Jump to content

luigi_f

Members
  • Content Count

    238
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

1 Follower

About luigi_f

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 06/24/1991

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    pellegrino parma

Converted

  • Interessi
    lavori agricoli e boschivi,meccanica di macchine agricole

Converted

  • Occupazione
    operaio fisso nel tempo libero agricoltore e meccanico

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Salve... Ho bisogno di aiuto per la frizione a bagno olio di una Fiat ad7.. La frizione non stacca bene se nn tieni tirata la leva completamente il trattore tende andare avanti. E ho anche molta difficoltà ha inserire marce e inversore.. Ho provato a mollare un po' la frizione con la sua chiave dentata e diventata meno dura da innestare xo il trattore tende avanzare ugualmente. Ho visto montando un manometro alla pompa olio che arriva a una pressione di 0.5 bar.. È corretta? I leverismi interni sono in ordine e non hanno giochi eccessivi... Che cosa può essere che nn stacca? Grazie
  2. Salve a tutti.. Sto sistemando una ad7 al quale ho cambiato tutti i cuscinetti da frizione alla coppia conica causa rottura di uno lo voluta revisionare tutta. Ha la frizione a bagno olio la quale vuole registrata perché se non tieni la leva proprio tirata grattando le marce e sono un po' dure da innestare.. Come va registrata questa frizione?? So che serve la chiave apposta fatta a stella ma poi quanto va tirata?? Un altra cosa dalla pompa frizione esce un tubo collegato a un manometro ma la pressione è non supera 0.5 bar... È corretta?? Grazie
  3. ciao. anche io ho un fiat ad7 al quale e stato messo l'alternatore da 24 volt è lo schema è esattamente cosi come questo.solo una domanda è meglio inserire un fusibile nel nuovo impianto?magari un 16A al filo marrone da motorino avviamento a blocchetto chiave n30? grazie
  4. piu che molla di richiamo rotta dai sintomi sembra più freni usurati. succede a tutti i trattori con quel tipo di freni li,hanno un sistema al interno di 2 dischi di acciaio e tra di loro ci sono sfere in acciaio dentro alla loro sede semisferica. quando tu schiacci il pedale del freno un disco ruota leggermente facendo uscire le sfere dalla sede che allargano i 2 dischi fino al contatto con i dischi in ferodo, quando la sfera in acciaio usura i 2 dischi lasciandoci un solco finisce che la ruota si blocca e x sbloccarla basta anche fare una piccola retromarcia. vedrai ci vorranno i freni nuovi.
  5. no non esce tra corpo scatola e nastro ce pochissimo posto e non esce perché le 2 orecchiette sono più spesse del nastro,poi questo nastro non è il classico con il ferodo spesso 6 8 mm ma ha come dei tamponi di gomma inchiodati e sono spessi ad occhio una 30 mm!,non passa stamattina o schiodato la vecchia piattina vediamo se riesco a rifarmela io ho trovare qualcosa di usato
  6. salve come da titolo mi si e rotto il freno a mano del mio 483,ho tolto il sollevatore perché il freno a mano non agisce come sui modelli più vecchi sui pedali ma è indipendente e agisce sulla corona differenziale, adesso però per cambiarlo completamente il nastro del freno non passa tra la corona differenziale e la scatola di fusione, dovrei smontare tutto il differenziale ma dato che si e strappato il nastro vicino alle 2 orecchie che sono chiodate al nastro stesso sara possibile schiodare il piattino orecchie vecchie e inchiodarci su una piattina nuova? invece di inchiodare io ho pensato di avvitarlo con delle piccole viti m6 che è lo stesso diametro dei chiodi, puo essere una soluzione?[ATTACH]33088[/ATTACH][ATTACH]33089[/ATTACH][ATTACH]33090[/ATTACH]
  7. Le ho piegate con la pressa che ho fatto io anni fa...uso un tondo e una gola e pieghi quanto vuoi..o scelto il pistone perché qui da me la terra e piena di sassi e non ti dico quanti aratri abbiamo rotto qua .per questo ho voluto mettere un cilindro di sicurezza.. fisso sarebbe troppo messo a rischio rotture.. un bullone di sicurezza ogni 10 metri saresti fermo con dei bulloni....invece un cilindro ai molti meno fermi in caso di apertura..
  8. certo certo saldatrice e ogni singola attrezzatura da fabbro!! purttoppo come dici non essendo CE in caso dovessi venderlo magari potrebbe esserci qualche problema, ma non credo proprio di venderlo piuttosto lo tengo li come ricordo di tempo perso a saldare e elettrodi! sono partito da zero senza neanke un minimo ripper da copiare,le uniche info le ho ricevute qui sul forum. ringrazio tutti per l'aiuto!! speriamo figuri bene perché è il primo ripper in zona,e più che atro che risolva il problema dei smottamenti di terreno
  9. no esatto non è marchiato CE ma è il primo ripper che in caso di urto sgancia sul ancora,di solito lavorano sul castello cosa che a me non piace molto. per il 880 cerano su in plastica ma li ho tolti perché li volevo fare di lamiera verniciati ,ma peccato non ho ancora trovato tempo per farli. un atrezzo dovrebbe portare più del carico che riesce a fare il trattore,xo x ora sono solo piccole prove la regolazione giusta la faro più avanti quando sarà ora di usarlo,e magari vedere come lavora a sforzo controllato. l'impianto idraulico e molto semplice 2 tubi al cilindro e una valvola di massima con scarico sdoppiato in 2 tubi,un tubo scarica nel serbatoio del trattore è l'altro porta una parte di olio dal altro lato del cilindro idraulico,poi metterò una foto dove si vede bene tutto l'impianto con il suo manometro per tarare la pressione. tra laltro ho revisionato il distributore del mio fiat e mi sono accorto che ho un modulo distributore con il blocco in flottante.cosa che magari avrebbe potuto farmi comodo e non scaricare in serbatoio.
  10. finalmente posso dire di averlo finito,è stato un lavoro molto lungo e complicato dato il collegamento del cilindro di sicurezza.trovare la giusta posizione la corsa e tutto mi ha fatto un pò grattare il capo. oggi ho fatto una piccola prova in un campo incolto tanto per provarlo perché ce molto bagnato e devo dire lavora bene.si interra subito e rimane ben sotto ,ottimo il sistema di sicurezza che come incontra qualcosa si apre ed esce dal terreno senza problemi ora lo collegato al foro più alto del ancora ma e possibile collegarlo anche a quello inferiore per una minore profondità di lavoro. per ora ho dovuto mettere la valvola di massima a 200 bar e apre ancora prima che il trattore slitti. grazie a tutti per l'aiuto e i consigli che mi avete dato. ci risentiamo al prossimo progetto che ho gia in testa. [ATTACH]33022[/ATTACH][ATTACH]33023[/ATTACH][ATTACH]33024[/ATTACH][ATTACH]33025[/ATTACH]
  11. La slitta che tiriamo noi e del tipo che si abbassa le ruote dietro ma il carico e fisso... e sono arrivato a 74 quintali a Tirarla in piano ovvio alla partenza le ruote sono alte e si abbassano sui 20 metri...xo e sempre molto maggiore la forza di attrito della slitta della che la forza di aderenza del trattore... quindi perché la riesco a tirare?
  12. Ma allora perché quando faccio pulling mi tiro una slitta da 70 quintali o più e il trattore nn slitta??e vero che il coefficiente della slitta non è il suo peso xo e sempre superiore a quello del trattore... Ma se non hai bisogno di cilindri particolari se li prendi da un grosso ricambista magari risparmi qualcosa... e molti centri li fanno anche su rinchiesta del cliente.. io per lo più li compro e poi li modifico a mio piacere..
  13. esatto ho provato io a fare il conto molto approssimato ed ero sui 7300 kg,comunque la valvola che monterò di certo ha un range di taratura da 0 a 350 bar, anche se penso di stare molto minore con lo sforzo rispetto i calcoli ho pensato alesaggio 80 stelo 50.meglio piu grosso che troppo piccolo. .ma una domanda anche se fuori tema la forza di trazione significa che il mio 880 se messo a tirare più di 4000 kg inizia a slittare?
  14. Okk le misure sono corrette...solo che il martinetto non è collegato dritto come sullo schema ma appena inclinato verso avanti... ma non cambierà nulla in fatto di calcoli..
  15. si lo scalpello pure io lo messo in modo uguale alla sfera posteriore. ma il calcolo 1320kg*1m*9/10=1215kg*m non risulta 1188? io ho provato a rifarlo e mi da questo risultato forse sbaglio qualcosa nel eseguirlo. comunque la punta dello scalpello in posizione di lavoro si trova a 105 cm dal centro del perno del ancora, e la distanza tra il foro del attacco cilindro sul ancora e il centro del perno di rotazione e di 350mm,almeno io pensavo di restare cosi per ora non ho ancora fatto nessun attacco e quindi mi posso allungare o accorciare un pò. tu che cilindro consigli?70 con stelo 40 oppure 80 stelo50? [ATTACH]32785[/ATTACH]
×
×
  • Create New...