Jump to content

Matteo_77

Members
  • Content Count

    91
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

1 Follower

About Matteo_77

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    prov. di Vercelli

Converted

  • Occupazione
    Agricoltore

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. ok perfetto, ti ringrazio molto per le utili informazoni. non appena mi portano la semente mi metto subito all' opera per fare una taratura ottimale!
  2. avevo contattato direttamente la ditta, poi mi avevano mandato un loro venditore per una dimostrazione, e l'avevo poi acquistata. se vai sul sito isoelectric.com puoi vedere tutta la gamma di misuratori che producono
  3. @green deer si ho controllato è una 3mt 25 falcioni. nella mia però l'albero porta tubi non si può sganciare... le serrande della tramoggia hanno diverse posizioni selezionabili independenti l' una dall'altra (da tutte chiuse a tutte aperte). la leva di calibratura è quella a destra con la leva a cursore dentellata? @simone molto bene, quindi questa formula dovrebbe essere universale, applicabile per principio a qualsiasi seminatrice in linea convenzionale giusto? se dovessi variare l' interfila, (es. voglio seminare a 36 cm anzichè 12) il calcolo è da fare sempre su quattro assolcatori o varia qualcosa?
  4. la mia è una 25 file 2,90 mt. e ha il cambio a sinistra. La seminatrice c'è l'ho da molti anni, però l'ho sempre usata per seminare sempre la stessa cosa (risone in asciutta) e non ho mai modificato le velocità del cambio. quest'anno volevo utilizzarla per seminare un pò di soia e mi serviva sapere come si effettua la taratura vera e propria per regolarmi di quanto seme ad Ha va giù. dove c'è il cambio ci sono 2 scale numerate A e B. poi a lato del cambio (verso l'esterno) ci sono 2 leveraggi C e D che credo siano delle specie di moltiplicatori/riduttori di velocità. Facendo una prova da fermo a casa, quale è la procedura e che calcolo devo fare per sapere quanto seme va giù ad ettaro?
  5. scusate, qualcuno di voi ha una seminatrice NORDSTEN AS tradizionale a falcioni, perchè sto cercando disperatamente informazioni sulla sua regolazione e taratura....
  6. io ho un grain tester plus della isoelectric, comprato 15 anni fa (..in sostituzione della defunta protimeter analogica..:-((((() e va benone. possibilità di misura per diversi tipi di granella, misura temperatura e umidità, inoltre ha la possibilità di poter essere ritarato nel modo che uno vuole. Ha una specie di cella a peso dove si immette il prodotto (es. 200 gr. di riso). necessita di una superficie di appoggio che deve essere in piano altrimenti può dare errori. Io ad inizio campagna lo confronto sempre con altre macchine simili di cui so che sono esatte e se del caso faccio la taratura di correzzione, così son tranquillo.
  7. ma vedi, il discorso che volevo fare era questo, fino ad oggi ho sempre usato un penta non reversibile (in linea) nella classica maniera di risaia, e stavo pensando magari di cambiare un pò sistema di lavorazione, anche perchè arando alla pari il terreno si sposta meno (rimane più in piano) rispetto all'aratura colmare/scolmare tradizionale. Qui in zona da me, ci sono molti vogel&noot, alcuni regent, alcuni lemken. Io stesso ho sia un vogel, che un vecchio trebaldi (ineguagliabile come qualità di lavoro in risaia) entrambe in linea di cui sono soddisfatto come lavoro. Il mio dubbio sta più che altro nella qualità costruttiva del voltino, vedo ad esempio che alcuni costruttori hanno perni e relativi cuscinetti su cui ruota l'aratro, che sono di dimensioni generose; mentre altri hanno componenti nel gruppo di ribaltamento che sono ridotti al minimo. Perchè mentre un aratro in linea ha l'attacco fisso bene o male simile per tutti; il reversibile fa forza soprattutto sul perno centrale (è il punto di maggior sollecitazione sia in fase di lavoro che di ribaltamento, in cui tutto il peso grava su di esso). So di alcuni che hanno lascaiato aratro in mezzo al campo e attacchi e slitta invece sono rimasti attaccati al trattore.
  8. salve a tutti, volevo chiedervi un parere riguardo l'acquisto di un aratro reversibile da risaia. Su quali marche andreste? Il terreno è sciolto, medio impasto tendente al sabbioso e mi serve un aratro da poca profondità, quindi leggero per arature sui 20-30 cm. anche in presenza di terreno con poca portanza quando capita. sarei orientato su un pentavomere (4+1) o in alternativa un quadri vario. Trattore da accoppiare è un 150 cv. In risaia prediligo un aratura con fette piccole (quindi con solco piccolo) e con perfetto rovesciamento delle stesse. Quali sono secondo voi i migliori della categoria come prezzo/qualità costruttiva?
  9. Matteo_77

    soia

    salve a tutti, scusate se mi intrometto anche io nella discussione ma l'argomento interessa anche a me... volevo chiedere se la distanza di semina dell' interfila è dettata dal tipo di portamento della varietà, ovvero varietà che ramifica molto è preferibile seminare a 75 (come il mais), altrimenti varietà monostelo è preferibile seminare a 50 cm., in ragione dell' investimento finale e della copertura vegetativa per far competizione alle infestanti? e poi che voi sappiate, per trebbiare soia ci sono accorgimenti particolari da fare ad una mietitrebbia preparata da riso? per esempio il battitore/controbattitore da riso è a denti, può rovinare molto i grani di soia?
  10. ...certo che è proprio rincuorante, vedere l'opposizione che stanno facendo in merito, le nostre associazioni di categoria....... stiamo parlando di una vera e propria vessazione ingiusta, e le associazioni discutono di come organizzare i corsi....??!!? ma cosa stiamo a fare qui ragazzi, in nome della passione per il nostro lavoro, rincorriamo che cosa?? Ci riempiono di tasse, regole, normative, vincoli, per poi sbandierare il ruolo fondamentale dell'agricoltura made in Italy, la qualità made in Italy, e tutte questi bei paroloni. Intanto centinaia di aziende chiudono, siamo invasi dai prodotti esteri e i nostri invece vengono sottopagati, invenduti o distrutti.... abbiamo costi di produzione altissimi (che continueranno a crescere) e prodotti di qualità altissima, eppure continuano ad arrivare merce schifosa a costi di produzione infimi senza nessun controllo. E questi qua anzichè favorire o incentivare le aziende agricole già in crisi, applicano nuove tasse al settore.... ....Per non parlare dei vincoli della pac, che è stata la rovina dell' agricoltura specialmente italiana.... ......e qui mi fermo sennò ci sarebbe da riempire intere pagine, ..... ma quello che mi chiedo veramente e se è ancora sostenibile produrre in questi termini???
  11. ...ma scusate...per il codice della strada c'è scritto che basta la patente B... quarant'anni fa c'era la patente verde per le macchine agricole...poi l'hanno tolta... ora come al solito torniamo indietro di quarant'anni. Quindi se io non faccio sto patentino che mi fanno... mi sequestrano il trattore in mezzo al campo????.....
  12. Ciao Tonytorri , mah che io sappia l'ammortamento alla francese prevede il tasso fisso, in quanto la rata è costante (sempre uguale) Ogni rata è composta da quota capitale e quota interessi, la quota capitale è a crescere mentre la quota interessi è a decrescere. Comunque per il calcolo il tutto è vincolato al tasso fisso. Se può tornarti utile avevo trovato questo programmino molto comodo, ti mando il link un piano d'ammortamento alla francese
  13. Matteo_77

    Riso

    Finito il raccolto alcuni giorni fa... Confermo anche io le tue impressioni. Per il Sirio produzione non eccezzionale, e resa non molto alta (55%) Agave produzione in linea con l'anno scorso e resa 61% Centauro buona resa (60%) e sono contentissimo della produzione. Per quanto riguarda i difetti, fortunatamente non superano il 2% per tutte e tre le varietà.
  14. dunque se non sbaglio l' hi-lo dovrebbe essere disponibile solo nella versione con cambio 40 Km/h ovvero le versioni DT. Nelle altre versioni è presente solo l' inversore meccanico ma non la posizione hi-lo che ti consente di avere anche la cosiddetta "mezza marcia in più" senza schiacciare la frizione. Da Lo a Hi le velocità del cambio vengono aumentate di un 20% circa se non ricordo male. Il peso dell' 88/94 è di crica 39-40 Q.li. il motore dell'88-94 a differenza dei fratelli minori è turbo. Personalmente in 3000 ore di lavoro non ho ancora avuto noie per ora, lo uso quasi esclusivamente per traino (botte diserbo e spandiconcime) in condizioni di risaia quindi con ruote in ferro e terreno che affonda, dove serve una macchina leggera ma con un motore bello allegro.
  15. cosidera che un pentavomero in linea(semplice) da risaia vai da 6 a 8 q.li, un reversibile sei su 10 - 12 q.li. In risaia la profondità di aratura è quasi come una minima lavorazione (in media 20-25 cm non oltre), quindi servono aratri più leggeri dei vostri, anche perchè a volte ci si trova ad arare in condizioni quasi limite per il terreno troppo molle, perciò più l'aratro è pesante e peggio è. Per la zavorratura, io ho una zavorratura completa da 6 q.li davanti, ed è più che sufficiente per tutto quello che ci devo fare.
×
×
  • Create New...