Jump to content

Recommended Posts

Il 21/1/2022 Alle 16:07, Nick670H ha scritto:

Ciao, posso chiederti se il Timac Fosfactyl NP 3-22 l'hai mai localizzato nel solco di semina a contatto col seme? (non quindi in banda a 3cm di distanza)
Può dare problemi al mais darlo a 100kg/ha nel solco?

Scusa non avevo visto la domanda! Non voglio contraddire chi ne sa più di me, ti riporto solo la mia esperienza e la risposta è si perchè la mia seminatrice ha sia il condotto del concime che quello dei micro che vanno a finire nel solco di semina quindi a diretto contatto con il seme. Mi consultai con il mio tecnico il quale mi disse di usare solo concimi con bassissime unità di azoto per evitare di far danni, da qui la scelta del Fosfactyl e ti posso dire che non abbiamo mai avuto problemi, la quantità usata mi sembra proprio 100 kg/ha ma per correttezza dovrei verificare.

Il 21/1/2022 Alle 18:48, AleJohnDeere ha scritto:

Anche io ho un 110×400 però 14 ettari riesco a coprirli in 7 giorni prendendomela comoda (velocità 20m/h)

Anche noi andiamo a quella velocità, ma infatti io parlavo di quando dobbiamo irrigare gli appezzamenti peggiori! Sono fatti ad "S" e la tirata più lunga è di 200 m!

Link to post
Share on other sites
  • Replies 17.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Nessuno dice che i prezzi sian bassi, ma se il mais vale tot, io a meno del listino non venderei. È un anno favorevole per i cerealicoltori e non vedo il male di vendere a prezzi alti /giusti per mig

Oggi ho visto 2 aziende in cui stavano seminando mais,credo che la siccità molti L abbiano nella testa…sono senza parole, tra elementi così e agriinfluencer che invece di far capire i problemi legati

Sarchiato ieri e oggi mais 7107, 7084 e 6808 dopo aver dato 330kg/ha di urea domenica  7107 7084 6808  

Posted Images

Anche noi andiamo a quella velocità, ma infatti io parlavo di quando dobbiamo irrigare gli appezzamenti peggiori! Sono fatti ad "S" e la tirata più lunga è di 200 m!
Fosfactyv è granulato grande, va a lato solco e meglio a spaglio ma è molto basso di titolo e molto costoso, al mais non glielo do ne lo darei. Co.unque è giusto a parte che nel micro la dose che va è minima, il micro da mas 50 o 60 kg ettaro, kg, a lato, on banda dai i quintali, per cui le dosi in gioco sono minime minime.... e codì facendo i titoli sono minimi minimi ma non per gli azotati. Es un urea è da pazzi darlo in solco è come per l'essere umano, l'urea sulle mani e in vrema brucia ma aiuta la pelle felle mani, respirato per ore quando volatilizza l'amminiaca non va bene, dopo una certa dose è mortale.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Buonasera a tutti, dopo circa 25 anni vorrei tornare a mettere mais, per me sarebbe la prima volta e vorrei sentire qualche consiglio da voi più esperti, principalmente è terra pesante con la presenza anche di un pò di scheletro in qualche punto, ovviamente con possibilità di irrigare (pensavo 1 volta a settimana come il sorgo) liquame e letame non mancano mai, la terra ora sembra asciutta dite che è meglio lavorarla ora o aspettare un altro mese? (Non ho aratri quindi avrei il problema dell' erba infestante)

Mi è stata consigliata la semina a 45, a me non convince molto per il mais da trinciato ma dicono che viene attaccata di meno dai cinghiali, e così? Ha altri vantaggi o svantaggi?

 

Link to post
Share on other sites

1) se è terra pesante meglio se la lavori subito (a meno che non sia pantano) così inizia a strutturarsi un po, e se continua a fare bello prepara già anche il letto di semina.

2) 45 o 75 se hai tanti cinghiali non ci rimane più nulla, quindi semina alla distanza che ha lo spannocchiatore il tuo terzista.

3) 150 kg/ha urea in presemina + 150 kg/ha 18/46 in in banda nella seminatrice

4) 15 kg/ha Diastar Maxi nel microgranulatore.

5) Adengo in pre-emergenza

6) 200 kg/ha urea in sarchiatura.

Per gli ibridi da seminare alzo le mani, tanto ogni zona ha quei 2-3 ibridi che vanno meglio, quindi ognuno deve sa cosa seminare nella sua zona, oppure deve chiedere ai vicini.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, DjRudy ha scritto:

1) se è terra pesante meglio se la lavori subito (a meno che non sia pantano) così inizia a strutturarsi un po, e se continua a fare bello prepara già anche il letto di semina.

2) 45 o 75 se hai tanti cinghiali non ci rimane più nulla, quindi semina alla distanza che ha lo spannocchiatore il tuo terzista.

3) 150 kg/ha urea in presemina + 150 kg/ha 18/46 in in banda nella seminatrice

4) 15 kg/ha Diastar Maxi nel microgranulatore.

5) Adengo in pre-emergenza

6) 200 kg/ha urea in sarchiatura.

Per gli ibridi da seminare alzo le mani, tanto ogni zona ha quei 2-3 ibridi che vanno meglio, quindi ognuno deve sa cosa seminare nella sua zona, oppure deve chiedere ai vicini.

 

Grazie Dj, in casa come concime ho già il cerealslow 33, aumentando un po la dose va bene uguale in presemina? 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, AleJohnDeere ha scritto:

Buonasera a tutti, dopo circa 25 anni vorrei tornare a mettere mais, per me sarebbe la prima volta e vorrei sentire qualche consiglio da voi più esperti, principalmente è terra pesante con la presenza anche di un pò di scheletro in qualche punto, ovviamente con possibilità di irrigare (pensavo 1 volta a settimana come il sorgo) liquame e letame non mancano mai, la terra ora sembra asciutta dite che è meglio lavorarla ora o aspettare un altro mese? (Non ho aratri quindi avrei il problema dell' erba infestante)

Mi è stata consigliata la semina a 45, a me non convince molto per il mais da trinciato ma dicono che viene attaccata di meno dai cinghiali, e così? Ha altri vantaggi o svantaggi?

 

D'accordo con dj su tutto. Personalmente 150 di urea in presemina non li ho mai dati e non li darei, avendo già biammonico e diastar andrei a darla praticamente tutta dopo. Non sono un esperto di cinghiali ma penso proprio che l'interfila non gli interessi molto.... io se avessi la possibilità seminerei i trinciati assolutamente a 45/50 aumentando di 1 pianta al metro quadro l'investimento

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, #VG# ha scritto:

D'accordo con dj su tutto. Personalmente 150 di urea in presemina non li ho mai dati e non li darei, avendo già biammonico e diastar andrei a darla praticamente tutta dopo. Non sono un esperto di cinghiali ma penso proprio che l'interfila non gli interessi molto.... io se avessi la possibilità seminerei i trinciati assolutamente a 45/50 aumentando di 1 pianta al metro quadro l'investimento

Sui cinghiali anche io credo che alla fine non gli interessi minimamente😂 considerando che nell'arco di 15km sono l'unico che mette mais

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, DjRudy ha scritto:

1) se è terra pesante meglio se la lavori subito (a meno che non sia pantano) così inizia a strutturarsi un po, e se continua a fare bello prepara già anche il letto di semina.

2) 45 o 75 se hai tanti cinghiali non ci rimane più nulla, quindi semina alla distanza che ha lo spannocchiatore il tuo terzista.

3) 150 kg/ha urea in presemina + 150 kg/ha 18/46 in in banda nella seminatrice

4) 15 kg/ha Diastar Maxi nel microgranulatore.

5) Adengo in pre-emergenza

6) 200 kg/ha urea in sarchiatura.

Per gli ibridi da seminare alzo le mani, tanto ogni zona ha quei 2-3 ibridi che vanno meglio, quindi ognuno deve sa cosa seminare nella sua zona, oppure deve chiedere ai vicini.

 

Buona sera,

Per il micro cosa cambia dal Diastar Maxi al force ultra?

Link to post
Share on other sites
Sui cinghiali anche io credo che alla fine non gli interessi minimamente considerando che nell'arco di 15km sono l'unico che mette mais
Anch'io dicevo di essere lontano dalle zone di cinghisli, fino a scoprire che i cinghiali corrono a fare le gite lungo il Ticino e scendono anche dalla Svizzera. Qualcuno è inevitabile trovarlobperchè sono davvero tanti. Nuotano allegramente nei canali e nei navigli. In pratica scendono dalk'appennino sfruttando i passi del Penice e del Braĺo o scendendo a sud di Alessandria. Gli sparano in Toscana e li ritrovi a Mortara.
Però danni al nais quando hanno tanti boschi ne fanno pochi, fanno danni quando sono branchi numerosi e non trovano niente. Il cinghiale è supe onnivoro con le larve di Popillia o maggiolini, scava quelle poi le scava anche nel mais. Se prendono l'interfila è perchè ci sono larve.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Simone 82 ha scritto:

Buona sera,

Per il micro cosa cambia dal Diastar Maxi al force ultra?

Diastar è teflutrin (geodisinfestante) più concime microgranulare e microelementi tipo lo zn. Force ultra è solo geo a una concentrazione e efficacia maggiore

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Anch'io dicevo di essere lontano dalle zone di cinghisli, fino a scoprire che i cinghiali corrono a fare le gite lungo il Ticino e scendono anche dalla Svizzera. Qualcuno è inevitabile trovarlobperchè sono davvero tanti. Nuotano allegramente nei canali e nei navigli. In pratica scendono dalk'appennino sfruttando i passi del Penice e del Braĺo o scendendo a sud di Alessandria. Gli sparano in Toscana e li ritrovi a Mortara.
Però danni al nais quando hanno tanti boschi ne fanno pochi, fanno danni quando sono branchi numerosi e non trovano niente. Il cinghiale è supe onnivoro con le larve di Popillia o maggiolini, scava quelle poi le scava anche nel mais. Se prendono l'interfila è perchè ci sono larve.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Ah bhe iniziano a girare anche da me nel bel mezzo della pianura padana....a 2 km ne ha tirato sotto uno un camion su una strada provinciale. Non so come possano sopravvivere qui perché di boschi e piante manco l'ombra, forse nei boschi lungo il fiume Oglio ma finita li...comunque qui sarebbe il paese dei balocchi per i cinghiali, mais mais e ancora mais😂🤦‍♂️

Link to post
Share on other sites
12 ore fa, AleJohnDeere ha scritto:

Grazie Dj, in casa come concime ho già il cerealslow 33, aumentando un po la dose va bene uguale in presemina? 

Si va benissimo, tieni pure 150 kg/ha ma dai retta a me daglieli che vedi la differenza in partenza.

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Simone 82 ha scritto:

Buona sera,

Per il micro cosa cambia dal Diastar Maxi al force ultra?

Diastar Maxi = Force Evo

Quindi Teflutrin 0.5 + Starter Binario.

Link to post
Share on other sites

Per i cinghiali l'interfila migliore è dai 7 mm in su ( 308 W , 30-06,7×64 , 45/70, 8×68 ecct...) Oppure un 12/76 a palla asciutta dalla cabina del trattore😇😇

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
Buonasera a tutti, dopo circa 25 anni vorrei tornare a mettere mais, per me sarebbe la prima volta e vorrei sentire qualche consiglio da voi più esperti, principalmente è terra pesante con la presenza anche di un pò di scheletro in qualche punto, ovviamente con possibilità di irrigare (pensavo 1 volta a settimana come il sorgo) liquame e letame non mancano mai, la terra ora sembra asciutta dite che è meglio lavorarla ora o aspettare un altro mese? (Non ho aratri quindi avrei il problema dell' erba infestante)
Mi è stata consigliata la semina a 45, a me non convince molto per il mais da trinciato ma dicono che viene attaccata di meno dai cinghiali, e così? Ha altri vantaggi o svantaggi?
 

In che zona sei? Faresti trinciato o granella?
Link to post
Share on other sites
11 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Anch'io dicevo di essere lontano dalle zone di cinghisli, fino a scoprire che i cinghiali corrono a fare le gite lungo il Ticino e scendono anche dalla Svizzera. Qualcuno è inevitabile trovarlobperchè sono davvero tanti. Nuotano allegramente nei canali e nei navigli. In pratica scendono dalk'appennino sfruttando i passi del Penice e del Braĺo o scendendo a sud di Alessandria. Gli sparano in Toscana e li ritrovi a Mortara.
Però danni al nais quando hanno tanti boschi ne fanno pochi, fanno danni quando sono branchi numerosi e non trovano niente. Il cinghiale è supe onnivoro con le larve di Popillia o maggiolini, scava quelle poi le scava anche nel mais. Se prendono l'interfila è perchè ci sono larve.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Attraversano il Tevere zona Roma come niente fosse, da me ci sono parecchi boschi ma quest'estate tutte le sere venivano in mezzo al sorgo

Link to post
Share on other sites
Ah bhe iniziano a girare anche da me nel bel mezzo della pianura padana....a 2 km ne ha tirato sotto uno un camion su una strada provinciale. Non so come possano sopravvivere qui perché di boschi e piante manco l'ombra, forse nei boschi lungo il fiume Oglio ma finita li...comunque qui sarebbe il paese dei balocchi per i cinghiali, mais mais e ancora mais
Oglio è ottimo. Io sono poen9 ma passano via, transito vanno però verso il lago. Sono pericolosissimi in autostrada e in vicinanza dei ponti su Po e Ticino. Li vedi nuotare come Phelps e fanno chilometri a nuoto. Passano il Po e non fanno dentro i mulinelli. Una decina ha percorso km di navoglio, una 10. Amano boschi e tanti prati per loro il mais è un,integrazione. Quando sono tanti la loro campagna la sbancano ma peggio con le larve.
Ti lasciano in pace, non aggredoscono di giorno anzi... quasi dei cani. Alla notte fanno paura i branchi stile, Intervallo, solo che invece delle pecore sei circondato da loro che non disdegano di fare opere di carrozzeria a macchina e trattore anche fermo.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
È per questo che odio i vetri anteriori fissi
 
Col 12 non puoi, servono le squadre specializzate, in Lombardia sono dolo in OltrePo. Il problema è la Peste Suina Africana.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Da me si è visto solo un esemplare in estate filmato da mio fratello , non ha raggiunto l'inverno , sparito non si sa dove.  Zona alta padovana/vicentino 

Link to post
Share on other sites

Alcune aziende con biogas sono in cerca di mais per fare trinciato 2022... Si sono accorti che la monocoltura di mais su buona parte dei terreni aziendali per anni ha dato origine a problemi fito sanitari enormi e il continuo asporto totale (trinciato) della coltura ricambiato con alcune botti di acqua sporca (digestato con titolo 1.5%azoto)sta rendendo improduttivi i loro terreni passati da sostanza organica 2.1 a 0.8

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
Alcune aziende con biogas sono in cerca di mais per fare trinciato 2022... Si sono accorti che la monocoltura di mais su buona parte dei terreni aziendali per anni ha dato origine a problemi fito sanitari enormi e il continuo asporto totale (trinciato) della coltura ricambiato con alcune botti di acqua sporca (digestato con titolo 1.5%azoto)sta rendendo improduttivi i loro terreni passati da sostanza organica 2.1 a 0.8
Quando anni fa dicevo a parità di plv io porto a granella.
Perché almeno butto sotto gli stocchi.
Nessuno mi credeva.....



Inviato dal mio SM-A515F utilizzando Tapatalk

  • Like 5
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...