Jump to content

N,K,P

Members
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About N,K,P

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Provincia di Bologna

Converted

  • Occupazione
    Studente
  1. anchio l'ho guardata ieri sera la puntata, alla fine ad esempio non parlano mai del mais bt che in teoria riduce l'uso di prodotti o altri ogm in studio che dovrebbero portare benefici in termini anche di resistenza contro patologie...ecco forse bisognava approfondire di più l'argomento...
  2. Salve a tutti, cercavo gratuitamente o a prezzo ragionevole il manuale d'officina per il 640 dth. Chi ne è in posesso può contattarmi con un messaggio privato. Grazie in anticipoO0
  3. Altro video in francese della nuova lexion 2013
  4. Ecco un video per vedere i verdi nel loro ambiente naturale all'opera.
  5. L'autore di tale opera è l'artista Dario Gambarin famoso per fare le sue opere con l'aratro e il trattore, da una sua intervista diceva che ha tutto nella sua testa quando fà le opere e non utilizza nient'altro. Per maggiori informazioni Index / Dario Gambarin Art Works
  6. sì io ho preso l'ultima uscita ma sono rimasto abbastanza deluso sopratutto per i tanti argomenti trattati con molta superficialità, spero possa migliorarsi strada facendo. Ammirevole comunque la distribuzione in "grandi numeri" nelle edicole per un giornale sui mezzi agricoli.
  7. Chissà se è mai successo per davvero un inseguimento del genere :clapclap::clapclap:
  8. Guarda sulla validità di quella europea negli USA direi di no. Immagino sia legato al discorso delle assicurazioni. Cmq a parte ciò, la giornata tipo partiva con la sveglia intorno alle 8 di mattina o prima in modo da essere subito pronti. Colazione si faceva in strada mentre si andava verso il campo fermandosi a una stazione di servizio o oppure iniziando a mangiare qualcosa della propria borsa pranzo che consisteva in due o più sandwich, un frutto, una barretta di cioccolata, patatine, da bere e poi nel campo il capo sul suo pick up aveva sempre un contenitore con ghiaccio con dentro acqua e lattine. Detto questo una volta arrivati sul campo ogni operatore della mietitrebbia verificava che la sua macchina fosse a posto, e lo stesso faceva chi guidava il camion, come il sottoscritto. A questo punto si aspettava un pò e poi si partiva verificando l'umidità. Chiaramente se si valuta la quantità del grano raccolto per ettaro negli USA, a meno di casi particolari, chi guidava il camion praticamente aveva momenti di riposo a volte anche troppo lunghi, inoltre di gran aiuto c'è che il traffico nelle zone di campagna è davvero basso. Un'altro vantaggio del camion era che a volte te ne andavi pure a letto prima visto che lo parcheggiavi vicino a dove dormivi. A parte ciò, alla fine comunque nel campo stai e si lavora fino a tarda notte, andando a dormire molto spesso intorno all'1. Lo svago è ridotto al lumicino (le uscite al bar capitanoO0) anche perchè l'ambiente di lavoro è costante visto il contratto full time che viene fatto, senza limiti di ore e senza un giorno di riposo, insomma sei in mano alla volontà del padrone. Ah la paga si aggirava intorno ai 1500 dollari, ma il tempo per goderseli là non c'è almeno finchè dura la campagna cioè da fine maggio a fine ottobre/inizio novembre. Per quanto riguarda la cena era realizzata da una moglie di uno degli operai che cucinava o a volte era presa da una tavola calda che faceva asporto. Credo che comunque l'esperienza valga la pena di essere fatta visto anche la relativa facilità con cui si può essere assunti derivante dalla fame di manodopera che hanno visto che è un lavoro parecchio ripetitivo e poco pagato considerando le ore che uno fà.
  9. Allora diciamo che le tappe che ho fatto sono molto simili a quelle già descritte dall'altro utente....io personalmente ho mandato e-mail a varie aziende che si occupano di contoterzismo e ho avuto una risposta da questa azienda http://www.schneiderfarmsandharvesting.com/index.php. il capo mi ha detto di sentire da un'organizzazione da cui lui si riforniva di ragazzi (e come lui molti altri) che è la seguente: http://ohioprogram.org/index.php. Questa organizzazione che è uno spin off dell'università dell'Ohio si occupa di preparare tutta la documentazione per ottenere il visto da studente che è il J1. Inoltre seleziona personalmente le persone che possono partecipare al programma facendo una intervista tramite skype e facendo compilare un modulo in cui si dichiara l'esperienza che si ha, in più si devono apportare due lettere di precedenti datori di lavoro (è una formalità). Inoltre bisognerà conttatare il datore di lavoro in modo da conoscersi e per fargli capire il proprio livello di inglese (basta che si capisca qualcosa:2funny:). A questo punto se si verrà scelti vi sarà inviato il visto con cui recarsi all'ambasciata per convalidarlo (occhio che all'ambasciata almeno per me ottenere un appuntamento in breve tempo è stato duro). Chiaramente tutto questo ha un costo che da versare all'organizzazione che è di 800 € comprendendo anche un'assicurazione sanitaria extra lavoro. A questi euro si dovranno aggiungere i soldi per le varie scartoffie per l'ambasciata e per passoporto se sprovvisti (sottointeso il volo). Sono stato lungo ma credo di aver risposto alla domanda. Chiaramente chi è intenzionato per quest'anno si deve muovere già ora in modo che possa partire in Aprile. Ah un'ultima cosa,importante è riuscire a prendere la patente americana da camion, visto che senza il capo non è molto contento (parlo per il mio). Comunque chi volesse cimentarsi basta guardare su internet e scrivere CDL e la si può preparare con test online e leggendo il manuale prima di partire.
  10. Anche se scrivo raramente sul forum, ho deciso di riportare quì la mia esperienza fatta negli USA nel 2011, nata in parte grazie alle informazioni dell'utente che ha partecipato nel 2010. Dalla mia avevo un grande sogno partecipare alla raccolta dei cereali lungo gli Stati Uniti ma a parte una laurea breve nel settore agricolo, di esperienza reale con mezzi agricoli ne avevo solo a livello hobbystico e con la lingua inglese sin dalla scuola ero un disastro. Alla fine però ho mandato vari e-mail a vari indirizzi di aziende di contoterzismo negli Usa e alla fine oltre all'holland harvesting mi ha risposto un'altra azienda più piccola la Schneider Farms & Harvesting e da lì tramite un programma dell'università dell'Ohio sono riuscito ad avere le carte per arrivare negli USA( visto studente). Là sono poi riuscito a prendere la patente da camion(grazie al fatto che mi avevano dato il materiale per studiare prima di pèartire) e così tutta l'estate ho guidato un bestione americano per le campagne e le strade. Che dire una bellissima esperienza, questo solo per dire che anche chi ha poca esperienza e con la lingua non è che sia messo bene può realizzare il suo sogno. Per il resto chiedete pure anche se molto è stato detto dall'altro utente.
  11. Arrivati anche a me ....che dire grazie a chi li ha forniti e a quelli del forum che si sono sbattuti per le buste e il resto...grazie ancora
  12. OK io rispetto le tue idee chiaramente.....per quanto riguarda l'attendibilità degli studi basta leggere quà OGM, ricerca in libertà (condizionata) - Fondazione Diritti Genetici che dimostra come chi vuole fare ricerca e scopre cose scomode viene messo sotto attacco....Ora io, personalmente sottolineo, che il contaminare l'ambiente non è la stessa cosa di avere posizione dominante sul mercato del software. In questo caso vuole dire negare la possibilità ad altri di fare un'agricoltura diversa perchè impossibile.
  13. 1) Ha già risposto Albe in merito. Si è già dipendenti. Chi non vuole esserlo si accomodi, vediamo che risultati ottiene. 2) Link ? Grazie. 1) Il problema è che chi vuole non potrà farlo. Leggete questa esperienza sarà un caso: Agricoltura biodinamica e agricoltura biologica di Marcello Lo Sterzo per non parlare delle controversie legali per le contaminazioni Ogm, la Bayer condannata a risarcire due agricoltori del Missouri Insomma gli agricoltori dovranno munirsi di avvocati nel futuro.... 2) Ecco che si parla dello studio: Toh, gli Ogm fanno male | L'Universale mentre a questo link il professore della ricerca afferma come le procedure di autorizzazione per gli OGM da parte dell'EFSA non siano proprio il massimo, è datato 2008:Ogm, necessarie nuove procedure di autorizzazione in Europa - Intervista a Séralini - Fondazione Diritti Genetici
  14. 1) Monsanto realizza agrofarmaci e OGM, Bayer idem, Basf idem...come vedi è strano che gli OGM vengono fatti proprio dalle multinazionali che producono agrofarmaci da sempre...non è che vogliono gli OGM per chiudere la catena e renderti sempre più dipendente da loro...al peggio non c'è mai fine, la situazione può sempre peggiorare anche più di quella odierna.... 2) Per quanto riguarda l'UE bè si dice da molte parti che le pressioni che subisce sono molto forti e anche sull'EFSA 3) La coesistenza non è garantita basta leggere su internet le varie cause tra le multinazionali e gli agricoltori americani 4)Per quanto riguarda gli studi sugli effetti sulla salute umana ce ne sono anche che dicono il contrario... In definitiva forse è meglio rimanere, secondo mè, almeno dubbiosi....ah infine ricordo come le ricerche scomode rimangono sempre sotto un tappetto stranamente, in tutti i campi, quando queste vanno a ledere gli interessi delle industrie, multinazionali ecc ecc, questo insegna la storia...basta ricordare l'amianto, si sapeva che faceva male alla salute però tutto fù messo a tacere e la gente morì per anni, stessa cosa per il farmaco vioxx che la Food and Drug Amministration approvò e anche lì le ricerche, quelle che facevano comodo, dicevano tutto bene. Invece alla fine ha causato parecchi morti prima del suo ritiro dal mercato...sì esempi estremi, ma per ribadire che per il soldo si passa sopra a malati e morti...l'attenzione non è mai troppa!
×
×
  • Create New...