Jump to content

Prezzi prodotti agricoli e strategie di mercato


Recommended Posts

Non preoccupatevi...

la tipicita del Made in Italy ci salverà....

le bandiere gialle salveranno l agricoltura italiana...

pero spiegatemi: una stalla di tori da ingrasso italiana

compra i vitelli in Francia

usa manodopera indiana

compra mais, soia, etc importati dal Brasile..

che caz.. Ha di tipico o Made in Italy il toro così allevato? L aria?

 

 

DA INCORNICIARE

 

:2funny::2funny::2funny::2funny::2funny: :2funny::2funny: :2funny: :2funny::2funny: :2funny: :2funny::2funny: :2funny: :2funny::2funny: :2funny::2funny: :2funny: :2funny: :2funny::2funny: :2funny: :2funny::2funny: :2funny::2funny::2funny:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 4.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Guardate che alla fine della fiera è sempre la stessa storia, ci hanno sempre tenuto per le palle e sempre sarà cosi. I conti li sanno fare e non faranno mai scendere i prezzi a un livello tale da non

Quelli che si "dimenticano " di pagare si chiamano bidoni, e non lo fanno perché il biogas non rende ma perché è più importante la cambiale del fend, del jhon deere, della seminatrice, le rate del mut

Allego dati statistici riguardanti produzione, consumo, scorte,... di mais ( mondo,europa e usa) e frumento tenero ( mondo e europa. Premetto di non essere in grado di fare una analisi adeguata e che

Posted Images

L'unica cosa genuina è la piccola azienda locale che vende direttamente

 

Ma il cittadino medio preferisce spendere meno e credere alla televisione .....intanto il nostro produttore locale che ci tiene al suo prodotto e vuole farlo bene muore di fame avendo anche contro tutto il sistema, con controlli asl, nas, finanza, il Signore e la Madonna!

Link to post
Share on other sites
Ma il cittadino medio preferisce spendere meno e credere alla televisione .....intanto il nostro produttore locale che ci tiene al suo prodotto e vuole farlo bene muore di fame avendo anche contro tutto il sistema, con controlli asl, nas, finanza, il Signore e la Madonna!

Esatto e poi tanto per fare un esempio è che con un vitello chianino ne passano 3 di tutt altra origine e qualità....

 

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
Non preoccupatevi...

la tipicita del Made in Italy ci salverà....

le bandiere gialle salveranno l agricoltura italiana...

pero spiegatemi: una stalla di tori da ingrasso italiana

compra i vitelli in Francia

usa manodopera indiana

compra mais, soia, etc importati dal Brasile..

che caz.. Ha di tipico o Made in Italy il toro così allevato? L aria?

 

:ave::ave::ave::ave:

 

Col petrolio cosi basso anche etanolo da mais non è conveniente:fiufiu:

Link to post
Share on other sites

altro ribasso alla granaria milano di tutti i cerali a paglia......

una disfatta.........

siamo prossimi alla soglia dei 20 euro/q (+iva)pagato al produttore per il grano duro

sotto 14 euro al q (+iva) al produttore sia per il tenero che per l'orzo

il mais e il sorgo riprendono a scendere......

brutto crollo dell'olio di oliva extravergine ......veramente impressionante quanto sta accadendo

e devo dire che ci sta anche bene visto che continuiamo a fare spallucce e a gasarci ancora per chi ce l'ha più grosso (il trattore)

 

abbiamo fatto l'expo per farli mettere tutti d'accordo........grazie ancora italia.......

Link to post
Share on other sites

sarei proprio curioso di sapere a quanto vendono i loro prodotti e a chi in grecia...cosa adottano come riferimento (es noi la ager) quanto pagano i mezzi tecnici e quanto è il costo della manodopera /tasse

 

io credo che non siamo messi tanto meglio......anzi

Link to post
Share on other sites

Il vero problema è che secondo me anche protestando così non ottengono niente. Alla disperata qualche palliativo, magari respirano per un mese ma poi si trovano messi peggio di prima. Il mercato insomma ha sempre ragione. Se non ci inventiamo un modo per valorizzare i nostri prodotti e abbattere ( se ancora si possono ulteriormente abbattere) i costi di produzione saremo sempre più in difficoltà. Purtroppo abbiamo una gravissima debolezza strutturale che ci porta ad avere un peso nullo sui mercati e nelle contrattazioni, i risultati son questi.

Link to post
Share on other sites
Noi non siamo messi bene ma non possiamo paragonarci alla Grecia, basta vedere il parco trattori con il quale sono andati a scioperare

Guarda ho visto mezzi anche nuovi in altri video tipo R jd

 

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Purtroppo i prezzi dei prodotti sono veramente scandalosi ma penso comunque che tante aziende negli ultimi anni si siano fatte prendere la mano con gli investimenti gente che ha 30 ettari di seminativo in collina che compra trattori da 70.000 € + Iva può star tranquillo che non se li ripagava neanche se il frumento va a 30€/qle e il fieno a 15€

Link to post
Share on other sites
Purtroppo i prezzi dei prodotti sono veramente scandalosi ma penso comunque che tante aziende negli ultimi anni si siano fatte prendere la mano con gli investimenti gente che ha 30 ettari di seminativo in collina che compra trattori da 70.000 € + Iva può star tranquillo che non se li ripagava neanche se il frumento va a 30€/qle e il fieno a 15€

 

esattamente:ave:

tutti a comprar trattori da paura e poi si lamentano che non ci stanno dentro...i veri soldi li han fatti i nostri nonni con i trazione singola da 70 90 cv:asd:

con questo non voglio dire che dobbiamo tornare che gli agricoltori vadano a zappare a mano per guadagnare, ma nemmeno come succede ora che crisi crisi ma flotte di fendt/jd/nh per non parlare di trince e trebbie...manco avessimo da lavorare l'intera europa...

Link to post
Share on other sites
Una cosa è certa....

la nostra generazione non vedrà mai più un epoca dove l agricoltura era fiorente come quella che hanno vissuto i nostri papà/nonni negli anni 60/70

 

I ricavi sono proporzionali alle ore di lavoro. La terra è costante, mentre le macchine sono sempre più grosse.

Link to post
Share on other sites

Ragazzi basti vedere nei vari gruppi di fb come ragionano i vari ragazzi di 18 anni, che pensano di sapere tutto loro criticano gli acquisti di tutti e pensate che futuro possa avere il nostro settore, l'importante è crocifiggere chi non ha il trattore figo o all'ultima moda, poi cosa importa se a casa loro hanno trattori da 200 cavalli combinate nuove ecc... però sono pieni di cambiali rischiano tutti gli anni che gli tornino a caricare tutto, ma criticano il loro vicino che magari semina con il 605 e imballa con il tl 100 però non ha debiti e riesce a lavorare più terra di loro o ha stalle più grosse e creare reddito per se e per la famiglia anche con queste miserie, pensano solo a fare manifestazioni in pizza ma non per i bassi prezzi di vendita ma per sfoggiare il nuovo acquisto e vivono se va bene dissanguando le pensioni dei nonni e padri

Link to post
Share on other sites

Ma dai cosa c entrano questi discorsi? Mi sembrano i classici discorsi da agricoltore medio.. ognuno in casa sua ha le proprie esigenze... ci sono realta dove un 939 e poco e ce ne vorrebbe un altro....

Cmq il discorso è diverso.. i prodotti principali sono sottopagati.. latte carne cereali olio ecc ecc

Quindi dobbiamo protestare per quello anche perché alla fine al consumatore se il grano é italiano o straniero nessuno lo dice... pensate al ricarico che c'è sopra ad un kg di tenero?!?!

Cmq non mi sembra che in Francia protestano con la piccola?

E poi non dobbiamo neanche fare di tutta l erba un fascio xke ci sono anche realtà che fatturano e vanno bene...

 

Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

A me sembra che anche le direttive europee e le varie normative siano indirizzate ad aumentare i consumi.

Queste leggi europee obbliga il mondo agricolo ad adeguarsi e tutto questo porta ad un aumento delle spese in pochi anni.

La comunità europea vuole aumentare i consumi a scapito dei nostri portafogli e indirettamente a scapito della nostra salute.

Link to post
Share on other sites

Liuk, torno a ripetere...a cosa serve fare del casino in piazza? Pensi che in Francia abbiano ottenuto qualcosa? Pensi che le manifestazioni agricole abbiano mai giovato? Iniziamo a spronare i vari sindacati, agiamo da imprenditori. Gli industriali non scendono in piazza.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...