Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'lamborghini'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Tractorum.it
    • Articoli dal Portale
    • News
    • Comunicazioni con lo Staff
    • Presentazione nuovi utenti
    • Manifestazione agricole
    • Iniziativa del mese
  • Macchine agricole
    • Trattori da campo aperto
    • Cingolati
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
    • Macchine Agricole Varie e Componentistica
  • Trattori Specializzati e Macchine Semoventi
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
  • Agrotecnica
    • Attrezzature Agricole
    • Coltivazioni erbacee
    • Coltivazioni arboree
    • Zootecnica
    • Opifici e Macchine per la Trasformazione dei Prodotti Agricoli
    • Bosco e colture boschive
    • Bioenergie
    • Normative agricole
    • Mondo Agricolo
  • Meccanica
    • Tecnica
    • Officina
  • Storia
    • Storia macchine agricole
    • Trattori d'epoca
  • Altro
    • Modellismo
    • Tractor Pulling

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    Fine


Gruppo


Biografia


Paese o zona di provenienza


Interessi


Occupazione


Ricevi Newsletter


Homepage


Icq


Aim


Yahoo


Msn


Skype

Trovato 11 risultati

  1. SAME LASER³ 140-160 - DEUTZ FAHR AGROTRAC 140-160 - LAMBORGHINI R5 EVO 140-160 Di seguito caratteristiche tecniche della versione Same, ma sappiamo tutti che tra una versione e l'altra cambiano solo i colori dei cofani. MOTORE I nuovi Laser³ 140 e 160 sono equipaggiati con motori da 6 cilindri, 6.000 di cilindrata entrambi equipaggiati con turbocompressore con intercooler e dotati di gestione completamente elettronica dell’alimentazione. Tutti i motori SDF serie 1000 si caratterizzano per l’innovativo sistema a pompe singole per ogni cilindro, inoltre sono stati dotati di tecnologia HRT (Hydraulic Roller Tappets), ovvero un sistema di punterie idrauliche per poter gestire al meglio l’anticipo dell’iniezione di carburante nella camera di combustione (tramite un elettrovalvola che gestisce elettro-idraulicamente l’anticipo dell’iniezione). Il sistema HRT permette, ad esempio all’accensione con olio motore freddo, di alzare leggermente il pompante per una iniezione anticipata. Tutto ciò permette di eliminare la fumosità bianca prodotta dai motori all’accensione in qualsiasi condizione climatica ottimizzandone il rendimento del propulsore sin dall’inizio della giornata di lavoro. CABINA E COMANDI Sul lato destro della macchina si trovano le leve di azionamento della trasmissione, acceleratore manuale con pulsante settaggio regime motore, velocità, gamme ed inversore meccanico; i comandi del sollevatore meccanico e dell’innesto della PTO, i distributori idraulici (4 o 6 prese idrauliche) ed il pedale del bloccaggio meccanico del differenziale. Alla sinistra dell’operatore sono posizionate la leva di inserimento/disinserimento delle quattro ruote motrici ed il freno di stazionamento/emergenza. Il cruscotto è composto da una strumentazione analogica che fornisce all’operatore le informazioni utili durante l’impiego del prodotto, quali: temperatura liquido, giri motore, livello carburante, spie luminose (pressione olio, indicatore direzione, accumulatore, ecc). Completano la zona cruscotto, il devio luci, il pulsante di preriscaldo per gli avviamenti a freddo, il serbatoio livello olio impianto frenante e la chiave di accensione/spegnimento della trattrice ed il gruppo pedali di tipo sospeso. Inoltre, le versioni cabina, sono state dotate di tettuccio ad alta visibilità in grado di ampliare ulteriormente il campo visivo per l’operatore; completano l’allestimento, il nuovo sottotetto in cui trovano posto i comandi dell’impianto di ventilazione interna, i comandi dell’aria condizionata (dove richiesto), l’alloggiamento per l’autoradio, luce di cortesia, orologio digitale e gli alloggiamenti per gli altoparlanti. Oltre a tutte le innovazioni sopra elencate, per quanto riguarda la sicurezza ed il comfort dell’utilizzatore, la versione piattaforma è stata dotata del nuovo arco di sicurezza a due montanti fissi al quale è possibile abbinare un utile tettuccio parasole. TRASMISSIONI La serie Laser³ offre due tipologie di trasmissioni: 24 velocità in marcia avanti e 16 velocità in retromarcia (velocità minima 0,68 km/h con pneumatici 18.4 R38) o 16 + 12 con super riduttore (velocità minima 0,43 km/h con pneumatici 18.4 R38) tutte e due equipaggiate con inversore meccanico a manicotto e velocità massima di 40 km/h. Tabella velocità Tutte le trasmissioni della gamma Laser sono dotate di frizioni in materiale cera metallico con azionamento idrostatico autoregolante a basso carico di innesto. Per quanto riguarda la presa di forza, i modelli Laser³ sono disponibili due velocità, ovvero 540 g/min e 1000 g/min con frizione di innesto/disinnesto indipendente a bagno d’olio. Sul modello Laser³ 160 sono disponibili a richiesta i semi assi posteriori allargabili. IMPIANTO IDRAULICO Gli impianti idraulici della nuova gamma Laser³ Euro III A, come da tradizione SDF, sono dotati di una pompa a centro aperto da 68 l/min. Una ulteriore pompa a centro aperto è dedicata esclusivamente per l’impianto del servo sterzo. Completano l’allestimento idraulico il doppio martinetto idraulico per il servo sterzo, 4 o 6 prese idrauliche posteriori, martinetti idraulici ausiliari per incrementare la capacità di sollevamento massima (fino a 7000 kg) e la frenatura rimorchio idraulica. Inoltre tutti i modelli della nuova gamma Laser³ sono dotati di impianto di frenatura integrale sulle quattro ruote con dischi a bagno d’olio. SCHEDA TECNICA
  2. mnap

    Leva presa di forza Lamborghini R1 55

    Ciao a tutti, premetto che ho un Lamborghini R1 55, purtroppo non ho il manuale d'uso e manutenzione (il trattore l'ho preso usato e non mi è stato consegnato assieme al trattore), vorrei chiedere un chiarimento in merito a come deve stare la leva della frizione della presa di forza quando a trattore acceso e non vi è collegato nessun attrezzo alla presa di forza... ... solitamente lascio suddetta leva in modo che la frizione rimanga tirata (cardano fermo), per una questione di sicurezza operatore (non mi piace l'idea di un albero scanalato in rotazione che potrebbe agganciare qualcosa o qualcuno), ma in questa condizione mi rimane accesa una spia sul cruscotto... ... questa cosa della spia mi lascia un pò perplesso, stò sbagliando qualcosa? dovrei dopo l'avviamento del trattore rilasciare la leva della frizione e far andare la presa di forza (spia cruscotto spenta)? grazie
  3. Fabio

    Trattori gruppo SDF

    Ho voluto aprire questo argomento appositamente con il titolo SDF in modo da poter discutere di trattori Deutz Fahr, Lamborghini, Same, Hurlimann. Nella mia zona girano parecchi Deutz Fahr e il contoterzista che nella campagna mais mi fa lavorare ha solo Deutz. Quest'anno ho lavorato per il 90% con M650.... Sono a vostra disposizione per domande.....
  4. Ciao a tutti, ho da pochi giorni acquistato un Lamborghini R1-55 usato... ho notato però che il tappo del serbatoio del gasolio è senza chiave e non riesco a trovarlo da nessuna parte uno compatibile con la chiave... qualcuno sà dove potrei reperirlo ? grazie Mirco
  5. Sono onorato di essere il primo a parlare di questa serie di trattori. Personalmente, sono in attesa del modello 85 allestimento B. La scelta è stata operata confrontando caratteristiche e prezzi dei modelli presenti sul mercato rlativi alla fascia di potenza in esame e cioè: JD 5720 NH 5040 Landini vision 85 e si anche Fendt 309 (solo fino alla lettura del preventivo) Il primo pur essendo secondo me il concorrente piu agguerrito anche come prezzo, è risultato non essere una buona scelta, per via del fatto che il telaio lo rende qualche cm piu alto degli atri. Il secondo è secondo me il trattore piu simile, ma non ha dalla sua il prezzo finale Il terzo oltre a non essendo piu in produzione (ci sono i nuovi modelli 100 e 105 e non piu 85, 95, 105), non era un buona scelta se non altro per il fatto che bisognava prendere un trattore che giaceva presso quqlche concessionario chissà da quanti mesi se si voleva il vecchio 85, mentre invece il modello 105 senza nessuna certezza sulle date di consegna, non diventava più una macchina molto accessibile come prezzo. Come ripeto alla fine la scelta era rimasta tra Same e NH e il miglior compromesso è arrivato dal Same che comporta un investimento meno oneroso, pur offrendo una macchina che complessivamente non ha nulla da invidiare al pari potenza NH. Primi fra tutti il motore Deutz e l'impiantistica Bosh.
  6. Derivata dal Titan 190, negli anni ha subito varie evoluzioni: passaggio da motore Same 6000 cc a motore Deutz 7150 cc, assale anteriore ammortizzato, cabina ammortizzata, ma il cambio era rimasto praticamente sempre il solito del Titan un semi PS con 3 gamme e 9 marce sotto carico, e inversore meccanico elettroattuato che quando è stato presentato a metà degli anni 90 era una trasmissione all'avanguardia, ma che oggi evidenziava tutti i suoi limiti soprattutto per quanto riguarda la lentezza e la scarsa progressività dell'inversore che spesso costringevano l'operatore a utilizzare comunque la frizione per ridurre il ritardo di risposta dell'inversore soprattutto quando il cambio di direzione veniva fatto a velocità superiori ai 5 km/h. Nella nuova serie (presentata all'EIMA 2008) sono state introdotte molte novità e miglioramenti, che permettono di risolvere molti dei difetti che aveva questa (seppur ottima) macchina a partire appunto dal cambio. Ho lavorato con l'R7 200 del mio terzista gommato 540 e 650 con sollevatore anteriore e zavorra da 10 q.li. La macchina aveva un'ottima trazione, buon motore, ma come già scritto prima il cambio era la sua pecca maggiore soprattutto l'inversore. Mentre gli innesti delle marce sono sempre stati un po' bruschi (anche sulle serie precedenti) per evitare un eccessivo consumo delle frizioni. Parliamo ora della nuova serie. Ecco le caratteristiche tecniche principali. MOTORE Il motore installato su IRON³ 210 e omologo grigio è il motore DEUTZ TCD 2013 DCR 6 cilindri, 7146 cm³ di cilindrata, 2 valvole per cilindro e sistema EGR interno (quindi diverso dal motore della serie 900 Fendt che invece monta il turbo a geometria variabile, EGR esterna e 4 valvole per cilindro) potenza massima (ISO) di 220cv e sistema di iniezione ad alta pressione common rail. L’attuazione dell’iniettore avviene attraverso un impulso elettrico: questa soluzione permette di avere alta precisione di iniezione e di regolare le 4 fasi di iniezione in funzione dei parametri di del motore. La caratteristica peculiare del sistema Deutz Common Rail (DCR) è rappresentata dalle due pompe di iniezione immerse che alimentano il rail: questa soluzione presenta il vantaggio di avere, rispetto ai sistemi tradizionali common rail, la lubrificazione delle pompe tramite olio del motore e non tramite gasolio, per cui una maggiore sicurezza ed affidabilità perché la lubrificazione è svincolata dalla qualità del carburante. Inoltre queste pompe sono dotate di un sistema di regolazione della portata che permette di evitare il ricircolo del gasolio al serbatoio con minori perdite di carico e minor riscaldamento del carburante. Il ricircolo avviene direttamente nella camera di scoppio: una camme dedicata durante la fase di aspirazione lascia leggermente aperta la valvola di scarico in modo che parte dei gas di scarico ritornino all’interno del cilindro e vengano miscelati insieme all’aria da aspirazione (sistema molto simile ai NEF). TRASMISSIONE La trasmissione è stata aggiornata nei seguenti reparti: -nuovo sistema di travaso dell’olio tra le scatole cambio -nuovo sistema di freno di stazionamento -nuovi freni posteriori con recupero automatico dei giochi Sistema di travaso: La nuova pompa di travaso garantisce una lubrificazione sempre costante e omogenea. Sia dal punto di vista idraulico che elettronico, la trasmissione è stata ottimizzata per garantire cambi gamma più veloci (innesti più rapidi del 20%) e annullare anche le minime perdite che si avevano durante le fasi di lubrificazione e di utilizzo dell’impianto idraulico. L’elettronica è stata rivista e aggiornata allo stato dell’arte con 2 centraline HPLP Bosch più potenti, veloci e dedicate al controllo delle diverse funzioni del trattore. Quello che si traduce come comfort di guida per l’operatore ma anche come caratteristiche ideale per ottimizzare le prestazioni di manovra è il nuovo inversore idraulico. E’ dotato di 2 frizioni a dischi in bagno d’olio, una per ogni direzione di marcia, con possibilità di intervento già da una velocità di 13 km/h, anche in pendenza: il tutto agendo semplicemente sulla comoda leva posizionata sotto il volante. Sistema che viene denominato “Sense Clutch”. I cambi di direzione sono modulati, garantendo fluidità in ogni condizione operativa. La centralina elettronica garantisce al sistema una migliore gestione dell’inversione di marcia, assicurando una maggior regolarità del passaggio “avanti-indietro” e viceversa, a vantaggio di un maggior comfort, sicurezza operativa e prontezza di inversione. FRENI Di nuova concezione anche il nuovo impianto frenante (Powerbrake) e il nuovo freno di stazionamento o emergenza (EPB). Questi due aspetti derivano direttamente da soluzioni già utilizzate nel settore auto motive. Il nuovo sistema Powerbrake è infatti a tutti gli effetti un servofreno che attiva la frenatura integrale sulle 4 ruote. Ciò significa che con un minimo sforzo dell’operatore nella pressione del pedale corrisponde a una frenata pronta e una elevata capacità frenante. Questo perché il circuito idraulico è sempre in pressione e non deve essere attivato meccanicamente con la pressione del pedale. Per garantire comunque la massima sicurezza anche in casi imprevisti, un accumulatore di emergenza garantisce fino a 10 frenate in pieno confort e sicurezza anche a motore spento. Il vecchio sistema di freno di stazionamento, che agiva sull’ albero DT e con comando meccanico (composto da un gruppo dischi in bagno d’olio posizionati sull’albero della doppia trazione, ciò comportava un eccessivo attrito tra dischi e quindi assorbimento di potenza), è stato sostituito con un sistema meccatronico denominato EPB (Electronic Parking Brake). A una semplice pressione del comando sul bracciolo multifunzione in cabina corrisponde, sul carro del trattore, un motore elettrico che agisce su un sistema meccanico per il bloccaggio dei dischi dei freni posteriori. I principali vantaggi di questo sistema sono: -La completa sicurezza di stazionamento in ogni condizione: infatti il motore elettrico garantisce sempre la massima forza per il bloccaggio dei dischi (fino a 4000N) -Il massimo comfort per l’operatore: basta una pressione minima per attivare disattivare il dispositivo -Innesto automatico del sistema: a motore spento oppure quando l’operatore si alza dal posto guida con il trattore in folle e motore acceso. Anche per questo sistema sono rispettate tutte le condizioni di sicurezza: è infatti impossibile l’attivazione del sistema con velocità di avanzamento superiori a 1Km/h per evitare innesti accidentali. Inoltre una piccola batteria di riserva alimenta il sistema meccatronico anche in caso di non funzionamento della batteria principale e infine, in caso di guasti del trattore, il meccanismo si può sbloccare meccanicamente. GEOMETRIA DRP Secondo SDF l’intera struttura della macchina è stata progettata per esprimere al meglio tutte le potenzialità in lavori gravosi di trazione. Per ottenere ciò sono stati studiati tutti gli aspetti riguardanti le geometrie della macchina e dell’attacco a 3 punti. Il centro istantaneo di rotazione (DRP), punto dove si focalizza l’aderenza, si muove lungo l’assale longitudinale del trattore garantendo sempre la massima aderenza e trattività. Più il lavoro diventa gravoso (es. in lavorazioni di aratura: più il sollevatore va in profondità) più il “baricentro” del sistema trattore-attrezzo si sposta sull’asse longitudinale. Questo significa che Iron³ 210 sposta il peso oltre l’assale anteriore risultando così “incollato” al terreno e garantendo la massima trattività. A voi i commenti su questa a mio parere macchina molto interessante, sarei curioso di provarla per vedere i reali miglioramenti derivati dalla nuova trasmissione. Da Gennaio 2010 SDF introduce il secondo modello della gamma Lamborghini R7 e omologhi: Deutz Fahr L710, Lamborghini, R7 190, e Same Iron³ 190
  7. Salve a tutti, ho ereditato il vecchio LAMBORGHINI R 503 del nonno, e avrei bisogno del manuale d'uso e manutenzione, qualcuno ce l'ha o sa dove posso trovarlo?? grazie
  8. MadTrac

    il mio nuovo R6

    Buongiorno a tutti. Sono Francesco dalla Puglia e insieme a mio padre gestisco un'azienda agricola. Vi seguo da molto ma scrivo per la prima volta!! Spero di non aver sbagliato sezione e se così fosse mi scuso con i moderatori di questo ottimo forum. Da poco ho fatto una follia, almeno per me: ho acquistato un Lamborghini R6, erano un pallino da tempo! Oltre a condividere con voi la mia felicità, volevo chiedervi un vostro parere. Mi sto muovendo per assicurare il nuovo bestione e come tutti gli altri mezzi mi sono rivolto alla mia compagnia (Groupama). Un mio amico però mi ha messo la classica pulce nell'orecchio: mi ha parlato di una polizza di FATA che permette di mettere dentro tutti i mezzi della mia azienda ed avere un solo contratto. Forse non c'è tanta differenza di prezzo (fatti i dovuti calcoli) però mi alletta la semplificazione della gestione di tutte le polizze che ho, e tra trattori, furgoni ecc la cosa diventa complessa, soprattutto perchè mio padre non ne capisce nulla e lascia fare tutto a me :cheazz: prima di chiamare volevo sapere se voi ne sapevate qualcosa,e se conviene!! Grazie a chi mi risponderà buona giornata
  9. trattore fendt monocilindrico - gasolio messa in moto a manovella funzionante era utilizzato dai minatori x trasportare i carrelli 5000 euro 3290219124 Lorenzo
  10. Ciao a tutti cari amici forumisti. volevo porvi un quesito, vorrei cambiare la cabina del mio lamborghini 1256, qualcuno sa dirmi se si trovano ancora in commercio nuove o e meglio che cerco qualcosa di usato?
  11. Bene facciamo un bel sondaggio pre stabilire quale è il marchio peferito dai tractorumisti per quanto riguarda i trattori. Badate bene che dovete solo votare il marchio, il primo che dice perchè cancello subito se no viene fuori un putiferio se ognuno interviene. Grazie a buon intenditor...... Il sondaggio non ha scadenza e la preferenza non si può cambiare. Volevo dire che il sondaggio è pubblico, quindi basta che ognuno di vi faccia clic su uno dei numeri qualsiasi e si rende conto chi a votato cosa (e chi di dovere prenderà le opportune misure.....) per trasparenza.
×
×
  • Crea Nuovo...