diponibile, la Germania non vuole residui sopra lo 0,01 nemmeno sul convenzionale, la lydl ha respinto due camion di nettarine ad un mio collega questa estate, oltre 2000 qli di pere sono state declassate da bio a consenzionale all'op a cui sono socio, dato che è un problema immenso per tutti almeno frutticolo, prima di dire che è una barzelletta è meglio essere informati

  2. #4112
    Utente Tractorum.it L'avatar di CultivarSé
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    6,833
    User ID:
    9990
    Status:
    CultivarSé non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 896/14
    Given: 1,762/30

    0 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da Agripower Visualizza il messaggio
    Hai ragione ho sbagliato sezione, quando all'ultimo convegno a Norimberga (dove si svolgono gli incontri tra chi confezione, produttori e industrie di trasformazione) è stato stabilito da queste ultime che specialmente per il prodotto destinato a baby food, che sia esso certificato biologico o in produzione a residuo zero o controllato che non avrebbero ritirato merce con analisi di acido fosforoso superiore allo 0.01 e ricordo che il limite di legge per tale residuo è 0,1 quindi per cui assolutamente fuori parametro, quando mandi copia di analisi a un quindici di clienti italiani e europei e ti dicono di tenertela percorri l'ultima strada diponibile, la Germania non vuole residui sopra lo 0,01 nemmeno sul convenzionale, la lydl ha respinto due camion di nettarine ad un mio collega questa estate, oltre 2000 qli di pere sono state declassate da bio a consenzionale all'op a cui sono socio, dato che è un problema immenso per tutti almeno frutticolo, prima di dire che è una barzelletta è meglio essere informati
    Ti eri dimenticato di dire Baby Food e questo è una cosa fondamentale, io avevo riso cristallino adatto a farine per l'infanzia (creme di riso) e ne so bene cosa vuol dire conferirlo a Baby food mi hanno fatto 7+5 campionamenti perché per la Germania non andava bene a per l'Italia siì. Una parte l'anno ritirata e l'altra è andata in Portogallo a fare riso da massa da paellia. I parametri italiani e il recepimento italiano non è così restrittivo come alcuni paesi eruropei, il baby food è una cosa a se. Ac. fosforico-fosforoso è più sensibile il bambino. Lidl è un acquirente difficilissimo quasi tutte le centrali di acquisto sono particolari, sui residui c'è una guerra del nord europa molto commerciale e molto filo-spagnola.
    "Era sua opinione che chiunque fosse in grado di far crescere due spighe o due fili d'erba in un punto in cui prima ne cresceva solo uno, avrebbe meritato la gratitudine dell'Umanità". Jonhatan Swift

  3. #4113
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Apr 2016
    residenza
    sardegna mediocampidano sanluri
    Messaggi
    3,114
    User ID:
    13932
    Status:
    superbilly1973 non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 414/4
    Given: 846/0

    0 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da Agripower Visualizza il messaggio
    Hai ragione ho sbagliato sezione, quando all'ultimo convegno a Norimberga (dove si svolgono gli incontri tra chi confezione, produttori e industrie di trasformazione) è stato stabilito da queste ultime che specialmente per il prodotto destinato a baby food, che sia esso certificato biologico o in produzione a residuo zero o controllato che non avrebbero ritirato merce con analisi di acido fosforoso superiore allo 0.01 e ricordo che il limite di legge per tale residuo è 0,1 quindi per cui assolutamente fuori parametro, quando mandi copia di analisi a un quindici di clienti italiani e europei e ti dicono di tenertela percorri l'ultima strada diponibile, la Germania non vuole residui sopra lo 0,01 nemmeno sul convenzionale, la lydl ha respinto due camion di nettarine ad un mio collega questa estate, oltre 2000 qli di pere sono state declassate da bio a consenzionale all'op a cui sono socio, dato che è un problema immenso per tutti almeno frutticolo, prima di dire che è una barzelletta è meglio essere informati
    Premetto che non sono del ramo ma chiedo solo per curiosità : Si riesce a fare un prodotto per la grande distribuzione a residuo "0" ? Cioè qualcuno ci riesce?

  4. #4114
    Utente Tractorum.it
    Registrato dal
    Dec 2014
    Messaggi
    198
    User ID:
    12624
    Status:
    Agripower non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 24/0
    Given: 4/0

    1 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da superbilly1973 Visualizza il messaggio
    Premetto che non sono del ramo ma chiedo solo per curiosità : Si riesce a fare un prodotto per la grande distribuzione a residuo "0" ? Cioè qualcuno ci riesce?
    Allora il residuo zero o controllato per il 95 % è destinato alla trasformazione ( all'interno di questa fetta viene diviso in base alla qualità se prodotto da crema, succo o aceto oppure baby food) per la restante parte si riesce a fare qualcosa sulle mense agli asili o mense generali ma tutto extra Italia, non ho mai ricevuto richieste dalla gdo su queste linee per prodotto da fresco. Nella mia zona non sono poche le aziende che producono residuo zero.

  5. #4115
    Utente Tractorum.it L'avatar di CultivarSé
    Registrato dal
    Feb 2013
    residenza
    Piemonte/Lombardia
    Messaggi
    6,833
    User ID:
    9990
    Status:
    CultivarSé non è in linea
    Thumbs Up/Down
    Received: 896/14
    Given: 1,762/30

    1 Not allowed! Not allowed!
    Quote Originariamente inviato da superbilly1973 Visualizza il messaggio
    Premetto che non sono del ramo ma chiedo solo per curiosità : Si riesce a fare un prodotto per la grande distribuzione a residuo "0" ? Cioè qualcuno ci riesce?
    Residuo "0" non esiste da nessuna parte, residuo sotto i limiti sì esistono i limiti a BabyFood sono strettissimi come giustamente si diceva soprattutto per Svizzera e Germania ma non so come facciano a preferire il prodotto Spagnolo che è esiguo a metalli pesanti ma alto di residui di vari fitofarmaci ma ciò è un mistero. Sul residuo di un singolo composto ce ne è da dire anche solo per parlare delle fonti.
    "Era sua opinione che chiunque fosse in grado di far crescere due spighe o due fili d'erba in un punto in cui prima ne cresceva solo uno, avrebbe meritato la gratitudine dell'Umanità". Jonhatan Swift

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •