Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'case ih'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Tractorum.it
    • Articoli dal Portale
    • News
    • Comunicazioni con lo Staff
    • Presentazione nuovi utenti
    • Manifestazione agricole
    • Iniziativa del mese
  • Macchine agricole
    • Trattori da campo aperto
    • Cingolati
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
    • Macchine Agricole Varie e Componentistica
  • Trattori Specializzati e Macchine Semoventi
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
  • Agrotecnica
    • Attrezzature Agricole
    • Coltivazioni erbacee
    • Coltivazioni arboree
    • Zootecnica
    • Opifici e Macchine per la Trasformazione dei Prodotti Agricoli
    • Bosco e colture boschive
    • Bioenergie
    • Normative agricole
    • Mondo Agricolo
  • Meccanica
    • Tecnica
    • Officina
  • Storia
    • Storia macchine agricole
    • Trattori d'epoca
  • Altro
    • Modellismo
    • Tractor Pulling

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Biografia


Paese o zona di provenienza


Interessi


Occupazione


Ricevi Newsletter


Homepage


Icq


Aim


Yahoo


Msn


Skype

Found 4 results

  1. Nuova serie che viene introdotta sul mercato Italiano, possiamo considerarla un ibrido, in quanto non è semplicemente un T5 Electrocommand in versione rossa, ma una macchina molto diversa che del T5 EC mantiene solo il motore e l'assale anteriore. Infatti il motore è l'FC5 3400 cc, mentre il cambio è un 32 x 32 con 4 gamme, 4 marce sotto carico, e super riduttore di totale derivazione e progettazione ZF, così come il gruppo sollevatore posteriore è di produzione ZF e non CNH. La macchina verrà prodotta a S. Valentin e non a Jesi, ma vediamone meglio le caratteristiche principali. MOTORE FPT, Diesel F5C, 4 cilindri turbo wastegate intercooler, cilindrata 3400 cc. Iniezione elettronica Common Rail. 2 valvole per cilindro. Emissionato Tier 3B (Tier 4A) con sistema DOC-DPF. Silenziatore con scarico a destra sul montante cabina Filtro aria a secco con eiettore polvere. Serbatoio gasolio da 155 litri. Motore compatibile con BioDiesel secondo normativa EN14214 TRASMISSIONE Cambio Semipowershift 32+32 con Powershuttle (marcia economica e superiduttore). Gestione della trasmissione con leva MultiController. Inversore Powershuttle con comando sul piantone sterzo. Tasto Powerclutch per cambio marcia senza pedale frizione. Riduttori posteriori epicicloidali con semiassi a flange. Bloccaggio differenziale a comando elettroidraulico. Freni a disco in bagno d’olio autoreg. a comando idrostatico. Assale anteriore a doppia trazione con albero di trasmissione coassiale protetto. Angolo di sterzo 60°, oscillazione trasversale max 11°. Innesto doppia trazione a comando elettroidraulico, con possibilità di innesto sotto carico. Differenziali anteriore e posteriore con bloccaggio totale. Sterzo idrostatico con cilindro a doppio effetto. PRESA DI FORZA A 4 velocità, 540/750/1000/1400 gpm. Terminali a 6/21 scanalature. PTO sincronizzata, a richiesta. Innesto elettroidraulico con frizioni multidisco in bagno d’olio. Gestione modulare dell’innesto. Gestione funzioni PTO su consolle in cabina. Comandi da terra su parafanghi, a richiesta. IMPIANTO IDRAULICO Pompa principale, portata max. 60 litri OCLS oppure 100 litri CCLS. 3 o 4 distributori posteriori Bosch a D/E. Attacchi rapidi e vaschette antinquinamento. Fino a 4 distributori ventrali ad azionamento elettrico con joystic. SOLLEVATORE IDRAULICO Sollevatore a controllo elettronico. Comandi da terra su parafanghi per sollevatore elettronico. Attacchi a tre punti di 2° categoria. Bracci con ganci rapidi e stabilizzatori anti scuotimento. AMBIENTE OPERATORE Cabina comfort su piattaforma isolata, con condizionatore. Riscaldamento e ventilazione a velocità regolabile. Sedile deluxe con sospensione meccanica o pneumatica. Strumentazione analogica/digitale per controllo principali funzioni. Cristalli atermici. Lunotto posteriore apribile e finestrini laterali apribili. Pannello trasparente nel tettuccio cabina. Autoradio integrata con ingresso AUX. Specchi esterni standard. A richiesta telescopici. Piantone sterzo registrabile. IMPIANTO ELETTRICO Batteria 12 volts e 132 Ah. Alternatore 120 Ah. Presa di corrente per rimorchio. Impianto luci per omologazione Italia. 2 fari di lavoro anteriori. 2 fari di lavoro posteriori. SUPPORTO E GANCIO TRAINO Supporto zavorre con gancio (kg 115). Gancio di traino tipo C, e slitta scorrevole. Prezzo di listino di un 115 U PRO: sui 72.000 € + iva (sconto andate dal 25 a poco meno del 30 %). a cui si può aggiungere: Pacchetto power che costa 3200 € + iva che comprende: 4 distributori posteriori di cui: 2 a comando elettrico e 2 a comando meccanico Pompa a centro chiuso da 100 litri/minuto Sistema di gestione dei giri motore Fari di lavoro aggiuntivi Pulsante PTO e terzo punto idraulico sui parafanghi Radio con bluetooth Sedile passeggero Sedile a sospensione pneumatica Altri optional interessanti (ce ne sono molti altri metto solo quelli più importanti): Cambio con park lock e PTO sincronizzata Frenatura idraulica Frenatura pneumatica Da 2 a 4 distributori ventrali o ad azionamento meccanico o ad azionamento elettrico Sollevatore elettronico anteriore con PTO GOMMATURA Di serie ha questa gommatura: 540/65 r 34 e 440/65 r 24, ma può avere molte altre opzioni: 420/85 r 34 e 320/85 r 24 460/85 r 34 e 360/85 r 24 480/70 r 38 e 380/70 r 28 480/70 r 34 e 380/70 r 24 540/65 r 38 e 480/65 r 24 600/65 r 34 e 480/65 r 24 Quindi anche qui almeno per ora niente Xeo Bib 600/60 r 38 direttamente dalla fabbrica. SCHEDA TECNICA Rispetto al T5 Electrocommand ha: in più: Cabina migliore con comandi migliori Distibutori elettroidraulici Parking optional 4 marce PTO Passo più lungo 2420 mm contro 2380 mm Maggiore personalizzazione Peso: circa 150 kg in più del T5 EC a parità di equipaggiamento. in meno: Manca inspiegabilmente la cabina sospesa tra gli optional Sollevatore alza meno: 4700 kg contro i 5450 kg del T5 Electrocommand, nonostante sembri più massiccio come gruppo sollevatore. PROX settimana Jacopino ordinerà il 115 iper full optional con tutto quello che si potrebbe mettere, vi terrò aggiornati.
  2. CASE IH MAGNUM Dopo le fortunate serie Magnum 7100-7200 e la sua evoluzione denominata 7200 Pro (8900 negli USA) qui potrete trovare la storia di queste gamme, CASE IH nell'agosto del 1998 lancia la sua nuova serie BIG: MAGNUM MX Magnum MX prima serie Prodotta dal 1999 al 2002 La nuova serie Magnum si differenzia principalmente dalla precedente per l'introduzione di un distanziale da 60 cm tra cambio e motore per abbassare e allungare il muso in modo che avesse una forma più simile alla serie 8000 JD, introdotta nel 1994. Altra grande novità è l'introduzione della nuova cabina: Surveyor cab dotata di 5 montanti con unica porta a sinistra, ampia superfice vetrata che consente un'ottima visibilità, e nuovo bracciolo multicontroller dove sono riuniti tutti i comandi principali: cambio, accelleratore, distributori elettroidraulici, DT, bloccaggio differenziale, sollevatore, PTO, ecc. Singolare il comando del acceleratore a mano che implementa i pulsanti del cambio, mentre l'inversore è posizionato a sinistra del volante, tale configurazione (molto amata dagli utilizzatori statunitensi) rimarrà anche sulle successive evoluzioni della serie Magnum. La trasmissione è un Full power Shift 18x4 (con superiduttore 23x6) denominato UltraCommand di costruzione CASE IH. La gamma era composta dai seguenti modelli (potenza massima ECE R24) MX 180 (204 cv) MX 200 (220 cv) MX 220 (243 cv) MX 240 (271 cv) MX 270 (306 cv) Motore Il motori montati sono Cummins (alesaggio per corsa: 114x135) 8268 cc, 6 cilindri, i modelli 180, 200 e 220 dotati di pompa iniezione Bosch P3000 e 2 valvole per cilindro, mentre i modelli 240 e 270 dotati di 4 valvole per cilindro e di un controllo di iniezione del carburante CAPS completamente elettronico ad alta pressione (1100 bar), tutti i motori sovralimentati tramite turbo con waste-gate e intercooler aria-aria. Tutti i motori dotati di una riserva di coppia di oltre il 40 % (44 % su MX 270) e potenza extra di oltre 10 % rispetto alla potenza a regime nominale. Serbatoio combustibile: 605 litri. Cambio E' disponibile un'unica trasmissione Full Power Shift integrale 18x4, e optional disponibile il super riduttore 5x2, tutte dotate dell’esclusiva frizione centrale Master Clutch, 9 dischi da 30 cm. La frizione multidisco principale in bagno d’olio è stata progettata per proteggere la trasmissione e assicurare un’erogazione graduale della potenza. Fino a 54,5 l/min di olio fluiscono attraverso la trasmissione raffreddandola continuamente ed eliminando praticamente ogni problema di attrito e di accumulo di calore. Gli ingranaggi della trasmissione sono al disopra del livello dell’olio nella trasmissione, ma tutti i cuscinetti sono dotati di lubrificazione forzata interna. Ciò garantisce una lubrificazione completa dei componenti, con un’efficienza notevolmente maggiore rispetto a quella offerta dagli ingranaggi in bagno d’olio. Di serie sono presenti gli automatismi del cambio automatico Auto Shift: • Auto Field • Auto Road AUTOROAD: L’operatore seleziona una qualsiasi marcia dalla prima alla dodicesima in funzione dell’applicazione svolta. Una volta impostata la posizione dell’acceleratore, per inserire l’automatismo è sufficiente premere il pulsante del cambio automatico Auto Shift. A questo punto, la trasmissione effettuerà il cambio di marcia automatico in funzione dell’impostazione dell’acceleratore, del numero di giri del motore e del carico del motore. AUTOFIELD: La trasmissione effettua automaticamente il passaggio a una marcia compresa tra la tredicesima e la diciottesima senza che l’operatore debba disinnestare la frizione o si debba preoccupare di innestare la marcia più idonea dopo la sosta a un incrocio. Per inserire l’automatismo è sufficiente premere il pulsante Auto Shift. Nell’automatismo Auto Trasport è infatti incorporata la funzione dell’adeguamento automatico del regime del motore alla velocità della macchina. Sollevatore La serie MX è dotata di sollevatore a controllo elettronico (EDC) con controllo di posizione e sforzo, misto, flottante, riduzione delle oscillazioni in trasferimenti stradali regolabile, e radar antislittamento. Capacità di sollevamento 9126 kg per i modelli 200, 220 e 240, mentre sul top gamma la capacità di sollevamento arriva a 10203 kg. Anteriore, a richiesta, doppio effetto con capacità di sollevamento di 4290 kg per tutti i modelli e PTO a 1000 giri, mentre per l'assale supersteer è disponibile il sollevatore anteriore con capacità di 4255 kg. La serie MX monta il controllo dinamico DRC che permette di attutire i movimenti degli attrezzi montati sul sollevatore posteriore durante il trasferimento su strada, migliorando la sicurezza del trasporto e il comfort dell’operatore. Assali, freni e differenziali Assale posteriore con bloccaggio del differenziale ad innesto elettroidraulico, freni a disco autoregolanti e autoregistranti in bagno d'olio con comando idrostatico, è presente di serie l'assale posteriore con Bar Axle. Assale anteriore con bloccaggio differenziale 100 %. Inserimento automatico della trazione anteriore in frenata, doppia trazione coassiale ad innesto elettroidraulico, idroguida con 2 cilindri di sterzo a doppio effetto e pompa indipendente. Circuito idraulico e PTO Circuito idraulico composto da pompa a circuito chiuso con sensore di carico e portata variabile di 146 litri minuto, pressione di 202 bar. L’inserimento della PTO è comandato da un’apposita frizione multidisco in bagno d’olio. Il sistema automatico. Le velocità di PTO disponibili sono: 540/1000 per MX 180, 200 e 220, solo 1000 giri per i due modelli maggiori. Disponibili da 3 a 5 distributori ausiliari a controllo elettrico e regolazione della mandata dell’olio idraulico e temporizzatore. Cabina Con questa serie viene introdotta la nuova cabina Cab Survivor 5 montanti che fissa nuovi standard qualitativi sia per spazio interno che per ergonomia dei comandi. Il livello fonometrico è di 74 db, montata su silent block riscaldata e ventilata con climatizzatore automatico, sedile a sospensione pneumatica Optima dotato di un sensore "Positive Response" che automaticamente rileva e regola il livello di ammortizzazione richiesto. A seconda del tipo di terreno, lo smorzatore viene regolato automaticamente attraverso l’utilizzo di un fluido magnetico speciale. La viscosità del fluido può essere modificata nel giro di qualche millisecondo, modificando così anche il livello di ammortizzazione. Il sedile Optima è disponibile in due versioni “Deluxe” (rivestimento in tessuto) e “Luxury” (rivestimento in pelle) offre una serie completa di registrazioni: rigidità, sostegno lombare, smorzamento, rotazione, angolazione dello schienale, altezza e inclinazione del bracciolo sinistro e riscaldamento di serie del sedile è regolabile. Strumentazione digitale disposta sul montate anteriore destro della cabina, comprende tutte le informazioni più importanti: livello carburante, temperatura liquido raffreddamento, pressione olio, velocità, marcia innestata, giri motore. Oltre ad avere il computer di bordo dove vengono riportate molte informazioni importanti: consumo istantaneo, slittamento, potenza erogata, area lavorata ecc. Il sistema di controllo automatico della DT e dei differenziali che permette di disattivare in funzione di diversi paramentri: velocità (superiore ai 16 km/h), e posizione sollevatore, e freni. Pneumatici disponibili dalla fabbrica: 540/65R34 / 650/85R38 600/65R28 / 710/70R38 600/70R30 / 710/70R42 Immagini: Magnum MX seconda serie Prodotta dal 2002 al 2005 Alla fine del 2002 (in contemporanea con l'uscita della serie TG) Case IH rinnova la propria gamma, piccoli miglioramenti interni, aggiornamento dei motori alle normative TIER II con leggero incremento di potenza. Potenza massima ECE R24 MX 210: 213 cv motore 8300 cc iniezione Bosch P3000 (non importato in Italia) MX 230: 250 cv motore 8300 cc iniezione Bosch P3000 MX 255: 286 cv motore 8300 cc iniezione CAPS MX 285: 315 cv motore 8300 cc iniezione CAPS Altra grande novità introdotta con questa serie è l'assale anteriore ammortizzato di origine DANA, con doppio pistone, dotata di una corsa di 112 mm e un’oscillazione di 6°, questo assale assorbe idraulicamente gli urti e i contraccolpi per garantire la massima fluidità di guida, disattivabile tramite un tasto in cabina. Altra novità è l'introduzione disponibile come optional il sistema Constant Engine Speed tramite 2 pulsanti si può preimpostare il regime massimo del motore e di mantenerlo costante in determinate applicazioni (es. PTO) oppure per ridurre i consumi. Pneumatici disponibili dalla fabbrica: 540/65R34 / 650/85R38 600/65R28 / 710/70R38 600/70R30 / 710/70R42 600/70R30 / 800/70R38 600/65R28 / 900/50R42 Estratti del depliant del 03/03: Magnum terza serie Prodotta dal 2006 al 2008 All'EIMA 2005 CASE-IH presenta un'ulteriore l’evoluzione della Magnum, sparisce la scritta MX, rimane solo Magnum unita al numero che indica la potenza nominale del motore, con l'occasione vengono introdotti i nuovi motori che rispettano le emissioni TIER IIIA, anche il mastodontico Cummins 9 litri che equipaggia il modello top di gamma (310). New Magnum series La nuova gamma è composta dai seguenti modelli (potenza massima ISO): Magnum 250 285 cv Cummins 8300 cc, turbo intercooler, iniezione Common Rail Magnum 280 313 cv Cummins 8300 cc, turbo intercooler, iniezione Common Rail Magnum 310 345 cv Cummins 9000 cc, turbo intercooler, iniezione Common Rail Negli Stati Uniti è disponibile anche il modello 225 con 240 cv di potenza massima, ma non è importato in Europa. Nuovi motori TIER IIIA Il nuovi motori montati sono emissionati TIER IIIA Cummins (alesaggio per corsa: 114x135) 8268 cc, 6 cilindri, 4 valvole per cilindro, tutti dotati di pompa a due pistoni per alimentare il Common Rail Bosch che eroga carburante ad alta pressione agli elettroiniettori per garantire un’iniezione elettronica e il dosaggio. Questo sistema di iniezione controlla il flusso di iniezione pressione e indipendentemente dalla velocità. Ciò consente l'iniezione di carburante ad alta pressione anche a basse velocità e di regolare la fasatura di iniezione in base a tempertura, velocità, ecc, corrispondente con controllo di iniezione del carburante completamente elettronico. Tutti i motori sono sovralimentati tramite turbo con waste-gate e intercooler aria-aria, dotati di una riserva di coppia di oltre il 45 % e potenza extra di oltre 10 % rispetto alla potenza a regime nominale. L'introduzione del nuovo TOP gamma: Magnum 310 (345cv di potenza massima ISO), il motore in questo caso non è più il Cummins 8300 cc, ma il 9000 cc che deriva direttamente dal 8300 cc ma con corsa maggiorata da 135 a 146 mm, sempre 4 valvole per cilindro, common rail, turbo intercooler. La capacità del serbatoio combustibile passa da 605 a 682 litri per tutti i modelli. Con l’introduzione del nuovo Top di gamma Magnum 310 vi è stato un aggiornamento nella trasmissione per migliorare il cambio gamma. Inoltre ora la sovra moltiplicazione si trova ora sul lato di ingresso della trasmissione consentendo l’opzione dei 50 km/h (in Italia 40 km/h a regime ridotto). Con la nuova trasmissione dotata di superiduttore non c’è più bisogno di eseguire la preselezione (con trattore fermo), le gamme ridotte sono integrate nella normale gamma. L’ammiraglia Magnum 310 utilizza un nuovo gruppo di ingranaggi conici per applicazioni pesanti, la larghezza degli ingranaggi è stata aumentata di 6 mm sulla corona dentata e sul pignone per aumentare la distribuzione del carico sulla catena cinematica. Inoltre, sono state apportate delle modifiche ai cuscinetti per aumentare la regolarità del contatto. Le trasmissioni disponibili sulla serie Magnum sono le seguenti: 18 x 4 19 x 4 con marcia economica per i 40 km/h a regime ridotto 23 x 6 con superiduttore Tabella velocità trasmissione 23 x 6: Nella nuova serie è stata incrementata anche la potenza dell’impianto idraulico grazie all’adozione di una pompa a centro chiuso con sensore di carico (CCLS), che è di serie su tutti i modelli e ha una portata di 166 litri al minuto. Magnum 310 Cabina migliorata con nuovi comandi Altra novità l'introduzione del Headland Management Control per la gestione elettronica delle svolte a fine campo è facile da azionare e permette di registrare in sequenza diverse funzioni: incremento/ scalamento delle marce, regime del motore, azionamento dei distributori idraulici ausiliari, sollevamento/abbassamento del sollevatore, inserimento/disinserimento della doppia trazione e del bloccaggio del differenziale. Per svolgere automaticamente tutte le funzioni alla capezzagna è sufficiente premere un solo pulsante.
  3. Questa nuova discussione per parlare della mitica raccolta del grano negli Stati Uniti. Raccolta che dura mesi e che vede colonne di mietitrebbie (e relativi mezzi per la logistica) partire dagli stati del sud per salire via via fino al nord. Abbiamo il nostro Amico Miky6920S che vi ha partecipato, quindi attendiamo il suo contributo. Ritengo che per ogni Appassionato di meccanica agraria la "stagione dei raccolti" negli Usa possa impersonare il massimo della soddisfazione ed appagamento. Vedere queste colonne di mezzi solcare le strade americane "alla caccia del cliente" per mesi, camion trasporti eccezionali come da noi mai si vedranno, barre di taglio tipo macdon a tappeti da 12 metri etc etc. Allego alcuni filmati che ritengo molto belli: Ecco il sito del Contoterzista in oggetto: Johnson Harvesting Inc.
  4. Case IH SERIE JX Nel 2002 New Holland decide di pensionare la mitica serie 66 ed introduce la serie TDD. Nello stesso anno viene introdotta sul mercato anche la serie omologa Rossa Case IH JX ( ma con due versioni con motore 3 cilindri non importate in Italia). Trattore molto economico da 55 a 95 cv, per le piccole aziende, o per chi vuole un trattore tutto fare e spendere il meno possibile. In Italia ha avuto un ottimo successo di vendite, sia tra gli agricoltori con piccole e medie aziende che magari l'hanno comprato per cambiare un trattore più vecchio con molte ore (tipico esempio il Fiat 640) e volevano un trattore semplice e dalla meccanica collaudata, oppure anche aziende più grandi per farlo utilizzare anche a operai non troppo specializzati. Oltre al buon successo di vendite non sono mancate le critiche, sull'utilità nel ventunesimo secolo di continuare a mettere in vendita un trattore con: cabina con 86 db di livello fonometrico e pedali non sospesi, riduttori posteriori a cascata, praticamente un trattore di quasi trenta anni fa ma venduto a un prezzo si vero più basso di un TL ma comunque non certo regalato. Questa nuova serie utilizza la stessa componentistica di base della serie 66 (motore, cambio, assali ecc), la grande novità è la possibilità di avere la cabina su piattaforma (disponibile anche con aria condizionata optional) installata direttamente in fabbrica, mentre sulla serie 66 non era disponibile e andava acquistata in aftermarket. Tutti i modelli disponibili sia in versione telaiata che cabinata, e sia ST che DT. La prima serie è stata in produzione dal 2002 al 2004 era composta da 5 modelli: JX 55: motore Iveco 8000, 2710 cc (100x115) 3 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 58 cv a 2500 giri/min. (Non importato in Italia). JX 65: motore Iveco 8000, 2930 cc (104x115) 3 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 64 cv a 2500 giri/min. (Non importato in Italia). JX 75: motore Iveco 8000, 3613 cc (100x115) 4 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 74 cv a 2500 giri/min. JX 85: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 85 cv a 2500 giri/min. JX 95: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri turbo potenza massima (ISO) 98 cv a 2500 giri/min. Dal 2004 spariscono i modelli più piccoli, compreso il motore 4 cilindri 3613 cc, viene introdotto il 2930 turbo e nei 4 cilindri rimane solo il 3908 con i seguenti modelli: JX 70: motore Iveco 8000, 2930 cc (104x115) 3 cilindri turbo potenza massima (ISO) 69 cv a 2500 giri/min. JX 80: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 80 cv a 2500 giri/min. JX 90: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri turbo potenza massima (ISO) 89 cv a 2500 giri/min. JX 95: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri turbo potenza massima (ISO) 94 cv a 2500 giri/min. Serbatoio combustibile: 90 litri, serbatoio aggiuntivo optional da 40 litri. Trasmissioni Disponibile un unico tipo di trasmissione: Cambio Syncro Shuttle 12+12: (4 marce e 3 gamme), inversore sincronizzato meccanico con leva posizionata a sinistra. Velocità versione 30 km/h: 1,4-30 km/h, velocità versione 40 km/h: 1,5-40 km/h. La trasmissione ha la lubrificazione forzata, dotata di frizione a secco da 12" (305 mm), mentre la frizione della presa di forza è totalmente indipendente da 12"(305 mm) cerametallic. Sollevatore Il sollevatore è disponibile solamente a controllo meccanico (MDC) con dispositivo di alzata velocizzata (lift-o-matic), con controllo di posizione e sforzo, misto, flottante. Capacità di sollevamento 3565 kg per tutti i modelli. Assali, freni e differenziali Assale posteriore con riduttori a cascata, bloccaggio del differenziale ad innesto meccanico, freni a disco autoregolanti e autoregistranti in bagno d'olio. Assale anteriore fisso con angolo di sterzo a 50° e limitatore di slittamento. Inserimento automatico della trazione anteriore in frenata, doppia trazione coassiale ad innesto elettroidraulico, idroguida con 2 cilindri di sterzo a doppio effetto, optional i parafanghi anteriori. Circuito idraulico e PTO Circuito a centro aperto con pompa da 61 litri minuto con una pressione di 190 bar; e una pompa servizi con portata di 26,5 litri minuto. Le velocità di PTO disponibili sono: 540/750, optional la PTO sincronizzata al cambio, non è disponibile al PTO a 1000 giri. La cabina a 6 montanti con livello fonometrico di 86 db montata su silent block, riscaldata e ventilata (l'aria condizionata è optional), sedile a sospensione meccanica con cinture di sicurezza, non disponibile sospensione pneumatica. Alla fine del 2006 viene lanciata la seconda serie dei TDD denominata TDD Plus, con molteplici aggiornamenti, e anche la gamma JX viene aggiornata. Altra importante novità è rappresentata dal fatto che da questo momento in poi i trattori vengono assemblati non più in Turchia ma a Jesi, c'è da precisare che il cambio e la cabina arrivano a Jesi già assemblati dalla Turchia, ma il resto della macchina è totalmente assemblata in Italia. Nella nuova gamma JX i motori rimangono invariati come nella produzione TDD dal 2004 al 2006: JX 70: motore Iveco 8000, 2930 cc (104x115) 3 cilindri turbo potenza massima (ISO) 69 cv a 2500 giri/min. JX 80: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri aspirato potenza massima (ISO) 80 cv a 2500 giri/min. JX 90: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri turbo potenza massima (ISO) 89 cv a 2500 giri/min. JX 95: motore Iveco 8000, 3908 cc (104x115) 4 cilindri turbo potenza massima (ISO) 94 cv a 2500 giri/min. Ecco i principali aggiornamenti a livello di cabina e comandi. Vengono montati i pedali sospesi: Pedali JX prima serie: Pedali JX seconda serie: Nuovi comandi: Riduzione sforzo attuazione freni: -29%. Riduzione sforzo pedale frizione: -25%. Riduzione sforzo inversore: -16%. Rumorosità all'interno della cabina: 80 dB (prima era 86 db). Nuova posizione LIFT-O-MATIC JX prima serie: JX seconda serie: Leve inserimento cambio modificate. Tasca porta oggetti. Leva inserimento PTO modificata: JX prima serie: JX seconda serie: Opzione 4 distributore, prima erano disponibili al massimo 3 distributori. Oltre al cambio base 12x12 ora è disponibile anche il cambio Syncro Shuttle 20+12, (4 marce e 3 gamme più super riduttore), inversore sincronizzato meccanico con leva posizionata a sinistra. velocità versione 30 km/h: 0,2-30 km/h, velocità versione 40 km/h: 0,2-40 km/h. Alla Fieragricola di Verona (febbraio 2008) viene presentata l'ultima evoluzione della serie TDD, denominata TD5000, (era rimasta l'ultima serie ad avere ancora la vecchia denominazione, e con l'occasione sono state introdotte altre importanti novità, a partire proprio dal motore). E i motori vengono aggiornati anche sulla gamma JX. La gamma oggi è composta da 3 modelli: JX 70 (identico ai precedenti JX 70 che rimarrà in produzione fino a fine anno). JX 80 (identico ai precedenti JX 80 che rimarrà in produzione fino a fine anno). JX 90 (nuovo motore NEF) JX 95 (nuovo motore NEF) Nei due modelli maggiori i gloriosi Iveco serie 8000 lasciano il posto ai più moderni ed ecologici NEF emissionati TIER IIIA. Viene montato lo stesso motore della serie JXU, in particolare il 4 cilindri 4485 cc (alesaggio per corsa: 104x132), 8 valvole, dotati di pompa di iniezione rotativa Bosch VE. Tutti sovralimentati, con turbo intercooler e valvola Waste-Gate dotati di un sistema di ricircolo dei gas di scarico ERG interno e intercooler, cambio olio ogni 600 ore. Con l'introduzione dei motir NEF c'è stato anche un sostanziale incremento di coppia e riserva di coppia: JX 90 (motore Iveco 3908 cc): 320 Nm @ 1500 giri/min, riserva di coppia 33% ---> JX 90 (motore Nef 4500 cc): 375 Nm @ 1300 giri/min, riserva di coppia 50%. JX 95 (motore Iveco 3908 cc): 337 Nm @ 1500 giri/min, riserva di coppia 33% ---> JX 95 (motore Nef 4500 cc): 390 Nm @ 1300 giri/min, riserva di coppia 44%. Ora la PTO sincronizzata è di serie, e nuovo assale anteriore con un singolo cilindro di sterzo. La cabina è stata migliorata: nuove leve del cambio più ergonomiche, nuovo cruscotto con contaore digitale, e nuovo sedile. Dal 2009 i due modelli più piccoli JX 70 e JX 80 cambieranno il motore ed entrambi adotteranno i nuovi FC5 3200 cc 4 cilindri turbo intercooler con ERG interno (Tier IIIA). Pneumatici disponibili dalla fabbrica 2RM: 7.50-18 / 18.4 R30 7.50-18 / 13.6 R38 9.00-16 / 16.9 R34 7.50-20 / 480/70 R34 9.00-16 / 480/70 R34 4RM: 12.4 R24 / 13.6 R38 13.6 R24 / 16.9 R34 360/70 R24 / 480/70 R34 13.6 R24 / 18.4 R34 Domani carico un po' di foto.
×
×
  • Create New...