Jump to content

Recommended Posts

Posted (edited)
Il 16/11/2019 Alle 18:37, cj7 ha scritto:

 

20191116_182352.jpg

 

 Ho avuto problemi con il mio carrier...in pratica i cilindri idraulici che comandano il rullo sono infulcrati troppo lunghi e si comportano da vere cesoie nei confronti dei bulloni che nonostante siano degli 8.8 si tranciano quando arrivo sui fine corsa.ora li ho cambiati con dei 10.9 ma comunque vedo che nonostante usi i distributori con cautela la tendenza ora è  quella  di ovalizzare i fori...insomma il sistema è  da modificare perché così è  proprio una vaccata a livello progettuale.

Se vedete questo video potete notare il movimento anomalo delle leve di collegamento dei cilindri...ecco quello è il segno che almeno un bullone è  già andato.

Edited by cj7
.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, cj7 ha scritto:

 Ho avuto problemi con il mio carrier...in pratica i cilindri idraulici che comandano il rullo sono infulcrati troppo lunghi e si comportano da vere cesoie nei confronti dei bulloni che nonostante siano degli 8.8 si tranciano quando arrivo sui fine corsa.ora li ho cambiati con dei 10.9 ma comunque vedo che nonostante usi i distributori con cautela la tendenza ora è  quella  di ovalizzare i fori...insomma il sistema è  da modificare perché così è  proprio una vaccata a livello progettuale.

Se vedete questo video potete notare il movimento anomalo delle leve di collegamento dei cilindri...ecco quello è il segno che almeno un bullone è  già andato.

Secondo me vanno montate le valvole di tenuta sui pistoni e tolti i perni di regolazione altrimenti è normale che escono i danni 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
18 minuti fa, ST6920s ha scritto:

Secondo me vanno montate le valvole di tenuta sui pistoni e tolti i perni di regolazione altrimenti è normale che escono i danni 

Si una valvola di blocco male non gli fa per non far pesare la faccenda sulla impianto idraulico del trattore ,e per quanto riguarda i buĺoni di limitazione corsa li ho in effetti già tolti ,ma comunque il sistema non mi piace anche perché i fine corsa tengono il rullo pareggiato mentre se li levi i cilindri non si muovono mai in sintonia e il rulo fa un po come vuole. Su altri carrier tipo il rolmako i fine corsa sono ottenuti mettendo degli spessori variabili sullo stelo del pistone.

Edited by cj7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si una valvola di blocco male non gli fa per non far pesare la faccenda sulla impianto idraulico del trattore ,e per quanto riguarda i buĺoni di limitazione corsa li ho in effetti già tolti ,ma comunque il sistema non mi piace anche perché i fine corsa tengono il rullo pareggiato mentre se li levi i cilindri non si muovono mai in sintonia e il rulo fa un po come vuole. Su altri carrier tipo il rolmako i fine corsa sono ottenuti mettendo degli spessori variabili sullo stelo del pistone.
Quindi non hanno messo neanche dei ripartitori di flusso.
Anche questo può essere un problema, il fatto che il rullo si intraversi e il pistone spinge male.

Però bisogna capire se il problema è il pistone che fa danni quando spinge o se è il rullo che mentre lavora scarica una forza verso l'alto al fulcro.

Sono più convinto che sia la prima ipotesi

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

vero che il sistema è fatto male,anche perchè dal lato carrier hanno messo tre bulloni invece dal lato rullo solo duo e lavorano troppo vicino.Io proverei ad ingrandire la staffa per mettergli il terzo bullone  e fargli, sul tirante del rullo, un dente di battuta così da non farlo lavorare solo sui bulloni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è paragone tra la forza esercitata da un cilindro idraulicoalimentato a 180 bar e quella esercitata dal rullo mentre lavora...il sistema migliore secondo me sono gli spessori tra stello e le staffe coadiuvati da una valvola di blocco...si mandano i cilindri a pacchetto sugli spessori ,non andando a sollecitare i bulloni sui fermi ,e la valvola di blocco provvede a tenere la posizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provato velocemente Coltivatore a dischi AKPILL portato da concessionario Mc Cormick durante la prova del X7.

3 metri

Peso: 2600 kg (pesato in azienda)

Dischi da 66, ma sono disponibili anche da 61 o 56

Rastrello pareggiatore

Rullo discopack a regolazione idraulica

Distanza tra le due file: 100 cm

Appena arrivato aveva dischi poco inclinati e su sodo non entrava, poi grazie al sistema brevettato modifica inclinazione dei dischi, è stata messa inclinazione quasi al massimo e allora lavora bene anche su sodo.

Dischi da 66 a mio parere troppo grossi, meglio 61 o addirittura 56 così aumenta capacità di penetrazione e lavora meglio in ripasso.

 

IMG_20200605_111409.jpg

IMG_20200605_112133.jpg

IMG_20200605_112423.jpg

IMG_20200605_143037.jpg

IMG_20200605_143042.jpg

IMG_20200605_143048.jpg

IMG_20200605_143101.jpg

IMG_20200605_143107.jpg

l'importatore  agrifurini

prezzo della macchina in prova su 11500 €+ iva

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riesce a variare di molto l'inclinazione dei dischi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/6/2020 Alle 00:00, b4ftagli ha scritto:

Riesce a variare di molto l'inclinazione dei dischi?

Si purtroppo non ho fatto foto ma la differenza è molta.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inclinazione idraulica è proposta attualmente solo su vittone? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inclinazione idraulica è proposta attualmente solo su vittone? 
Mi sembra anche dal bo

Inviato dal mio YAL-L41 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, DjRudy ha scritto:

Sarebbe una macchina da alternare alla trincia per la gestione dell ínterfila di un oliveto e noccileto in fase di allevamento?

lo chiedo in quanto avendo un terreno con spesso pietre, passare fresa e trincia e' spesso un tribolare. dovrei tenere pulito ed arieggiare i primi 5-10 cm quindi ci stavo facendo un pensierino, magari in accoppiata ad un crimper roller frontale

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimensione media dei sassi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, DjRudy ha scritto:

Dimensione media dei sassi?

un po' di tutte le misure (max 10-15 cm) ma non molti visto che ne ho tolti parecchi. E´che andando troppo sotto con un coltivatore normale o un erpice a denti pero' tendono a venirne sempre in superficie. anche perche' il terreno e' in discesa e con una tendenza al movimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aratro a dischi forse è meglio del carrier.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche settimana fa ho acquistato un carrier polacco d'importazione, con larghezza di lavoro di 250 cm, probabilmente nella peggiore configurazione possibile, cioè dischi da 560 mm distanze tra le due file di dischi di 70 cm e classico rullo posteriore tubolare, ma il prezzo molto allettante e il fatto di essere in pronta consegna hanno giocato a suo favore. 

Ma sono comunque soddisfatto dell'acquisto, primo perché le dimensioni contenute dell'attrezzo mi permette di tirarlo a 9 km con un NH 5050, sia su  terreno arato che coltivato. L'attrezzo in campo si fa tirare senza problemi,  come peso è al limite per il trattore, e un modello con sbalzo maggiore avrei avuto difficoltà ad alzarlo. 

Fra i difetti maggiori il fatto che si ingolfa facilmente soprattutto su terreni freschi e già lavorati, ma probabilmente non è nato per questi usi, mentre su terreno coltivato e residui colturali non presenta grandi problemi. 

Nella prima foto, è stato usato per interrare il concime e distruggere le infestanti, dopo una pioggia di 10 mm nella notte, su terreno medio impasto, arato ed erpicato in precedenza. 

Nella seconda foto è stato usato in successione a un Gruber mainardi da 5 ancore, a cui è stato tolto rullo e dischi posteriore, quindi usato come un coltivatore però munito di ali esplosori laterali, anche in questo caso terreno medio impasto leggero lavorato dopo frumento. 

L'attrezzo è stato acquistato per cercare di ridurre l'uso del l'erpice rotante nella preparazione dei terreni per radicchio, e per distruggere i residui colturali di radicchio zucca ecc a fine ciclo. 

DSC_0902.JPG

DSC_0888.JPG

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per sostituire Erpice rotante non lo vedo, a ripasso lo vedo in prima passata prima appunto di rotante, nelle due foto ad esempio il rotante io lo userei ugualmente, anche soltanto per spianare. per utilizzo che ne vuoi fare te quindi anche e sopratutto a ripasso io valuterei dischi concavi, sono meno aggressivi ma ti tengono più pareggiato il terreno, tipo lemken helliodor per intenderci

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Ale76 ha scritto:

Per sostituire Erpice rotante non lo vedo, a ripasso lo vedo in prima passata prima appunto di rotante, nelle due foto ad esempio il rotante io lo userei ugualmente, anche soltanto per spianare. per utilizzo che ne vuoi fare te quindi anche e sopratutto a ripasso io valuterei dischi concavi, sono meno aggressivi ma ti tengono più pareggiato il terreno, tipo lemken helliodor per intenderci

Si si il suo lavoro ottimale è quello della seconda foto, come prima sgrossatura delle zolle, dove poi fare un secondo passaggio con erpice rotante per interrare il concime e poi un terzo passaggio con baulatrice e poi semina radicchio

Per quanto riguarda la prima foto l'importante era interrare il concime e in circa 3 ore e mezzo ho lavorato 5,3 Ha, in questo caso in parte procedero con una semina il 5-6 agosto e in parte trapianto il 20 agosto, quindi c'è tempo per un ulteriore passaggio dove pareggiare il terreno, magari con un vibro e poi baulatrice leggera e semina.

Nei prossimi giorni lo provero su residui di zucca e vediamo come si comporta, in questo caso l'atrezzo migliore sarebbe un frangizolle, che non ho, e che non sarebbe ammortizabile solo per questo lavoro. Perciò ho optato per un atrezzo che anche se non perfetto per certi lavori potesse svolgere sià i lavori di un frangizolle, sostituire il primo passaggio di un erpice rotante soprattutto su terreno coltivato, ed interrare concimi ecc in modo veloce. Inoltre altra caratterista essere utilizzabile con un trattore di 90-100 cv.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Su residuo secondo me con quei dischi rimarrai stupito, in positivo intendo, calcolando il fronte di lavoro hai dischi giusti per lavorare anche e sopratutto su residuo, non sono sicuro che Erpice a dischi faccia lavoro migliore, anzi..., prova e metti foto

Edited by Ale76

Share this post


Link to post
Share on other sites



Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...