Jump to content

Recommended Posts

che attrezzi usate per affinare il terreno dopo l'aratura o la ripuntatura?

io ho un attrezzo combinato formato da una fila di dischi a v della spedo http://www.spedo.eu/pagine/campo_sez1_16.php

e un estripatore bianchi a due file con molle a balestra attaccato dietro.

t222_P1010008.JPG

 

devo dire però che non sono molto soddisfatto dell'attrezzo, ha il grosso difetto che la dischiera non lascia il terreno in piano ma tende a portare la terra alle estremità specie a velocità sopra i 10 km/h; inoltre in condizioni disastrose come l'inizio semina dell'anno passato con secco e zolle oltremodo dure, queste si incastrano tra i dischi bloccandoli.

 

il problema è anche che passando dal laser 150 al 7810 la velocità di lavoro è molto incrementata e di conseguenza anche la sua instabilità (oltre al mio mal di schienda dovuto ai copiosi sobbalsi), dovuta credo alla mancanza di un rullo posteriore, è per questo che avevo pensato di affiancarlo ad un altra tipologia di attrezzo e mi sono fatto dare in prova un coltivatore goizin usato; si tratta di un miscelatore costituito da 2 file di ancore dritte con esplosori, dischi posteriori per pareggiare il terreno e rullo a gabbia; molto simile al vulcano della rossetto o al mixter della kuhn http://www.kuhn.it/internet/webit.nsf/0/D28DB41C8B7C4AD3C125739D002A16D4?OpenDocument&p=9.2.5.2.1

t223_P1010020.JPG

t224_P1010022.JPG

 

devo dire che è superiore al mio in quasi tutte le situazioni sia come affinamento, come pareggiamento del terreno e soprattutto per la "cura" delle malerbe che si seccano tutte velocemente perchè le lascia con le radici all'aria e senza terra; anche le stoppie vengono miscelate molto bene.

 

punti a sfavore sono la maggior potenza richiesta (circa il 20% di velocità di lavoro in meno) e se si opera con zollosità eccessiva e molto secco l'affinamento non è sufficente.

tutto sommato mi è sembrato un bell'attrezzo, vedremo se il vecchio darà il benestare per la spesa

 

altro attrezzo che ho, ma che non mi aggrada troppo è un erpice a 24 dischi spedo anche questo h il problem che attccato al 7810 nemmeno si sente e dovremmo andare a velocità inopinte per trovare il fondo al trattore, poi se non usato modo (e certe volte non è sufficente ugualmente) non lscia il terreno pari com piace me, ci vorrebbe un bel 36 dischi.........

t225_P1010015.JPG

 

una tipologia di attrezzi molto interessante sono gli erpici a dischi indipendenti tipo l'optimer kuhn

http://www.kuhn.it/internet/webit.nsf/0/8568E9642D2178DAC125739D002A16D1?OpenDocument&p=9.2.1.1.1

o il carrier vaderstad

http://www.vaderstad.com/default2.aspx?companyId=1&treeId=2&lnkMainId=153

sono attrezzi che miscelano ottimamente le stoppie e permettono velocità e rese orarie elevatissime; sulla stoppia ho visto lavorare un tre metri vaderstad e mi è piaciuto.

le problematiche di queste attrezzature a mio avviso sono: la zavorratura che va applicata in caso di trebbiature che lasciano tracce profonde una quindicina di cm per poterle paeggiare bene, che per poter essere sfruttate a dovere e lascare il terreno pari dovremmo prendere un 6 metri ed attccarlo ad un cingolo in gomma per assorbire bene le sollecitazioni del terreno a velocità elevate e soprattutto il prezzo spropositato......

Edited by puntoluce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attrezzatura usata nella nostra azienda per raffinare e pareggiare il terreno oltre chiaramente all'erpice rotante.

 

Grubber Rossetto modello Vulcano: 4 metri 9 ancore, 10 dischi, rullo gabbia, peso 24 q.li, chiusura idraulica a 2,5 metri.

 

t773_P10101551024x768.JPG

 

Erpice a dischi portato Spedo 3 metri con sezioni a X, 24 dischi + 2 dischi coprisolco, peso 15 q.li, chiusura idraulica a 2,5 metri.

 

t774_P10100911024x768.JPG

 

Coltivatore Rossetto 3,5 metri, 17 ancore da 30x30, chiusura a 2,5 metri manuale.

 

t775_P10100631024x768.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per affinare il terreno ho messo una fila di vibroflex da 3 cm ad un coltivatore Siderman vibroflex con 13 molle da 7 cm.

La fila aggiunta di 12 vibdroflex la posso sollevare con un pistone idraulico.

i1435_vibrocoltivatoresiderman.JPG

Vibroflex - CNH TK 95

Edited by HP90

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche io penso che sia una ottima idea, di questi tempi con il prezzo del gasolio è utile ridurre il numero dei passaggi, ma anche per evitare l'eccessiva costipazione del terreno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho una fresa Sovema da 180 (non ridete :perfido:) che uso con il Fiat 415, per la terra che aro io è fin troppo, anche se mi piacerebbe comprarmi un erpice rotante per il Lamborghini 1156 :fiufiu: così in una passata l'orto è pronto :clapclap:Qui dalle mie parti il 99% di chi semina ha la fresa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nelle mie zone prevalentemente erpici, soprattutto per le erbacee da pieno campo non sarchiate, ciò a causa della compattezza dei terreni ricchi di argilla; le frese si usurerebbero presto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conosco il Carrier menzionato da Puntoluce solo sulla carta, ma dalla prima volta che l'ho visto me ne son praticamente innamorato. Ora ogni tanto mi guardo la brochure e mi eccito.

Credo molto nelle "macchine a disco", in particolar modo le nuove tipologie che stanno guadagnando qualche consenso anche nel Nostro Paese, ossia quelle a "disco indipendente" (come il Carrier, appunto). Molti altri Costruttori propongono questa tipologia, vedi Pottinger (link broshure su sito ufficiale) con la sua TerraDisc, oppure Rabe (link broshure sito ufficiale) con il Field Bird. Questi i Marchi che propongono anche le versioni trainate, le portate le fanno anche alcuni nostri Costruttori (vedi Maschio con Ufo ed altri).

Sono certamente adatte per minima lavorazione, interramento stoppie e semina colture da sovescio. Con lavorazioni tradizionali invece? Ossia, dopo aratura, possono essere impiegati con profitto? Le trainate in questo senso mi sembrano un po' troppo pensantucce e mi vien da pensare ad un certo costipamento sulle testate, sbaglio forse? E' possibile ipotizzare un loro impiego quali preparatori dopo aratura e prima della semina su mais (possibilimente utilizzando le seminatrici tipo Gaspardo MT, con elemento di semina adatto a terreno piu "grezzo")?

Altro impiego: in alcune annate, dopo l'aratura autunnale in zone con terreni pesanti succede che il gelo non sia sufficiente a far disgregare correttamente le zolle, con il risultato che poi in primavera impiegando l'erpice rotante è una lotta affinare il terreno. Sono necessarie piu ore del previsto e, soprattutto, piu gasolio del solito.Con non sempre i risultati sperati. Credete che una passata precedente (magari invernale) con queste attrezzature possa invece soluzionare il problema?

 

Ultimo: su abbondanti stocchi di mais? Ipotizzando una passata con queste attrezzature in questo periodo (ottobre-novembre) su terreno ricoperto di stocchi trinciati, e prevedendo l'aratura solo in primavera, pensate possa essere utile per interrare in parte i residui ed iniziare la loro decomposizione con anche una rottura della "crosta superficiale" (con annesse tracce passaggio macchine da raccolta abbastanza profonde)? Hanno particolari difficoltà ad operare sui residui di mais? E' possibile ipotizzare anche l'eliminazione del trinciastocchi e lasciar sminuzzare interamente gli stocchi a queste macchine?

 

 

Grubber: anche queste sembrano attrezzature particolarmente interessanti, ma sempre ipotizzando un loro utilizzo in "Agricoltura tradizionale" (aratura), è possibile un loro impiego quale "sostituto" del piu classico chisel per la prima rottura delle zolle dopo aratura?

 

Grazie! :)

Edited by Filippo B

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io per passare il terreno uso un francizolle 24 dichi della nardi come prima passata (praticamente lo già fatta ora in ottobre) prima della semina una passata con vibrocultore artigianale fatto da me personalmente largo m.460. se poi è troppo grosso il lavoro erpice rotante m.250 della maschio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho passato sabato scorso lo "stirpatore" a sette ancore (un vecchio attrezzo al traino che credo in italiano si chiami coltivatore) dove seminerò l'orzo. Quindi prima della semina prevedo di passare il francizzolle a dischi (ho un 20 dischi) e se necessario l'erpice rotante (ho un perugini da 2 metri).

Share this post


Link to post
Share on other sites

il mio capo per affinare la terra abbiamo:

un'estirpatore trainato con una fila di dischi e 2 di ancore della zucchi (per il 160-55)

uno dello stesso tipo ma portato della badalini (M160)

poi ha un roger per il cingolo ma sono anni che non viene usato

un vibro bianchi da 3,80m

 

invece di attrezzi mossi dalla pdf ha

 

2 erpici rotanti kverneland uno da 5m e uno da 3

1 zappa maletti da 3m

1 frangor maletti da 3m

3 zappe ferrari da 2,5m

3 roterra lely da 2,5m

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il grubber può funzionare anche come raffinatore se il terreno non è troppo secco o comunque non oltre il medio impasto, se si va verso l'argilloso e si passa su terreno arato e secco l'unica cosa che fa è spianare un po' ma non raffinare.

 

Ecco i 3 principali usi del grubber nella nostra azienda:

 

Interramento stoppie dopo trebbiatura:

 

t1778_P1010009Large.JPG

 

Preparazione terreno per semina colza:

 

t1779_41024x768.JPG

 

Affinamento del terreno a fine estate nei terreni medio-leggeri al posto del primo passaggio di erpice rotante:

 

t1777_P10101151024x768.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella terza foto il terreno pare sia molto secco , l'attrezzo lo vedo un po' in crisi , sembra esere terreno ripuntato ,è così? credo che comunque anche con erpice rotante o zappatrice faresti un po' meglio ma non i miracoli , nel terreno medio e un po' umido dalle foto fa un ottimo lavoro.

Caio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimenticavo di una supertecnologia da me sviluppata, per affinare il terreno arato.

Vi spiego di cosa si tratta.

Un vibrocult sottosopra!

 

i1791_vibrodoublefas1.JPGi1792_vibrodoublefas2.JPG

. Lavora su terreno secco senza far affondare il trattore, guadagno una marcia rispetto ad un tiller, minor consumo di nafta, affinatura del terreno superiore al passaggio di una fresa.

Inconvenienti. Lavora solo su asciutto

Edited by HP90

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao , non ho capito una cosa..ho capito che ha i denti sia sopra che sotto..quindi quella che passa sotto la affina..quella che passa sopra viene affinata dagli altri denti, cioè quelli sorpra o sbaglio?

Su terra molto ma molto secca (come quest'anno...) come se la cava?

ps: bel trattorino :clapclap:

_______

AlexO0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno parla dei frangizolle, chiamati (a seconda delle zone) "roger"

Per quanto riguarda la mia zona, in annate secche (questa ad esempio) a volte è l'unico attrezzo che consente di entrare relativamente tranquilli, nella terra arata.

 

Io conosco come costruttore Zucchi (San Prospero - Mo) .: Zucchi srl :.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per trovare questo attrezzo diciamo che mi son girato mezza toscana, alla fine ne ho visto metà i rulli dietro non li ho visti.certo che per tirare tutto quel coso li pesante mica ci vuole poco.

 

MA non c'e' qualcuno che lo usa o l ha visto , oppure lo vuol comprare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao , non ho capito una cosa..ho capito che ha i denti sia sopra che sotto..quindi quella che passa sotto la affina..quella che passa sopra viene affinata dagli altri denti, cioè quelli sorpra o sbaglio?

Su terra molto ma molto secca (come quest'anno...) come se la cava?

ps: bel trattorino :clapclap:

_______

AlexO0

Cedo che chiedi a me?!

Per come si vede nella foto, sotto non ci sono denti ma la curva dei vibroflex, in qualche punto vuoto ho saldato qualche zappetta - consumata - della fresa, in pratica è quasi una grattugia, ma il lavoro più grosso lo fa la parte anteriore del telaio che lavora come una paletta, trascinando un po di terra, schiacciando zolle e livellando dossi e solchi.

Se il terreno è asciutto e non è costipato viene una farina, se invece a causa delle piogge le zolle sono dure buona parte li ridimenziona ma sopratutto li sistema in modo che alle prime piogge le zolle si caricano di acqua e non asciugano subito per effetto della ventilazione e basta andarci al momento giusto con il classico coltivatore (quello che ho messo nei primi post) e le zolle si sfarinano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si era riferito a te!

Sai che dicevo che aveva le zappe sotto!

Cavolo bello, soprattutto utile ... qua la terra adesso viene solo o con un frasone o con un erpice rotante...terra secchissima!

Hai qualche altra foto da farci vede..con la bestia davanti?:asd::asd:

saluti

________

AlexO0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno che abita nella mia zona usa il roger (da noi è chiamato "il diavolo"), solo che lo attacca dietro ad un caterpillad d5, però lo usa anche in salita,:fiufiu: conosco gente che in annate secche come questa se l'era fatto prestare e lo aveva attaccato dietro al fiat 605, solo che era costretto ad andare in 2° marcia, altrimenti non ce la faceva, e lo usava in pianura o in discesa...:)

Comunque il tipo del Cat saranno 20 anni che cel'ha, se non di più... Però il bello è che terra secca, bagnata, grossa o fine, lui riesce a macinarla, :clapclap:peccato per la lentezza del lavoro...:fiufiu:

Questo è stato fotografato nel cesenate...O0

i1812_DSCN8188.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

nella nostra zona si utilizzano essenzialmente erpici a dischi (su aratura) e rotanti (come sendo passaggio).

In alternativa all'erpice rotante stanno prendendo piede atrezzi tipo questi

i1813_rau.jpg

su terreno secco da noi (terreni a medio impasto) fanno un egregio lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

X fiat 27 C

 

mi dispiace deluderti ma quel D5 l'ho fotografato io a S.Clemente vicino a modena

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah scusa Cvt :ave:

A me l'ha passata un mio amico sonosciuto in un altro forum:asd::cheazz: Pensavo che l'avesse fotografata lui:cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

a proposito di roger sabato scorso ne ho visto uno attaccato ad un johdeerino da un centinaio di cavalli faceva un discreto lavoro

lavorava su di un campo con zolle non troppo grandi ma abbastanza dure, prendeva metà passata alla volta e il trattore saltava come un capretto (senza tls).

la riduzione delle zolle era evidente, ma credo che se lo portassi da me, con le zolle dure come sono, non farebbe il suo dovere.

ci vorrebbe un modello molto più pesante sicuramente

Edited by puntoluce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...