Vai al contenuto

Tiziano

Members
  • Numero contenuti

    5486
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    85

Tiziano ha vinto l'ultima volta il giorno 5 Gennaio

Tiziano ha avuto il contenuto più apprezzato!

Reputazione Forum

2385 Excellent

Su Tiziano

  • Compleanno 08/17/1965

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Sermide (MN)

Converted

  • Occupazione
    Agricoltore a tempo pieno e anche di più

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. anni 80, Fiat Om carrelli elevatori
  2. marzo 1987, Fraste Pulce, carcicatore laterale
  3. marzo 1978, Informatore agrario, Landini
  4. Prova scaldarlo con moderazione e poi pompi nel frattempo; magari hai grasso incarognito che ostrusce. Esatto; anche se scrivono di "non lubrificare con organi in movimento" per questioni di sicurezza, ma in realtà i cuscinetti andrebbero proprio ingrassati in movimento..... (qui lo scrivo e qui lo nego, non vi conosco, non so nulla e "ogni matto sa i suoi fatti" 😁)
  5. La trazione integrale, andrebbe evitata su fondi duri, poichè sia la minima differenza di rotolamente tra le varie ruote e i raggi di sterzata nelle possibili curve, vanno a sollecitare la trasmissione, specialmente con il mezzo a pieno carico; tanto di più se le veloviatà sono elevate; amenochè vi sia un differenziale centrale, ma non penso sia il caso. Però, tecnicamente, con la trasmissione integrale inserita, la coppia motrice del motore viene divisa tra i due assali e non su uno solo, per cui, in fase di spunto con la massima riduzione, ci sarebbe meno sollecitazione. Più che l'albero di trasmissione, la parte più sollecitata sarà l'ingranaggeria del transfert e presa di moto dell'anteriore o i semiassi, che nella massima riduzione, la coppia motrice del motore viene ampiamente moltiplicata. Per quanto sia previsto tutto ciò in fase di progettazione, è bene sempre tenere a mente che, a pieno carico, l'aderenza delle ruote sarà massima e con le 4 ruote motrici sul duro si va incontro a forti sollecitazione della trasmissione. Se provi, col mezzo scarico, su terreno smosso, sterzare tutto con la trazione ant inserita, ti accorgerai come le ruote anteriori striscino (o quelle posteriori se il mezzo ha più peso anteriormente a vuoto).
  6. Tiziano

    Differenziale fiat 70 90

    Questo è un estratto da libretto uso e manutenzione dei Fiat dotati di no-spin, che ne illustra il funzionamento e la verifica dello stesso. Sinceramente non saprei dirti pregi o difetti "sul campo". Purtroppo non ho potuto scansionare ma solo fotografare, ma dovrebbe essere leggibile
  7. Tiziano

    Differenziale fiat 70 90

    Il tuo, dovrebbe avere il "no-spin" che era a richiesta, e non è un differenziale ma un dispositivo simile ad una ruota libera doppia che "sgancia" la ruota che gira più veloce in curva; il principio è lo stesso che avevano i vecchi ranghinatori a pettine trainati, ma inverso. Stasera, se riesco, metto un allegato tecnico che illustra il meccanismo e la modalità di verifica del suo funzionamento.
  8. E' peggio: marxismo sotto mentite spoglie, lo stato etico che impone come e cosa fare (i crediti sociali). E' dal 1992 che stanno lastricando; ormai le buone intenzioni, abbiamo capito, non esistono e non esistevano.
  9. maggio 1996, Informatore agrario, Cressoni
  10. novembre 1977, Informatore agrario, Kleber
  11. giugno 1975 Informatore agrario, Claas
  12. Ma la mia è solo una ipotesi; comunque, come scrivi tu, controllare olio motore e nella pompa iniezione è sempre bene.
  13. A mio avviso, propendo più per una rottura della membrana del regolatore di giri. Mi spiego: la portata della pompa di iniezione, nel 411 e similari, non è determinata da meccanismi centrifughi e molle, ma da un complesso pneumatico composto da un venturi e farfalla situato nel collettore di aspirazione, una capsula a membrana posta sulla pompa iniezione e che regola la corsa della cremagliera dosatrice, e una tubazione di collegamento tra i due complessi; all'atto pratico, con l'accelleratore al minimo e farfalla chiusa si crea una forte depressione (portata minima), mentre a tutto accelleratore e farfalla aperta si ottiene una depressione minima (portata massima), con i valori intermedi dipendenti dalla posizione accelleratore. Se si rompe la membrana, viene a mancare la tenuta, e si viene a simulare la massima portata, indipendentemente dal carico motore e posizione accelleratore; fortunatamente il tirande di spegnimento, che va ad azionare direttamente la cremagliera, consente lo spegnimento anche a regolatore fuoriuso. 7= venturi 9= regolatore di giri con membrana interna
×
×
  • Crea Nuovo...