Jump to content

lagodolio

Members
  • Content Count

    23
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

11 Good

About lagodolio

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 04/09/1975
  1. Con la bella stagione ho rimesso in moto il mio vecchio goldoni... Partito al primo colpo, però, dopo un po', noto della benzina che gocciola dalla vite di regolazione ed inoltre, fin da subito, avevo visto che il motore se veniva accelerato tendeva a spegnersi. Ho fatto una foto della zona incriminata (sulla qualità sorvoliamo, ma giusto x capirci) Che fare? Sapete se c'è qualche o-ring che magari ora si è perso?
  2. Grazie! Scusa il ritardo ma in realtà avevo risposto subito......solo che credo di non aver inviato il messaggio (mi sembrava di averlo fatto, ma non lo vedo, perciò avrò sbagliato qualcosa). Grazie ancora
  3. La leva sblocca le ruote (ruote libere) mentre il selettore imposta la marcia lenta o veloce; le due prese di forza sono una sincronizzata, l'altra normale. Ecco il manuale (è un po' scombinato, in mezzo agli esplosi si trovano alcune pagine con i leveraggi e i comandi). Se servisse qualche altra informazione, chiedi pure! 922_Instructions_Parts.pdf
  4. Scusa, ho sbagliato.... Il motore è lombardini la85/85! Mi sono confuso con quello della motopompa!
  5. Il lombardini ha sui 10cv, il Cotiemme mi pare 12cv (x alcuni 14cv), però sugli stessi gruppi venivano montati i 14cv benzina e diesel, perciò non dovrebbe sfasciarzi tutto... Al massimo può esplodere? I motori hanno entrambi l'alberino a cono con la filettatura finale, ma non trovo la misura del cono (di solito è 23mm, ma non sono sicuro che non abbiano, che so, misure di 22mm o 24mm: non trovo da nessuna parte questo dato... neanche sul manuale (o almeno io non l'ho visto).
  6. ...uguali è la parola sbagliata, volevo dire compatibili! (scusate me non riesco amodificare i messaggi scritti?!
  7. Salve a tutti! Volevo sapere da qualcuno esperto se è possibile sostituire un motore Lombardini La82 del mio Goldoni Export con un COTIEMME CA550 (potenza analoga, ma il Cotiemme va a benzina e non petrolio; in più ha la partenza elettrica). Mi chiedevo in particolare se flangiatura e attacco dell'albero alla frizione fossero uguali. Grazie
  8. Salve a tutti Volevo sostituire il motore del mio coltivatore, con problemi di compressione, con uno di analoga potenza "avanzato" da un vecchio progetto. L'unico problema é che l'albero conico del nuovo motore é 24mm, quello vecchio é 23mm.... Impossibile accoppiarli? Grazie e buone vacanze (a chi può...!)
  9. Riprendo questa discussione perché sono bloccato nel montaggio della barra ventrale Laverda sul mio 215. Purtroppo le immagini non sono più presenti, perciò ho bisogno del vostro aiuto. Il grosso è montato, ma ci sono due pezzi che non riesco a sistemare correttamente. Il primo credo che serva per l'asta di sollevamento manuale Il secondo particolare è nel collegamento tra la lama e il tirante di sollevamento ( non so come si chiama, spero di essermi spiegato....)
  10. Dopo aver importato su Google Maps le mappe catastali dei terreni, mi sono bloccato sulla ricerca di un software utile a progettare come disporvi le varie colture. Quello che vorrei è un qualcosa che mi permetta di impostare ( in una data area in cui voglio piantare, ad esempio, una vigna) il sesto d'impianto in modo che mi tracci i filari e le piante necessarie, trasferendo poi il risultato su Maps in modo da ricavare la geolocalizzazione utile per le osservazioni delle piante con droni o un domani per operazioni automatizzate. Molti programmi acquisiscono da foto aeree i dati, quando perciò le colture sono state già messe a dimora, ma non ho trovato nulla che consenta di progettare tutto sulla carta (si fa per dire...) per poi andare a concretizzare quanto stabilito nel campo con la precisione dei valori gps.... Una sorta di programma da architettura degli spazi verdi, per intenderci, ma con orientamento agricolo. Qualche suggerimento? Grazie
  11. Ripperei anche a 90cm, ma un ripper monoancora riesce a far qualcosa con 45cv?
  12. Lo so ... Bisognerebbe fare lo scasso.... Però, considerando che devo impiantare solo 2000 metri e che in collina - perdipiù con un terreno che ama "camminare"- devo fare i conti con il dilavamento, volevo fare una lavorazione poco profonda (40 cm circa) dopo una bella trinciatura. Cerca l'attrezzatura da usare ho ricevuto i consigli più disparati: dal classico aratro, al ripper fino alla vangatrice ... ma alla fine quali sono i pro e i contro che le singole scelte comportano? Sento sempre più spesso voci critiche verso l'aratro e la fresa perché troppo invasive rispetto alla struttura del terreno, mentre vangatrice e ripper hanno (credo di aver capito) il vantaggio dell'evitare la suola e forse una maggior semplicità con terreni argillosi non perfettamente in tempera. Attendo consigli! Ps: ho un cingolato da 50cv scarsi.....
  13. Allora mi metto alla ricerca del paraolio... purtroppo prima che possa dedicarmi al trattore passeranno alcune settimane, ma appena possibile tiro giù la pompa e vi aggiorno sulle novità. Grazie per i consigli, Mareziano, avrei rischiato di smontare mezzo impianto per niente!
  14. Effettivamente sento dei rumori quando provo ad abbassare il sollevatore.... che non si abbassa! O meglio, si abbassa, ma deve essere "accompagnato" dal dolce peso mio e di mio fratello (ognuno su un braccio....oltre 150kg in totale!) e, scendendo si sente appunto un rumore nella zona della leva del distributore, un leggero "muggito lamentoso" (non saprei come altro descriverlo)... forse la presenza di aria impedisce il normale circolo dell'olio da parte della pompa, perciò l'effetto pompante deve essere sostituito comprimendo il pistone? Visto così sembrerebbe che: -la pompa spinge olio e aria (che si comprime) fino a che, di botto, il sollevatore si alza; -quando abbasso,le bolle d'aria bloccano il normale riflusso dell'olio. Potrebbe essere questo l'effetto del paraolio difettoso?
×
×
  • Create New...