Jump to content

alefriuli

Members
  • Content Count

    3357
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    60

alefriuli last won the day on June 2

alefriuli had the most liked content!

Community Reputation

2361 Excellent

About alefriuli

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Esca? Non si manifesta tipicamente così sul grigio, ma non la escluderei vedendo le foto. Uno stress idrico così circostanziato...mmmh, non saprei.
  2. Concordo. Siamo già ben oltre. E da noi il bello comincia la prossima settimana. Fin'ora abbiamo giocato e scherzato in confronto a quel che servirà più avanti. Mais che va in fioritura, soia, frutta e uva che deve crescere.. Praticamente i provvedimenti "seri" verranno presi quando, ad esempio per il mais, la situazione potrebbe già essere irreversibile. Siamo nelle mani del meteo. Non abbiamo il piano B, questa è la realtà.
  3. Mah, da noi è almeno vent'anni che non val la pena piantare rossi. Eppure in tanti ci hanno creduto, soprattutto in questi ultimi 5 anni. A mio avviso lì ci fai poco, nel senso che il rosso non lo vedo più, in generale nel mondo, un vino adatto alla fascia media. Lo vedo più da consumo casalingo (Tavernello, per fare un esempio) oppure fascia alta da HO-RE-CA. Nel mezzo, dove ci stanno le bottiglie da aperitivo, da brunch, da apericena (perdona i termini orrendi ma descrivono bene anche il consumatore-tipo), non ce li vedo più se non in quantità modiche. Poi capisco bene il discorso dell'adagi
  4. Scusa ma, escluso il prosecco che ha una plv da sempre fuori da qualsiasi scala alla quale si era abituati, il resto è a livello di estirpo? Concordo con te che l'immaginario creato col prosecco è parecchio fuorviante. Mediamente, credo che chi ha più del 10% della superficie aziendale si lecchi i baffi. Poi ci sono quelli che hanno il 100% ma sono eccezioni.
  5. Degli altri bianchi cosa si dice? Traminer, Sauvignon, Moscato..? Qua chi non crede più nel Grigio pianta quelli. Certo che la produttività non sempre è eccezionale, il traminer con la botrite te lo raccomando e, col mal dell'esca, ci sentiamo tra sette anni per contare le sopravvissute, soprattutto in areali dove si pretende di produrre e, quindi, si spinge.. Sui rossi era da immaginarselo. "Tutti che piantano grigio!" "A 40 euro/q.le dove vuoi andare??" "In osteria vedo che tutti bevono rosso!". Ciaone.
  6. Facile che vada a fare un giro. In caso ci si sente.
  7. La situazione era grave già dopo una settimana. Io ho sempre lodato Fendt ma, come dicono i supereroi, a grandi poteri corrispondono grandi responsabilità. Essere ,senza ombra di dubbio, il più figo finché va tutto bene è solo una parte del definirsi "premium".
  8. Tutto rigorosamente via PEC.
  9. Scandaloso. Se ci si dichiara top di gamma, lo si deve dimostrare dall'inizio alla fine. Zero scuse. Le scuse si cercano per chi ti fa spendere poco. E comunque la storia del mancato trasporto dà la misura della vastità del cazzo che gliene frega l'assistenza. Bisogna vendere e fatturare.
  10. Puoi avere a disposizione la qualunque, ma se sbagli il momento dell'intervento è tutto inutile. Anzi, con prodotti endoterapici è addirittura dannoso per l'insorgenza di resistenze.
  11. Mah.. Sicuro non fossero dei JD con i cerchioni riverniciati in rosso?
  12. Dipende dalla gravità della grandinata. Per riportarle a due occhi il danno dev'essere molto serio, con ferite profonde e numerose. Questo, almeno per mia esperienza. Nel '17 subii una grandinata che mi portó via il 50% dell'uva e l'impianto adiacente erano appena messo a dimora. Ero tentato di ribattere, poi, dopo consultazioni varie, decisi di rischiare. Per il momento direi che la scelta è stata indovinata.
  13. Due considerazioni: 1- Solo morire si deve. 2- Mi immagino le notti insonni del tecnico dopo questi accadimenti..😴
  14. Tranne gli uffici "fatturazione" e "riscossione crediti". Quelli traboccano di risorse efficienti ed estremamente professionali.
×
×
  • Create New...