Jump to content

Leo89

Members
  • Content Count

    976
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Leo89 last won the day on July 6 2019

Leo89 had the most liked content!

Community Reputation

132 Excellent

About Leo89

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Recent Profile Visitors

11308 profile views
  1. Troppo catastrofico, mal che va cambieremo mestiere e speculeremo sui mercati finanziari, ci sono certe occasioniiiii
  2. Il problema è che, chi ha messo pomodoro quest'anno, si contano sulle dita di una mano, nelle mie zone non c'è un ettaro coltivato, c'erano sempre centinaia e centinaia di ettari ogni anno, quindi quest'anno i soldi li faranno in pochi... Gli altri al mare quest'estate
  3. La fonte è affidabile, sono arrivati dopo una lunga contrattazione a quel prezzo, dato che qui quest'anno il pomodoro l'hanno messo in pochi, solo chi ha pozzi artesiani... Il consorzio apre domani le bocchette per l'irrigazione e da 1000 mc ad ettaro, impensabile fare pomodoro con così poca acqua, c'è tanta domanda di pomodoro da industria quindi; per il vino la questione è diversa e lo sappiamo bene anche se pure l'anno scorso si parlava di annata drammatica e poi alla fine si sono spuntati buoni prezzi
  4. Il grano qui lo pagano a 28.5€ prezzo base, non è male, pomodoro a 120 125 € http://www.foggiatoday.it/economia/pomodoro-accordo-filiera-coldiretti-princes-foggia.html
  5. Finalmente ieri un pò di pioggia, non si vedeva da secoli, 15/20 mm che non fanno male.... Mercoledì farò il terzo trattamento, siamo in fine fioritura/allegaggione; farò pergado f, zolfo bagnabile + arius, topas o cidely; piante ancora più belle dell'anno scorso al netto di un appezzamento dove oziorrinco e tripidi hanno rotto in pò le scatole, si vedono diverse piante indietro con la vegetazione, con lo steward e decis evo non ho risolto nulla, con la pioggia di ieri e le temperature quasi dimezzate, gli insetti dovrebbero essersene andati in vacanza
  6. In cantina Italia meno vino che nel 2019, crollano le scorte di vini da tavola Sono 49,5 milioni gli ettolitri di vino in giacenza nelle cantine del Belpaese al 21 maggio 2020, in calo dell’1,5% sullo scorso 14 maggio (742.408 ettolitri in meno) e stock inferiori rispetto al 15 maggio 2019 del 3,5%, quando le scorte ammontavano, invece, a 51,3 milioni di ettolitri. Ecco l’istantanea scattata dall’ultimo bollettino di Cantina Italia, curato dal Ministero delle Politiche Agricole, da cui emerge come le scorte di vini a Denominazione (25,9 milioni di ettolitri) siano essenzialmente sul livello dello scorso anno (+0,8%), mentre a calare vistosamente sono i vini da tavola, passati dagli 11,5 milioni di ettolitri del 15 maggio 2019 ai 9,9 milioni di ettolitri di oggi (-14,4%). A livello territoriale, il 58% del vino nel Belpaese è fisicamente detenuto nelle regioni del Nord. Nel solo Veneto è presente circa un quarto del vino nazionale (24,9%), soprattutto grazie al significativo contributo delle giacenze delle province di Treviso (10%) e Verona (9%), che detengono più vino (9,6 milioni di ettolitri) di Puglia e Sicilia sommate assieme (8,0 milioni di ettolitri). Dietro al Veneto, l’Emilia Romagna, con 5,6 milioni di ettolitri in cantina, poco più della Toscana (5,59 milioni di ettolitri), quindi la Puglia (4,9 milioni di ettolitri), il Piemonte (4,1 milioni di ettolitri) e la Sicilia (3 milioni di ettolitri).Il 52,4% del vino detenuto è a Dop, con una prevalenza del rosso (53,1%), il 26,2% del vino è a Igp, anche in questo caso con prevalenza del rosso (55,8%), mentre i vini varietali detenuti costituiscono appena l’1,4% del totale. Il restante 20% è costituito da altri vini. Nonostante il gran numero di Denominazioni presenti (526), 10 costituiscono il 40% del totale dei vini a denominazione in cantina, e le prime 20 denominazioni rappresentano oltre la metà del totale (56,2%). Nel dettaglio, il Prosecco rappresenta l’8,7% di tutto il vino Dop e Igp stoccato nelle cantine italiane (3,4 milioni di ettolitri), le Igp di Puglia e Toscana il 3,9% ciascuna (1,5 milioni di ettolitri), la Igp Sicilia e la Dop Terre Siciliane valgono il 3,5% ciascuna (1,4 milioni di ettolitri), la Igp del Veneto il 3,4%, come le Dop Montepulciano d’Abruzzo e Chianti, tutte a 1,3 milioni di ettolitri di scorte. E ancora, la Dop delle Venezie rappresenta il 3,2% del vino stoccato (1,2 milioni di ettolitri), il Chianti Classico il 2,1% (825.000 ettolitri), il Conegliano Valdobbiadene Prosecco il’1,9% (756.000 ettolitri), il Valpolicella Ripasso l’1,4% (562.000 ettolitri), come il Franciacorta (541.000 ettolitri), ed il Barolo l’1,3% (520.000 ettolitri). Il 27,6% del vino Dop e Igp è detenuto dalle cantine del Veneto, il 13,3% da quelle della Toscana, e l’8,3% dalle aziende della Puglia. Al conto vanno inoltre aggiunti i 4,96 milioni di ettolitri di mosti, detenuti principalmente nelle Regioni del Nord (51%) e del Sud (38%) Italia, con la Puglia al top (36,2%), seguita dall’Emilia Romagna (23,1%). Infine, i vini nuovi ancora in fermentazione, che sono 145.510 ettolitri, distribuiti per il 32,7% al Sud, per il 28,9% al Centro, per il 27,5% al Nord e per il rimanente 10,9% nelle Isole. Winenews.it Quindi la situazione non è drammatica come sembra, spero non ci siano speculazioni a settembre... Il nostro trebbiano dobbiamo piazzarlo almeno a 20€ al quintale altrimenti si lavora per niente; nel frattempo grano e pomodoro da industria riconosceranno una bella remunerazione al produttore, speriamo lo stesso avvenga per noi
  7. Esatto, visto che sei in asciutta è inutile spingere con un concime chimico,se non piove, semmai il prossimo anno a fine febbraio/marzo, dai un bel misto organico e sei apposto
  8. Leggo di 5/6 trattamenti, quindi deduco stagione pessima da voi? Da me stagione siccitosa e secca con 0 rugiada la mattina, fatto un trattamento il 29 aprile con ridomil gold mz, karathane, zolfo bagnabile e zetor, trattato a fine alterne ma con dose ad ettaro perché il consorzio non ha dato disponibilità ad aprire le bocchette in quanto la diga ha poca acqua e l'acqua per trattare dobbiamo prenderla dai pozzi, per chi ce li ha....io ne ho 2 in 7 appezzamenti, per dire...ci daranno disponibilità ad usufruire delle bocchette a partire da giugno, con una disponibilità di 1000 mc ad ettaro, cosa ridicola, l'anno scorso 1000 mc andavano via in meno di un mese e quest'estate, a quanto pare, sarà uguale....sembra una tragedia annunciata qui....per fortuna il tempo aiuta almeno a risparmiare sui trattamenti
  9. Io quest'anno ho prenotato organomag della Timac, 63€ al quintale, concime davvero completo... Lo darò ai vigneti settimana prossima
  10. Io ho potato appena finito di raccogliere, finito di potare poco dopo l'epifania, ovviamente dipende dalla zona, sono in alto tavoliere, rischi gelate minino; mi piace l'intensità di potatura, lasci la giusta quantità di rami; io a breve do concime, ordinato italpollina 444 dato che quest'anno sarà un'annata di scarica, meglio risparmiare... 26€ al quintale contro i circa 50€ di un misto organico completo.... Volevo dare solfato ammonico che costa sempre 26€ al quintale ma qui non piove quest'anno e se non piove i concimi chimici son soldi buttati, ho preferito un organico classico che la sua figura la fa sempre
  11. Io ho riscosso uva 2019 da 22€ al quintale fino a 26€, a seconda del grado... Poteva andare peggio come poteva andare meglio, di sicuro vedo il bicchiere mezzo pieno
  12. Io uso un samurai su asta telescopica, anche prendendo la scala ed il segaccio a mano, dovendo fare tagli grandi per abbassare gli alberi secolari, faccio un albero ad ora, improponibile e demoralizzante; mentre alberi trentennali 15/20 alberi al giorno, troppa differenza
  13. Se ciò dovesse accadere, si spera di spuntare buoni prezzi al quintale di uva
  14. Devo continuare la potatura degli ulivi e dato che sto facendo quelli secolari, vorrei velocizzare le operazioni, Vorrei prendere un seghetto pneumatico da montare su asta, ho visto quelli campagnola e lisam, consigli da chi già li usa? Avevo buttato l'occhio su quelli a batteria stihl hta ma il tutto viene a pesare sui 5kg, non una passeggiata... Su quelli pneumatici ho paura che i ceppi di potatura siano da intralcio al tubo che collega asta con seghetto al trattore
×
×
  • Create New...