Jump to content

gallogeorge

Members
  • Content Count

    677
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by gallogeorge

  1. Dai 18 euro a bidoncino moltiplicati per 200 bidoncini ad ettaro .....il minimo necessario indicato nel video arrotondato per leggero eccesso. Il resto del riferimento sono le plv Dichiarate dai forumisti sui varietali. Cosa non torna ?
  2. Che poi senza scomodare olgettine con 50 euro sull'adriatica.... risolvi
  3. Eh già infilare giorni e giorni con sto andazzo credo che molti degli scriventi non ne ricordino. i conti della serva del bidoncino paraffina dicono venga costare un 4000 euro ad ettaro per nottata,pertanto date per buone rese dichiarate da forumisti il trebianaz si svamperebbe in singola nottata....un glera in 3 giorni.....c'è poco da star allegri. Son qua sul sofà che quardo la stufa a pellet e mi chiedo come saran fatti i bidoncini con tale propellente. Per 15 kili di combustibile 5 euro,un paio di battaglie potrebbe valere la candela anch soota e tarbianaz. Chi sa
  4. Per dimenticare son migrato in "belin.onia".....zio bricco il mare va verso la Corsica!
  5. Basta che oltre mettere coperchio chiudi il foro alla base del secchio.... Se an tira aria al mòr par forza. sti secchielli fan tornare alla mente il riscaldamento delle vecchie botteghe dei marangoni(falegname per gli extraemilianoromagnoli)....riempiti di sgadizza(segatura)compattata ....un foro centrale ...un altro di lato alla base del bidone e un piccolo foro centrale ottenuto estraendo il manico di un badile. Acceso da sopra Bruciava lentamente per ore. Non saprei valutarne potenza calorica....tuttavia il prezzo deve esser contenuto. Per lo scopo piuttosto che tr
  6. certo che conosco il gruppo capitanato dall'istrionico Ian Anderson.... stupisce lo conosca te che a spanne dovresti esser stato embrionato qualche anno dopo uscita di quel long playng.
  7. quella del rotolone vuoto che a fine scarico rimane pieno è plausibile...far su un 20 litri sarebbe un gioco da ragazzi
  8. Allora stanotte si è fatta battaglia ,all alba la situazione colore petali dava ragione a Martinaz.....tuttavia avendo già allegato i frutticini interni per ora sono verdi....cmq a posteriori mossa azzardata e una caricata di freddo immane per me che stavo sul centurione cabriolet....un po meglio mio fratello al calduccio della cabina del jd made in carraro. Se stanotte non arriviamo ai -3 della scorsa vi saprò dire se abbiamo sputtanato tutto o se abbiam avuto risultato
  9. comunque sarà disastro, tanto vale tentare di creare e tenere rincalzato un piccolo ghiacciolo nel fiore che ha comunque già il frutticino .
  10. cavolo! da noi alla fine forse perchè bagnati dalla pioggia di ieri i fiori son rimasti bianchi, oggi abbiamo approntato i 2 atomizzatori in configurazione fuori molta acqua con 4 getti per parte e ventola disinserita e stanotte proviamo il o la va o la spacca. a 3,5 kmh con 20 bar fino a 3 metri di altezza la pianta va in gocciolamento, il mitterer 15 qli impiegherà mezzora a vuotarsi mentre il tifone portato da 6 un 15 min scarsi, riempimento pescando dal fosso a 100 litri al minuto....si parte a mezzanotte per finire all'alba. domattina (se non finisco nel fosso) pu
  11. La prima foto scattata ora dove inizia il piatto delle "basse" La seconda vicino al fiume nel nostro podere....400 metri in linea aria.....evidente la differenza di brinatura
  12. Davide stamattina ho gironzolato in macchina passando anche da Garofano dove hai locals è noto un punto preciso (sulla provinciale per zocca)particolarmente freddo e niente dava - 2 come da noi a ridosso del Panaro, mentre su in Vignola centro(600 metri in linea aria dal podere) faceva -0,2. ps la foto è fatta da ultime case di periferia verso Monte s. Pietro🤓
  13. Eh Niente giusto una velatura Attorno alla nostra zona serena ha contenuto la minima a - 2 in assenza di vento.....tornato ora da una situazione desolante di piante brinate da terra fino in vetta. Fatto niente per un problema di ieri sera a uno dei nostri vecchi che andremo a ricoverare stamane....zio lèder!piove sul bagnato
  14. ecco come temevo ha rasserenato ancor prima di quanto pensavo e siamo già sotto, all'alba sarà un -5 su piena fioritura
  15. si Calle! ma vi è una logica, quando le correnti e il tempo viene da est entra dal basso veneto corre sulla pianura spesso con poche precipitazioni per andare a impattare contro appennino in genere dal reggiano in giù verso romagna e marche e qui insistono, sono le condizioni(rare) per le nevicate forti anche in prima collina (anche un metro per volta) quando si incanala bene ed è ancora febbraio o prima decade di marzo. quando invece le correnti sono atlantiche piove o nevica di brutto in tutto il nord fino a provincia di parma inclusa.....tante volte rientrando a modena
  16. qua a poca distanza è da un ora che vien giù bene, stanotte se rimane nuvolo non gelerà
  17. si qualche amico lo ha fatto......risultati impercettibili. cmq per ora sembra no problem (butta a nuvolo) bisogna vedere se passata perturbazione rasserena con presenza di residuo aria artica....allora si che saran capperi amari. ahn scorso anno siam andati per 2 mattine consecutive a - 5 e - 4,a differenza di oggi erano i bottoni erano ancora chiusi,a produzione siamo andati bene pur con qualche frutto deforme
  18. si abbiamo solo duroni. l'idea sarebbe quella di bagnare i fiori come fanno i trentini anche se sarà impossibile creare un ghiacciolo protettivo significativo, ad ogni trattore toccherebbero un 15 filari per una lunghezza media di 60 metri , andando a 3 kmh con molta pressione si dovrebbe arrivare a bagnare bene lo stesso filare ogni 20 minuti. cmq stanotte han messo nuvolo per cui il problema è facile posticipa a mercoledì mattina(se rasserena)
  19. azz ho visto stamattina che dalla canetta dell'acqua uscivano ghiaccioli..... mi sà che domattina (se convinco mio fratello) si prova coi 2 atomizzatori . ventola disinserita pressione alta e marcia bassa, ripetere i passaggi a "innnioranza". a che ora sarà da iniziare?
  20. vero,tuttavia se si hanno pochi filari da trattare e magari 2 atomizzatori con altrettanti trattori come nel nostro caso ,si potrebbe provare magari staccando la ventola (soffierebbe aria gelida presa dal suolo)e installando pochi getti tradizionali a piastrina al posto dei classici albuz alzando la pressione a 30 40 bar in modo da riuscire a bagnare abbondante fino a 3 metri da terra(zona critica). unica cosa visto i ripetuti passaggi occorrerebbe un sistema di riempimento rapido.
  21. come scrivevo nella pagina precedente, un solo foro in 3 anni vicino a impalco pianta, ma prossimo inverno adotto il sistema suggerito dal buon Martinaz (colla da topi su legno pianta)
×
×
  • Create New...