Jump to content

ingpirata21

Members
  • Content Count

    446
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by ingpirata21

  1. io ho fatto un giretto giovedì pomeriggio; ogni 2 metri che facevo c'era qualcuno che conoscevo e quindi ho visto poche cose. tantissime macchine interceppo sempre più complicate, parecchi trattori. parlando con colleghi ed ex colleghi, mi dicevano che il giovedì mattino erano presenti molti clienti finali, nel pomeriggio c'erano principalmente venditori/commerciali/tecnici. sempre un piacere incontrare i ragazzi del forum. unico appunto il parcheggio un po' distante dall'area espositiva.
  2. con tutta probabilità sarò presente giovedì pomeriggio
  3. per una offerta di mazze e bulloni bisogna scrivere a [email protected], la mia collega risponderà nel giro di poco tempo.
  4. se leggi la normativa, il posizionamento del tagliente è al limite della scocca, quindi ipoteticamente potresti fare una trinciatrice che tagli sfiorando il terreno. dopodichè sono le posizioni del rullo e dell'attacco 3 punti che fanno modo che la macchina sia un po' più alta del terreno. se il tagliente tocca il terreno (o addirittura lo fresa), oltre ad un consumo anomalo della macchina si va a rovinare il cotico
  5. a me puzza che la fattura non sia mai stata fatta, quindi impossibile da immatricolare
  6. incrociando le dita presente anche io Lista pranzo:Mattia 3645JohndinGallo88 ingpirata21
  7. Non si sono ammorbidite, anzi. A dirla tutta se si seguono i criteri di progettazione illustrati nella normativa EN al dettaglio i piccoli trincia per uso hobbistico sarebbero invendibili. Magari il Land della brochure è raffigurato in una configurazione non per paesi UE. Se metti un portellone apribile completamente e succede qualcosa, il costruttore ne è direttamente responsabile. Perciò vendere una macchina del genere in UE è parecchio rischioso
  8. sbagliato. la geometria posteriore del trincia è determinata dal tipo di prodotto da trinciare. nei trinciastocchi a portellone apribile si può decidere come distribuire il prodotto ma, soprattutto, a determinarne lo sminuzzamento. di conseguenza un portellone "chiuso" consente un migliore sminuzzamento che si paga con maggiore potenza assorbita. al contrario se si usa un portellone aperto lo sminuzzamento è inferiore e pure la potenza assorbita. la maggior parte dei costruttori propone trinciastocchi a portellone perchè sono normalmente macchine più corte e sono figlie di progetti vecchi. dop
  9. Puoi sempre scavalcare il problema semplicemente mettendo dei pittogrammi che identificano il portellone smontabile solo per manutenzione, come fa la maggior parte dei costruttori. Ma su questo agrimaster mancano anche i pittogrammi (e ne mancano anche altri sulla parte frontale del trincia)
  10. Continuo a pensare di aver fatto bene ad eliminare il portellone in configurazione tutta aperta da tutti i trincia che progetto e metto in produzione
  11. Da quel che vedo la macchina può lavorare con portellone chiuso oppure anche con portellone tutto aperto ed ovviamente in questa configurazione la macchina va fuori norma e sul mercato UE non potrebbe essere venduta
  12. C'è qualcuno che ha utilizzato il grubber di Vogel e noot? Come si è trovato?
  13. È una macchina ultima serie, con inversore elettroidraulico. Il multicontroller è optional
  14. Confermo in toto. Purtroppo sono questioni che ho vissuto da dentro, non per sentito dire. Però comunque l'ho vista dal lato positivo, ho imparato anche questi tipi di giochetti e soprattutto come starne alla larga
  15. i cinesi non si sono portati via nulla, al contrario ci hanno rimesso una montagna di soldi.
  16. cambio e assali cinesi (Lovol), cruscotto in teoria era fatto da Cobo. sollevatore mita (italiano)
  17. più o meno il valore un treno di gomme trelleborg nuove
  18. Secondo me sono macchine ancora da completare. Perchè nel progetto c'erano dei macrocomponenti provenienti dalla cina (cambio, assale anteriore, cofano e cabina) e altri da italia (sollevatore, ruote, motore). può essere che mescolino un po' di macchine tra loro per poterle completare e mandare all'asta, così da recuperare qualche euro. personalmente sono macchine che comunque lascerei nel piazzale di RB, potrebbero essere anche macchine con problemi di omologazione (sempre se non ricordo male di questi arbos esistevano le versioni europee e anche quelle cinesi-turche con specifiche più basse)
  19. 5 macchine le hanno vendute all'asta di ottobre, ogni trattore più o meno è stato valutato attorno ai 27.000euro. da quel che ne so ci sono circa 200 trattori che dovranno essere venduti
  20. Buongiorno, mi spiace che la percezione dell'azienda sia questa, in ogni caso relativamente alla mail posso dire che abbiamo spesso problemi di ricezione e stiamo verificando il tutto con il nostro fornitore del servizio già da qualche mese. Grazie in ogni caso della segnalazione che certamente utilizzeremo per migliorare i nostri servizi.
  21. considera che la forza media di sollevamento teorica di un trattore è più o meno equivalente al suo peso. quella reale è circa la metà di quella teorica. esempio: un trattore da 100cv che pesa 44-45q può avere una forza teorica di 44-45q, mentre quello che può effettivamente alzare è circa 22q. valori sempre al netto di eventuali zavorrature. questo calcolo lo puoi fare praticamente per tutti i trattori in commercio. il t4 LP non è da meno, peso 29q, forza massima 29q..la reale circa metà.
×
×
  • Create New...