Jump to content

Ducati TB

Members
  • Content Count

    3179
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Ducati TB

  1. a me rimane il dubbio che sia un problema elettrico che da errori , hai provato , con un termometro , provare la temperatura del radiatore quando ti sale la lancetta dello strumento per comparare il valore ?
  2. stiamo dicendo la stessa cosa , con la differenza che è uso indicare la percentuale , es. 100% , quando si indica il regime di rotazione e non la potenza massima che varia il regime da motore a motore .
  3. non so cosa intendano sforzare troppo e come è stato utilizzato , i motori non sono costruiti per viaggiare al 100% sempre , di nessun marchio , chi lo sostiene non è corretto , mediamente i motori dei trattori moderni sono fatti per lavorare al 90% in continuo (24 ore su 24) , +/- a regime della PDF 540 giri per macchine da piccole a medie , se avete la possibiltà di avere diagrammi di potenza dei motori potrete notare che la potenza massima si ha intorno ai 540 di PDF , poi a uno può stare bene e qualcuno può pensarla diversamente , il mio gira a 2300 rpm-max e la PDF è a 2090 rpm , lo utilizzo intorno a questo regime in 11 anni (così come gli altri trattori ) non mi hanno mai dato noie , il restante dei giri lo si utilizza in caso di necessita per una eventuale variazione modesta di velocità nella lavorazione in esecuzione , sempre come parere personale .
  4. certamente lo puoi applicare successivamente all'acquisto , da verificare al moneto dell'ordine , del trattore , se occorre istallare da subito una predisposizione per istallazione futura.
  5. mi riferivo soprattutto al primo taglio , nel secondo con quasi tutto medica cambia approccio , l'orario di pressatura intendo verso le 17 +/- dove il termometro segna il picco maggiore della giornata , stringere le andane intendo , come fanno molti , fare un giro di ranghinatore e lasciare lontane le andane prodotte ( esempio 2-3 metri ) lasciare prendere sole per +/- mezza giornata e poi passare successivamente ad affiancarle accostate o crearne una sola per pressare (dipende un po' che larghezza hai del racc.pressa. ) .
  6. io presso dal 16 al 18% ,(provati in passato con strumento poi non acquistato- preso metodo e +/- ci siamo al tatto asciutto e morbido ) con densità sui 160/165 kg/m³ , quindi un ballone da 150cm (in modalità cuore tenero - a cuore duro occorre meno umidità ) +/- 350kg in 1° taglio , li impilo a 4 immediatamente , ho smesso di stringere le andane (come faceva mio suocero ) taglio a non meno di 8 cm in modo che quando si da il volta fieno , il foraggio , non si appoggia più di tanto al terreno , e quando si mette in andana posso tenere i denti qualche cm più in alto per non raccogliere terra , o il meno possibile , mezza giornata in andana bella arieggiata e pressatura nell'oraio più caldo della giornata , i risultati sono ottimi confortati anche dalle analisi . Per esperienza personale , sia a bovini che equini , mai somministrato prima di 60 giorni dalla pressatura .
  7. Hai ragione , qualunque cosa sia , è nuovo , e deve intervenire l'assistenza , Gratuitamente !!!!!!!!!!!!!!!!!
  8. Troppi allarmi , hai provato a controllare tutti i punti di massa che siano ben serrati e puliti e non ci sia ossido ? spesso questo dare allarmi , anche non nei trattori , è legato a cose banali , il più è scoprirle , a me era capitato nella vettura , preventivi da paura , sostituito batteria (anche se efficiente ) a controllato le messe a terra , è scomparso tutto.
  9. mi pare che l'affare lo abbia fatto chi l'ha venduto , io ho avuto il 580-DT per 10 anni , sollevatore inguardabile , il cambio se usato in sfrozi di traino si scaldava e alla sera per cambiare occorreva il braccio di pilifemo , PDF molto rumorosa e con innesti bruschi , sterzata deficitaria , solo il motore funzionava bene , sembrava una turbina 2750 giri !!!!
  10. io con la mia metto cuore tenero 100/110/120 (a seconda dell'umidità) cm poi fino a 150cm press. con lancetta in corrispondenza della divisione zona gialla/rossa , così facendo ho balloni moto simili alla camare fissa , con cuore morbido , peso sui 320 1° taglio e 380/400 medica .
  11. io ho la V6-Farmer dal 2012 (se non ricordo male l'anno ) , dal modello 2010 al 2012 hanno fatto delle piccole modifiche , per le modifiche che ti ha detto il meccanico non mi è chiaro se intende l'elettro frizione o il motorino del fa muovere la barra che accompagna la rete (lato sinistro della pressa ) un errore che commettono il 99% dei meccanici è farti mettere un cavo di alimentazione elettrica troppo piccolo , basta leggere il manuale di istruzione che raccomanda cavo di alimentazione della stessa sezione del cavo , con presa , della pressa , che è di ragguardevoli dimensioni , collegarti direttamente alla batteria e con fusibile da 20Amp , fatto questo (diversamente da notevoli errori ) la pressa funziona bene , io la utilizzo con Explore3-100 in collina , anche stringendo tutto a 180 bar non ha problemi , paglia sui 300 kg , foraggio dipende come lo vuoi trattare , io una media di 360/380 kg , ma va oltre . Il raccoglitore da 2 metri mangia senza problemi.
  12. per l'affidabilità non ne sarei così preoccupato , sul mio Exp.3-100 in 11 anni ho sostituito un tubo olio del servo sterzo , sul Dorado3-60 9 anni , due sensori del cambio , in 15 giorni nei primi 6 mesi , sicuramente più elettronica c'è e più hai rischio acciacchi , il problema è se è di elettronica sei fermo per una banalità , ma vedo nei miei dintorni di fermi macchina ,con diversi marchi , ce n'è parecchi . Un difetto che hanno cronico , mi pare , una non cura nell'assemblaggio di alcuni dettagli , cose banali ma che ti possono dare noie , tipo il corretto accoppiamneto delle connessioni elettriche , dare una occhiatina in giro non farebbe male , alla consegna .
  13. quando compri un trattore lo fai perchè ti serve per lavoro , tre mesi ci stanno per dare all'azienda il tempo di programmare , mettere in produzione e consegnare , oltre è troppo , se poi è un anno mi dispiace per il Cervo ma è completamente fuori luogo e se lo tengono , anche se lo dicono (che non è vero ) , per cui oltre tre mesi , per una macchina da lavoro di serie , basta solo configurare e di qualsiasi marchio , è inaccettabile .
  14. 6 mesi sono troppi , io avevo aspettato 3 mesi e andavano stretti , c'è chi aspetta 11 mesi per un JD e non si lamenta , come è strano il mondo !!!
  15. scusate ma non sarò stato l'unico del Forum a questa manifestazione !!!! Componenti Attrezzatura e giardinaggio A Come Agricoltura » Continental » Valtra SmartTour 2019, organizzato con Continental, fa tappa in Italia Valtra SmartTour 2019, organizzato con Continental, fa tappa in Italia Redazione - 04-04-2019 / Continental Valtra SmartTour 2019, organizzato in partnership con Continental, arriva in Italia sabato 6 aprile. La tappa italiana del tour avrà luogo in un terreno adiacente all’Hotel Parma & Congressi, in Via Emilia Ovest 281 a Parma. I trattori in esposizione nell’ambito del tour sono equipaggiati con pneumatici Continental TractorMaster. Continental ha già presentato la sua gamma di pneumatici per macchine agricole in tutte le location toccate dal tour. I trattori Serie A di Valtra sono già disponibili con pneumatici Continental Tractor70 e Tractor85 da ottobre 2018 Valtra SmartTour 2019 è partito a gennaio e percorrerà più di 30.000 km in 20 paesi europei Sono state incluse le location più centrali e importanti per gli utenti dei trattori Valtra. Ad ogni tappa i visitatori hanno la possibilità di assistere ad una presentazione interattiva dei mezzi Valtra e a test drive e presentazioni della nuova generazione dei trattori Valtra A, N, T ed S. “Siamo orgogliosi di avere Continental come partner ufficiale per lo SmartTour 2019. Il nostro tour rappresenta una chance importante per i consumatori per conoscere i nostri trattori e vedere come le soluzioni professionali che abbiamo sviluppato insieme ai nostri partner si adattano perfettamente alle loro attività”, sottolinea Samuel Hardy, manager del Valtra SmartTour. TractorMaster: pneumatici avanzati con tecnologia d.fine Continental equipaggia i trattori Valtra che partecipano allo SmartTour 2019 con pneumatici TractorMaster, i più recenti prodotti da Continental per i mezzi agricoli. Gli pneumatici TractorMaster sono caratterizzati da N.flex – la nuova tecnologia costruttiva della carcassa – e da una nuova concezione del tallone il cui nucleo è realizzato da un unico cavo metallico. Tag:Continental, Samuel Hardy, Serie A Valtra, Serie N Valtra, Serie S Valtra, Serie T Valtra, Tractor70, Tractor85, TractorMaster, Valtra, Valtra SmartTour 2019
  16. se è la leva del cambio , quella delle 5 marce , sotto la cobina dove ci sono i rinvii c'è il terminale sferico della leva che è inserito in una boccola di materiale rosso , di solito , secacndosi crepano e si rompono , pochi euro e 10 minuti è già risolto , potrebbe essere questo , di solito era la 2° e 3° che davano l'avviso , ammesso sia questo il problema.
  17. mi pare sia una cavolata sui freni , come al Challanger dei miei vicini , spento il motore , rimasti senza freni si sono infilati in una scarpata , per la DT rimane inserita se è ad inserimento meccanico , se è elttro idraulica a motore spendo non è più inserita . quindi i freni del questo trattore , di parcheggio e di servzio sono collegati fra loro? o sono due problemi , separati , del richiamo che si legge .?
  18. purtroppo sono passati molti anni , ma avevo portato la scatola dal meccanico , aveva ripristinato un accoppiamento , ma non ricordo più quale e sopratutto come .
  19. ho avuto il Ranger , e questo problema era delal scatola della sterzo , se usato in passato in modo un po' irruento , come nel mio caso mio cognato , può prendere gioco la scatoa dello sterzo.
×
×
  • Create New...