Jump to content

CultivarSé

Members
  • Content Count

    10158
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    29

CultivarSé last won the day on April 23

CultivarSé had the most liked content!

Community Reputation

831 Excellent

2 Followers

About CultivarSé

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Piemonte/Lombardia

Converted

  • Interessi
    Pochi, maledetti, verdi ma molto buoni. senza grilli o artropodi per la testa.

Converted

  • Occupazione
    Non disprezzero l'agricoltura perchè anch'Essa è creata dall'Altissimo e mi adeguo... faccio massa.

Recent Profile Visitors

24867 profile views
  1. Fare il primo taglio di medica prima dei 90 o 100 gg è un po' azzardato perché sembra sempre bella quando è pulita ma la radice e la corona non sono sempre fatte per cui se si può meteorologicamente e malerbologicamente parlando, tirare un po' il taglio è meglio.
  2. Ricordiamoci che parlando di Piralide parliamo di un lepidottero buon volatore che ha 400 specie minime di piante ospiti non solo il mais e di molta gente che a trattare non vuole sentir parlare per cui anche la pressione dell'insetto varia tantissimo. L'anno scorso gli attacchi sono iniziati presto con la prima generazione ed erano molt forti e bumerosi, la seconda è partita un po' tardi ma con grandi numeri e sovrapponendosi ad una probabile terza. Parliamo anche di insetti che da noi hanno tre razze con cicli e numeri di generazione non identiche e forse anche ibridati per cui parliamo di campi e di realtà microclimatiche non facili su cui agire. Poi che i droni rispetto agli altri sistemi hanno semplificato molto i lanci con modalità di lanci più razionali siamo tutti d'accordo.
  3. Da voi è già dai tempi di Celli che Univ. di Bologna li sperimentava, altro che esperienza, usavano già i deltaplani. Anche in Francia ma si vede la differenza di umidità e temperature. Io personalmente sono per il buon monitoraggio e l'integrazione delle tecniche non tanto per la prevalenza di usa sull'altra, solo che se la piralide supera la seconda età larvale il Tricogramma non la fa e l'insetticida fa poco di più se è un buon insetticida. Siamo tutti o quasi concordi che i piretroidi fanno solo da abbattente e poi a parte danni, non fanno troppo.
  4. Sì e no ma sicuramente è nato senza troppo mal del piede e fusaria precoci però a pagato pegno accestendo meno e patendo in levata, poi a granigione dipende dalle zone. Seminato poco, male e fino a tardi su terreni, in moltissimi, lavorati nel fango o di furia. Troppo variabili impossibile dire. Adesso credo trinceranno molta roba quindi a maturazione di grano ne arriverà meno. L'orzo da trinciato ne hsnno fatto pochissimo si stanno gettando su grano. Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
  5. Così nel particolare no ma se è dostanziata sulla fila è meglio, adesso non ricordo ma nella realtà sulla soia difficile che sopravviva tutta a raccolta per cui poco importa. Riripeto, non èmais è più flessibile. Sicuramente 50 è meglio delle altre misure, il problema sono le partite o varietà a germinazione e forza balorde. Anche all'80 dichiarato difficile che campi tutta la fila. Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
  6. Lascia perdere casonai alla medica metti insieme il ginestrino o poca altra roba di leguminose. Le graminavee in asciutto sono peggio della medica. Solo proprio volendo, alcune graminacee però giusto per sfruttare i primi due tagli. Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
  7. Meno arriva a quel costo se devi comperare i flat di testata ossia i tubi grandi di mandata e tubazioni portamti dalla pompa, se no resti sotto i 380 parlo di ovest, Piemonte orirntale e Lombardia occidentale. La cifra è circa quella. Le canslette vuol dire irrigare a scorrimento, certo se hai campagne spianate e fossi messi bene chiaro non hai neppure il costo del gasolio per la turbina, a conti fatti lo scorrimento anche con 2 interventi di turbina, costa meno delle manichette per anno ad ettaro. Tolto il costo della pompa, filtri e prime tubazioni di aspirazione e mandata. Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
  8. Io vicino a casa ho uno di questi fenomeni che ha impiantato 4 ettari a quella cifra di costo, ha perso 80% delle piante e il suo terreno risulta abbandonato e neppure il bamboo ha coraggio a campare senza manutenzione. Strano mondo, uno con quella cifra coltiva ben altro e sicuramente lo coltiva meglio. Abbiano il coraggio di dare in affitto il fondo piuttosto di fare queste porcate.... ci si rimette meno anche se scappa l'affittuario.
  9. E' stato seminato talmente a macchie di leopardo, in periodi diversi che impossibile dire, l'ultimo che ho visto seminare, orzo e frumento, è stato il 3 marzo in piena Pianura Padana. Ogni striscia di terra, neanche campagna, dirà la sua. Quest'anno è davvero Bisestie!!!
  10. Sì il Miclobutanil è un triazolo simile un po' diverso da un vero triazolo diciamo che lo uso molto insieme al Folpet e il dinocap o l' attuale Karathane per controllare la Black rot, con un vero triazolo perché aumenta la capacità di incide sulla produzione di ergosterolo dei funghi e dell'oidio ossia il colesterolo dei funghi che è vitale per loro specie sul tardi dell'estate e verso autunno in via di svernamento e fruttificazione. Purtroppo essendo così specifici questi prodotti hanno inevitabilmente selezionato resistenze ma servono anche su altri bersagli non solo oidio ed insieme ad altri p.a. danno comunque una mano sempre se alternati e usati in timing puntuale sui cicli dei funghi. Mde è fortemente favorita dagli stress soprattutto quello idrico, quella tigratura sembra più mancanza idrica anche se per una vera diagnosi sulla tigratura è presto perché le viti non sono in tiro sparato come quando hanno l grappolo da riempire in piena estate. Le perline dell'alloro sono le cocciniglie giapponesi, vanno anche su altre piante, mi limito a contenerle con trattamenti diciamo bio e favorendo i loro nemici naturale, uccelli insettivori soprattutto le cincie, sono estremamente invasive e più che olii e spazzole non si può andare oltre, ho tentato coi funghi tipo Beauveria o Verticilium lecani ma se non fa una primavera umida attecchiscono poco, Ad Aprile e giugno gli davo l'Applaud ma non funziona come una volta.. Sull'Mde va fatta la monda e l'ispezione prima di cimare o di toccarle con le lame ma urge tenerle in equilibrio idrico, anni da gisotra uguale a piante stremate e impestate, purtroppo nella mia zona prossima si è fatta molto avanti mde, in pratica su tutte le varietà tipiche dell'Ovest, anzi in moti hanno abbandonato ancora una volta la vigna per colpa dell'mde, non vogliono smontare e reimpiantare. Purtroppo si aggiunge alla perniciosità della Flavescenza e dei micoplasmi in genere. Virosi in zona si sono fermate o meglio non seccano come gli altri anni dovuta ai caldi anomali.
  11. Non è una caxx quella che hai detto, nel pomodoro da mensa si usa capitozzare, in quello da industria no. Comunque sia sono problemi del suolo non so se è un fungo o un batterio, devi tagliare il fusto orizzontale, obliquo e verticale per vedere, così può sembrare un po' tutto ma una domanda è lecita.... quanti anni è che fai pomodoro? Sono scene da Sarno o da Piacentino o peggio da serra. Stretta al colletto con foglie vive strana. Da Phytophora o Phytium o marrone così anche da Rizoctonia. Fosse che era la zona delle bietolacce? Lasciami fare ipotesi in pace poi vediamo comunque non sono trattabili sono purtroppo perse. Capitozza sarebbe bello se fossero a radice sana anzi dalla capitozza del pomodoro partono due bei fusti produttivi e del resto si sa il pomodoro è una piccola vigna. Purtroppo arriva dal colletto e dalle radici ed essendo ormai a giugno occhio solo ai frutti che non tocchino terra o meglio tratta i frutti con Volare o Luna o simili poi se è rizotonia c'è da piangere. Batteri forse no o meglio sicuramente perché ormai ce li hanno tutti almeno il Michiganense e il versicatorio, la Ralstonia spero che resti poca. Non è una risposta provocatoria è la verità, peccato che a questa reatà non si può rimediare con tecniche Sansculotte.
  12. Sembra una pupa di coccinelle che predano afidi e uova di dorifora. Farfalle marocchine? No la Tuta absoluta e la Phorimea opelculella non sono marocchine ma non sono così grosse.
  13. Per mangiarla la mangiano ma appunto, avendo altre cibarie e non essendoci grossissimi numeri non fanno i danni che fanno alle patate, al mais o ai noccioli o all'uva. I caprioli se trovano sorgo o prati vanno li. O appunto se trovano soie particolarmente appetite ci vanno come ha dettoAlberto appunto, cinghiali schizzinosi o eruditi vanno dove la roba piace, poi chiaro, più roba trovano meno si accaniscono, mangiano un po' di mais, una boccata di riso, larve e cagnotti nei prati ecc....
  14. Capitozzare o tenere il pollone nella speranza che alcuni virus o la Flavescenza o il Legno Nero non sia migrato alle radici ma si sia fermato nelle prime parti dlate della pianta, migra nel floema nelle cellule compagne e nelle parti alte della pianta, capitozzi il più possibile sotto e poi si tenta la sorte di allevare un pollone o una gemma sana. Col caldo non serve a nulla perché i virus e la flavescenza si ferma per cui può sfuggire, se si fa lo si fa presto in primavera e nei periodi freddi. Per Mde molto spesso e utile anche tagliando al raso suolo con o senza spacco, con o senza pietra, con le virosi la capitozza dipende ma non è raccomandabile con tutti i virus, col mosaico se è vero quello che sembra che arriva in buona parte da vivaio non serve a nulla se da vivaio, per il resto non si conosce bene il vettore in campagna, siamo ancora nel campo delle ipotesi. La Flavescenza non tutte le cultivar la segnano e non tutte riescono a tenerlo localizzato, idem il Legno nero. Il Legno Nero è meno mobile la Flavescenza è più mobile, molti tentano la termoterapia in campagna con un bustino riscaldato. Il LEgno Nero molto spesso convive nella medesima cicalina con altri micoplasmi, il Cixide vettore porta diversi micoplasmi con se e resta nell'ambiente e nelle campagne perché non è legato specificatamente alla vite , Hyalestes obsoletus porta anche micoplasma a patate e pomodori, vile sulle ortiche sul villucchio. Può servire un po' di più la capitozza anche brutale ma io non mi fido molto perché vuol anche dire che i vari vettori sono lì che girano solo che lo Scafoideo lo combatti essendo legato intimo alla vite, gli altri vettori conosciuti e no, possono venire da altrove e avere piante serbatorio, es. la Sharka ha centinaia di piante serbatoio come la medica e la borragine che non fa danni eclatanti su queste piante. Il virus del Mosaico del melo lo trovi anche sulle rose normalmente poi in estate regredisce ma resta lì in pianta, anche se si capitozza tende a scappare. La capitozza o il risanamento vanno un po' a fortuna mentre mde è più sicuro anche se dipende dove lo hanno preso e da quanti anni ce l'hanno, es. il Cortese tende ad essere asintomatico poi il caldo ovvio i portainnesti.
×
×
  • Create New...