Jump to content

marty92

Members
  • Content Count

    311
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About marty92

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 05/06/1992

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Dolo (VE)

Converted

  • Occupazione
    studente

Converted

  • Msn
    marty.damian@hotmail.it

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Buonasera a tutti, ringrazio per le risposte che hanno contribuito a chiarirmi le idee, secondo il mio punto di vista un braccio hobbistico è un braccio innanzitutto che costi poco, leggero e senza girevole verso indietro, senza scambiatore di calore, senza ammortizzazione degli ostacoli, con idraulica base...magari di marche che fanno bracci da poco (è stato citato maschio, che in fatto di rotanti sicuramente non è il primo arrivato, ma non credo che in quanto a bracci abbia esperienza decennale...poi magari sono ottimi o se li fanno fare da qualche altra ditta tutto può essere...). Comunque seguendo questi criteri qua ho affermato che piuttosto di spendere 6000 euro per portarmi a casa un braccio da 4 metri con testata da 100 senza girevole e senza scambiatore preferisco spenderne 4000 su un usato 5-6 metri con scambiatore, con girevole, testata da 120....poi se cede la pompa o un motore o entrambi magari spendo altri 1000 euro ma dopo non è neanche da mettere con l'hobbistico.... Quindi che marche consigliate?? Il Sandri mi è stato sconsigliato poichè troppo pesante e la ditta ha chiuso....altri pareri sull' agrimaster?
  2. Ciao, diciamo che come spesa massima avevo pensato ad un 4000 euro o poco piu, ho visto alcuni bracci nuovi "da prezzo" ma sinceramente preferisco spendere anche poco meno per un usato professionale che comprare un nuovo di quelli magari senza neanche il girevole....
  3. Buonasera a tutti.... mi sono letto tutta la discussione, sono alla ricerca di un braccio usato, sui 5 metri e mezzo 6 massimo.... con girevole, uno che sia discretamente buono... massimo 10 anni di età..quello che mi ispira più fiducia è il ferri (tp60-61) ma vista la difficoltà nel reperire usati discreti a buon prezzo stavo valutando anche altre marche... in particolare -agrimaster shark r550 fresa da 100 con azionamento a cinghie, scambiatore di calore, coltelli nuovi, ottimo stato... -sandri k6s, fresa da 100, con scambiatore di calore, sembra in discreto stato ma non quanto l agrimaster... Pareri generali su queste marche (e anche su questi modelli in particolare se ne avete avuto a che fare!)??? Buona serata Martino p.s. se qualcuno ha da vendere o è a conoscenza di qualcuno che vende un ferri usato zona Veneto o regioni vicine faccia un fischio o anche altri bracci con le caratteristiche di cui sopra...
  4. Grazie mille ad entrambi... Luchino potresti fare un bel pdf della brochure da mettere sul database del sito!!
  5. Ciao, qualcuno ha una foto del computerino della serie 94? Perchè non riesco a trovarne neanche una....è come quello della serie L? Ciao grazie
  6. Dj Rudy Basa Dino62+2 Massimo g + 3 Gian81 + 1 80explorer enzo1300super johndeerista3350 tl90+2 francyy+2 Ford 4000+2 AlEX 235 (forse) Johndin Fancy+1 Alfieri+1 Kroto HawK CB_CAT Argon70 paolocappo+2 Maso Michele1981 Arkans +2 (forse) Scud +1 Diego (9 anni) + mamma Silvia marty92+2 b225+1
  7. Infatti, anche nel mio nibbi è così, è 11 mila e rotti di targa ma nel libretto è scritto ve 011***, ma le cifre nella targa sono solo 5, la prima sopra a destra le altre 4 in basso, lo 0 anche nel tuo caso non può esserci nella targa anche perchè non c'è lo spazio materiale per metterlo, qua puoi vedere il "disegno" della targa quando aveva le province (anche se è quella ripetitrice è uguale poichè anch'essa ha i rettangoli in rilievo per i numeri) http://www.enama.it/images/targa.gif , come puoi vedere non c'è spazio per 6 cifre, quindi è tutto giusto...
  8. John Deere in colore e ambito insolito! Fino adesso nei circhi italiani ed europei ho visto Same, tipo tiger o Hercules...
  9. Malato terminale però!!!! Condivido appieno i tuoi esempi, Angelillo. Quello che mi chiedo: veramente il costo di produzione dei componenti necessari ad esempio ad avere la frenatura integrale (quindi 40 all' ora) o il cambio 540-1000 a leva, o l'aggiunta di qualche marcia hanno un costo così alto da incidere in maniera significativa sul prezzo e non poter quindi equipaggiare un trattore "low-cost" (che poi secondo me siamo ben lontani da un low cost, però loro lo classificano tale....) ? In fin dei conti non credo ci sia niente da progettare in queste componenti(quello lo hanno fatto 30-40 anni fa:asd:) Che si tratti forse di una politica attuata dalla casa per non perdere molti potenziali clienti delle serie "belle"?? Ciao p.s. dj scusa per il doppione, non me n'ero proprio accorto..
  10. Volevo sentire i vostri pareri sul nuovo "economico" john deere 6115d e fratelli, di cui è apparsa la recensione su Mad di questo mese. Io sono veramente stupito da queste macchine! Un pò di caratteristiche che mi hanno colpito così a memoria... -velocità max 30 all'ora (!!) -9 marce avanti (!!!!) -cambio velocità pdf 540-1000 girando l' albero della presa di forza -interno cabina con leve lunghe e in mezzo alle scatole (stando alla recensione, addiritura non ci si starebbe in 2...) -freni solo posteriori -tutto meccanico, nessun comando elettroidraulico a parte l' inversore; -cabina (optional:) con aria condizionata di serie:asd: Il tutto alla "modica" cifra listino base di 56000 e rotti euro!!!! Ho scritto qualche caratteristica a memoria, non ho il giornale sottomano poichè l' ho consultato da un amico.... Due considerazioni sulla prova di Mad: hanno detto di averlo provato prevalentemente in trasporti (il lavoro ideale per una macchina che sfiora i 30 km all'ora e senza freni ad aria!!!) e l' unica foto dove si vede attaccato ad un dumper non sono collegate le canne dei freni, dei distributori e nemmeno il cardano!! Uno dei difetti da loro riportato: la spina del gancio di traino dalla non facile presa! Questo mi ha fatto un pò sorridere perchè in una macchina del genere credo che la spina non sia un gran problema, o se non altro non il più rilevante...... Voi cosa ne pensate?? p.s. c'è modo di vedere l' articolo dal sito di mad per caso? Ciao a tutti
  11. La fiat Montanina Calzolari era derivata dalla Fiat 18 la Piccola ed è stata costruita in pochi esemplari ed è riconoscibile dai fanali all' inizio del cofano sopra ai pedali di guida, mentre la fiat 251r montagna era derivata dal successivo Fiat 211 ed è stata costruita in molte più unità. Quello col motore del 25 r era il Calzolari tc 27r4. Ciao Martino
  12. Per girare il fieno per seccarlo cosa utilizzi?? Puoi dare un' occhiata qui: http://www.tractorum.it/forum/attrezzature-da-campo-aperto-f19/arieggia-voltaforaggio-1571/
  13. Ciao a tutti e grazie per le risposte. Per Ducati tb il girello è proprio come il tuo e siccome ha i denti in stato pietoso volevo sostituirli tutti e volevo capire che denti montare (proverò ad informarmi se si trovano ancora i suoi.... Il mio dubbio comunque nasce dal fatto che quelli che sono montati sono molto inclinati, alcuni sono quasi dritti ma sono montati al contrario (!!) perchè senno sarebbero inclinati tipo 30 gradi!
  14. Salve a tutti, volevo porre una domanda. Il girello in questione è un 4 giranti bcs da 3 metri circa. Siccome non saprei come spiegarlo ho fatto uno schizzo: Secondo voi, quando il dente è in posizione anteriore, cioè quando è a contatto col terreno e prende il fieno (vedi freccia rossa sul disegno a sinistra), è giusto che sia nella posizione A o dovrebbe essere dritto (posiz. b)? Devo ancora provarlo, ma secondo voi può dare problemi durante il lavoro quell' inclinazione del dente? Non è che il dente fatichi a raccogliere? Perchè in caso, dato che dovrei cambiare tutti i denti vedo se è il caso di riuscire a montarli come nella posiz B.... Grazie Martino
×
×
  • Create New...