Jump to content

Recommended Posts

Ragazzi,per pura curiosità che concimazione di fondo fate al mais?

Basta 500 kg/ha di 0 20 20 per apportare i minerali ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ragazzi,per pura curiosità che concimazione di fondo fate al mais?
Basta 500 kg/ha di 0 20 20 per apportare i minerali ?
Dipende che terreni hai, il pH, se dai la calce. 0 20 20 un pò bassino da che parye arriva sembrano scorie thomas? Sul mai dipende che predecessione hai se dai qualcosa di organico tipo ilsa o cuoiciattoli o pollina o altro organico. Solitamente da noi si da circa 150 di P e un 180-200 di K, potassio alternato negli anni. Si da spesso calce o carbonati.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conce del mais.

Sparito il mesurol.

Chi ha problemi di corvi cosa deve fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Conce del mais.
Sparito il mesurol.
Chi ha problemi di corvi cosa deve fare?
È un problema perchè il mesurol sarebbe un vero insetticida non è nato come repellente, altra roba non so, nwssuno mi ha propinato novità e trattatsi in prorio decine di sacchetti non ho voglia. Vediso quando arriverà i seme. Il problrms si chiama Nutria. Ancora troppe e troppo affamate e adesso fanno le dighe come i castori e intoppano i fossi. Serve l'atinutria che duri 6 7 mesi.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Alberto64 ha scritto:

Conce del mais.

Sparito il mesurol.

Chi ha problemi di corvi cosa deve fare?

Si sapeva anche l'anno scorso che sarebbe uscito di scena il Mesurol, penso che alternative non ce ne siano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tecnico dekalb mi ha detto che se fai il programma di semina anticipato con loro ti fanno in omaggio le dosi di seme in caso di danno da animali entro la 6 foglia. Uccelli, roditori, cinghiali,...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Conce del mais.
Sparito il mesurol.
Chi ha problemi di corvi cosa deve fare?

Ti metti in mezzo al campo col fischietto....

Occhio ai geoinsetticidi in semina. Dove avere le trappole per usarli


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Conce del mais.
Sparito il mesurol.
Chi ha problemi di corvi cosa deve fare?
C'è del pioneer trattato Sinodo+korit, dekalb non ricordo devo controllare

Inviato dal mio RMX1971 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto guardando per la concimazione in presemina del mais e sono indeciso se apportare 1 qle di urea sugli stocchi. Mi spiego meglio, sono al secondo anno di minima lavorazione, ora c'è la cover di senape seminata con spandiconcime e successivamente ho rotto gli stocchi. Oltre a circa 200 kg di potassa e circa 150 kg di biammonico vorrei dare circa 100 kg di urea sulla cover prima di passare il chisel tanto da favorire il rapporto c/n, secondo voi la cosa può avere un senso? avete altri suggerimenti? grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sto guardando per la concimazione in presemina del mais e sono indeciso se apportare 1 qle di urea sugli stocchi. Mi spiego meglio, sono al secondo anno di minima lavorazione, ora c'è la cover di senape seminata con spandiconcime e successivamente ho rotto gli stocchi. Oltre a circa 200 kg di potassa e circa 150 kg di biammonico vorrei dare circa 100 kg di urea sulla cover prima di passare il chisel tanto da favorire il rapporto c/n, secondo voi la cosa può avere un senso? avete altri suggerimenti? grazie
Una volta si faceva, oggi con normative stringenti e costo urea, non si fa più

Inviato dal mio RMX1971 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una volta si faceva, oggi con normative stringenti e costo urea, non si fa più

Inviato dal mio RMX1971 utilizzando Tapatalk

Si fa ancora ed è più razionale se si fa la minima anche con cover che non apportano azoto. Certo mais e minime non sono una bella accoppiata ma sulla minima, essendo terreni più freddi si avvantaggiano di azoto dato sulla copertura vegetale, 1q non è molto e impiega tempo non è come darlo in copertura. La so blocca abbastanza. I limiti e le normative sono spesso nate a tavolino o con esperienze di altri paesi europei senza tener presente l'impatto di industri e urbanizzazione, aprendo anche alla questione dei fanghi e reflui. Normative regionali nate malissimo molto settarie e zoppe.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grosse limitazioni non ne ho in quanto, salvo imprevisti, di liquami non ne smaltisco e non sono in zona vulnerabile. Quello che vorrei capire è se vale la pena spendere circa 30 euro ad ettaro di urea in presemina oppure c'è il rischio che venga dilavata e sia una spesa inutile. Cultivar quanta urea consigli visto che 1 q è poco? Un'altro fattore che mi spinge a distribuire urea in presemina è quello che negli ultimi due anni il mais nei primi stadi rimane di colore verde pallido (le ultime due primavere non hanno certo aiutato), ciò forse può essere anche imputato all'uso di adengo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grosse limitazioni non ne ho in quanto, salvo imprevisti, di liquami non ne smaltisco e non sono in zona vulnerabile. Quello che vorrei capire è se vale la pena spendere circa 30 euro ad ettaro di urea in presemina oppure c'è il rischio che venga dilavata e sia una spesa inutile. Cultivar quanta urea consigli visto che 1 q è poco? Un'altro fattore che mi spinge a distribuire urea in presemina è quello che negli ultimi due anni il mais nei primi stadi rimane di colore verde pallido (le ultime due primavere non hanno certo aiutato), ciò forse può essere anche imputato all'uso di adengo
Il verde il vrrde pallido è achw un fattore genetico e dipende anche da zolfo e magnesio non solo azoto.
30 euro sono anche poche e fidati non.vengono dilavate perchè 3ntra il.gioco la so. La copertura vegetalw per degradarsi ha bisogno azoto e qui di è giusto darlo come è giusto anticipare azoto du terreni freddi che 7nonfaccia minima o stripp till è uguale, se ci aggiungi micro e/o fosfato anche biammonico non si fa danno.
Il verdino è anche perchè ilnsuolo essendonpiù duro e freddo non stimola rilasciondi elementi ne crescita di radici e pianta per cui tutto rallenta... ecconperchè si tenta a seminare, in minima , con suolo.iù caldo e non presto come nel tradizionale. Di letteratura su mais e riso iante macrotere su questo argomento c'è. Tieni presente che parte comr un disel e comunque fa serbatoio e il mais assorbe un pò tutte le forme di azoto. Con terreni freddi la so rilsscia molto.meno e mineralizza più lenta e in superficie cosa che non è semre buona.
Quest'anno l'urea specie quello dei cinsorzi non è assolutamente caro.
Il.discorso nel quadrondelle tecniche della conservativa è ben diverso dal tradizionale, purtroppo manca usa seria sperimentazione sulle varietà per ls conservativa che appunto non è proprio come il tradizionale.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buona sera a tutti, volevo chiedere se qualcuno di voi conosce la varietà pr33d11 che non è presente nel catalogo generale ma nelle prove generali si sapete dirmi qualcosa? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/1/2020 Alle 08:34, JD7810 ha scritto:


Ti metti in mezzo al campo col fischietto....

Occhio ai geoinsetticidi in semina. Dove avere le trappole per usarli


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Fischietto? 👹

Trappole? 😽

Scusa cosa hai bevuto? 

 

La seminatrice è provvista di impianto deviatore delle polveri.

 

Edited by Alberto64

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volevo fare un po' di concimazione di fondo nel mais e mi ero focalizzato solamente su fosforo dato che ho terreno ricchi di potassio. Il tecnico mi diceva che è da prediligere il perfosfato semplice rispetto a quello triplo perché molto più efficace. A voi risulta? E se si, perché?

Mi consigliava anche dell' NP nutrigran top 10-20 come starter ma quasi quasi risparmio i soldi, butto il fosforo e poi faccio azoto in copertura.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo fare un po' di concimazione di fondo nel mais e mi ero focalizzato solamente su fosforo dato che ho terreno ricchi di potassio. Il tecnico mi diceva che è da prediligere il perfosfato semplice rispetto a quello triplo perché molto più efficace. A voi risulta? E se si, perché?
Mi consigliava anche dell' NP nutrigran top 10-20 come starter ma quasi quasi risparmio i soldi, butto il fosforo e poi faccio azoto in copertura.
 
Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 
 
 
 

Il semplice ha fosforo più solubile quindi più efficace di quello triplo, lo svantaggio è che devi muovere più quintali di concime. Lo starter a volte da veramente una marcia in più alla nascita puoi provarlo e vedere la differenza


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo fare un po' di concimazione di fondo nel mais e mi ero focalizzato solamente su fosforo dato che ho terreno ricchi di potassio. Il tecnico mi diceva che è da prediligere il perfosfato semplice rispetto a quello triplo perché molto più efficace. A voi risulta? E se si, perché?
Mi consigliava anche dell' NP nutrigran top 10-20 come starter ma quasi quasi risparmio i soldi, butto il fosforo e poi faccio azoto in copertura.
 
Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 
 
 
 
Io lo uso in banda alla semina a 170 kg/ha, mi trovo molto bene perché è calibrato giusto e nello spandiconcime della seminatrice scende molto bene. Lo scorso anno ho provato un pezzo a 200kg/ha ma non ho avuto un aumento di produzione. Poi fraziono 550 kg/ha di urea in due volte.

Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buona sera a tutti, volevo chiedere se qualcuno di voi conosce la varietà pr33d11 che non è presente nel catalogo generale ma nelle prove generali si sapete dirmi qualcosa? Grazie
Il d11 mi risultava sul mercato Usa, in Italia c'era il d12 molto simile ciclo precoce ma fanno un sacco di naso, spiga indeterminata e non troppo feconda. Era dato come mais alimentare. C'è di meglio.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi, durante la semina uso già uno starter microgranulare, xò volevo apportare più fosforo considerato che lavoro con terra abbastanza stanca di mais. Credo che opteró per il perfosfato semplice, a circa 3 quintali/ettaro, me lo hanno proposto a 20/22€...

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quest'anno ho preso in gestione 16 ha. Considerando che vengono quasi da 8 anni consecutivi di grano tenero/duro, con paglia asportata tutti gli anni (a parte 2019) e che in questi 8 anni sono stati sparsi fanghi di depurazione in abbondante quantità, che concimazione di fondo potrei fare? Meglio un binario NP o fare i due passaggi separati prima con fosforo e poi azoto? A fare il doppio passaggio non ci sarebbero grossi problemi perché il terreno è di fronte a casa. Non avendo lo spandi sulla seminatrice, mi tocca darglielo a spaglio appena prima di seminare.

Quale soluzione è meglio, anche economicamente parlando? Potassio non lo considero perché nei nostri terreni ce n'è in abbondanza. Quante unità di fosforo dare? E di azoto, 50? Oltre ad un microgranulare starter.

Ora vedrò anche la destinazione che avrà questo mais, ma non penso di fare un alimentare umano perché non mi piacciono le varietà. Se trovo da collocarlo da trinciato faccio un 700, da pastone un po' di 600-700 che ci sono varietà veramente valide da quintali. Altrimenti, se da granella secca, avevo pensato ad una classe 500.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fischietto? 
Trappole? 
Scusa cosa hai bevuto? 
 
La seminatrice è provvista di impianto deviatore delle polveri.
 

Leggiti il piano di Difesa Integrata OBBLIGATORIA.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggiti il piano di Difesa Integrata OBBLIGATORIA.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Le trappole per gli elateridi ferretti, in Veneto e Emilia Romagna sono obbligatorie che poi siano vasetti di segatura, patate, ferormoni vanno fatti campionamenti e soglie. Le soglie impongono che si capisca che insetto è
Per diabrotica andavano fatti la scorsa estate, per le nottue dipende. In effetti troppi insetti per pretendere dal solo geodisinfestante che ha p.a. ridotti.
Corvi e uccelli vediamo cosa viene fuori di prodotti efficaci e durevoli.
I mezzi meccanici se ci credono ancora possono essere usati se no meglio la balistica.
Predatori di uccelli in effetti stanno aumentando.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quest'anno ho preso in gestione 16 ha. Considerando che vengono quasi da 8 anni consecutivi di grano tenero/duro, con paglia asportata tutti gli anni (a parte 2019) e che in questi 8 anni sono stati sparsi fanghi di depurazione in abbondante quantità, che concimazione di fondo potrei fare? Meglio un binario NP o fare i due passaggi separati prima con fosforo e poi azoto? A fare il doppio passaggio non ci sarebbero grossi problemi perché il terreno è di fronte a casa. Non avendo lo spandi sulla seminatrice, mi tocca darglielo a spaglio appena prima di seminare.
Quale soluzione è meglio, anche economicamente parlando? Potassio non lo considero perché nei nostri terreni ce n'è in abbondanza. Quante unità di fosforo dare? E di azoto, 50? Oltre ad un microgranulare starter.
Ora vedrò anche la destinazione che avrà questo mais, ma non penso di fare un alimentare umano perché non mi piacciono le varietà. Se trovo da collocarlo da trinciato faccio un 700, da pastone un po' di 600-700 che ci sono varietà veramente valide da quintali. Altrimenti, se da granella secca, avevo pensato ad una classe 500.
https://www.informatoreagrario.it/filiere-produttive/seminativi/azoto-fosforo-localizzati-alla-semina-tanti-vantaggi-mais/
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Le trappole per gli elateridi ferretti, in Veneto e Emilia Romagna sono obbligatorie che poi siano vasetti di segatura, patate, ferormoni vanno fatti campionamenti e soglie. Le soglie impongono che si capisca che insetto è
Per diabrotica andavano fatti la scorsa estate, per le nottue dipende. In effetti troppi insetti per pretendere dal solo geodisinfestante che ha p.a. ridotti.
Corvi e uccelli vediamo cosa viene fuori di prodotti efficaci e durevoli.
I mezzi meccanici se ci credono ancora possono essere usati se no meglio la balistica.
Predatori di uccelli in effetti stanno aumentando.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk


Per essere tranquillo io mi faccio dare le trappole per elateridi, diabrotica e cimice asiatica da chi mi vende il seme.
L importante è scrivere e fare foto, solo così si è tranquilli.

Va ricordato che bisogna dimostrare (ovvero scrivere) il superamento della soglia di intervento, e questo vale anche per i diserbi e trattamenti fungicidi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...