Jump to content

PGS 35

Members
  • Content Count

    744
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

95 Excellent

About PGS 35

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 09/15/1994

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    rimini

Converted

  • Interessi
    agricoltura motori e sport

Converted

  • Occupazione
    studente

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. gianni e poi i tuoi terreni per la clorosi sono molto più facili da gestire, farlo già da te a senso, esempio io ho terreni con 45% argilla e 45% limo csc da 24 calcare attivo alle stelle e so intorno al 1,8... se butto ferro granulare diventa sasso, anche i chelatati liquidi migliorano ma di poco, martinaz ha proprio centrato il segno, bisogna rendere disponibile il ferro acidificando, ergo so e acidi umici e fulvici, poi il resto del lavoro lo fa la pianta acidificando la rizosfera però una mano bisogna dargliela...lo zolfo ha effetto molto momentaneo perché viene subito dilavato però potrebbe essere un idea in primavera, comunque io vado controcorrente qui ma i fogliari non li denigro una mano la danno sempre ho visto
  2. ph e calcare attivo nei tuoi terreni? csc e % argilla ?...scam ottimi però per me in romagna dare ferro al terreno in granuli sono soldi quasi buttati, con la manichetta è diverso già, per chi non ha irrigazione rimangono solo i fogliari (sempre veicolati) e fare concimazioni organiche
  3. ferro chelato in fertirrigazione con acidi umici e fulvici lo hai già provato? nei nostri terreni i granulari con tanto ferro hai un risultato scarso rispetto le aspettative, molto rimane insolubile
  4. riduce l'incidenza delle malattie e mitiga la stanchezza del terreno
  5. cosa ci devi fare con quelli scusa? è normalissimo che si spezzano evidentemente per raccoglierti l'uva anche li aveva il battitore che menava anche basso, il getto libero così è un attimo spezzarlo, il lavoro è ok... se non ti piace prossimo anno forbici ?
  6. non fanno miracoli però dove non ho fatto i micro quest'anno si vedevano le foglie clorotiche, infatti il biostimolante che uso per veicolarli meglio sono proprio acidi umici e fulvici sostanzialmente, 2 passaggi e mi scordo cos'è la clorosi c'è veramente differenza!
  7. allora, come prodotti completi per vigneto con magnesio etc etc scam fa il belfrutto se si vuole spingere con poco azotato o il vignafrut... io faccio 3 di belfrutto adesso e due di vignafruit in primavera, poi in fioritura una sporcata di urea credo dipende dalla stagione...con timac una cosa simile potrebbe essere il timatec scarso di azoto o il timagold per dare più vigore... belfrutto e vignafrut 47 in sacconi autotreno, prezzo sui 55 per il timatec e timasprint..io mi sono trovato bene con questi prodotti in generale, la qualità del fosforo di timac non si discute però preferisco risparmiare con scam e magari quei soldi spenderli per dei micro con biostimolante in pre fioritura.
  8. impianto giovane ci sta la dose frazionata, il problema è timac molto cara, per me scam qualità prezzo non si batte, prova l'organo minerale non torni più indietro
  9. volevo seminare un po di senape per provare, qualcuno in pre oltre al classico butisan e devrinol ha provato la miscela della colza butisan col bismark?... ho paura che la senape lo senta di più il bismark rispetto la colza, al max pensavo di fare butisan e un po di stomp.
  10. partendo dal fatto che la macchina cambia la qualità di raccolta e questo lo abbiamo assodato, sono d'accordo che l'esperienza fa la differenza, però alla fine quando hai fatto due anni di vendemmia cominci ad avere quel bagaglio di regolazioni che poi ti rimane, quello che voglio dire è che con un pilota esperto al max dell'esperienza il 90% della raccolta la fa la macchina, uno più di quel bagaglio non può andare e fare... poi capita a tutti di rompere qualche palo durante la stagione 1/2, stanchezza etc etc, specialmente se il vigneto non è tenuto al top... e comunque io non capisco il fatto di lamentarsi di menare, l'uva per farla cadere che tu cammini ai 3 con ipotesi 400 battiti o ai 4 con 450 l'energia data è la stessa per il distacco dell'uva, è vero che andando più piano la cosa un pelo migliora ma non è che si nota tutta questa differenza... se poi uno va ai 6 e mena 600 quello è un cane, alla fine la sera un po di ettari tocca farli, se la macchina rende 100 e ci sono le condizioni per fare un ottimo lavoro perché non rendere 100, poi magari ti capita il bianco indiavolato e li per non rompere troppo la fai rendere 80 si tratta sempre di trovare il giusto compromesso...
  11. mmm non sono tanto d'accordo, lo dico da driver, la macchina fa il 90%... poi se sei un cane altro discorso
×
×
  • Create New...