Jump to content

Tiziano

Members
  • Content Count

    3858
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    25

Tiziano last won the day on January 10

Tiziano had the most liked content!

Community Reputation

809 Excellent

6 Followers

About Tiziano

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 08/17/1965

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Sermide (MN)

Converted

  • Occupazione
    Agricoltore a tempo pieno e anche di più

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Perchè il tuo non ha la pompa A/C, così i filtri lavorano solo con la pressione del differenziale di altezza, per cui al minimo carico di impurità oppongono resistenza all'attraversamento gasolio; in quelli che, invece, hanno la pompa A/C prima dei filtri, il gasolio passa in modo relativamente forzato e possono caricare più impurità. Se non sbaglio dovrebbe montare i diffusissimi cav 296, che costano poco e puoi cambiarli relativamente spesso; salvo il fatto che poi dovrai fare lo spurgo e sottostare alla pratica di cui sopra. Ovviamente bisogna sempre rifornire con gasolio pulito, meglio se cecantato per diversi giorni.
  2. Sta tutto qui il nocciolo della questione, sotto queto punto di vista loro "fanno sistema", proseguono compatti e alla fine portano a casa i successi (e qualche volta vanno a sbattere...). Comunque mettere lo sguardo avanti di dieci anni mi sembra un azzardo, sinceramente l'evoluzione è così forte che, almeno io, faccio fatica ad immaginarmi come sarà l'agricoltura o la società stessa fra 10 anni; e non ho grandi speranze. Stanno già capendo che l'elettrico non sarà la soluzione.....
  3. Aggiungo anche BMW, ma se ci badate bene non entrano nel gioco Opel e Ford, che sono tedesche ma non "tedesche tedesche" come quelle citate e stranamente non riesce neanche VW non ostante il tentativo Phaeton; comunque a parte l'indiscutibile qualità, entra in gioco poi lo spirito di marca e uno strano "strabismo di venere" cui il cliente viene permeato e non ha correttivi efficaci. Proporre marchi premium è una questione di perseveranza e volontà nel tempo, ma sono sicuro che il mondo dell'automobile non potrà più essere visto o proiettato nel tempo con gli occhi di chi ha usato "la macchina" col motore a pistoni, cui la parte meccanica era predominante; perciò non so, fra 10 anni, il cliente medio cosa chiederà e cosa gli verrà proposto, cosa vorrà dire "marchio premium".
  4. La mia esperienza sulla pompa iniez CAV DPA è che se antra aria, poi fare lo spurgo è una vera penitanza, anche a seguire alla lettera la procedura del libretto uso e manutenzione si tribola. Comunque: serbatoio pieno per alzare il livello, spurgo filtri, allentare le due vitine sulla pompa iniez finchè esce solo gasolio, poi allentare almeno due (meglio tutti, si fa prima) raccordi tubi adduzione gasolio agli iniettori e fare tentativi di avviamento di 5-6 secondi per almeno 3-4 volte; ad un certo punto dovrebbe vedersi un piccolo fiotto di gasolio e se si mette un dito davanti si sente che "spinge", si riavvitano i raccordi e in genere parte. Ti metto un link di una recente discussione inerente e c'è anche una mia immagine da libretto uso e manut, così comprendi meglio. Se poi la pompa ha altri problemi di suo, allora non so che dire.
  5. Comunque Fiat/psa già collaboravano da tempo e con un certo significato, vedasi Sevel Con il famosissimo Ducato e i monovolume Ulisse/Scudo ma anche nel mercato sudamericano dove per un certo n° di anni avenano la gamma auto in comune; anche il motore FIRE nacque sotto un comune intento, poi Fiat lo portò avanti da sola. Non dimentichiamoci , che nella fine anni 60 inizio 70, Fiat e Michelin acquisirono Citroen, 49% ognuno, più il 2%dello stato francese per evitare che Fiat portasse a casa il marchio e che nel frattempo vide la luce il furgone 242 e parimenti alcuni autocarri medi Fiat-OM montarono il sistema frenante idroassistito della Citroen e anche la Lancia Beta doveva nascere con le sospensioni idropneumatiche come quelle della DS. Detto ciò, va anche valutato che il gruppo Fiat porta con se un portafoglio marchi molto più esteso di PSA e con una maggiore estensione di mercati, compreso quello USA, cui è naturalmente presente. Mi spiace solamente che in questa società non sia entrato il governo italiano almeno come lo ha fatto quello francese, se non altro per esercitare una presenza d'interesse; ma con un governo come quello attuale, un concentrato di tabù antiauto, che pensa ai monopattini e Greta Tumberg, mi sembra difficile qualsiasi cosa utile.
  6. Devi sempre pensare anche da "dove venivano", nel senso che comunque era un grande passo avanti rispetto a prima; ovvero sono passati più di 60 anni, in buona parte delle case degli agricoltori clienti "piccola" non c'era il bagno, l'acqua calda, la luce, l'acqua corrente, facevano tutto con un somarino o una cavalla e andavano al caseificio con carrettino a mano! ,questo trattore (a anche il Sametto o altri) erano veramente una rivoluzione, tanto che spesso li comprava il capofamiglia (che si era fatto anche la guerra...) ma poi li guidavano solo i figli, perchè non ne era capace e lo trovava troppo complicato (per mio nonno è stato così); ad ogni modo nelle nostre zone con la piccola non si arava, ma tutto il resto sì!!
  7. Pubblico il depliant completo, così si ha la visione d'insieme della macchina, la gamma 4 velocità supplementari super riduttore era a richiesta. Riguardo il motore, le potenze dichiarate dal depliant della VM sono solamente indicative, tra l'altro (in genere) riferite alla DIN 70020 (regime e carico variabile) poi il motore viene allestito anche in base come il cliente lo richiede e sopratutto dove viene installato, che nelle versioni motopompa o motogeneratore avevano potenze assai inferiori (regime e carico costante).
  8. Metto un estratto da depliant del motore in oggetto, l'Agrifull aveva l'aspirato, lascio anche la versione turbocompressa, anche se non è mai stata utilizzata su questi trattori (per curiosità, succesivamente, venne anche la versione con postrefrigeratore aria compressa -intercooler-)
  9. Si, questa è la serie con motore VM, trasmissione Fiat e carrozzeria dedicata (in pratica la cofanatura anteriore che richiama ancora quella inclinata originaria Toselli -Rodeo, Tornado ecc-). Il motore è la serie SUN modulare, in questo caso a 6 cilindri però con pompa iniezione esterna classica, collocata lato convogliatore aria; quelli più piccoli avevano quella immersa. Adesso provo frugare in giro per trovare qualcosa di più concreto.
  10. Ma la carta stampata e tv dovrebbero informare e sopratutto comunicare in modo semplice e veritiero; perchè buona parte delle persone non possono approfondire tutti gli argomenti che li interessano, o non ne hanno le minime conoscenze per divincolarsi dalle notizie sbagliate, tendenziose o falsificate. E' proprio questo che i media non riescono a svolgere nel migliore dei modi ( ....degnamente...).
  11. Con la tavola manutenzione che ho pubblicato, già è possibile gestire bene il trattore, se vuoi qualcosa di specifico, posso mettere qualche scansione da libretto uso manut.
  12. Grazie per la segnalazione, appena finito di guardare: interessantissimo, dura 56 minuti, ma almeno i primi 15 e gli ultimi 7 sarebbero da ascoltare.
  13. Da me, se non si fornisce la matricola della cisterna non viene nemmeno erogato il buono, ovviamente ogni richiesta di gasolio dal fornitore non deve superare i litri di capienza della stessa. Per di più hanno preteso pure marca e il numero di matricola del rotolone, dell'atomizzatore e altri attrezzi "significativi" (ovvero... ciucianafta...) dell'azienda. E aggiungo: siccome ho la serra calda per produzione piantine, cui il generatore aria calda utilizza gasolio accisa ridotta (in realtà colore e prezzo identico a quello agricolo), esso abbisogna di una cisterna dedicata omologata e dichiarata, che non è possibile l'uso promiscuo (come fino 2 anni fa), quindi sborsati altri soldi per mettersi in regola.....
×
×
  • Create New...