Jump to content

Furio

Members
  • Content Count

    92
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

43 Excellent

About Furio

  • Rank
    Utente Tractorum.it

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Mai successo niente del genere, ne all'inversore che al cambio, nonostante l'uso che ne faccio su terreni a forte inclinazione. Anzi, sono contento per la sincronizzazione dell'inversore e la precisione degli innesti delle marce, anche se non proprio morbide da inserire.
  2. Per mia esperienza è esattamente il contrario: il conce giallo/verde dopo che avevo fatto venti capottamenti per rottura dell'impianto idraulico (io mi sono salvato lanciandomi) ha detto in buona sostanza che era normale, perchè le mie 1000 ore erano di uso gravoso ed equivalevano a 5000! No comment! Al contrario il mio conce del nuovo Carraro è sempre disponibile e preparato. Le nostre impressioni credo dipendano esclusivamente dai concessionari ai quali ci rivolgiamo.
  3. E tira su quel rollbar!!! Ciao e buon lavoro!
  4. Io lo uso sul Carraro. Il piatto è rigido, le tre lame lavorano su uno stesso piano. L'altezza di taglio è controllata dagli spessori che si montano sui supporti delle 4 ruotine, se il terreno è molto sconnesso può capitare di lasciare dell'erba più alta o di toccare con le lame la terra. Ho montato anche un rullo centrale per evitare appunto questo problema. Se il terreno è molto sconnesso uso la trincia , ovviamente trainata.
  5. Sempre che si riesca a licenziarlo, con i tempi di m che corrono qui in italia
  6. Ho fatto delle prove la prima volta in retro, per vedere quanta trazione avevo, poi ho cominciato a lavorare in discesa con la massima pendenza e risalivo sempre sulla carrareccia a fianco al campo che in cima è ancora più pendente, ma andavo su a muso avanti con la trincia poco alzata, il davanti si alleggerisce ma senza problemi di trazione, arrivato in cime giù di nuovo.
  7. Le foto non rendono mai, comunque ognuno ha le sue croci
  8. Rettifico, ho misurato nel campo più ripido che ho, dove scendo con il Carraro e la trincia da 180 cm di larghezza: nei tratti di massima pendenza la media è del 71% di pendenza, pari a 32% circa. Quest'autunno avevo fatto pulizia e avevo tagliato diversi alberi e arbusti i cui rami erano sparpagliati a terra, ma con terreno asciutto, sono sceso in terza e quarta superridotta (dovevo dargli il tempo di macinare bene) senza mai slittare a valle neanche di 50 cm. Non credo ci sia ancora molto margine, però, al massimo 3 o 4 gradi.
  9. Confermo i 40 °, ovviamente solo a scendere con trincia in funzione e trattore su linee di massima pendenza. Comunque appena posso misuro con livella e documento con foto.
  10. Certo che può succedere, ma se l'attrezzo è a 10 cm da terra ai alzerà il muso circa di altrettanto, senza guai seri. Per quanto riguarda la posizione della trincia in fase di lavoro, il rullo deve essere sempre poggiato, allungando o accorciando il terzo punto rispettivamente alzerai o abbasserai il rotore per non fargli grattare il terreno. In alcune trincie anche l'altezza del rullo è regolabile tramite fori per i bulloni di fissaggio, onde permettere di farla lavorare più o meno orizzontale. Quando sei in fase di lavoro puoi fare curve ampie, ma se dovrai girare stretto sarà necessario sol
  11. Taglio erba e trincio abitualmente nella mia proprietà (oltre a fare altri lavori) in pendenze che in alcuni punti arrivano a 40 gradi, nella maggioranza intorno ai 20/30 gradi. Mi sono fatto molta esperienza, ho preso anche qualche spavento, ma sempre controllando la situazione: questo è il punto, tastare la situazione per capire quanto margine di sicurezza hai, inteso come trazione, stabilità, possibilità di manovra, anche in emergenza se necessario, perchè un mezzo si può sempre guastare all'improvviso (ho già raccontato in altra sezione del mio incidente occorsomi l'anno scorso).
  12. Difficile spiegare e insegnare su un forum cosa si deve e non si deve fare e come si deve fare con un trattore e relativi attrezzi, sebbene tutti ti abbiano dato già preziosi consigli. Oltre al corso sarebbe utile che un esperto trattorista, magari un amico, venisse sul tuo campo e ti desse due "dritte", direttamente con il tuo mezzo : in due orette impareresti tante cose utili, sia a non fare danni che a non farsi male.
  13. Si è , vero, comunque devo riconoscere la serietà del mio, a parte per questo problema anche per la minuziosità con cui ha eseguito il tagliando e i controlli che avevo chiesto di fare (ad esempio mi ha dato più forza al sollevamento che mi sembrava un po' scarso e altre cose), ed infine il mezzo mi è stato riportato a casa lucido come una Ferrari.
  14. Volevo raccontarvi come è finita la storia: il problema era nato perchè il concessionario invece di ordinare un mezzo in fabbrica già configurato ed omologato con tali coperture e carreggiate, si era fatto mandare le stesse e le aveva montate su di un mezzo già disponibile in pronta consegna: per questo motivo tali misure non erano indicate sull'allegato tecnico. In occasione del primo tagliando mi hanno montato dei fanali posteriori aggiuntivi e hanno provveduto a far rifare l'allegato tecnico conforme, che spero di ricevere a breve.
×
×
  • Create New...