Jump to content

miro filippucci

Members
  • Content Count

    1384
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by miro filippucci

  1. Ciao tommy , il tuo ha la candela o la candeletta? Il mio proprio tutto a posto non lo è perchè aveva la candela con la ceramica rovinata quindi ho sostituito la parte interna con una candela a due punte di una vecchia ASTRA, inoltre avendo rifatto l' impianto con dinamo e batteria a 12v per il vibratore e la bobina concepiti a 6v non credo sia il massimo anche se dopo una decina di minuti di alimentazione non si sono bruciati. La vite con i manici per svitarla anche a mano l' ho svitata e da quello che si vede tra le incrostazioni (che non ho pulito per non rompere l' incantesimo della tenuta) sembra proprio una valvola . CIAO
  2. Certo perlopiù erano stoppie di cereali autunno vernini ma nonostante tutti gli ausili di oggi si vedono in giro certi lavori. Una tiratina d' orecchie anche ai trebbiatori che a volte lasciano stoppie ignobili. CIAO
  3. Qualcuno di voi ha mai tentato l' avviamento a benzina e candela d' accensione con vibratore ? Alla quarta pompata di iniezione il mio L25 ha fatto un solo scoppio poi non ho insistito perchè molti dicono che in caso di accensione con troppa benzina nella calotta ceda la testata.Oltre al tappo fusibile sulla testa c'è quella vite a forma di galletto che sembra una "valvola di massima" , serve ad evitare dannose sovrappressioni come nel caso di scoppi troppo "ricchi" ?
  4. Fino a 25 anni fa da noi nessuno conosceva l' esistenza dell' avanvomere eppure di stoppie che facevano capolino dalla maggese ce ne erano molto poche . Merito dei trattoristi , del caro vecchio DUPAO presente in ogni azienda, o dei 35 cm che mediamente si facevano ?
  5. Per me ogni testacalda dall' HL12 al 35/8 evoca sempre qualcosa di "ancestrale" . Certo poi quando alle manifestazioni trovi il tipo che davanti al suo serie L incanta gli avventori dicendo che è un modello del '34 !
  6. Caro luca80r-argo ti sei impelagato in una discussione molto controversa. Molto spesso chi come noi è amante o possiede o acquista un testacalda post anni trenta viene visto come un bontempone come già ebbi a dire sempre in questa discussione. Purtroppo non è colpa mia se 30 o 40 anni fa non ho recuperato pezzi rari dal rottamaio o dall' agricoltore che se ne disfaceva pagandoli a peso di ferraccio poichè anagraficamente ne ero impossibilitato. Dalle mie parti a causa di una mezzadria che a durato in alcuni casi fino agli anni 80 la meccanizzazione agricola è arrivata piuttosto tardi e con mezzi al terzo ciclo di vita . Ma a chiunque a vissuto quegli anni se gli chiedi quale trattore ricorda con più affetto indovina cosa ti risponde? E nella maggior parte dei casi ci aggiunge "non si fermavano mai". Non sono ne un collezionista ne un' esperto ma un' amatore oltre che dei mezzi anche delle storie che si portano dietro e dei ricordi che evocano. E ritieniti fortunato pensando a chi come me non ha mai avuto modo di sentire il battito dell' ARGO. CIAO
  7. Ciao a tutti Vedendo un leggero trafilamento d' olio dal cappellotto di gomma che protegge le uniche regolazioni esterne della pompa iniezione del mio Sirenetta dopo averlo tolto ho trovato lento il controdado che serra quel cilindretto filettato che si avvita nel corpo sterno della pompa e che contiene esso stesso un' altro registro con testa a cacciavite piano. Temo che con le vibrazioni possa essersi spostato anche se il motore sembra comportarsi come sempre. Volevo chiedervi che cosa registrano questo cilindretto e la vite che contiene che è priva di qualsiasi blocco e si gira tranquillamente con le dita, e se tra controdado e corpo pompa è interposto un anello di rame che io non ho ma che viene riportato nelle tavole di un noto sito di ricambi. GRAZIE
  8. Come detto da Purin anche nei testi di meccanica agraria si parla di compromesso tra interramento dell' attrezzo e carico sulle ruote motrici, testi che spesso risalgono all'era dei monotrazione abbinati a monovomere, macchine e attrezzature che sono state vere e proprie "navi scuola " per generazioni di trattoristi che a mio avviso oggi si ritrovano con i sensi un po' assopiti dai plurivomeri che per lunghezze e pesi riescono ad attutire gli effetti di scelte infelici. C' è anche un' altra variabile secondo me ovvero la lunghezza dei bracci inferiori o stegoli che per ovvie ragioni come il maggior peso degli attrezzi portati di oggi ( reversibili plurivomeri ,combinate, spandiconcime) nei trattori moderni sembrano dei moncherini. Vi ricordate quei bei trattoroni di una volta come i SAME e i FORD che avevano i bracci fulcrati anteriormente al ponte posteriore o gli OM che con il sollevatore tutto alzato avevano le rotule alla stessa altezza del sedile? A mio avviso si potrebbero usare attrezzi con attacchi più bassi per caricare più il trattore senza intaccarne la penetrazione essendo i bracci meno inclinati. CIAO
  9. Qualcuno di voi ha mai visto l' accensione di un bicilindrico John Deere ? Dai filmati l' operatore dopo aver armeggiato ai lati dei cilindri con dei probabili decompressori si mette a girare il volano piccolo a dall' inerzia apparentemente irrisoria e il motore sembra riuscire ad avviarsi con i decompressori aperti , è una mia impressione o accade realmente così ?
  10. Un Commissario tecnico dell' ASI mi disse che i cerchioni vanno bene arancio ma la scritta verticale è gialla.
  11. Sono cose sentite dire si ,ma dai diretti interessati, e ti dico anche che alcuni derubati un po' più "teste calde" hanno anche organizzato una sortita al campo nomadi sospettato sperando di spaventare qualcuno ma i nostri amici manolesta consapevoli dei loro diritti e delle tutele di cui godono non si sono scomposti più di tanto. Certo la maggior parte degli occupanti il campo sarà gente perbene ma in queste comunità permeabilizzate al mondo sterno e al difuori di ogni controllo i farabutti si sentono intoccabili.
  12. Qua in zona invece rubavano motopompe e attrezzi da furgoni momentaneamente incustoditi poi nel campo nomadi locale avevano l'incaricato che per 700-1000 euro li faceva ritrovare.A chi è andato dai Carabinieri per denunciare è stato consigliato di lasciar perdere e pagare. Sono convinto che il Maresciallo dispensi questi consigli non per menefreghismo ma per evitare ulteriori guai al derubato poiché loro ti conoscono e tu a loro no e soprattutto perché c'è qualcosa che non funziona nel sistema che sembra tutelare le carogne e legare le mani alle forze dell' ordine.
  13. Anche nelle mie zone si sono abbandonate le lavorazioni del terreno negli uliveti sia sui rilievi brecciosi e sassosi , sia nelle piantagioni più recenti nel piano e in entrambi i casi i produttori affermano di avere ,salvo condizioni climatiche fuori della norma, produzioni più costanti negli anni. Comunque tutti raccomandano se si è scelto di lasciare il sodo di evitare dopo qualche anno di ritornare a lavorazioni come l' estirpatura che a detta loro danneggerebbe le " barbette " che le piante nel frattempo avrebbero emesso più superficialmente. CIAO
  14. Purtroppo quà in ITALIA ci propinano sempre la stessa storia che ancora è più economico importare petrolio piuttosto che produrre carburanti alternativi. Già negli anni 70 un ingegnere milanese brevettò un metodo per estrarre petrolio dai rifiuti ma le 7 sorelle diedero subito l' altol à . Ancora oggi chi ci comanda sembra che remi contro di noi, è meglio produrre energia o carburanti in casa che anche se più costosi permetterebbero al "soldo " di rimanere in ITALIA con la creazione di stabilimenti e impianti adatti allo scopo e di conseguenza occupazione, o continuare ad arricchire sceicchi e pagare casse integrazioni ad operai alla soglia della disoccupazione ? CIAO
  15. Hai ragione ma saprai anche che i riduttori sul ponte anteriore hanno permesso oltre di potere rimpicciolire l' ingranaggeria di potere limitare questo fenomeno . per i più esperti:può essere che il saltellamento aumenti anche perchè con l' anticipo delle ruote anteriori di due ponti si mandano un po' a fa...lo una volta innescato il fenomeno ?
  16. Ho tolto il carterino che evita che il flusso dell' aria esca nello spazio tra i cilindri dal lato dello scarico visto che era li che vedevo grumi di polvere e con gradita sorpresa ho visto che tra le alette non c'è deposito di sporcizia . Probabilmente la ventola riesce a soffiarla via e ciò che si accumula è solo in corrispondenza della "strozzatura " creata da quel carterino. Appena mi doterò di fotocamera seria ti accontenterò. CIAO
  17. Il mio messaggio era per rimarcare che il saltellamento è stato erroneamente associato ad una marca o ad un modello di trattore a causa delle "voci di popolo " magari perchè 50 anni fa vedevano i primi dt senza riduttori che avevano questa tendenza ad annaspare all' anteriore , e siccome i primi 4 rm che si sono visti dalle mie parti erano i SAME è probabile sia nata la diceria SAME = saltellamento. Posseggo un piccolo SAME ma non saltella, non tanto per la maestria nelle regolazioni del trattorista , ma più che altro per la modestia delle prestazioni del mezzo. CIAO
  18. Grazie ragazzi , ho da poco rimediato il manuale e non da tanto peso all' argomento limitandosi a dire di pulire tra le alette con un ferretto . X bolo86 posseggo il fratello povero del tuo DELFINO il SIRENETTA , e oltre che povero è anche disgraziato perché è un 2rm ma svolge onestamente tutti i lavori dall' aratura alla semina meritandosi tutte le attenzioni che la sua manutenzione richiede. CIAO
  19. Volendo pulire per bene tra le alette del mio motore Same allora sarebbero da evitare prodotti oleosi . Come posso procedere ? Acqua e soffiaggio senza dar peso a qualche arrugginimento o minuziosa pulizia a "secco" ?
  20. Leggendo questa discussione mi viene in mente quando anni fa molti mi dicevano lascia perdere i SAME perché saltellano!
  21. Dalle mie parti dove il cingolato è adibito nella maggior parte dei casi alle pulizia di oliveti o terreni scomodi dove inversioni di marcia e avvicinamenti in retro alle piante sono frequentissimi tutti benedicono la frizione a pedale snobbando i FIAT-NEW HOLLAND .
  22. Sapete cosa mi disse un tecnico che sovrintendeva dei lavori stradali quando gli feci notare che il fosso che scorre vicino la mia casa, che già raccoglie le acque di una vasto territorio , sarebbe diventato pericoloso a causa della tubazione che avevano intenzione di costruire per collegarlo ad un ulteriore zona ? Che un disastro ogni 15 anni è normale . E della quercia che in un tratto l' ostruisce per 1/3 e che essendo censita non può essere tolta ? Che dovevamo estirparla da piccola .
  23. Sabato mattina dopo essere sbarcato all' ingresso NORD ho circumnavigato a passo da bersagliere la fiera per raggiungere il ritrovo del Forum in orario per la smania di conoscere l' inquietante Johndin e invece niente .Quattro chiacchiere con l' autorevole Alfieri fino allo stand SDF dopo la visita del quale mi sono defilato per poter girare tutta la mostra e uscire prima dell' esodo biblico dall' autosilo . Essendo poco più di un appassionato, quando il relatore SDF si rivolgeva al gruppo di potenziali acquirenti di cui ignobilmente facevo parte dicendo "abbiamo studiato queste macchine per far fronte alle vostre esigenze e in base a molte vostre indicazioni" non sapevo se ridere o piangere conscio del fatto che dovrò tenermi il mio SIRENETTA finché morte non ci separi. Comunque per non sentirmi in colpa un'acquisto l'ho fatto : la simpatica maglietta da bambino col trattorino SAME (e anche quella LANDINI il mio primo amore) per mio figlio vero fanatico del marchio, augurandogli in futuro,se gli rimarrà questa passione, di andare in fiera non solo come appassionato. CIAO a tutti
  24. Grazie per i complimenti ,nelle mie considerazioni partivo dal presupposto di togliere "intelligenza al sollevatore" e farlo lavorare come un vecchio "alza e abbassa" e considerando il tallone come il fulcro tramite il quale l' aratro scarica peso sulle ruote posteriori cruccio dei pionieri degli attrezzi portati che per amplificare questo effetto costruivano attrezzi dalle buri corte per realizzare quell' equilibrio dinamico che più giovasse alla motricità. Forse avrò frainteso la discussione considerando la bontà di una geometria al netto dei sistemi per "forzare " l' equilibrio dinamico a favore dell' utente. CIAO
×
×
  • Create New...