Jump to content
apozzo

Manifestazioni per trattori d'epoca

Recommended Posts

In accordo (e su suo suggerimento) con Filippo, ho deciso di creare questa discussione inerente tutte le manifestazioni che riguardano il mondo dei trattori d'epoca, così che tutti possano sempre avere un quadro aggiornato sullo svolgimento di tali eventi nel Bel paese e anche all'estero.

Inizio io con la segnalazione di un evento secondo me molto importante per il mondo dei trattori d'epoca al Sud Italia.

Il giorno 22 febbraio si terrà a Benevento in Località Piano Cappelle il "1° Convegno trattori d’epoca meridione".

Mi è stata assicurata da lui stesso la presenza dell'ing. Mino Faralli (grande storico e commissario Asi per i trattori d'epoca) e forse (lui era un pò dubbioso) di William Dozza.

Saluti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le notizie trapelate fin ad ora sono davvero poche! Posso solo (putroppo!) dare una notizia certa: William Dozza non ci sarà.

Saluti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo di poter inserire tutte le informazioni sulla suddetta manifestazione:

 

- DATA e ORA: 22 Febbraio a partire dalle 9.30 del mattino.

 

- LUOGO: Presso il Museo MUSA di Benevento situato in Loc. Piano Cappelle.

 

- TEMA: Convegno sui trattori d'epoca presieduto dall'ing. Faralli e altri esperti del settore.

 

- TRATTORI ESPOSTI: Tutti quelli del Museo (circa 70) più eventuali altre macchine portate da collezionisti....mi hanno chiesto di portare il 50R ma ho dovuto dire di no: mi servivano troppe cassette per metterci dentro tutti i pezzi!!!!

 

Un salutone

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Credo di poter inserire tutte le informazioni sulla suddetta manifestazione:

 

- DATA e ORA: 22 Febbraio a partire dalle 9.30 del mattino.

 

- LUOGO: Presso il Museo MUSA di Benevento situato in Loc. Piano Cappelle.

 

- TEMA: Convegno sui trattori d'epoca presieduto dall'ing. Faralli e altri esperti del settore.

 

- TRATTORI ESPOSTI: Tutti quelli del Museo (circa 70) più eventuali altre macchine portate da collezionisti....mi hanno chiesto di portare il 50R ma ho dovuto dire di no: mi servivano troppe cassette per metterci dentro tutti i pezzi!!!!

 

Un salutone

apozzo

 

Ciao Apozzo come e' andato il convegno?

mi interessa perche' con il Dott. Faralli stiamo portando avanti il discorso

dell'omologazione ASI dei trattori d'epoca, in quanto al momento questi veicoli

non sono considerati dal codice della strada, come tali, e per poter circolare su strada devono avere l'arco di protezione, cinture di sicurezza, ecc.

Mi spiego meglio, una automobile d'epoca che in origine non aveva le cinture di sicurezza, non le puo' montare, e la legge ti esenta dall'obbligo di istallarle, e puoi circolare ugualmente, per i trattori questo non e' ancora possibile.

Forse sono andato fuori tema, scusate.

Saluti

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

No no Franco, macchè fuori tema, il discorso è interessantissimo ed anzi ti inviterei a darci tutte le eventuali news in tal senso. Magari apriamo un argomento apposito. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
No no Franco, macchè fuori tema, il discorso è interessantissimo ed anzi ti inviterei a darci tutte le eventuali news in tal senso. Magari apriamo un argomento apposito. :)

 

Non vorrei essere frainteso, io non cerco ne' tessere di iscizione ASI , ne' tantomeno soldi, ma siccome da circa un anno sono stato chiamato a far parte della commissione tecnica nazionale per macchine agricole ed utilitarie dell'ASI come consulente, e ad ogni riunione l'argomento principale e' la richiesta al ministero della modifica dell' art. 60 del codice della strada, che per gli AUTOVEICOLI e MOTOVEICOLI strorici prevede delle esenzioni per poter circolare su strada,

mentre per i mezzi agricoli no, se non messi a norma, basterebbe cambiare le parole AUTOVEICOLI e MOTOVEICOLI con VEICOLI, e sarebbero compresi anche i nostri trattori.

Per poter fare questo pero', noi dovremmo farci sentire, e al momento in italia l'unica associazione che puo' aiutarci e' l'ASI, ma all'interno dell'ASI noi poveri trattoristi contiamo ancora poco, essendo iscritti pochi mezzi, pensate che sono stati certificati soltanto 370 trattori in tutto, una briciola rispetto alle auto e moto,

per prima cosa sarebbe utile sapere in italia quanti trattori storici esistono, ma la cosa non e' samplice, forse impegnandoci un po', ognuno di noi per la propria zona geografica, si potrebbe fare un censimento approssimativo.

Cosa ne pensate?

 

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi e un saluto a Franco (mi fa davvero piacere che ti sia iscritto).

Ho putroppo pessime notizie riguardo alla manifestazione di Ieri l'altro: non sono potuto andare per ragioni familiari (nulla di grave) e ancora oggi mi rode il fegato! A parte la visita al MUSA (ci sarò andato già 10 volte!) mi interessava sentire faralli e altri membri ASI proprio sul discorso riportato da Franco!

Riguardo all'iscrizione dei trattori all'ASI, mi permetto di dire la mia sulla scarsità di adesioni rilevata giustamente da Franco: io personalmente non ho mai preso in considerazione l'iscrizione dei miei trattori ad un Club ASI per una semplice ragione: non ne vedo sinceramente il motivo! Vorrei che tale ente manifestasse un pò più di interesse per i vecchi trattori e, in virtù di questo, offrisse anche un servizio all'utente iscritto! Tutte cose che, almeno nella mia zona, non avvengono di certo. Magari nelle regioni dove la cultura del trattore d'epoca è più spiccata l'ASI sarà attivissima e presente ma io con la massima sincerità penso che nel Sud Italia l'apporto sia pressochè nullo! Da questo nasce forse il rifiuto dell'utente di sottoscrivere una quota semplicemente in cambio di una targhetta o poco altro.

E qui si innesta secondo me il vero nocciolo della quiestione: le esenzioni.

Mentre per le auto e moto d'epoca l'iscrizione prevede la facoltà di circolare anche nell'ovvia impossibilità di adempiere alle norme del nuovo codice della strada, ciò non è possibile per i trattori. Per adeguare un trattore d'epoca al codice della strada occorre stravolgerlo e dunque renderlo non idoneo all'iscrizione ASI. Si intuisce chiaramente la contraddizione!

Ora il mio ragionamento in tal senso è abbastanza drastico: i trattori non sono macchine ne moto e, sopratutto i più vecchi (poniamo il caso di un Superlandini), risultano molto molto più pericolosi rispetto ad esse! Mi spiego meglio: a mio parere concedere le esenzioni ad auto e moto d'epoca può avere una certa ragionevolezza: anche se con prestazioni inferiori, quest'ultime in strada frenano e si gestiscono in modo sufficientemente sicuro ancora oggi!

Discorso totalmente diverso dai trattori d'epoca: pensiamo ad un Landini Super: ma vi sembra possibile mettere in strada un mezzo del genere??

Da tutto ciò evinco la mia conclusione: se l'ASI non risolve queste questioni di natura pratica e se non offre una qualche sorta di servizio in cambio dell'associazione, la battaglia è persa in partenza. Ragazzi, io personalmente penso (e so di attirarmi critiche dicendo questo) che la fortuna dell'ASI sulle auto e moto d'epoca sia basata esclusivamente sulle esenzioni (bollo, assicurazione, blocco traffico e altre norme sul codice della strada) che attualmente offre! Poco altro! Nulla di sbagliato tra l'altro: nessuno di noi credo abbia voglia di pagare l'associazione ad un club in cambio del nulla!!

Concludo questo mio messaggio con una proposta-frecciatina ai vertici ASI: rimborsare parte del costo necessario allo spostamento dei trattori d'epoca su bisarche o carrelloni (gasolio, autostrada ecc.) ai soci quando questi debbono partecipare ad un raduno sarebbe già un ottimo passo in avanti!!

Saluti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Apozzo

Io esprimo solo un mio parere personale.

Sono pienamente daccordo, che un SuperLandini non debba circolare su strada, io stesso ho acquistato un vecchio camion con verricello attrezzato per il trasporto dei trattori per non avere grane, ma il problema non e' solo la circolazione stradale, ma anche la sicurezza alle manifestazioni, l'inquinamento sia acustico che ambientale, per non parlare poi dei mezzi in attesa di restauro, che se lasciati in un cortile possono essere considerati rifiuti inquinanti dalle forze dell'ordine.

Il mio pensiero e' che, se vogliamo " divertirci " di tanto in tanto alle manifestazioni, alle sfilate, o a qualsiasi altra ricorrenza, dobbiamo avere delle regole certe, e non rischiare solo sulla nostra testa, e per questo dico che dobbiamo essere un numero considerevole per far sentire la nostra voce, e al momento l'unica associazione reale su cui possiamo contare purtroppo o per fortuna e' l'ASI.

Ho deciso di certificare altri 15 dei miei mezzi, oltre ai 4 che gia' ho, proprio per questi motivi, e anche perche' a mio modesto parere dopo aver restaurato un mezzo e' anche un prestigio personale vederlo riconosciuto.

Per quanto riguarda gli aiuti economici, esiste gia' da qualche anno la possibilita' di avere dei contributi dall'ASI, iscrivendo la propria manifestazione a calendario ASI, tramite un club federato.

La festa che io faro in luglio e' alla 4° edizione, quest'anno per la prima volta e' stata messa in calendario dal mio club, e mi sara riconosciuto un contributo, a patto che siano presenti alcuni mezzi certificati.

Scusate per il mio italiano non troppo corretto, me la cavo meglio con la chiave inglese !

Saluti.

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Franco, sarebbe a questo punto interessante capire quali sono i requisiti che deve avere un Trattore per essere certificato dall'Asi.

 

Inoltre, la "trafila" per ottenere tale certificazione, come si svolge?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbe il caso di aprire una discussione apposita riguardante l'omologazione ASI che ne dite??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Franco, sarebbe a questo punto interessante capire quali sono i requisiti che deve avere un Trattore per essere certificato dall'Asi.

 

Inoltre, la \"trafila\" per ottenere tale certificazione, come si svolge?

 

I requisiti e tutto il regolamento per l'iscrizione dei mezzi si puo' trovare sul sito dell'ASI, www.asifed.it qui si puo' trovare anche la datazione e la categoria di appartenenza di ogni singolo mezzo, e l'elenco di tutti i club federati italiani.

In poche parole, per iscrivere un trattore, bisogna tesserarsi ad un club federato che si occupi anche di trattori, consiglio il piu' vicino territorialmente, la tessera ASI costa 42 euro circa, piu' la tessera del club locale che e' variabile, esempio nel mio si spende in totale 80 euro, poi per il mezzo invece, se si richiede solo l'attestato di storicita', questo e gratuito, se si richiede il certificato ( omologazione ) la spesa per ogni macchina e' di 52 euro, e deve venire la commissione a vederla.

Capisco che a tutti non vada di spendere soldi, per alcuni ritenuti superflui, e propongo come primo passo, che si potrebbe fare anche attraverso queste pagine, un censimento orientativo di tutti i mezzi d'epoca in italia, senza mettere nominativi, o intestatari, ognuno di noi con un po' di sacrificio di tempo potrebbe stilare una lista per la propria zona, in modo da poter sottoporre all'ASI un numero che sicuramente fara' riflettere, Penso che in italia siamo in tanti ad avere questa " malattia "

Saluti

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Franco e ti ringrazio per le opinioni che esprimi!

Credo nella bontà della tua proposta: censire i trattori d'epoca, anche in modo abbastanza grossolano, potrebbe essere utile per aiutare i vertici ASI a comprendere la vastità del fenomeno.

Il problema è che spesso le persone hanno tali trattori per utilizzarli a tempo pieno e dunque non li vedono affatto come trattori d'epoca e di interesse storico (che dir si voglia). La prima cosa dunque sarebbe quella di organizzare convegni e seminari (e in quest'ottica sono felicissimo della manifestazione tenutasi il 22 a Benevento) per spiegare il fenomeno e "educare" le persone alla possibilità, e all'opportunità, di recuperare vecchi trattori.

Saluti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Apozzo

Comprendo che in molti ancora facciano lavorare questi mezzi, ma per cominciare questa campagna dobbiamo per prima cosa avere dei dati, i convegni servono, ma dobbiamo essere i primi noi a divulgare e promuovere questa attivita'.

Saluti

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contare le macchine in mano ai collezionisti per quanto mi riguarda è impossibile.

 

Tuttavia, potrebbe aver un senso censire le macchine presenti alle manifestazioni d'epoca?

Quello si mi sarebbe possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Contare le macchine in mano ai collezionisti per quanto mi riguarda è impossibile.

 

Tuttavia, potrebbe aver un senso censire le macchine presenti alle manifestazioni d'epoca?

Quello si mi sarebbe possibile.

 

Ciao Filippo

Come primo passo sarebbe gia' qualcosa.

Grazie

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Apozzo

Mi e' arrivata oggi La Manovella, il giornale dell'ASI, a pagina 78 c'e' un bell'articolo, anche se e' corto, sul convegno di Benevento, c'e' anche una bella foto di un bellissimo OM testacalda.

 

Gianfranco

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche a me è arrivata,mi è dispiaciuto nn poterci essere andato a benevento,comunque sulla manovella c'è anche un articolo sul porshe standard mi pare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vado subito a procurarmi "La Manovella".......scappooooooooo!

Grazie mille della segnalazione!

Saluti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma dove, o come, si può reperire questo giornale??semplicemente in edicola??:cheazz:

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non saprei se si trova in edicola, a me arriva ogni mese perche' sono iscritto all'ASI, ma purtroppo su questa rivista gli articoli sui mezzi agricoli sono sporadici, si parla soprattutto di auto e moto d'epoca.

Gianfranco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi fosse interessato, sabato 30 e domenica 31 maggio a Bastia Umbra presso il centro fiera, dove si svolge ogni anno Agriumbria, c'e' una mostra scambio di veicoli d'epoca, auto moto e trattori,

saro' presente anche io con il mio club, in uno spazio dove avremo il museo dello scooter, alcune moto Gilera per il centenario, automobili, e una decina di trattori da poter accendere.

Chi volesse venire mi contatti con MP.

 

Gianfranco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Segnalo il 5° (se non ricordo male) raduno di trattori storici a Bedizzole in provincia di Brescia che si terrà domenica prossima 3 maggio. La partenza della sfilata sarà per le 9. la mostra statica verso le 10 e 30

Il raduno è bello, ci sono parecchie macchine interessanti con una mostra statica dove chiunque può osservarle senza fretta. Di solito ci sono 150- 200 trattori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domani sarò anche io a Bedizzole. Se qualche tractorumista viene si faccia riconoscere, berremo qualcosa alla salute (e pure alla faccia:asd:) di chi non viene!

Riconoscerete il mio iron col carrellone e l'omone sul Same Da 25 sono io!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo a tutti che domenica 10 maggio raduno trattori d'epoca a Gardigiano di Scorzè (Ve)

specifiche ulteriori nella discussione manifestazioni A.A.T.E.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...