Vai al contenuto

davide89

Members
  • Numero contenuti

    890
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Comunità

10 Good

Su davide89

  • Rango
    Utente Tractorum.it
  • Compleanno 07/07/1989

Converted

  • Biografia
    Braccia rubate all'agricoltura...

Converted

  • Ubicazione
    Gubbio, Italy

Converted

  • Occupazione
    Progettista presso Aries

Converted

  • Skype
    david.amello
  1. davide89

    Rotopresse....

    Non credo ci siano rotopresse sufficientemente leggere per essere esenti dalla carta di circolazione, ora non ricordo quanto è il limite di peso (forse 750 Kg ma non sono sicuro) quando lavoravo in Enorossi ricordo che erano omologati anche i ranghinatori trainati più piccoli da 900-1000 kg.
  2. davide89

    Me presento desde el norte de España

    Hola vivero! benvenido en Tractorum!
  3. davide89

    Fiatagri 180-55

    La parte idraulica sembrava essere una sorta di puzzle di pompe, valvole e motori idraulici industriali che si potrebbero trovare ancora in commercio, di materiale "proprietario" di fiat ce n'è poco, la parte dei riduttori ruote motrici potrebbe diventare una bega non da poco se si rompe qualcosa. Sicuramente qualcosa di compatibile/adattabile si può trovare, come anche per i carri, che se non ricordo male non erano gli stessi della 160. Tolto il valore storico che potrebbe avere, al giorno d'oggi spendere certe cifre per una macchina che ci puoi fare solo traino pesante perchè poi non riesce a fare più di 6 km/h mi sembra improponibile.
  4. davide89

    Cingolati Landini Trekker

    Abbastanza probabile... arrivano prima le foto sui depliant che i disegni alla produzione
  5. davide89

    10 anni di TRACTORUM

    Tanti auguri a Tractorum!! Purtroppo ultimamente riesco a seguire poco, ma ogni volta che apro il forum è sempre un piacere leggere e documentarsi, rimane uno dei pochi "luoghi" dove i confronti sono sempre costruttivi e condividendo le esperienze si riesce sempre a portare a casa qualcosa di prezioso. che dire... 1000 di questi giorni
  6. davide89

    Aratri per cingolati

    Vi faccio una domanda audace: c'è qualche temerario che ha mai provato a lavorare con un aratro portato reversibile montato su un carrello portaattrezzi? C'è un'idea malsana che mi rimbalza in testa da un po...
  7. davide89

    Trattori John Deere serie 6000, dalle origini ad oggi

    Prima di spericolarti per strane ipotesi, controlla l'acqua nei filtri gasolio, oppure potrebbe essere il potenziometro del limitatore di giri (quello sulla console dx vicino ai comandi clima), quando vedi la spia lampeggiare prova a muovere il pomellino un po' e vedi se smette, a me sul 6630 è capitato
  8. davide89

    John Deere Serie 6R

    La dama poi, secondo il mio modesto parere, ha il peso un po' lontano dal trattore, per lo meno la seminatrice è quasi tutta dietro il rullo, e spostare tutto il peso della seminatrice anche di soli 10-20 cm più indietro fa una differenza bestiale. notato lavorando in coppia con una Dama DC e una combinata con sollevatore "vecchio stile" che nonostante è un paio di qli circa più pesante quando la chiudi tutta in avanti sbilancia meno della Dama, tanto è che questa va attaccata al JD 6630 con 5 qli sul portazavorre, mentre la dama a un NH T7.210 swb. Un collega della zona che la attacca al 6910 ha dovuto montare il sollevatore anteriore per aumentare lo sbalzo della zavorra, ed è una macchina a stivaletti.
  9. davide89

    Caricatori frontali

    Aggiungerei per fortuna, la certificazione del materiale che entra dà un certo aiuto a dormire più tranquilli la notte. Al di là delle chiacchiere che sono quasi OT, vuoi o non vuoi per i numeri che fanno i costruttori nazionali è difficilissimo riuscire a raggiungere sotto tanti aspetti i vari Stoll, Alo, MX, etc.
  10. davide89

    Erpici rotanti

    La penso come te, passare lo stesso attrezzo due volte non mi piace, neanche con frangizolle, estirpatori, etc...
  11. davide89

    Caricatori frontali

    Tutti i giorni al lavoro... per lo meno sui disegni che faccio io ci scrivo Fe510, anche se magari basterebbe il Fe430, dubiti? Finora nelle metalmeccaniche dove ho messo naso tutti usano questo, se l'applicazione è particolare si deve andare anche su materiali più tosti quando non si può risolvere solo con le dimensioni
  12. davide89

    Caricatori frontali

    Sono stato due anni e mezzo responsabile assistenza aftersales per un costruttore macchine agricole, per l'incoscienza di qualcuno si vedono cose da non dormirci la notte...
  13. davide89

    Caricatori frontali

    Non è per difendere nessuno, ma è più facile che si stacchi una saldatura, che non si abbia usato materiale di qualità. il "materiale buono" è una storia vecchia, e per togliersi dai problemi la prima cosa che possa fare un costruttore è cercare di utilizzare un materiale almeno discreto perchè contrariamente a quello che a volte il cliente è spesso portato a pensare nessun costruttore vuole avere problemi sulle sue macchine. Un cancro internato nell'industria metalmeccanica italiana, specialmente piccola, è la lavorazione dei processi. Complici anche lavorazioni meccaniche affidate a terzi a prezzi ridicoli, oppure operatori senza un minimo di coscienza che si rifiutano di fare uno smusso prima di una saldatura perchè non ne hanno voglia, e purtroppo parlo per fatti vissuti (e "shampoo" ricevuti) in prima persona
  14. davide89

    Caricatori frontali

    A & M export è qualcosa di più pesante di un comune caricatore frontale, la sezione dei bracci è più grande rispetto a tutti gli altri caricatori, anche della loro stessa gamma. Io ne ho una datata 1997 che si è passata ore e ore di benna spietratrice, che credo sia uno dei peggiori lavori per un caricatore frontale (scava la pietra da sotto terra, tirala su e scrolla la terra attaccata con movimenti apri-chiudi della benna) e le uniche pecche che ha riscontrato sono gli spinotti un po' consumati dopo 11000 ore. c'è da dire che è un caricatore pesante, e per il trattore portarselo a spasso è quasi un dispetto. Per lavori di movimentazione del quotidiano in azienda va più che bene un qualsiasi caricatore anche più leggero. La storia acciaio di qualità e non secondo me è una storia che ormai non esiste più, ormai tutti sanno che se le macchine si rompono non le vendono più, e se mettono ferraccio poi ne servirebbe di più tanto che non ci sarebbe neanche la convenienza economica. Tra l'altro ormai il Fe360, il più dolce tra gli acciai da costruzione, praticamente non esiste quasi più. L'80% della carpenteria si fa in Fe510 e per applicazioni particolari dove servono raggi di piega stretti si ricorre al Fe 430. Più che la qualità del materiale e lo spessore della lamiera, bisognerebbe vedere se il progettista ha saputo mettere sezioni di forma e dimensione adeguate nei vari punti della struttura del braccio.
  15. davide89

    Tutto sui ranghinatori

    Si, jf-stoll è stata comprata da Kongskilde, il marchio JF è rimasto su macchine che fanno in brasile destinate a mercati extraeuropei, Kongskilde a sua volta è di proprietà New Holland
×