Jump to content

lupomar

Members
  • Content Count

    8
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About lupomar

  • Rank
    Utente Tractorum.it
  1. Per la cronaca, dopo qualche contrattazione e protesta, alla CIA mi fanno la tessera "minima" per 40 euro. Visto che l'affittuario si è appoggiato lì, farò la tessera da loro, se qualcuno sa sei prezzi che fanno le altre associazioni, per piacere le condivida.
  2. Mi sono iscritto da poco e chiedo scusa... non mi ero ancora presentato. Da pochi mesi ho acquistato un terreno a Vicenza, lo coltiva un coltivatore diretto, io non posso esserlo ma in futuro... si vedrà... Complimenti per il forum veramente ricco di informazioni.
  3. Grazie ad entrambi per le risposte. Penso purtroppo che Eno2005 abbia ragione. Mi toccherà fare la tessera, almeno ogni anno che registro il contratto. Qualcuno mi sa dare qualche indicazione sui costi?
  4. Buonasera a tutti, Ho da poco acquistato un terreno agricolo, il terreno era già affittato in precedenza anche se il contratto era già scaduto, ma non rinnovato proprio perché il proprietario voleva procedere alla vendita. Adesso che finalmente ho concluso l'acquisto, l'affittuario, coltivatore diretto, si è recato alla CIA per farsi preparare il contratto. Siccome il coltivatore vuole arrivare fino al 2020 per capire come poi cambieranno i contributi PAC, facciamo un contratto con scadenza a meno di 3 anni, quindi in deroga ai 15 anni come previsto dall'Art. 45 L 203/1982. Fin qui tutto bene, però lui è associato CIA e io, proprietario del terreno, non essendo coltivatore diretto, non sono associato a nessuna organizzazione. La CIA pretende che mi associ e paghi ogni anno la tessera. E' loro diritto chiederlo? Proprio non posso evitare di associarmi? Quanto costa la tessera minima? L'affitto annuale è di importo veramente irrisorio e già le tasse sono un furto. E' possibile associarsi ad altra organizzazione meno costosa? Grazie per i consigli
  5. Sì gliel'ho chiesto. La domanda l'avevano fatta anni fa quando c'era un regolare contratto d'affitto. Da alcuni anni non è stato più rinnovato l'affitto e i titoli sono stati persi. A questo punto capisco che dovremo aspettare il 2020.
  6. Ho chiamato il CAA, mi confermano che il termine per dimostrare la conduzione del terreno rimane il 15 maggio. Però mi dicono che la domanda la possono fare solo i nuovi coltivatori, se uno lo è già deve comprare i diritti sul mercato. Torna anche a voi?
  7. Grazie jd3130 e Brilan, per le risposte. Stiamo parlando di un terreno nel Comune di Vicenza. Benché in alcune particelle è scritto irruguo, non ha né pozzo né impianto. In questo momento è coltivato a frumento, dopo l'estate mi ha detto il coltivatore diretto che lo sta coltivando che mettrà grano. Poi soia. Normalmente le tre coltivazioni che si susseguono sono queste con qualche pausa o intermezzo. I pac c'erano ma erano stati fatti scadere. Ho chiamato il prossimo affittuario concordavamo di fare un contratto di 4-5 anni. Da concordare è l'affitto. Un altra cosa, ho visto che i Pac si chiedono a maggio, facciamo ancora in tempo?
  8. Ciao a tutti, Ho da poco acquistato un terreno agricolo di 1,5 ettari circa, in pianura molto vicino alla città. E' vicino ad altre proprietà e potrebbe venirmi utile in un futuro comunque sicuramente non prossimo, passeranno sicuramente parecchi anni. Nel frattempo vorrei affittarlo, almeno per tenerlo in ordine, in questo momento è seminato a frumento, quasi pronto per il taglio. Se affitto a coltivatore diretto, lui potrà godere dei contributi PAC, Greening e dei litri di gasolio? Di che importo totale annuo parliamo? Serve un contratto di affitto particolare e soprattutto che durata deve avere? Grazie mille per le risposte :n2mu:
×
×
  • Create New...