Jump to content

tf42

Members
  • Content Count

    112
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

32 Excellent

About tf42

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    provincia di udine

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Buonasera. Il trattore che uso con l ' erpice è un 115 cv, pesante circa 50 q. I terreni sono misti da leggerri a pesanti, ma non sassosi. La mia Ekos pesa 18 q. e ha il rullo a gabbia, che compatta il terreno in maniera non eccessiva e se dovesse piovere non fa crosta. Il peso non è un problema in campo, invece per strada è meglio essere prudenti per la trattrice e il sollevatore. Tornando al discorso dei rulli, quello a spuntoni va bene anche con terreni umidi, ma ti lascia i buchi.
  2. Buonasera. Io mi permetto, da possessore di una Moreni Ekos 400, di dire il mio parere. I 2 rotori in più e il passo stretto fanno una buona finitura, nei terreni a medio impasto sembra fresata come un orto, dovuto anche alla vicinanza della livella ai rotori. Inoltre la giuntura fra i due corpi è poco visibile, in quanto i rotori si intersecano vicino. La Moreni non so che numeri faccia, però è una macchina semplice, concreta, senza tanti fronzoli e non fa molti modelli. Alpego, che a me piace come macchina, fa molti più modelli e la DJ è il modello base e leggerino delle pieghevoli, con
  3. Buongiorno, se per il vostro lavoro il packer è basilare allora non c'è alternativa. Comunque valuta il numero di rotori per metro. Il mio Moreni ha 18 rotori per 4 metri e affina molto bene, mentre la maggior parte dei costruttori ne hanno 16 su 4 metri. Fai bene a fare altri preventivi così hai più alternativa di scelta. Saluti Igor.
  4. Buongiorno, secondo me il prezzo non è basso, è vero che la macchina ha un paio di migliaia di euro di optional ma come dice b4ftagli al quel pezzo li forse compri alpego. Io invece valuterei, avendo terreni leggeri di prendere il rullo a gabbia. Costa meno ed più leggero visto anche il trattore che hai. Ti parlo per esperienza personale,io ho una Moreni da 4 metri col rullo a gabbia e fa 18 quintali pieni,il trattore è da 50 e ci metto 4 di zavorra sul sollevatore anteriore e soprattutto su strada si sentono. Oggi se non hai il packer sembra che non hai la rotante,ma qui da noi per far nascer
  5. Buonasera. Allora ho controllato, la testata è una Kemper CornStar, la vidi ad Hannover nel 2007 e chiedendo ai tecnici ci dissero nei campi italiani no, troppo produttivi. Saluti Igor
  6. Ciao. Quello spanocchiatore li uscì oltre una decina di anni fa, ed era predisposto per trebbiare anche di traverso non solo lungo le file di semina. Ma non è a adatto per mais molto produttivi perciò da noi non ne ho mai visti. Saluti. Igor
  7. Io che ho il Steyr multi (fratello del tuo luxxum) il sollevatore anteriore è collegato al distributore meccanico n. 1, però sulla linea idraulica davanti a sx sul fianco del motore è posizionato un rubinetto a 2 vie, una per la posizione fissa e una per il flottante. Penso che il tuo sia simile, prova a dare un occhiata. Saluti Igor.
  8. Ciao. Giusto per farti imbarcare in un altro bel lavoro io ti suggeri anche di smontare la frizione e controllare che non sia bloccata. Se no e come non averla. Saluti Igor
  9. Ciao. Per il fuori solco mi sono confuso, ho chiesto a mio padre e mi ha detto che esce a sx. Per evitare una continua macchinosita noi prima aravamo tutti i campi , poi lo mandavamo in fuori solco e facevamo tutte le finiture, così lo spostavano una volta sola. Non so di che zona sei, ma da noi che abbiamo terra di ogni tipo lavora molto bene in particolare nei terreni argillosi. Eccoti alcune foto, te ne metto anche una della testa del bivomere, spero ti siano utili. Saluti Igor.
  10. Ciao. Si se riesco cercherò di farti qualche foto. La posizione in fuori solco serve solo di finitura in quanto si riesce a mandarlo solo da una parte mi sembra solo a dx, dipende dal senso di rotazione delle ali. Per mandarlo in fuori solco prima bisogna spostare il castello del terzo punto tutto da una parte poi bisogna mettere la spina di regolazione nel foro dietro aprendolo tutto e infine mettere in croce le spine del castello per riallinearlo. Noi è anni che non lo facciamo più , da quando abbiamo preso il bivomere che ha 1 metro di slitta idraulica non ne abbiamo più necessit
  11. Ciao.Io ho il tuo stesso aratro e i 4 fori che hai messo in foto regolano la larghezza, quello piu vicino alla bure fa la misura più stretta. Per quanto riguarda il centraggio sulla barra di attacco del sollevatore ti mancano 2 spine che vanno a dx e sx del castello del terzo punto nei fori presenti sulla barra stessa che devono essere pari da ambo le parti. Per spostare il castello a dx e sx dovresti avere una chiave a forma di mezza luna che infilandola nei fori stessi ti sposta la barra (spostandolo tutto da una parte si manda in fuori solco). Poi devi assolutamente cambiar
  12. È vero che per 10 ha non serve prendere le versioni top ma attenzione che fra una versione e un altra oltre al discorso cuscinetti cambia anche il spessore della cassa. Breviglieri per la 120 usa il 5 mm Moreni se non erro usa il 6 mm. Poi sono da vedere anche la lunghezza dei denti, la livella e il rullo.
  13. Buona sera. Mi dispiace per come siano andate le cose.Poteva essere un idea innovativa e se fosse stato possibile svilupparla avrebbe potuto diventare un prodotto alternativo al classico aratro che in quegli anni non era così evoluto come oggi. Saluti Igor
  14. Penso che la loro idea fosse arare in piano fuori solco e per bilanciare lo sforzo dell' ala fosse far lavorare il coltello dalla parte opposta. Il depliant è stato preso al eima del 1987 ma mi sembra strano che non ne sia rimasta nessuna traccia. Saluti Igor
  15. Guardando tra i depliant ho trovato questo tipo di aratro, ma in rete non ci sono né foto né altre notizie. Mi chiedevo se qualcuno li ha mai visti a lavoro o ha notizie? Grazie e saluti Igor.
×
×
  • Create New...