Jump to content

superbilly1973

Members
  • Content Count

    5714
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

superbilly1973 last won the day on January 31

superbilly1973 had the most liked content!

Community Reputation

490 Excellent

About superbilly1973

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  • Birthday 06/30/1973

Converted

  • Biografia
    B.R.A. Braccia Ritornate all'Agricotura

Converted

  • Paese o zona di provenienza
    sardegna mediocampidano sanluri

Converted

  • Interessi
    fumetti videogiochi

Converted

  • Occupazione
    Imprenditore agricolo..si dice così ora

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Mmmm no. Il discorso delle particelle è legato al fatto che loro per vendere trifoglio di seconda riproduzione devono dimostrare che hanno seminato tot terreno con i semi di prima riproduzione che ti hanno dato. Se sono una ditta sementiera devono tracciare la semente che raccolgono. Vedi se alla fine la coltura è stata remunerativa. Altrimenti tanto vale li lasci vuoti No no quando mai. Troppo bello così. Quello che trovo strano è che te lo stanno prendendo per seme quindi qualcosa in più l potevano dare altrimenti come dici tu ti cerchi un paio di allevatori e vendi tu.
  2. Ah no aspetta lo dicevo per il prezzo che hanno proposto a lui, cioè i 75 €/q.le. Il trifoglio lo puoi fare a foraggio però è un pò delicato da lavorare e poi , a quel che dice il mio socio che lo commercializza , andrebbe in miscela con una graminacea ma a bassa presenza , giusto il tanto per non fare un prodotto finale troppo scuro e quindi con un aspetto migliore. Io lo faccio con lui perchè comunque devo ruotre i terreni e per vendere un pò il seme. Però nonostante tutto non ho ancora abbastanza compratori per quel che produco ( a parte un anno ho sempe mietuto a 8-9 q.li/ha di prodotto finito ) . Purtroppo la logica è che la ditta sementiera sono loro per cui se vuoi glielo dai a quel prezzo altrimenti loro se lo prendono in australia o giù di lì. Per questo anche io gli consigliavo di cercarsi lui dei compratori. Altrimenti ti concentri sulla produzione e ne fai tot ha e ti fai reddito così. Solo che se fa una buona annata e se ne fa tanto di seme dubito che ti prendano tutto o che te lo pghino a 75€
  3. Precisazione non tanto sullo switch ma su tutti i prodotti che vanno dati a fascia e non a chioma intera. Quando si mette in etichetta una dose secondo te , nel caso dello switch ad esempio, si parte comunque dal presupposto che venga dato su tutta la chioma o che quella quantità serva per trattare un certo tot di q.li di uva per ha ? Cioè si dà per scontato che comunque quel tipo di prodotto vada in ogni caso a fascia grappolo oppure vada per ha di vite -> tot m2 di foglie etc etc ? Perchè ovviamente l'antibotrite dato a lla chioma suppongo non serva. La domanda mi serve giusto per capire anche come ragiona una casa che produce fitosanitari o chi autorizza le etichette. Il paradosso di monty hall lo avevi già postato anche se non mi ricordo per cosa.
  4. Si si cartellino azzurro . edi tu il prossimo anno se trovi qualche allevatore o chi fa foraggio , disponibile all'acquisto e se puoi fatti un paio di clienti. Alla fine se le tue potenzialità sono di circa 15-20 quintali puliti, ti basta trovarne 2-3 clienti e sei a posto. Si però allora il prezzo di acquisto del mietuto mi sembra un pò bassino.
  5. Al ritorno delle vacanze va fatto obbligatoriamente isolamento e tampone o test. Purtroppo se si vuole fare tutto per bene niente baci e abbracci , avviso alla asl , due o tre giorni di minilockdown e poi di nuovo via al lavoro per una buona preparazione alla vendemmia! Scherzo. Comunque il ragionamento che se hai frequentato posti a rischio devi prendere le dovute precauzioni è sensato e lo dovrebbero percepire loro per primi. Anche io non so cosa combina la signorina in liguria però almeno sono riuscito a convincerla a non tornare prima di ferragosto . Per ora ci sono nuovi contgiati ma molti meno malati nel senso che almeno l'estate ci tiene un pò al sicuro. Contagiato e malato sono due cose diverse e almeno per ora l'una non implica necessariamente la seconda , anzi. Il punto è che ragionano per obblighi e allora che obbligo sia. Ci sono dati evidenti su certe località per cui se vogliamo stare un pò più tranquilli che lo facciano loro come anche i grandi. Invece le regioni latitano soprattutto quelle meta di turisti ad iniziare dalla mia. Nessun divieto per locali e discoteche. Nemmeno per sagre o feste paesane che però avendo anche fatto questue e preso contatti con artisti non si faranno perchè sanno che non riusciranno a garantire il giusto distanziamento sociale. Ma perchè una discoteca in una località balneare ci riuscirebbe ? Poi se il signor Bob Sinclair dice che non si deve chiedere ai ragazzi il distanziamento sociale mentre si balla allora trovi lui una soluzione. Anche ieri i numeri dicino + 16 contagiati e sempre sud sardegna e cagliari e quindi carloforte . Questo è quanto. Come già dicevo all'inizio dell'estate tutti i proclami isola covid free e chi viene qua deve dimostrare questo e quello alla fine era solo un modo per farsi un pò di pubblicità. Altre regioni le vietano perchè sanno che i numeri stanno salendo troppo rapidamente nuovamente. Non per colpa delle sole discoteche peò quel che si può fare lo si deve fare e visto che non siamo molto inclini alle regole che tornino ordinanze e divieti vari.
  6. Se Atene piange, Sparta non ride. https://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2020/08/12/news/festeggiano-la-maturita-all-isola-di-pag-sette-studenti-del-berto-tornano-a-casa-positivi-1.39187696 A quanto pare dobbiamo tenere a freno i maggiorenni. Dappertutto è boom di contagi tra i giovani che comunque prima o poi tornano a casa. Forse forse è meglio se mettono l'obbligo per legge di fare tampone, test o isolamento per tutti quelli che tornano dalle vacanze , più o meno giovani che hanno avuto più o meno frequentazioni multiple senza mascherina o senza a distanza di sicurezza. La generazione dei millenials tanto capisce solo gli obblighi di legge e a volte neanche quelli....
  7. No no chiedi pure. La mia versione è quella di 8 anni fa che rregolava la profondità di semina agendo su una ghiera che sollevava o abbassava le ruote. Le nuove hanno un braccio tipo terzo punto meccanico che fa ruotare il telaio e quindi la profondità di semina . Per il resto sono uguali.
  8. Cimatura sopra e lato o solo lato per favorire la penetrazione del prodotto ? Lo switch mai usato ma se non sbaglio è una bella spesa. Penso che ale o cbo o culti abbiano più esperienza . Io mai usato . Un passaggio di solo rame pensavo di farlo anche io e magari ai meloni.
  9. Domanda su meloni anche se è la discussione delle zucche. Per produzione personale ne ho precoci e tardivi da inverno . Continui a dargli acqua sempre ? Io dato che ho messo 4 varietà diverse sia dei precoci che dei tardivi ( almeno sono sicuro che ne mangio per tutta l'estate e oltre pure ) mi ritrovo insieme sia varietà in maturazione che in accrescimento frutto. Dò a tutti circa 3 ore di ala gocciolante e quindi circa 6 litri per intervento alla settimana. Potrei separare e innafiare separatamente i due filari messi a seme e che quindi sono indietro. Il terreno tiene bene l'umidità e la coltura ha coperto abbastanza bene le file. Come ti regoli ? Tieni presente che da me sta facendo caldo assai in questi giorni e che ho anche un pò di danni da peronospora perchè all'inizio avevo già una forte pressione ma trattavo in ritardo. Ora infatti stavo pensando di dare un pò di rame e zolfo che come carenza potrei starci oppure cabrio duo che è a 3 gg. Ultimo trattamento ho fatto sercadis e enervin duo . Si due dimetomorf di fila non sono il massimo per cui volevo dare rame e zolfo se però trovo un rame a 10 gg massimo
  10. Perchè dovresti regolare la profondità con la molla ? Il fatto di non affondare troppo nei terreni soffici dipende dal mezzo che hai , dalla sua gommatura e dalla velocità di avanzamento nonchè dai residui colturali che non ti fanno defluire bene il terreno. Mi sembra che la 300S è quella che aveva prima un mio compaesano e che la usava in combinata ad un minivibro anteriore. Poi è passato ad una idraulica simile a quella di @Fabio Colacicco . ( a proposito non mi sono dimenticato delle foto solo che ora la macchina la ha in una rimessa fuori paese e lo devo beccare lì per fare le foto bene ) Per la profondità la si regola bene dal telaio , poi è il resto che la fa lavorare in modo omogeneo. Ad esempio io ho la sfoggia quasi come quella in foto sopra però le molle non le ho ancora irrigidite perchè se becco terreno umido o residui colturali preferisco che si ssganci un pò e lavori vibrando piuttosto che fissa come un erpice. Potrei irrigidire quelle dietro la ruota che nvece mi sembra fanno fatica sul calpestato
  11. Non mi ricordavo che il folpet fosse a carenza così relativamente breve. Mi ricordavo anche che non fosse così ben accetto dai cantinieri ma evidentemente la cura è comunque meglio del male . E' possibile che anche il rame abbia caenza di 28 giorni ? Quello che ho in casa ( tribase se non mi ricordo male ) è a 28 giorni . Non so se dargliela una passata la settimana prossima
  12. Era solo un modo di dire. Personalmente non prenderei mai i 25 k garantiti dal governo anche perchè di fatto o sono troppo pochi o sono inutili per l'attività ed è un prestito. A meno che non si voglia fare un acquisto e si voglia risparmiare sulle rate. Le poverine sono assetate a ben vedere ma almeno le mie passeranno ferragosto all'asciutto. Caso mai sto vedendo che si sta colorando un pò troppo in fretta la nera. Avevo della bianca da tavola pronta per consolarmi a ferragosto ma se ne è andata via con uno sconosciuto che a quanto pare conosce la mia vigna tanto quanto me . Anzi anche più di me perchè la nera leggermente indietro chesto tagliando ora lui non se la è presa. Non è tanto l'uva ma è tutto quello che mi sono dovuto sentir dire dalla mia ragazza...
  13. Bravo allora. A mano si perchè levi solo quello che ti disturba e che impedisce di asciugare. Ma il folpet non è lungo come carenza ? Cosa intendi per prezziario ? I prezzi delle lavorazioni alcune province li tabellano ma sono comunque indicativi e non vincolanti. I costi dei prodotti per i trattamenti dipendono dal tuo portafoglio e dalla tua naturale inclinazione all'allevamento della vite che va dallo stile nature, chimico-talebano, biologico new age , o cosciente di quel che serve e che si ha tra le mani come dice spesso CBO. Direi che forse l'ultimo è forse l'atteggiamento più bilanciato ma che ti obbliga ad una presenza costante e attenta ne vigneto. Poi per il resto vedi un pò cosa fa il socio di maggioranza, se ha voglia di giocare a giove pluvio o novello apollo. Sooprattutto in certe zone fa dei brutti scherzi . Non ti so dire se i varietali e il tipo di impianto incidono sulla scelta dei prodotti. Forse il varietale per un eventuale antibotritico che ad esempio io non faccio mai perchè per me non riece a coprire fino a vendemmia , fatto a giugno quando inizia a chiudere il grappolo. Fatto dopo con i varietali che ho io non serve.
  14. Se tanto mi da tanto , con l'acqua che ha fatto da lui riparte alla grande in una settimana massimo dieci giorni. Se lasci le femminelle infette alla fine le foglie apicali le perde comunque tanto vale cimare senza esagerare e poi untrattamento magari che ti copre anche la nuova vegetazione che tanto riparte. Caso mai @ALAN.F ma come hai cimato ?
  15. 20 contagiati solo oggi. Due i mini focolai . Uno a carloforte e uno in una località del nord sardegna. Entrambi relativi a serate danzanti in discoteche e/o turisti in arrivo o di ritorno. Il problema diventa importane quuando i contagiati si ritrovano obbligati a proseguire le loro "vacanze" in loco e nelle strutture ricettive che ovviamente non sono tutte attrezzate per contenere contagiati covid . A parte quello che potrebbero pensare gli altri alloggiati. In quanto ad assistenza la regione sardegna è un tantino latitante . Vedremo come ce la caveremo però per il momento stop nuovamente a discoteche anche all'aperto e sagre e feste paesane. Il ferragosto lo passiamo e alla fine forse forse è meglio passarlo in spiaggia....
×
×
  • Create New...