Jump to content

lambo2000

Members
  • Content Count

    483
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by lambo2000


  1. grazie gallo88 per aver aperto la discussione che anche io avevo in mente, collocando l'intervento in una posizione errata.

     

    "scusate tanto l'intromissione, vorrei chiedere ai moderatori di aprire cortesemente questa discussione nella giusta posizione. ho provato a cercare nelle varie discussioni di officina, ma non ho trovato niente a riguardo. :cheazz: veniamo quindi al dunque. la discussione che vorrei aprire è la costruzione fai da te del famoso, indispensabile " banco da lavoro " . dalle forme e dimensioni diverse, dai materiali diversi ma comunque sempre indispensabile nelle piccole o grandi officine :leggi:. io personalmente non c'è l'ho, e ne sento la mancanza e soprattutto il bisogno. mi sono visto e rivisto quelli commerciali, e sinceramente non mi piacciono e costano un botto ( beta, usag, sogi). vorrei quindi costruirne uno, solido, robusto, capiente e perchè no anche professionale. bene spero che il mio appello venga preso al volo :ave:dallo staff di tractorum e collochi il mio intervento nella giusta posizione. grazie mille. O0"


  2. scusate tanto l'intromissione, vorrei chiedere ai moderatori di aprire cortesemente questa discussione nella giusta posizione. ho provato a cercare nelle varie discussioni di officina, ma non ho trovato niente a riguardo. :cheazz: veniamo quindi al dunque. la discussione che vorrei aprire è la costruzione fai da te del famoso, indispensabile " banco da lavoro " . dalle forme e dimensioni diverse, dai materiali diversi ma comunque sempre indispensabile nelle piccole o grandi officine :leggi:. io personalmente non c'è l'ho, e ne sento la mancanza e soprattutto il bisogno. mi sono visto e rivisto quelli commerciali, e sinceramente non mi piacciono e costano un botto ( beta, usag, soggi). vorrei quindi costruirne uno, solido, robusto, capiente e perchè no anche professionale. bene spero che il mio appello venga preso al volo :ave:dallo staff di tractorum e collochi il mio intervento nella giusta posizione. grazie mille. O0


  3. I pezzi sdf costano un botto,per 85 cm di scarico(tubo da 2mm di spessore e 70mm di diametro)hanno chiesto 620 piu iva!!!I motori same dell antares sono ad aria e nn bucano le canne i lambo e gli hurlimann lo fanno un po tutti.Se vedi quel cambio smontato ti rendi conto di quant e' robusto...io ne ho visti diversi!!

    tra il vedere e provare c'è un abisso devil. gli hai smontati tu ? hai mai provato i trattori della serie del formula ? mi dici che l'antares ha il motore raffreddato ad aria e questo lo sanno anche le pietre, ma la cosa che ormai è assodata è che proprio il formula è più affidabile in quanto raffreddato ad acqua. se vai a vedere le quotazioni.


  4. Controlla l.olio nella coppa,quei motori se trascurati,bucano i cilindri e mischiano acqua e olio...Il cambio e' un calvario,sottodimensionato al motore,con ricambi costosissimi!!!

    voglio sapere quali sono i trattori che superano i 130 cv che sono a buon prezzo nei ricambi ????, bo ditemelo, perchè io non ne conosco." il cambio è un calvario e bucano i cilindri, mischiando l'olio con l'acqua". ma cosa dite................., non dimenticate allora che lo stesso discorso vale per molte macchine di mamma same ( formula, antares, premium, l' H 135. il silver ), che sono uguali e identici sotto il cofano, cambia solo il colore, guarda un pò sono tutti dei bidoni e poco affidali ?????????????


  5. per me anche se lo usa poco è un acquisto troppo a rischio, il cambio non è molto affidabile e in caso di rotture c'è da piangere, meglio orientarsi su qualche macchina più meccanica e affidabile

     

    ma qua si parla per esperienza oppure non si deve parlare. qualcuno di voi lo conosce il formula 135 ????????????. ma chi te la detto che il cambio non è affidabile ??????????? :leggi:" meglio orientarsi su macchine più affidabili " boooooo. :AAAAH:il mio ha 10.000 ore e non non è stato mai toccato il motore, lavora su quasi cento ettari di terreno all'anno, assisitito solo dall'80 - 66. ha sopra il ripper attila della gaspardo, che lo porta a spasso sia in asciutta che in tempra. viaggia a 40 km/orari per trasporto uva per 50 km all'andata alla cantina e 50 km di ritorno all'azienda, non ha mai datto segni di cedimento neanche nelle condizioni più difficili, il cambio multi speed è perfetto anche quando si tratta di inserirlo sotto carico a 2500 giri. ma cosa voi di più ??????????????????????? forse per te andrebbe bene un giogo di buoi per tirare l'aratro, quelli si che sono affidabili, basta dargli da mangiare quando rientrano da lavoro:2funny::2funny::2funny::2funny:


  6. stesso problema che avevo io con il 1556, rimediato con due curve a 90° e messa in verticale sopra il cofano

    cioè, fammi capire meglio, luca, allora hai messo due curve e poi innestato il silenziatore, si va bene, ma come si regge il tutto ????????, e poi il buco nel cofano motore ? , che rimane una volta tolto il silenziatore ?


  7. a proposito di lamborghini formula 135, ma anche same antares 130. vorrei chiedere se qualcuno è riuscito a fare la modifica del terminale della marmitta. mi spiego meglio : nei modelli post 2000 il silenziatore marmitta si trova davanti al parabrezza, posizione assai scomoda, nei nuovi modelli, invece è montato di fianco alla cabina, aumentando così la visuale libera del conducente, oltre che a offrire maggiore illuminazione dei faretti da lavoro. vorrei così sapere se qualcuno ha fatto tale modifica. (O0 prego gentilmente allo staff di tractorum di posizionare il mio intervento nella posizione opportuna del forum, grazie ) .:ave:


  8. Se ti è già capitato in passato, io prima di fare la pulizia del trattore, dai un'occhiata alla cisterna del gasolio e al metodo di stoccaggio...

    si, fabio, hai perfettamente ragione, anche il serbatoio ha la sua importanza, ma rimanda oggi, rimanda domani, nel fra tempo hai anche già finito le arature e il danno è sui mezzi. purtroppo il tempo è sempre poco e le cose che sembrano di poca importanza, alla fine si rivelano le più importanti. in effetti la pulizia delle cisterne dovrebbe essere fatta prima di iniziare la campagna agraria, per prevenire tutti i problemi che stiamo elencando. però può anche capitare che una tanica che ti passa per le mani abbia delle impurità nel fondo che non avevi visto, e allora il problema è anche dietro l'angolo, anche se si sono osservate tutte le procedure per mantenere i gasolio più pulito possibile.


  9. grazie mille ragazzi, tutti i consigli pervenuti sono ben accolti. proverò a fare questa operazione non appena si calma la frenesia iniziale delle arature:

    1 - distacco dei raccordi che uniscono i due serbatoi,

    2 - lavaggio con acqua a pressione di tutti e due i serbatoi,

    3 - posizionamento a testa in su del trattore,

    4 - lasciare scollare senza i tappi i due serbatoi ameno una mezza giornata,

    5 - ricollegare i due serbatoi.

    due anni fa, ho dovuto portare l'80 -66 in officina per lo stesso problema, infatti ogni volta dopo che scendeva il livello del gasolio nel serbatoio, l'80 iniziava a perdere di potenza e a zoppicare, soffia oggi, soffia domani, il trattore non è più ripartito, così è andato in officina, dove è stata rivista tutta l'alimentazione, pulizia della pompa, delle cannette, smontaggio del serbatoio e pulizia dello stesso, passaggi e naturalmente il cambio di tutti i filtri gasolio. come vedette non sempre è salutare il soffiaggio.


  10. grazie Elsi, si ho provato a soffiare nella cannetta in ferro, direzione serbatoio, e le cose stamane sono migliorate tantissimo. la mia paura è però che il problema si ripresenti in seguito, cosa mi consigli. pulizia completa dei due serbatoi ? o anche qualcos'altro di più impegnativo ?


  11. ciao a tutti, dopo aver mandato il mio formula 135 in licenza premio per l'estate, è venuto il momento di richiamarlo al lavoro. quindi dopo vari tentativi con la casa ufficiale sdf sono riuscito a far venire il mec in azienda per fare tutta la manutenzione ordinaria per poter reintegrare nei ranghi il lambo. sapevo che aveva bevuto gasolio sporco in occasione dei foraggi, e per questo ho richiesto l'intervento del mec. in azienda. infatti il trac perde di potenza e tende a zoppicare. ok il mec. è venuto proprio ieri sera ma dopo aver cambiato tutti i filtri, la situazione non è cambiata. si a regime da fermo sembrava aver risolto, ma quando lo provato da solo in campo col ripper, il trattore ha ripreso a zoppicare perdendo di potenza. morale della favola non ho risolto niente pur spendendo 500 euro. cosa mi consilgliano gli amici di tractorum ? spero vivamente di trovare una risposta alla mia richiesta di aiuto.


  12. Ciaovolevo aggiungere un paio di notizie (se sbaglio correggetemipure).

    Ame risulta che parlando di gruppi industriali ci sia Caterpillar perprima poi Volvo (che sta iniziando a fornire motori in agricoltura) eterza

    CNH,J. D. è prima solo nel settore agricolo seguita da CNH e Claas conle macchine da raccolta e prima in europa ma non a livellomondiale.

    Comunquetutti i gruppi globali sono più o meno legati, per esempio CNH fa lebarre da soia a J.D. Claas sulla serie 800 e 900 monta motori

    FPTche costruisce alcuni motori a Caterpillar e chissà quante altrecollaborazioni che ci sono che non sappiamo.

    Un commento che ho sentito da gente più esperta di me sulla mietitrebbia serie S di J.D. che è un progetto suo ma e una imitazione della Case

    che mettendo in produzione l' assiale per prima ha un bagaglio di esperienza che nessuno ha.

    Mandi Igor

     

    tf 42 ti invito a guardarti il link che ho postato un paio di interventi fa, non cerchiamo di stravolgere i dati, per favore, qua ci sono idati certi pubblicati, grazie


  13. cnh pur avendo acquisitomarchi famosi ha progressivamente adottato i propri motori le proprie trasmissioni ecc. salvo alcuni modelli che usano ancora il carro zf del resto anche jd usa componenti zf e anche motori cummins (mi pare) sulle alte potenze

     

    sono d' accordo con te gas, infatti gallo 88 dimentica che cnh propone continuamente prodotti innovativi che non sto qua ad elencare, a cui tutti gli altri gruppi seguono, a partire dalla prima trattrice al mondo all'idrogeno, o le prime trattrici con il bio carburante, ecc, ecc.


  14. allora ragazzi, dopo varie ricerche sui vari siti di meccanizzazione agricola, finalmente sono riuscito ad avere un pò di dati certi circa la famosa classifica dei brand + conosciuti. ecco il link https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwi22oiXha3OAhXJJMAKHUaADosQFggjMAE&url=http%3A%2F%2Fwww.meccagri.it%2Fun-2015-in-salita-per-i-big-della-meccanizzazione-agricola-ma-non-per-tutti%2F&usg=AFQjCNGTIo_wboq9HMV-LRNdE0SX6uowbw.

     

    come vedete Johnn deere è di poco avanti a cnh industrial 28, ecc milioni di dollari, contro i 25, ecc milioni di dollari di cnh. il punto è che J D è avanti ( anche se di poco ) solo come volume di affari, ma cnh è il primo gruppo come gamma di macchine e trattori. In poche parole jd è primo solo perchè le sue macchine costano di più. non è come diceva dj rudi di oltre il 25 %


  15. nel 1999 il gruppo fiat acquisisce la case corparation e dalla fusione dalla new holland N.V. nacse CNH global, leader mondiale nel settore delle macchine agricole, oggi il gruppo è il primo produttore al mondo di macchinari agricoli.:leggi::clapclap::clapclap::clapclap::clapclap::clapclap:


  16. Leader su scala mondiale: Il Gruppo Fiat acquisisce la Case Corporation e dalla fusione con New Holland N.V. nasce CNH Global, leader mondiale nel settore delle macchine per l'agricoltura e di quelle per il movimento terra.


  17. non è così, tu stai facendo male i conti, infatti devi per forza maggiore calcolare oltre al fatturato di cnh ( cosa che credo tu stia facendo ), anche il fatturato di case hi, infatti i due gruppi spesso ( sempre ) vengono presi in considerazione separatamente. a breve fornirò i fatturati sommati dei due gruppi case hi industry e cnh agricolture.


  18. ho avuto anni fa lo stesso problema , il costruttore (Wolvo)mi consigliò di sostituire tutti i denti perchè si erano piegati tutti un po'in avanti in modo non evidente , in effetti la macchina ritornò a funzionare .

    si, ok. ho capito la questione, ma ti dicevo che gli aghi storti + i ferri curvi gli ho cambiati. qualcuno mi ha suggerito che potrebbe essere un albero di un rullo rotto, il quale apparentemente gira, ma quando si trova sotto sforzo slita, interrompendo il flusso del foraggio nella camera. ora no so se qualcuno di voi conosce la rollant 42. si tratta di una macchina antiquata a rulli, molto semplice il meccanismo. e pensare che lo presea proprio grazie al suo semplicissimo meccanismo sic e doppio sic diceva paperone.

×
×
  • Create New...