Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'sollevatore'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Tractorum.it
    • Articoli dal Portale
    • News
    • Comunicazioni con lo Staff
    • Presentazione nuovi utenti
    • Manifestazione agricole
    • Iniziativa del mese
  • Macchine agricole
    • Trattori da campo aperto
    • Cingolati
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
    • Macchine Agricole Varie e Componentistica
  • Trattori Specializzati e Macchine Semoventi
    • Specializzati
    • Macchine da raccolta
  • Agrotecnica
    • Attrezzature Agricole
    • Coltivazioni erbacee
    • Coltivazioni arboree
    • Zootecnica
    • Opifici e Macchine per la Trasformazione dei Prodotti Agricoli
    • Bosco e colture boschive
    • Bioenergie
    • Normative agricole
    • Mondo Agricolo
  • Meccanica
    • Tecnica
    • Officina
  • Storia
    • Storia macchine agricole
    • Trattori d'epoca
  • Altro
    • Modellismo
    • Tractor Pulling

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Biografia


Paese o zona di provenienza


Interessi


Occupazione


Ricevi Newsletter


Homepage


Icq


Aim


Yahoo


Msn


Skype

Found 12 results

  1. Buongiorno, dopo aver arato con il mio trattore modello FIAT 70-66 DTF, tirando tutto su il sollevatore a fine corsa, mi va in sforzo fisso la pompa e quindi mi va sottosforzo il motore, se abbasso leggermente si toglie. Da precisare che la prova l'ho fatta anche senza attrezzatura collegata. Non so che fare, non l'ha mai fatto prima ad ora. Purtroppo non posseggo il manuale d'uso e manutenzione e quando l'ho richiesto alla new holland, mi è stato risposto che devo fare un bonifico di € 60,00 (assurdo) e mi arriverà dopo un mese..(anzi se qualche anima pia lo possiede e me lo può girare..lo ringrazio vivamente ..)
  2. Salve a tutti! ho combinato un guaio! sono andato in giro per la campagna con il trincia alto e alla fine ho visto un fumo bestia venire su dalla pompa del sollevamento l’ho tastata, ho provato a tastarla, ma era bollente di fuoco ho abbassato subito il trincia e ho lasciato tutto raffreddare ma adesso non va più su niente. ho ripristinato il livello dellolio nel serbatoio del sollevatore ma dopo poco che accendo il trattore la pompa e di fuoco di nuovo ho l’impressione di avere fritto tutto, guarnizioni e pompa. la leva posizione/sforzo è bloccata prima di smontare tutto vorrei sapere una dritta su come proseguire ho un po’ di mano con macchine e motori ma il trattore non l’ho mai toccato, anche perché non ha mai avuto bisogno, ha solo54 anni. qualcuno ha un idea? saluti Paolo
  3. Il sollevatore (specie quello posteriore) delle trattrici gommate , ha un importanza fondamentale nel mezzo stesso. Esso con la sua sensibilità,reattività,velocità e perchè no anche potenza , deve essere progettato in modo tale da soddisfare i vari clienti anche nelle applicazioni piu difficili. CNH Parlando (guarda caso) della serie Tm, new holland propone un sollevatore con varie regolazioni. Alla destra del sedile , accanto alla leva del cambio marce, abbiamo una rotellina ed una levetta(per capirci tutt 'oggi questo sistema viene montato sui t6000 e t7000). Sulla console di destra , dove c'e' il pannello per l inserimento trazione e bloccaggi , accanto abbiamo il pannello con varie impostazioni. Son (chiamiamoli potenziometri, trimmer ) delle "manopole" , regolabili in senso orario che: 1) regolano la velocità massima di discesa(ed il blocco in caso di trasporto , che può attivare anche l ammortizzazione DRC). 2) regolano la massima alzata che si vuole impostare al sollevamento(visualizzabile nei display digitali (alla destra dello sterzo). 3) regolano pure il radar (qualora presente) e la sua % di slittamento (lo si può anche disattivare girando tutto il pomello). 4) regolano la sensibilità del sollevatore e dello sforzo controllato. Accanto al bracciolo invece abbiamo , una rotella ed una levetta. Funzionamento: Se la rotella dello sforzo controllato la impostiamo sul numero 10 , il sollevatore funzionerà nella modalità posizione controllata(utile negli sfalci o dove ci serve un altezza prestabilita). Se la levetta della profondità la mettiamo tutta giù ed usiamo la rotella , il sollevatore funzionerà nella modalità sforzo controllato. John Deere La John Deere ha un sollevamento un pò diverso dal new holland: Sotto il bracciolo possiamo trovare una piccola manopola che serve a: Dare sensibilità allo sforzo controllato e dare piu o meno sforzo(impostazioni da 1 a 5). Quindi se vogliamo un sollevatore piu "fermo e preciso" abbassiamo (quindi 1-2) se vogliamo invece che lo sforzo agisce di piu , utile se c'e' piu slittamento o se il fondo è duro, impostiamo il tutto su (3-4-5). Questa cosidetta "manopola" la si può anche escludere e accanto al bracciolo si può usare la "mezzaluna"(che quasi tutti conoscono) dove si può alzare in manuale il sollevatore. Sistema molto utile e veloce che permette di superare ostacoli alzando di pochissimo questa semplice leva.E possibile con un fermo posto sulla leva di alzata per affinare le impostazioni. E pure possibile alzare tutta la leva ed il sollevatore funzionare(in trasporto) in modalità anti dumping(ammortizzazione del sollevatore con attrezzo portato). Ci son anche dentro il bracciolo velocità di discesa e regolazione del alzata massima. Qualora presente il radar(tipo serie 8020 per esempio ) è possibile attivarlo e impostare valori da 1 a 10 per la sensibilità dello slittamento delle ruote e quindi il diverso richiamo da parte di esso. Nei modelli (7020,7030, e 8030, 8030T) la levetta del alzata manuale scompare per un sistema piu macchinoso ed elettronico. Sul command arm ,da dove si alza il sollevatore , ci son degli scatti: 1) se alziamo o abbassimo di poco questo pulsante il sollevatore funzionerà come la vecchia levetta e sul display del command center vi è una scala (che sta ad indicare la posizione del sollevatore). 2) se invece alziamo o abbassiamo del tutto questo pulsante(io lo chiamo bottone del funzionamento come il finestrino del auto per capirci), funziona come alza -abbassa del attrezzo. n.b. in questo sistema lo sforzo si regola dal command center ,dove si mettono i parametri e con una rotella li si variano. SDF serie Iron ed omologhi Pur non essendo esperto in questi modelli , parlo un pò di ciò che ho visto nel Deutz 150.7 che ogni tanto uso. Per effettuare il blocco, alza-abbassa, abbiamo accanto al bracciolo una levetta che fa destra e sinistra(colore verde son tutti i regolaggi del sollevatore in questo gruppo). Sul pannello sulla destra abbiamo una piccola manopola che: spostata in un verso fa funzionare il sollevatore in modalità sforzo controllato, mentre che spostata nel altro contrario fa funzionare il sollevatore il modalità posizione. E possibile tramite una rotella sul pannello di destra, di modificare l alzata in manuale e tramite una picolla levetta posta proprio dietro a questa, si può dare un pò piu di sensibilità (detta di un meccanico ma chissà). Il sistema lo trovo molto sensibile alle variazioni di sforzo un pò lento in discesa con attrezzi non proprio pesanti (risolvibile con delle valvole o eliminando i pistoni esterni). A richiesta è possibile un radar che purtroppo non ho mai usato poichè non presente nei mezzi da me provati. Accanto al bracciolo ci son le regolazioni di velocità di discesa ed altezza massima in alzata. Claas Pur non essendo un grand esperto in materia claas scrivo solo ciò che ho provato: Sollevatore Claas Axion: Sul pannello vicino al vetro posteriore, abbiamo: - regolazione velocità discesa, - regolazione alzata massima, - regolazione sensibilità sollevatore, - regolazione slittamento (radar se presente). sul bracciolo invece abbiamo una rotella messa in verticale, dove si possono affinare le impostazioni. Trovo il sistema molto semplice e nello stesso tempo veloce nel richiamo e impostabile in varie modalità . Molto efficace l 'uso del radar dove impostando il valore si può mettere la rotella sulla massima profondità ed il radar mantiene il valore del massimo slittamento impostato in maniera eccellente. Se ho errato qualcosa siete pregati di scriverlo e se ci son altri modelli ed altre modalità elencateli. E voi quali usate , come vi trovate? Cosa migliorereste nei vostri mezzi? Personalmente nel mio new holland tm , migliorerei lo sforzo controllato, la sua reattività (sul secco peggiora), l'abbassamento lento e la gestione del radar; per l'uso collinare in pianura invece , rispetto all'anno del progetto lo ritengo un sistema discreto su terreni di medio impasto.
  4. Salve a tutti, ho un trattore Fiat 311 C de 1958 con sollevatore a cassetta, ovvero senza pompa ma che funziona con la presa di forza. Ho il problema che se in posizione alto stacco la presa di forza il sollevatore scende e mi costringe a lavorare con la presa di forza sempre connessa. Si tratta di un malfunzionamento? Come posso risolvere? E' possibile ricevere l'esplose di questo sollevatore? Ringrazio in anticipo per la gentile attenzione. Aurelio
  5. Chi è a conoscenza di problemi su questa macchina? cambio? braccetti sollevatore? Cerco informazioni grazie!
  6. Ciao Ragazzi sono appena iscritto al forum e questo è il primo argomento che inserisco. possiedo un fiat 450 DT/6 sprovvisto di sollevatore. tempo fa ho deciso di montarne uno siccome ho trovato un demolitore che lo aveva. il sollevatore che ho montato sul mio 450 era di un 550 ma mi ha detto il rottamaio che come agganci sono uguali. e cosi è stato e quindi ho montato tutto sollevatore,pompa,bracci del 550,solamente i tubi ho dovuto cambiarli perchè chiaramente erano piu lunghi. il problema è: il sollevatore fino a mezza altezza solleva 8 quintali senza problemi(con zavorre davanti) anche con trattore al minimo,oltre la mezza altezza,solo quando sollevo fa un forte rumore come se grattasse e devo accellerare altrimenti si spegne il trattore,questo rumore poi sparisce e ritorna solo quando voglio sollevare ancora,ma sempre da metà altezza in su.in basso lavora bene. il rumore è talmente forte che ho paura di rompere qualcosa quindi lo carico meno oppure scielgo di andare con la benna a mezza altezza. funziona invece regolarmente a vuoto o con poco peso. potete perfavore aiutarmi??? ho pagato 800 euro il sollevatore e per me questo trattore ha un valore affettivo che farei di tutto per meterlo aposto!!! vi ringrazio anticipatamente
  7. Il sollevatore del mio Fiat 55 66 rimane alzato. Le valvole sono tutte pulite, ho cambiato l'olio e il filtro dell'olio l'ho pulito. Gli ingranaggi sono tutti nuovi e quando io tolgo la pressione di abbassa ma appena lo riaccendo si rialza da cosa può dipendere? Vi prego non so piu a cosa pensare...
  8. Il sollevatore del mio Fiat 55 66 rimane alzato. Le valvole sono tutte pulite, ho cambiato l'olio e il filtro dell'olio l'ho pulito. Gli ingranaggi sono tutti nuovi e quando io tolgo la pressione di abbassa ma appena lo riaccendo si rialza da cosa può dipendere? Vi prego non so piu a cosa pensare...
  9. ciao ragazzi ieri stavo finendo di sistemare il trattore con la lama da neve...poi metterò le foto... e ho notato che faceva un po fatica a sollevarla; ho controllato l'olio idraulico e ne mancavano un paio di litri, ho aggiunto dell'olio ambra H46, probabilmente non il suo( non ho il libretto di manutenzione). una volta chiuso il tappo e rimesso in funzione il trattore non è funzionato più l'impianto idraulico(sollevatore e prese idrauliche) ho quindi smollato la mandata della pompa e nel foro di uscita ho notato che l'olio era a livello ma accendendo il trattore questa non dava nessuna pressione. può essere che i 2 litri di olio che ho aggiunto no andavano bene e quindi non pompa? o come ho paura che sia rotta la pompa???? :AAAAH: grazie dei consigli
  10. Ciao a tutti, sono nuovo del forum, o meglio...e un pò di tempo che mi sono iscritto, ma non ho ancora inserito nessuna discussione...ecco arrivato il momento: Ho un bel Pasquali 990 con motore Lombardini LDA 820 da 21 Cv, fino a qui tutto bene... ora lo sto risistemando, riverniciato e rifatto l'impianto elettrico, il cruscotto fatto nuovo con spie, prese di corrente, start, contatto e volmetro per la carica della batteria (forse superfluo, ma era carina l'idea di avere uno strumento in +....) Ora mi manca tutto l'impianto idraulico, ho recuperato una pompa da un motoguzzi con ribaltabile, a calcolo dovrebbe essere da 40 L/m sui 3000 giri. Ho un distributore con 3 leve a doppio effetto, un cilindro oleodinamico tozzo (da montare per il sollevatore) e un altro cilindro da usare per il terzo punto. Ora mi serve una mano per proseguire...come realizzare l'impianto e dove reperire le parti mancanti del sollevatore. (il trattorino in questione aveva un retroescavatore, quindi tutto il sollevatore originale è stato "buttato" alle ortiche). Grazie infinite a chi riuscirà a darmi ua mano in questa bella esperienza.
  11. Saluti a tutti, dopo aver letto avidamente "oleodinamica e dintorni" ed altri thread attinenti e non trovando una discussione che facesse al caso mio porgo la domanda: Posseggo un vecchio trattore da 28 CV Eicher "Puma" del 1962 con lama sgombraneve anteriore azionata da 1 cilindro a doppio effetto ed il sollevatore posteriore con un pistone a singolo effetto. Avendo eliminato la lama anteriore (non ho nessuno spiazzo da pulire) ed avendo constatato che il sollevatore è un po' debole per i carichi che devo alzare (con un forchino portabancali peso tot 3-4 Qli). Ho guardato il gruppo pompa ed è molto interessante in quanto in un unico gruppo combina: pompa azionata con cinghia sull'albero motore serbatoio olio distributore Non ci sono targhette. Ora mi chiedevo se: Eliminando il circuito del pistone anteriore, e installandolo dietro (le dimensioni e gli attacchi sono uguali) ad aiutare l'altro cilindro avrò un miglioramento della prestazione del sollevatore. Sulla linea che va dietro (in metallo) come intercetto per il secondo pistone? scusate se non sono stato chiaro. Allego qualche fotoper chiarire. Saluti Alexander
  12. Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum. Posseggo un fiat 415 N del '66. Su questo era installato un muletto 'falconero' e per installarlo erano stati smontati i bracci del sollevatore. Ora lo stò vendendo, ma dopo 43 anni non ricordo più che fine hanno fatto i bracci. Vorrei sapere se è facile reperirli e quanto costano ad occhio e croce. Grazie a tutti
×
×
  • Create New...