Jump to content

Recommended Posts

3d dedicato a due colture che insieme occupano più di 2 milioni di ettari in Italia.

 

Nella nostra azienda coltiviamo solo il duro per cui scrivo la tecnica colturale che effettuiamo.

 

Sul ringrano effettuiamo sempre l'aratura a 30 cm, abbiamo provato varie tecniche alternative (ripuntatura, erpice a dischi, grubber ecc) ma sul ringrano solo l'aratura permette di ridurre l'incidenza delle malattie soprattutto mal del piede e fusariosi.

Mentre dopo colza e girasole effettuiamo semina su sodo, oppure se al momento della raccolta la mietitrebbia ha lasciato tracce profonde causa eccessiva umidità del terreno effettuiamo una ripuntatura a 35-40 cm con ripper super crakker.

 

Nel caso dei terreni lavorati (siano essi arati o rippati) successivamente ma in maniera anticipata effettuaiamo il passaggio con erpice rotante verso metà settembre per livellare il terreno e fare un falsa semina, poi prima di seminare roundup, concimazione di fondo (2-2,5 q.li/ha di 18-46 o misto organico 10-25), poi vibrocoltivatore e semina con seminatrice Pneumatica Accord DL da 4,5 metri. Quantità di seme all'inizio (fine ottobre) circa 220 kg/ha, poi da metà novembre in poi oltre 250 kg/ha.

 

Nella semina su sodo invece 2 kg di gliphosate 15 giorni prima della semina, e poi semina su sodo con John Deere 750 da 3 metri, seminatrice dotata di tramoggia per il concime e quindi ditribuiamo alla semina 1,5 q.li di perfosfato triplo (0-46-0).

 

Concimazioni azotate: con una coltura seminata a fine ottobre-inizio novembre, che sia nata bene, normalmente effettuiamo 3 passaggi: prima nitratura (nitrato ammonico 27 o 32 %) 1 q.le/ha fine gennaio, seconda nitratura 1 q.le/ha dopo un mese, e a metà-fine marzo 1,5-2 q.li di urea.

 

Diserbi: beh qui ognuno deve scegliere in base alla propria flora infestante, comunque facciamo un unico trattamento per mono e dicotiledoni unendo solforinuree e gramidici, e con il diserbo uniamo anche il primo trattamento fungicida.

 

Secondo trattamento fungicida alla spigatura con prodotti contro il fusarium, ruggine ecc.

 

Quest'anno semineremo le seguenti varietà: Levante, Latinur, Saragolla, Iride e Avispa.

 

Schede delle infestanti del grano:

Campania: (html) http://www.sito.regione.campania.it/...infestanti.htm

 

Bayer

Sicilia: (pdf) MB 0,45 http://crop.bayercropscience.it/User...ni_sicilia.pdf

Documento più completo, infestanti, malattie, parassiti, prodotti bayer

(pdf) MB 2,2 http://fitogest.imagelinenetwork.com...egia_Grano.pdf

 

Istituto ISI Duca degli Abruzzi

(pdf) MB 2,6 http://www.ducabruzzi.it/materialidi...20frumento.pdf

 

Ringrazio HP90 per la segnalazione delle schede.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'altra settimana ho chiesto qualche anteprima sui prezzi del grano da seme. Non sanno dire nulla, forse il prezzo del grano è troppo basso e dovrebbero abbassare il prezzo delle sementi rispetto all'anno scorso? Forse il prezzo del grano salirà e non vorrebbero ritrovarsi con un prezzo delle sementi basso? :-[

Per il prezzo dei fertilizzanti lasciamo stare, tanto ho deciso che non ne compro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dj con il tipo di lavoro che fai quanti q.li ad Ha riesci a fare in una stagione normale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'altra settimana ho chiesto qualche anteprima sui prezzi del grano da seme. Non sanno dire nulla, forse il prezzo del grano è troppo basso e dovrebbero abbassare il prezzo delle sementi rispetto all'anno scorso? Forse il prezzo del grano salirà e non vorrebbero ritrovarsi con un prezzo delle sementi basso? :-[

Per il prezzo dei fertilizzanti lasciamo stare, tanto ho deciso che non ne compro.

 

ma guarda qui nella provincia di Milano hanno già stilato i primi prezzi e :AAAAH::AAAAH::AAAAH::AAAAH: 70 - 80 euro/Qle...roba da matti.

 

sicuramente il prezzo del grano tenero non aumenterà (almeno quest'anno)...posso scommetterci la testa.

 

Ma il bello del gioco (ormai mi piace chiamarla così l'agricoltura) è che pur essendo basso il prezzo di vendita i prezzi della semente sono sempre stabili o in rialzo; ma scusate le aziende sementiere con un prezzo così basso dovrebbero acquistare a prezzo basso....e quindi quanto rincaro ci mettono sul prezzo alla vendita?:cheazz::cheazz::cheazz::cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dj per fortuna dalle tue parti le piogge non mancano e puoi permetterti di effettuare 3 concimazioni distribuite lungo il post emergenza.......qui da me non raccoglieresti quasi nulla ,x il troppo contenuto azotato ,soprattutto l'urea ,che con l'innalzarsi delle temperature (sempre che siano scese con i mesi teoricamente invernali,xchè non so da voi ma qui la gente affolla ancora le spiagge) viene sottoposta all'azione delle UREASI ,cosi con vari passaggi ,nitrificazione ecc...avremo forme di azoto varie per un arco di tempo di circa 60giorni e +.....una corposa quantità di azoto fa aumentare la richiesta idrica da parte del frumento duro,ed in condizioni di siccità e fenomeno di stretta da caldo avresti scarsa produzione areica,basso peso ettolitrico e valori di glutine e proteine da ridere......(quio nella parte del tavoliere dove mi ritrovo io,non piove dal "4 di APRILE",signori nemmeno la rugiada si forma +,nelle città oramai si razionalizza l'acqua)....

 

Buona la varietà SARAGOLLA ,l'IRIDE mi ha dato produzioni di circa 55ql/Ha ,che nella mia zona è un ottimo risultato,ma la qualità della granella era appena sufficente....

Ho trovato ottimo il GRECALE,che riconfermo anche quest'anno,ANCO MARZIO ,e spero di riuscire ad avere il NEOLATINO (son 2 anni che cerco di avere il seme)......questo sempre tenendo sottocontrollo il prezzo del DURO da vendere......xchè se la situazione è drammatica come quella che si sta profilando in queste ultime settimane (la camera di commercio di FOGGIA è la seconda settimana che non batte prezzo....VERGOGNAAA).....penso di dimezzare le superfici a frumento duro....PROTESTA!!!!!

Edited by pasqualeJD
ortografia

Share this post


Link to post
Share on other sites

In azienda seminiamo soltano il grano duro.

 

La Sicilia purtroppo o per fortuna ha dei climi molto diversi da zona a zona , quindi non si può fare uno standard per non ritrovarsi in situazioni disastrose.

 

Dove seminiamo il grano duro (varieta simeto, prima usavo anche arcangelo,duilo,iride,quadrato)effettuiamo sempre l'aratura a circa 40 cm di profondità.

 

Di solito usiamo i coltivatori con sistema non stop, che ci permettono di spianare bene i terreni, data la pressione dei bracci regolabile (piu o meno flessione dei bracci).

Se rimangono delle zolle usiamo anche l'erpice a dischi e poi ripassiamo il coltivatore o vibro prima di seminare.

 

Avendo molti terreni in azienda di color nero, se piove troppo, proprio come sta facendo ogni giorno tutt'ora, la semina su terreni quindi argillosi, da vari problemi di affosamento.

 

Si parte sempre dal principio che meno si pesta per seminare, piu il grano nasce bene, meglio si raccoglierà.

 

Concimazioni

 

Di solito da sempre abbiamo usato il 18-46 in presemina in dosi 200 kg/ha,ma quest'anno mi sa che non lo si usa, dati i prezzi a dir poco esagerati (chi parla di 80 chi di 100 euro quintale).

Dopo la semina , dipende sempre dalle pioggie,perchè nella mia azienda principale piove sempre tanto, usiamo urea 46% o nitrato 34% , la dose varia anche dallo stato del grano duro, dai terreni, dalle zone, ma diciamo che la media è di 150 kg ettaro per nitrato o poco meno in caso di urea 46%.

 

Dati i vari consigli del signor puntoluce e djrudy , l'anno scorso ho effettuato un altra concimazione con ottimi risultati, dividendo i terreni e vedendo che con altri 100-150 kg ettaro di nitrato 34% il grano fa molta piu produzione e di bruciarlo o allettarlo nessun problema.

 

Funcigida

 

L'ho usato lo sphere della bayer, son del parere che, molte volte l'annata fa piu di mille prodotti, però se usati in tempo, con le dosi esatte e con criterio, vale proprio la pena usarli, assieme al diserbante, soprattuto nei ringrani dove il mal del piede, fa danni seri.

 

Diserbanti

 

Come diserbante post uso sopratutto l'atlantis della bayer e altri con soluzione 2,4d (che ha 20 anni che la vogliono togliere ma sempre la si vende) con ottimi risultati. Son riuscito con varie prove ad avere qualche campione con proteine 14,2. il speso specifico del grano è di solito sempre superiore a 80.

 

Rese?

 

Beh, le rese son diverse e variano da zone in zona, son riuscito a fare in 3 ettari 195 quintali , ma son riuscito in altre zone anche a farne 30 .

 

Son ottimista per quest anno (come sempre) e son sicuro che se si migliorano tecniche, attrezzi, quindi la qualità del lavoro aumentano pure le rese.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

per i miei conterranei posto il link del consorzio "Ballatore", consorzio di ricerca che monitorizza la qualità del grano in Sicilia. tra i servizi la pubblicazione delle quotazioni del grano duro (solo in via sperimentale, il borsino grano è solo da poco stato attivato dalla amministrazione regionale :AAAAH:).

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest'anno i siciliani hanno deciso di non usare il 18-46 in presemina dati i costi eccessivi del concime.

Sicuramente il fosforo disponibile nel terreno non è da tutte le parti uguali, ma secondo me una mancanza di questo elemento potrebbe evidenziare delle spighe con pochi chicchi.

Chi usa questa tecnica di semina senza il 18-46 cosa usa dopo?

il 25-15? l 'entec? altri tipi?

qualcuno di voi ha fatto delle prove?

qualcuno è andato avanti senza mettere fosforo nel terreno per tutta l annata?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io mi trovo particolarmente bene con l'entec 25 15 , o in alternativa il blu formula 25 10 unica concimazione 4 quintali ettaro... sul duro e suo tenero

Share this post


Link to post
Share on other sites

cioè parli di dopo semina?

quest'anno userai questo e niente 18.46?

l 'entec? qui si parla di 70 euro quintale.

quindi passi nel terreno una volta sola?

c'e' qualcosa che non mi torna....

Share this post


Link to post
Share on other sites

io come tutti gli anni, a campo aperto do il 18-46(200kg/ettaro)......utilizzo sempre questa tecnica perchè mi son sempre trovato bene, anche quest anno che è sata un annata particolare per il grano....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi trovo d'accordo con il Conte...

Qui si parla di 78 euri/qle + iva per il 18-46 il concime che ho sempre utilizzato alla dose di 200 kg/ha soprattutto nei reingrani.

Oggi mi chiedo come si possa ancora utilizzare... mi spiego: 200 kg significano 160 euri e allo stato attuale dei prezzi del grano duro ( 22€/qle) vuol dire prendere 8 qli della futura produzione e bruciarli per il biammonico :cheazz: e poi il diserbo e poi la nitratura e poi la mietitura...

lo stesso vale per i vari entec o 9-21 etc. etc. che a fronte di un prezzo relativamente più basso necessitano di una maggior quantità...

In coscienza non mi sento proprio di usarlo, sono propenso a utilizzare della semplice urea al momento della nascita del grano; non so se sarà una scelta sensata o di un autogol ma oggi mi vengono dei seri dubbi sulla opportunità di seminare...

Dovremmo fermarci. TUTTI.

E far capire che il nostro compito è fondamentale: sfamare la gente. A questo punto credo che chi avrà bisogno di essere sfamato sarà l'agricoltore.

scusate lo sfogo e l' O.T. ma non ne posso più:angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

si passo nel terreno una sola volta. l'anno passoto ho usato il 10 30 , tendo a fare rotazioni..

uso l'entec a gennaio 4 q oppure 3 e poi un quintale di urea a marzo possibilmente quella della compo a lenta cessione ... io l'entec l'ho pagato 65 euro l'urea 50 prezzi esorbitanti ma se usavo il 10 3o volevano 60 euro .... facendo un costo ettaro ci sto di poco dentro..

il problema è che si mettono a tavolino i produttori ed i venditori per tiraci il collo, questo lo so per certo, vi è una lobbi che alza i prezzi concime sementi diserbanti ecc lo sapete che il diserbo non costa nulla??

e che l'urea in croazia ora costa 25 euro con trasporto?? e che vednono il grano uguale a noi?? e li il problema non qualche punto di azoto in più...

Share this post


Link to post
Share on other sites
si passo nel terreno una sola volta. l'anno passoto ho usato il 10 30 , tendo a fare rotazioni..

uso l'entec a gennaio 4 q oppure 3 e poi un quintale di urea a marzo possibilmente quella della compo a lenta cessione ... io l'entec l'ho pagato 65 euro l'urea 50 prezzi esorbitanti ma se usavo il 10 3o volevano 60 euro .... facendo un costo ettaro ci sto di poco dentro..

il problema è che si mettono a tavolino i produttori ed i venditori per tiraci il collo, questo lo so per certo, vi è una lobbi che alza i prezzi concime sementi diserbanti ecc lo sapete che il diserbo non costa nulla??

e che l'urea in croazia ora costa 25 euro con trasporto?? e che vednono il grano uguale a noi?? e li il problema non qualche punto di azoto in più...

 

 

ma perchè dici che passi una sola volta e poi dici , do l'entec e poi l urea?

non sono due volte?

quante unità dai di N ai tuoi terreni?

che rese ci sono da voi?

 

croazia 25 euro? qui costa almeno 50 euro! ci vado con una squadra di camion e gli e lo pago anche 30!

sai i posti ed hai certezze?

Share this post


Link to post
Share on other sites

per fortuna da voi la direttiva nitrati , non fa molti danni

 

il per il tenero ( e quest'anno mi cimetero con il contratto per la plasmont) in genere in collina metto i soliti 400q.li di letame in aratura , e la miscela senza azoto , di perfosfato triplo+cloruro potassico (NPK 0/16/22)sui 260kg x ettaro , e quest'anno costavano sui 50 euro piu iva al quintale

 

IN pianura solo la miscela P+K senza letame in aratra , mentre altriche hanno i terreni vicino ai miei interrano gli stocchi con l'aratura epicano e seminano ..

 

poi vedro come va l'inverno , per risparmiare un po di semente l'ho messo a 200 kg/Ha , al posto dei soliti 260 che e' una regola , e' un po rado ma ce tutto considerando che lo seminato prima del 15 ottobre,per cui spero che accestirsca bene,decidero' quanta urea dare a fine aprile

 

qualcuno conosce il nome di quel grano che si semina a 100 kg per ettaro o giu di li, che in acestimento fa quasi 25 culmi? a me avevano proposto di seminarlo , pero non mi ricordo il nome

 

chi l'ha provato mi ha detto che e' impressionante perche a gennaio quasi non si vede , da come e' rado e a marzo sembra un erbaio di loietto.

Edited by GGyno

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ci ho capito nulla, non so perchè ma tu hai un modo di scrivere che da che parli di donne parli di auto ....

comunque dopo tutto questo mix che produzioni fate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest'anno poco siamo stati appena sopra i 40 q.uli ad ettaro , avbbiamo avuto problemi di allegagione , perche in fioritura ha piovuto 52 giorni di fila , per fortuna che siamo riusciti a fare il trattamneto contro il fusarium appena 2 giorni prima delle piogge di maggio giugno,

 

nella media dei 5 anni prima siamo semtre stati sopra i 75 q.li ad ettaro con l'agadir , con punte di 83 con il pioneer PR22R58, in terreni vocati ,

 

quest'anno visto che non mi ha soddisfatto granche , sono tornato con il soisson in tereni tenaci, e il centro in terreni freschi , vediamo dove arriviamo con le rese al raccolto

 

come emergenza e la radicazione e' stata buona per entrambi , per cui la spinta del fosforo c'e stata , bisogna vedere poi l'inverno come si presenta, nel senso del freddo

 

cosa centrano le donne e le auto con la coltivazione del grano?

Edited by GGyno

Share this post


Link to post
Share on other sites

qualcuno conosce quel grano che si semina a 100 kg per ettaro o giu di li, che in acestimento fa quasi 25 culmi? a me avevano proposto sdi seminarlo , pero non mi ricordo il nome

 

chi l'ha provato mi ha detto che e' impressionante perche a gennaio quasi non si vede , e a marzo sembra un erbaio di loietto.

 

non conosco questa varietà, potresti darci qualche "lume" in più?

Share this post


Link to post
Share on other sites
non conosco questa varietà, potresti darci qualche \"lume\" in più?

 

 

me lo ha accennato i tecnici del CAPAC , che fanno le prove anche per l'istitito della ceralicoltura , una sra quando facciamo la riunione di aggiornamento (NDR queste rionioni ne fanno in genere 2 una per il mais a gennaio , uno a settembre per orzo e grano)

per farla breve , hanno detto che da quest'anno c'e una varieta' di grano tenero , che accestisce molto , loro parlavano di 25 culmi , ogni chicco di grano seminato .

qui abbaimo ancora il vizio di parlare di giornate di terra , che corrispondono a 3810mq , e 2,64 giornate fanno un ettaro circa

 

comunque secondo le loro indicazioni , dicvevano di seminarlo a 25/35 kg per giornata

 

per cui 75 /90kg ad ettaro , al massimo , per evitare che accestendo molto , sia piu suscettibile al mal del piede

 

naturalemnte nessuno o quasi l'ha seminato ....

 

appena faccio un salto ial centro mi faccio dare il nome...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di grano........quanti quintali ne riuscite a raccogliere per ettaro?

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito di grano........quanti quintali ne riuscite a raccogliere per ettaro?

non tutti gli anni sono uguali non tutte le zone sono uguali non tutti i terreni sono uguali non è facile dare una risposta precisa,ti posso dire 40 45 q per ettero di media ma e successo anche di 25 q come di 55 o 60q dipende da quello che ho detto prima e dal TEMPOO0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il prezzo ad aprile era volato a quasi 50 €/q.le poi ha iniziato il declino, per arrivare a 30 € a trebbiatura, e ora siamo sui 20 € e penso che rimanga a tale livello per molto tempo ben oltre la prossima trebbiatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...