Jump to content

lambo2000

Members
  • Content Count

    483
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About lambo2000

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    sardegna

Converted

  • Occupazione
    imprenditore agricolo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. salve a tutti, è da parecchio che non scrivo nel sito, però ho un problema sulla rotto pressa rollant 160. quest'anno non parte al momento della max compressione, il cicalino e la spia rossa, per iniziare la legatura. non so se è il pressostato guasto o il fusibile da 25 A bruciato. ma comunque sia, non so dove si trovao entrambi per poterli sostituire. se qualcuno gentilmente può illuminarmi, glene sarei grato. al momento mi regolo a vista, cioè guardando il manometro.
  2. salve a tutti,vorrei inserirmi nel'argomento segnalando che ho appena comprato una saldatrice mma della oxford, la 250. per sostituire la nordica elettromeccanica 180. non l'ho ancora provata, ma la dicitura dice che ha l'anti stik, arcforce, protezione per la sovra e sotto tensione, è può essere usata con il generatore. E' da parecchi anni che ho l'elettro meccanica, ma non riesco ha fare saldature resistenti per gli attrezzi agricoli, spesso ( sempre ), le saldature si crepano,:AAAAH: il semplice rutilico non è resistente per le attrezzature come aratri, lama livellatrice, ecc. così proverò con una inverter mma, per usare finalmente i basici:ave:, cosa negata dalla elettromeccanica.:clapclap::clapclap::clapclap:
  3. si, si fabio è lo stesso tirante che ha la mia rollant 160, con la differenza che la mia il registro c'è l'ha di fianco. proverò a stringerlo di nuovo, credo di averlo allargato troppo. prima era troppo stretto, ora è troppo largo. ti farò sapere.
  4. questi giorni, dopo la trebbiatura, ho iniziato a imballare la paglia, il problema dei bordi senza la rete si è accentuato, la soluzione che hai accennato tu, fabio, lo dovuto cambiare io, perchè era troppo tirato il freno che pressa il rotolo della rete, perchè alla partenza della legatura, rompeva la rete. ora però mi fa delle balle vergognose, soprattutto nella paglia. non vorrei che il bordo dove sfrega la rete il telaio della rotopressa,fosse troppo consumato, al punto che non fa stendere la rete in tutta la sua lunghezza. infatti ho notato che è consumato a tal punto da aver tagliuzzato il tellaieto, piccole fessure, ma che forse non fanno scorrere bene la rete. aspetto comunque le tue foto, per verificare che sia lo stesso problema.
  5. ma no, fabio, cifra che non vale il rimorchio, :uglystupid2:e poi chi ce la la gru per mettere e togliere la vasca ? altrimenti bisogna chiamare la terna della ditta del movimento terra ogni volta ? invece con circa 2500 euro si rinnova il rimorchio ex novo.:fiufiu:
  6. ciao viruz, il francini è un rimorchio a sponde h 0,50, ribaltabile sui tre lati. non riesco a capire fabio, che dice che è più conveniente una vasca, che puoi togliere a tuo piacimento, tipo uno scarrabile ??????? boooo, se è così, è una cifra che per adeguarlo, non vale lo stesso rimorchio.
  7. poichè sono intenzionato a mettere mano al mio rimorchio, sto valutando anche l'eventuale acquisto di uno più capiente e diverso dal mio francini 3,50 x 2,00. possiedo anche un rimorchio non ribaltabile per il trasporto delle rotopresse, 8,50 x 2,30. il tutto fare francini ribaltabile , ha le sponde semi distrutte, h 0,50. ho chiesto un pò in giro e per una sola passata di sponde da 0,60, la spesa si aggira dai 900 ai 1100 euro. se pero ci metto dentro revisione dell'impianto elettrico, revisione dell'impianto frenante, sabbiatura e verniciatura, penso che la spesa complessiva, si aggiri sui 2500 euro. poi, se decido per una seconda passata di sponde , be..........siamo attorno ai 3500. naturalmente il cosi detto rimorchio tutto fare, è quello che ha più importanza per un azienda agricola, dal trasporto dei cereali ( quindi importante la capienza e la tenuta delle sponde ) nel periodo della mietitura, al trasporto del letame a fine campagna agraria, legna, sacchi di mangimi, reticelle e paletti, ecc, ecc......... a questo punto può tornare conveniente l'acquisto di un buon usato a due assi ribaltabile sui tre lati, tipo un 4,50 x 2,20. questi sono i rimorchi che considero tutto fare, che all'occorrenza si possono spogliare delle sponde per caricare anche il foraggio. questi a loro volta si dividono a un asse, a due assi, a due assi ravvicinate. naturalmente poi ci sono i rimorchi specializzati, come i dumper, i porta cingoli, i forestali, i trazionati, i carri cisterna, e i rimorchi industriali adattati all'agricoltura. bene,,,,,,,,,,,se qualcuno può fornire prezzi e soluzioni, si faccia avanti. naturalmente, se il mio intervento è già stato proposto, prego gentilmente i moderatori di spostarlo nell'apposita sezione. grazie, rimane comunque il fatto che mi servono soluzioni per il ripristino del vecchio rimorchio francini. ciao a tutti. ho visto anche i prezzi dei rimorchi nuovi, che fanno paura, quasi ( a secondo del modelllo ) quanto un trattore di 70 - 80 cv.
  8. sperando che il mio precedente intervento venga accolto dai moderatori, vorrei chiedere, a chi, gentilmente vorrà rispondermi, il perchè la mia rollant 160, lascia la balla, quei 7, 8 cm ai fianchi, sia da una parte che dall'altra, senza la rete ? esteticamente non è il massimo, e poi anche nel carico, si rischia di averlo sbilanciato. ho notato dai filmati di yutube, che la 160 avvolge bene tutta la balla.
  9. salve a tutti, poichè ho notato che esiste praticamente un mondo a riguardo delle rotopresse, vorrei suggerire ai moderatori di dividere l'argomento delle rotopresse in almeno tre sezioni, per dare la possibilità agli utenti di ritrovare più facilmente i problemi che si possono risolvere a secondo del tipo di rotopressa. quindi suggerisco di dividere l'argomento in rotopresse a rulli, a cinghie e a catene. da quel poco che ho potuto constatare, quelle a cinghie sono del tutto differenti da quelle a rulli. e chi ha esperienza da vendere sulle roto a cinghie, si trova del tutto ignorante su quelle a rulli, suscitando a volte anche l'indifferenza sull'argomento, sia perchè non si conosce, sia perchè non interessa a livello di esperienza personale.
  10. ciao luca, il problema stava tutto nel freno del rotolo. oggi l'ho potuta provare, e dopo aver allargato il registro del freno rete, tutto è andato ok. i rortoli sono da 1,50, e non sono mosci. ho fatto 120 presse di cui 3 sbagliate ( le prime 3 ). si avevo un'altra class rollant, ma l'antenata delle rollant.spero che questa continui come ha fatto oggi. da quello che ne so io, nessuna rotopressa a rulli ha i ganci, altrimenti scoppierebbero. diverso per quelle a cinghie naturalmente. in quelle a rulli l'unica cosa che si può rompere, sono i cuscinetti., ciao.
  11. ciao giotoma, grazie per la tua risposta, il fermo del rotolo della rete era completamente sollevato, perchè la rete partiva, ma veniva rotta dopo neanche mezzo giro, così si è provato a sollevare il fermo del rotolo, e così è partita la rete, avvolgendo e tutto il resto, solo che non ha legato ai bordi. dopo un attento controllo, si è notato che proprio il fermo del rotolo della rete aveva il registro troppo stretto, al punto di frenare troppo la rete, tagliandola, anzi rompendola. al momento non ho altre prove, perchè qua sta purtroppo piovendo. ti potrò dire di più la prossima settimana, quando si calmerà il tempo. per quanto riguarda il portellone, questo non ha ganci, ma viene chiuso solo dai pistoni. ciao e ancora grazie per il tuo intervento.
×
×
  • Create New...