Jump to content

Tatònn

Members
  • Content Count

    232
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About Tatònn

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Biografia
    Sono Antonio in arte...Tatònn!!

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Foggia

Converted

  • Interessi
    Trattori, Musica, Basso elettrico

Converted

  • Occupazione
    Autista
  1. Ciao a tutti! Dopo qualche tempo torno a mettere piede sul forum. Spero sia questa la sezione giusta dove inserire questo mio quesito:cheazz:, in caso contrario chiedo venia ai moderatori che sono liberi di spostarmi nella sezione giusta:asd: Sono un felice possessore di un motocoltivatore Valpadana 18 VMC a cui sono legato anche affettivamente dal momento che è stato il trattorino di mio nonno prima, passato poi a mio papà. Ultimamente per esigenze di lavori sotto l'uliveto stavo valutando la possibilità di modificarlo trasformandolo in un 4RM. Il pensiero era quello di trovare magari la parte dello sterzo e delle ruote posteriori ed applicarla al blocco motore/cambio del mio. Il mio infatti è dotato oltre che della presa di forza anche del pignone di innesto per i rimorchi trazionati, che da quel che so può essere utilizzato anche per attaccare la parte delle ruote posteriori. Qualcuno potrebbe chiedere perché non vendere questo e trovare direttamente un 4RM già composto, ma a parte il legame affettivo di cui sopra, la cosa mi dispiacerebbe parecchio dal momento che il mio 18 cavalli è in condizioni perfette. Di recente gli ho rifatto completamente il motore, cambiato la frizione, riverniciato, ecc ecc. Insomma... un gioiellino. Per questo l'idea di cercare di reperire magari il blocco posteriore e montarlo al mio. Ora... il punto è... fin ora sono riuscito a trovare solo dei 18cv 4RM interi, magari anche già restaurati, e a prezzi tra l'altro folli. Però girovagando un pò sul web a caccia di annunci mi sono imbattuto in un annuncio di vendita di un blocco appartenuto ad un Valpadana 30 cavalli con motore rotto. Ma il proprietario mi ha detto che andrebbe bene anche per il motore da 18 cavalli. Che voi ne sappiate la cosa è possibile? Il blocco cambio del 30 cavalli era simile o uguale a quello del 18? Oppure... supponendo di tenere il blocco cambio del 30, potrei applicargli magari solo il motore del mio 18? La campana della frizione del 18 e del 30 erano simili o compatibili? Grazie in anticipo per le dritte
  2. Salve ragazzi! E' da un pò che non metto piede qui sul forum, ma ho pensato che quando si ha bisogno di informazioni bisogna rivolgersi agli esperti del settore!:asd: Avrei una piccola domandina inerente all'argomento in questione, cioè aratri portati. Sono da un pò di tempo alla ricerca di un aratro bivomere per il mio same Saturno 80 Syncro e l'idea è quella di cercare un aratro Nardi. Bene soprattutto sulle vecchie serie non è che sul web ci si capisca un granchè... In questi ultimi giorni facendo un pò di ricerche ho letto informazioni discordanti sui modelli e relative potenze richieste dei trattori. Ho visto un paio di annunci interessanti, ma per due modelli della stessa serie i tizi che le vendono scrivono che le potenze richieste sono le stesse. Mi spiego...i modelli in questione sono NARDI BRCP 38 e NARDI BRCP 58. Ho appena contattato il primo è mi ha detto che il 38 va bene per un trattore di 80 cavalli, ma anche sull'annuncio del 58 mi dice la stessa cosa...insomma... HELP!!!!!:cheazz: Un grazie in anticipo per il vostro aiuto!O0O0
  3. Ragazzi riesumo questa discussione evitando di aprirne un'altra sullo stesso mezzo. L'altro giorno, volendo mettere in moto il motocoltivatore per fresare un pò di erbacce ho avuto un problema nell'avviamento. In pratica il motore è partito ha dato una accelerata un pò brusca e poi è morto. Di li in poi ogni tentativo di riavvio è stato inutile. La cosa che ho notato da subito è che la piccola levetta dell'anticipo che va tirata indietro dopo aver portato l'accelleratore oltre la metà, non regge più. In pratica l'anticipo non resta inserito pur accellerando tutto. Pensando fosse un problema legato alla pompetta del gasolio l'ho smontata e portata dal mio pompista di fiducia il quale però ha detto che fatta eccezione una leggera usura del pompante, (fisiologica visti i 40 anni che il trattorino si porta sul groppone:asd:) però in generale la pompa è apposto e così anche l'iniettore. A suo dire, anche visto il problemino con l'anticipo, deve essere successo qualcosa al regolatore di giri interno al motore. Voi che ne dite? Vi sono capitati problemi simili?? Cosa potrebbe essere successo?? Help!!!:cheazz:
  4. Grazie 1000 Iron e grazie 1000 Met per le vostre preziose delucidazioni! Oggi pomeriggio dopo il lavoro, ho tirato fuori il trattore dal capannone ed armato di idropulitrice e sgrassatore ho dato una bella lavata alle alette di raffreddamento e già che c'ero anche a tutto il resto. E' venuto un bel lavoretto, c'è n'era proprio bisogno, dato che secondo me chi aveva il trattore prima non badava tanto a questo aspetto della manutenzione. Gran parte delle incrostazioni presenti sulle alette dei cilintri centrali, dietro al radiatore, sono venute via a suon di getto d'acqua e sgrassatore, anche se come dicevi tu Iron in parte sembrano incrostazioni "secolari"! Ad ogni modo tranne che in quei punti, per tutto il resto è venuto via tutto e diciamo che potrebbe anche andare così. Solo che, pignolo come sono...dal momento che devo cambiare anche olio e filtri...un pensierino mi dice che una volta tolto via l'olio potrei smontare il radiatore di raffreddamento olio per pulire dietro ancora meglio, eliminando tutt le incrostazioni residue e magari anche per fare i due tubi nuovi! Direi che dopo 30 anni non sarebbe una cattiva idea...che ne dite?? Secondo voi quanto spenderei per rifare i due tubi nuovi?? Anche perché se ci sono anche piccole trasudazioni va a finie che con la polvere si incrosta tutto di nuovo alla lunga...:cheazz: Help!!! P.s. Met, si in effetti hai ragione, per un periodo il trattore l'ho messo in vendita. Non ero convinto fino in fondo dell'acquisto e da "fissato" fiattista avevo pensato di darlo via col frangizolle e cercare di prendere un Fiat. Poi però ho lasciato perdere... Io sono così, per certi versi "non sono tanto...normale"!! eheh:asd: Anche mio papà me lo ha detto!! eheheh:asd: Cmq...pian pianino Same inizia a convincermi! In effetti come macchina è molto semplice ed essenziale e facile da tenere sempre in ordine il che per un pignolo come me è vitale!!
  5. Salve a tutti ragazzi! ;-) Sono andato a ripescare questo thread dopo un pò di tempo per chiedere "lumi" a voi più esperti di me:asd: circa un aspetto della manutenzione del trattore. Premetto che da quando ho comprato il trattore non ho avuto tanto tempo per smanettarci, anche perché l'ho tenuto quasi sempre fermo. I lavori che faccio io col trattore si fanno tutti in estate (aratura, ripasso e semina) quindi nel periodo invernale la macchina la tengo chiusa nel capannone in "letargo"! Ad ogni modo...oggi pomeriggio ho deciso di tirare fuori il trattore per iniziare a fare una bella manutenzione accurata. Ho iniziato smontando il convogliatore dell'aria per dare una bella ripulita alle alette di raffreddamento. Aperto il convogliatore mi sono accorto che evidentemente chi c'è l'aveva prima il trattore, non ha badato più di tanto a questo aspetto della manutenzione, infatti in modo particolare le alette dei 2 cilindri più nascosti dietro al radiatore, presentano un bel pò di incrostazione. Per quello che capisco io sembra un misto polvere/olio o polvere/gasolio. evidentemente ho ci sarà qualche leggera sudorazione d'olio da qualche manicotto dei tubi del radiatore o magari in passato ci sarà stato qualche sudorazione di gasolio dervante dallo smontaggio delle cannette o del filtro che poi unito alla polvere col tempo ha creato incrostazione. Ora...quello che mi chiedo e che chiedo a voi più esperti è questo: volendo fare una pulizia più accurata, dato che con la semplice aria non riesco a ottenere un risultato più di tanto efficace, come potrei intervenire? Secondo voi potrei usare una idropulitrice, o l'acqua potrebbe causare problemi a qualcosa?? Inoltre...dato che il radiatore è davanti alle alette, non riesco ad arrivare a dovere dietro per ripulire le alette dei due cilindri centrali. Secondo voi è complicato smontarlo?? Devo avere qualche accortezza particolare nello smontaggio? Oppure dite che è meglio lasciar perdere??? Aspetto lumi!!! Tatònn
  6. Ciao ragazzi! Dopo un bel pò di tempo rimetto il "becco" qui nel forum e vi saluto tutti...innanzitutto! Apro questo nuovo argomento (sperando che non sia un doppione...) per richiedere "lumi" a voi più esperti circa il mio motocoltivatore Valpadana VMC 18 Super. Acquistato nuovo nel lontano 1967 dal nonno (conservo ancora la fattura originale e il preventivo:asd:) non ci ha mai dato problemi ed ha sempre fatto il suo bel lavoretto sia nel piccolo orto che sotto l'uliveto per estirpare le erbacce con la fresa. Ora...l'età avanza, le forze (soprattutto quelle di mio padre:asd:) diminuiscono e ogni volta fresare sotto l'uliveto è abbastanza stancante con un motocoltivatore così pesante. Così da un pò di tempo mi è balzata in mente l'idea di trasformare il motocoltivatore in un 4 ruote. All'epoca lo stesso trattorino lo facevano sia in versione motoagricola che in versione 4 ruote motrici, e il pensiero era proprio il secondo. Certo...qualcuno mi dirà che forse è più facile darlo via e prenderne uno già bello e fatto, ma...sapete...in queste cose poi gioca tanto il legame affettivo (e in questo caso...c'è e tanto anche:)) quindi non mi sognerei mai di darlo via. Quindi complice anche il fatto che il motocoltivatore è a dir poco perfetto sia come motore che a livello di cambio, pensavo di reperire magari presso qualche demolitore la parte posteriore da applicare al motocoltivatore per trasformarlo nella versione 4 ruote. Ora, però, dando anche una guardatina sui vari siti di vendita di usato, mi sono accorto che in giro non si trova granché per questo scopo. Quello che invece sono riuscito a trovare è qualcosa del Valpadana 20/24 che s non sbaglio allora era equipaggiato con motore Slanzi. Ora...mi chiedevo...e chiedo a voi più esperti...secondo la vostra esperienza sarebbe possibile applicare la parte posteriore della versione 20/24 al vmc 18? A livello di attacchi e misure sono compatibili o son completamente diversi??:cheazz: Illuminatemi please!!!:asd: Tatònn
  7. Grazie per le delucidazioni ragazzi! Sono nuovo di macchine come queste quindi devo farci un pò l'esperienza e l'orecchio sopratutto! Poi avendolo comprato da poco penso sempre che ogni rumorino nasconda un problemino...cmq dai l'altro giorno ci ho lavorato è il trattore andava benissimo. Anzi...non credevo c'è la facesse a tirare su per le salite il 24 dischi, ma se l'è cavata egregiamente, nel senso che sulla salita più ripida tendeva a slittare leggermente, ma il motore non dava nessun segno di cedimento e cmq il con quelle gomme maggiorate al posteriore si arrampicava come un leone!! Certo...secondo me un 22 dischi o un 20 sarebbe meglio. Vedrò se riesco a trovare qualcosa che valga il mio 24!! Cmq MET80100, io mi trovo dalle parti di Segezia! Un pò più in su, verso Giardinetto. I terreni sono in pianura ma ci sono alcune "coppe" come le chiamiamo dalle nostre parti:asd: e anche belle ripide! Tavernola dici?? Ci passo spessissimo col camion! Siamo ad un tiro di schioppo allora!!:clapclap:
  8. Anche io ho avuto un problema simile su un piccolo motocoltivatore con motore Lombardini LDA80. Emetteva del fumo nero e durante il lavoro il moto era irregolare, decellerava e poi riprendeva con tanto di fumo allo scarico. Ad ogni modo, l'ho smontato, sostituito le valvole nonché anche spianato la testa e rettificato le sedi, cambiato fasce elastiche e portato pompa ed iniettore da un pompista che mi li ha tarati. Beh ora va decisamente meglio, nel senso che il fumo è diminuto di parecchio rientrando nella norma, ma il moto a tratti è ancora leggermente irregolare. Smontando il motore ci siamo accorti che il regolatore di giri presentava una saldatura tra asse e ingranaggio. Evidentemente avrà subito qualche danno nel tempo e devono averlo sistemato così. Ad ogni modo, almeno nel mio caso, credo che la leggera irregolarità nel moto sia data proprio da quella saldatura. Evidentemente deve aver creato uno sbilanciamento di peso sull'asse e sull'ingranaggio che poi si trasmette nel moto del motore dandogli una cadenza irregolare. Concordo con quanto già detto cmq...prova a smontare la testa e vedi a che punto sono le valvole, e magari già che ci sei se sono "cotte" tira fuori anche il pistone e cambia anche fasce e bronzine. Io non ho speso tanto. Per tutto il lavoro spesi attorno ai 200 euro compresi i lavori di rettifica della testa e delle sedi. E poi controlla il regolatore anche..!
  9. Si esatto MET80100! E' come un leggero martellino, come un tac tac che si avverte quando tiro su il sollevatore. Tra l'altro è un qualcosa che avviene solo con il sollevatore sotto carico, ossia con attrezzo attaccato, quindi con il peso sui bracci. A vuoto non succede. Cmq...spero come dici tu che sia solo qualcosa dovuto al tipo di pompa ed al funzionamento della stessa. Intanto ecco qualche foto del trattore al lavoro ieri:[ATTACH=CONFIG]8071[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]8072[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]8073[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]8074[/ATTACH]
  10. Ciao ragazzi! Rieccomi, con un nuovo quesito per voi esperti. Oggi ho tirato fuori il trattore per farci qualche lavoretto. Ho ripassato un paio di ettari di terreno col frangizolle nel pomeriggio, mentre in mattinata, ho arato un piccolo pezzettino di terreno con un aratro 5 vomeri. Bene...con il frangizolle è andato tutto liscio, nel senso che ho constatato l'ottima forza di tiro del trattore, sopratutto considerando che il mio 24 dischi è un pò sovradimensionato per un 80 cavalli, mentre stamane con l'aratro ho notato un piccolo problemino con il sollevatore. In pratica quando tiro su la leva per alzare l'aratro sento all'interno del sollevatore un rumore, come qualcosa che batte o gratta. Secondo voi è un problema oppure è normale che sia così rumoroso? Se fosse un problema di carenza di olio all'interno del sollevatore, lo stesso non dovrebbe alzare affatto, o cmq dovrebbe andare a singhiozzi!?!?! Mentre pare che il sollevatore alzi bene, ma nell'alzare fa come un rumore interno di qualcosa che gira e batte o gratta. Secondo voi cosa può essere? :cheazz: Delucidatemi!!!
  11. Infatti!! Se dovessi descrivere il rumore che si sente in cabina direi che è solo quello del motore che gira bello rotondo e scoppiettante!!
  12. Io col rumore ci sono andato a "nozze" fin dal mio primo trattore: Om 35/40CO0, mamma mia che macchina!! Ho sempre adoperato le cuffiette per proteggere le orecchie! Penso che anche col buon vecchio Same ci vorranno, solo che magari potrò alternare momenti in cui le metterò a momenti in cui le toglierò perché se non altro in questo caso non avrò più il rumore dei cingoli, che però...mi mancheranno un pò!!! Oramai mi ci ero abituato!
  13. Appunto, quello che dico anche io! Alla fine resto convinto che la totale onestà paga sempre, mentre la scarsa onestà...NO! Quando ho venduto il mio 312R io ero conscio dei problemi che aveva la macchina e li ho detti all'acquirente per evitare che poi una volta arrivato a casa se ne accorgesse da solo e io facessi la figura del disonesto! Alla fine la macchina l'ha comprata cmq ma consapevole della mia onestà e del fatto che avrebbe dovuto spenderci dei soldini su per farla funzionare! Ad ogni modo...me la sono cavata con 75 euro e menomale che è andata così. Purtroppo l'usato è sempre una mezza incognita, per quanto cerchi di aguzzare vista, orecchio e per quanto ci rifletti su! Cmq le foto testimoniano del buono stato della macchina e ne sono soddisfatto, sopratutto considerando quello che devo farci io col trattore. Per rispondere a MET80100...la rumorosità in cabina è quella di un trattore senza piattaforma, abbastanza accentuata, ma tutto sommato accettabile. Certo non sarà mai come la rumorosità di un cingolato senza cabina alla quale ero abituato da anni e a cui oramai avevo fatto l'abitudine. Poi cmq aprendo il vetro anteriore e quello posteriore un pò si attenua quindi dai...ci può stare! Per quanto riguarda il peso...devo guardare cosa dice il libretto, ma se passo su una bilancia ti faccio uno squillo IRON200!! Ora avrei una mezza intenzione di fare un bel restiling al trattore. Non appena l'idea diventa "operativa":asd: apro un post nella sezione restauri, anche se non so se il SAME SATURNO 80 Syncro possa essere definito un "trattore d'epoca" sopratutto considerando che questo è dell' 1982!!
  14. eh...Fiat 312R!! Quanti ricordi!!! Cmq...condivido a pieno quanto già detto! Se il trattore è fermo da un bel pezzo fai un bel cambio olio e filtri prima di tentare di avviarlo e magari anche un bel lavaggio del serbatoio del gasolio. Spero che il trattore fosse all'asciutto e al coperto. La mia esperienza in questo senso...è stata...come dire...molto formativa!!
  15. Ragazzi, vi aggiorno sugli sviluppi della vicenda cambio! Stamane ho contattato il mio meccanico di fiducia, il "buon Donato"!! Eh...menomale che c'è lui che sa dove mettere le mani! Cmq...scherzi a parte...nel pomeriggio abbiamo smontato il coperchio superiore del cambio per dare un occhio all'interno e capire quale fosse il problema. Appena tolto, le 4 molle sono balzate subito all'occhio; due spezzate e le altre due quasi andate!! L'interno del cambio invece sembra a posto; gli ingranaggi sono perfettamente conservati e non presentano alcun segno di usura o rottura, così come anche i sincronizzatori che sono a postissimo! Ad ogni modo ci siamo recati da un rivenditore Same e comprato le 4 molle nuove; prezzo delle molle 25 euro!!!:AAAAH: Già che c'ero ho anche chiesto al rivenditore se per questo trattore si trovano tutti i generi di ricambi e pare che si trovi di tutto, dal motore al cambio, alla frizione a tutto il resto! Meglio così e buono a sapersi! Tornati a casa abbiamo rimontato tutto, rifatto la guarnizione del coperchio e messo le molle nuove al loro posto. Poi lo abbiamo provato e pare che adesso vada bene. Ho fatto un paio di giri con il coltivatore nel terreno arato, e sotto tiro la marcia non è scappata più! Costo totale dell'intervento: 25 euro le molle + 50 euro al meccanico per un totale di 75 euro! Direi che mi è andata di "lusso" e spero che il problema non si ripresenti! Adesso quando inserisco le marce si sente un bel "click" è l'innesto risulta perfetto! Anche il meccanico ha avuto una buona impressione guardando il trattore ed ascoltando il "canto" del motore che gira rotondo e preciso. L'usato è sempre un incognito certo, ma credo che un pò più di onestà non guasterebbe, sopratutto quando ci si perde dietro a 75 euro di riparazione!!!
×
×
  • Create New...