Jump to content

simeone

Members
  • Content Count

    3
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About simeone

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Altavilla Irpina ( AV )

Converted

  • Interessi
    trekking e cicloturismo

Converted

  • Occupazione
    professore in pensione
  1. vorrei inerbire il mio vigneto,ma non saprei poi come procedere alla concimazione. Mi spiego meglio. Finora spargevo stallatico in pellets nell'interfila e lo interravo con la fresatura. Non potendo più,dopo l'inerbimento,fresare il terreno, quale sistrma dovrò usare per concimare il vigneto? Grazie a chi vorrà illuminarmi
  2. Ho appena messo a dimora 20 ulivi. Sono in dubbio se effettuare subito una prima potatura di formazione o iniziare l'anno prossimo. I miei dubbi nascono dal timore di stressare le piante in una fase molto delicata, quella dell'attecchimento. Voi che cosa ne pensate? Se la risposta è positiva come devo procedere? La qualità delle piante è il leccino, più un pendolino per l'impollinazione.
  3. vorrei impiantare un piccolo vigneto. Il mio problema è che il terreno è argilloso e dalle mie parti(Altavilla irpina) la primavera è molto piovosa. Questi due fattori rendono spesso impraticabile il terreno fino a maggio,quando le barbatelle hanno già germogliato e pertanto non sono più trapiantabili. Un mio amico mi ha però detto che con il freddo si può prolungare la dormienza delle gemme rendendo le barbatelle trapiantabili anche a maggio. Io vi chiedo: 1) E' corretta la teoria di questo mio amico? 2) Se sì, quanto deve essere freddo il locale che ospita le barbatelle? E' sufficiente tenerle una cantina interrata?
×
×
  • Create New...