Jump to content

Argilloso

Members
  • Content Count

    3143
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Argilloso last won the day on July 12 2019

Argilloso had the most liked content!

Community Reputation

198 Excellent

About Argilloso

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    Valdichiana

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. il crollo è dovuto leggo "ad una profonda erosione spondale", quindi cosa c'entra il vento?
  2. Qualcuno ci deve ancora spiegare che se il mare fosse stato di qualche decimo di grado più freddo il vento e la pioggia sarebbero stati meno forti (quant’era la temperatura del mare nel 1966?), infatti mentre si cercherà di aggirare il problema delle serie storiche degli eventi intensi che non restituiscono informazioni chiare circa il collegamento con il global warming, nessuno vi dirà che, in un mondo che dovrebbe essere sull’orlo del collasso, la produzione di materie prime alimentari di base come il Mais, si è giovata in modo sensibile non solo della tecnologia produttiva, non solo della fertilizzazione da CO2 (che è il cibo delle piante), ma anche, incredibilmente, dell’aumento delle temperature, cioè di un clima più mite. Un articolo del corriere chiarisce quale sia stato l'errore umano: https://www.corriere.it/cronache/18_novembre_03/veneto-peccato-originale-abeti-rossi-amati-rigoni-stern-gian-antonio-stella-d868e7fe-dfb8-11e8-8b9f-4c483395dbc7.shtml?refresh_ce-cp "Vale per l’Altopiano dei Sette Comuni, spiega Marco Borghetti, uno dei massimi esperti italiani, docente di silvicoltura ed ecologia forestale, ma vale anche per gran parte dei boschi demoliti: «È bellissimo l’abete rosso. Bellissimo. È un albero che può arrivare a 48 metri d’altezza ma riesce a crescere, grazie a radici che non affondano troppo, anche su “suoli sottili”, rocciosi, con poco spessore. Non ha le radici del larice, però. E quando viene giù, magari in un bosco molto folto e poco curato o addirittura lasciato a se stesso da anni, può abbattere uno sull’altro i pecci più vicini. È un problema, aver troppi abeti rossi, tutti abeti rossi». "
  3. alla prima perturbazione atlantica accadrà quello che è sempre accaduto anche in passato. Anche perchè non c'è traccia di studio scientifico che prova che oggi una perturbazione atlantica possa essere diversa da quella del passato secolo.
  4. ho fatto fatica a trovare un periodo estivo così lungo senza 1 giorno di pioggia, cioè almeno 1 mm caduto uno di questi 45 giorni. Stamani sono piovuti finalmente 3 mm, era dal 31 maggio che non pioveva, il tempo di ritorno di un evento estivo del genere è secolare per la mia zona. Non era mai successo nemmeno negli anni 2000...
  5. oggi 45°giorno consecutivo senza pioggia, un disastro per i girasolii
  6. la media in 4 annate Egeo al sud e sulle isole è stato il più produttivo tab5_sud_isole_2015-2018.pdfnelle prove (anche rispetto ad Antalis):
  7. no, non influisce, ma la dimensione della calatide è più grande se prima della fioritura hanno acqua
  8. Visto che continuano a snobbarci: https://www.apiceuropa.com/lue-e-il-mercosur-raggiungono-un-accordo-sul-commercio/ Scarichiamo il raccolto sulle strade europee, dovrebbe essere la strategia di mercato in Europa per il prossimo anno:
  9. Sempre più convinto che rame e zolfo ovvero i trattamenti di 50 anni fa siano quelli più adatti ad un vigneto di 350 piante che non commercializza vino.
  10. Speriamo che arrivi dell'innovazione nella genetica de durum. Quast'anno avrei provato volentieri l'Anvergur, ma non l'ho trovato, speriamo ci possa essere la possibilità di acquistarlo.
×
×
  • Create New...