Jump to content

Prezzo orario potatura


Recommended Posts

con forbici elettriche

 

Un potatore capace viaggia intorno agli 8/8,5 euro netti all'ora che tradotto in voucher sono c.a. 11/11,50 euro/ora per l'azienda.

 

Tu puoi chiedere anche 10/10,5 euro regolari altrimenti ti adegui al valore di cui sopra per la parte rimanente che spesso è la parte preponderante nella piccole media imprese :fiufiu: . Insomma se lavora da solo e non hai alle spalle una squadra non pensare di fare soldi con la potatura a mano. Poco importa che tipo di forbici usi (se vuoi farti operare il carpale a ventanni sono cavoli tuoi). Tieni conto di una cosa però; se decidi di fare potatura dovrai confrontarti con intere squadre di potatori che lavorano a ettaro e non a ore e non viaggiano mai oltre i 1000 €/ha e ti parlo di gente che sa potare molto bene ed molto richiesta pechè molto ben organizzata. Altri viaggiano anche a 800/850 euro e sono quelli che visto il periodo vanno per la maggiore dalle nostre parti.

Link to post
Share on other sites

Come sarebbe a dire che non c'entra se le forbici sono elettriche o manuali?......la forbice elettrica abbatte quasi il 30% di manodopera!...se ti presenti ad ora allo stesso prezzo con manuali o elettriche secondo te chi scegli?.....seconda cosa un bracciante agricolo regolarmente in regola quanto costa?....a questo devi aggiungere il costo orario di una forbice che si aggira intorno ad 0.80 cent......poi logicamente lo dovrai fatturare e trai le conclusiioni.......se anche lo dovessi fare io personalmente, non andrei mai sotto al costo che viene un operaio, altrimenti vado a fare l'operaio!

Edited by SAN64
Link to post
Share on other sites
Come sarebbe a dire che non c'entra se le forbici sono elettriche o manuali?......la forbice elettrica abbatte quasi il 30% di manodopera!...se ti presenti ad ora allo stesso prezzo con manuali o elettriche secondo te chi scegli?.....seconda cosa un bracciante agricolo regolarmente in regola quanto costa?....a questo devi aggiungere il costo orario di una forbice che si aggira intorno ad 0.80 cent......poi logicamente lo dovrai fatturare e trai le conclusiioni.......se anche lo dovessi fare io personalmente, non andrei mai sotto al costo che viene un operaio, altrimenti vado a fare l'operaio!

 

Ribadisco il tipo di forbice a me che ti assumo non me ne frega minimamente. Se vuoi farti operare il carpale o vai in cerca di un malattia professionale son razzi tuoi. A me interessa fare l'imprenditore.

 

Il tuo ragionamento che non ha nulla di imprenditoriale potrebbe stare in piedi in una realtà che non è quella attuale in cui cui la figura del voucherista e della cooperativa di servizi non esistono. Da me le aziende assumono avventizi (figura diversa dal voucherista) da qualche anno per la potatura solo perchè lo spisal locale ha iniziato a rompere i maroni nel caso di infortuno cagionato da forbice elettrica/pneumatica. Secondo l'interpretazione dello spisal infatti la forbice elet/pneum sono mezzi meccanici alla stregua di un trattore aziendale che come saprai (immagino) non deve nemmeno essere visto da lontano da un voucherista.

 

Da me (la prossima stagione saranno 51 ha c.a. di vigneto in proprietà, 8 in affitto e altri 13 di proprietà che andranno in piena produzione tra il 2015 e il 2016. Di questi quasi 50 potati a mano. Insomma non proprio una microazienda) gli unici ad usare le forbici elettriche sono i miei tre collaboratori che eseguono il primo taglio di pulizia del capofrutto. Tutti gli altri (voucheristi) lavorano solo ed esclusivamente con forbici ordinarie. D'altra parte una volta operato il taglio del capofrutto l'uso di una forbice elettrica diventa non solo inutile ma anche più faticoso.

 

Ribadisco i valori del mio precedente post che a valore di guadagno netto sono ben superiori al netto di un avventizio che verrebbe inquadrato secondo il contratto collettivo in uso da noi a valori di poco inferiori agli 8 euro/h netti.

 

Ribadisco non ho mai visto nessuno che abbia fatto soldi come potatore senza avvalersi di una squadra e con regolare contabilizzazione del lavoro svolto :fiufiu:.

 

Se Bianco riesce a spuntare valori superiori a quelli da me indicati ben venga ma ne dubito fortemente visto che sono valori di una realtà che ha come base un valore del prodotto all'origine un cicino :asd: più consistente di quello su cui probabilmente andrà ad operare Bianco.

 

Se ti va di leggere, poi mi racconti la tua realtà :)

 

[ATTACH]23632[/ATTACH]

Link to post
Share on other sites
Ribadisco il tipo di forbice a me che ti assumo non me ne frega minimamente. Se vuoi farti operare il carpale o vai in cerca di un malattia professionale son razzi tuoi. A me interessa fare l'imprenditore.

 

Il tuo ragionamento che non ha nulla di imprenditoriale potrebbe stare in piedi in una realtà che non è quella attuale in cui cui la figura del voucherista e della cooperativa di servizi non esistono. Da me le aziende assumono avventizi (figura diversa dal voucherista) da qualche anno per la potatura solo perchè lo spisal locale ha iniziato a rompere i maroni nel caso di infortuno cagionato da forbice elettrica/pneumatica. Secondo l'interpretazione dello spisal infatti la forbice elet/pneum sono mezzi meccanici alla stregua di un trattore aziendale che come saprai (immagino) non deve nemmeno essere visto da lontano da un voucherista.

 

Da me (la prossima stagione saranno 51 ha c.a. di vigneto in proprietà, 8 in affitto e altri 13 di proprietà che andranno in piena produzione tra il 2015 e il 2016. Di questi quasi 50 potati a mano. Insomma non proprio una microazienda) gli unici ad usare le forbici elettriche sono i miei tre collaboratori che eseguono il primo taglio di pulizia del capofrutto. Tutti gli altri (voucheristi) lavorano solo ed esclusivamente con forbici ordinarie. D'altra parte una volta operato il taglio del capofrutto l'uso di una forbice elettrica diventa non solo inutile ma anche più faticoso.

 

Ribadisco i valori del mio precedente post che a valore di guadagno netto sono ben superiori al netto di un avventizio che verrebbe inquadrato secondo il contratto collettivo in uso da noi a valori di poco inferiori agli 8 euro/h netti.

 

Ribadisco non ho mai visto nessuno che abbia fatto soldi come potatore senza avvalersi di una squadra e con regolare contabilizzazione del lavoro svolto :fiufiu:.

 

Se Bianco riesce a spuntare valori superiori a quelli da me indicati ben venga ma ne dubito fortemente visto che sono valori di una realtà che ha come base un valore del prodotto all'origine un cicino :asd: più consistente di quello su cui probabilmente andrà ad operare Bianco.

 

Se ti va di leggere, poi mi racconti la tua realtà :)

 

[ATTACH]23632[/ATTACH]

Infatti io che vado a potare anche fuori della mia azienda perchè dato il periodo su seminativi c'è ben poco da fare, e avendo solamente 4.5 ettari di vigneto mi avanza tempo, i prezzi orari sono appunto quelli a cui ti riferisci tu (8€/ORA). Che comunque (dal mio punto di vista) sono pochetti dato l'investimento della forbice elettrica. Da dire che nella mia zona si stanno diffondendo anche squadre extracomunitarie a prezzi a dir poco folli (5€/ora):leggi:

Link to post
Share on other sites
Ribadisco il tipo di forbice a me che ti assumo non me ne frega minimamente. Se vuoi farti operare il carpale o vai in cerca di un malattia professionale son razzi tuoi. A me interessa fare l'imprenditore.

 

Il tuo ragionamento che non ha nulla di imprenditoriale potrebbe stare in piedi in una realtà che non è quella attuale in cui cui la figura del voucherista e della cooperativa di servizi non esistono. Da me le aziende assumono avventizi (figura diversa dal voucherista) da qualche anno per la potatura solo perchè lo spisal locale ha iniziato a rompere i maroni nel caso di infortuno cagionato da forbice elettrica/pneumatica. Secondo l'interpretazione dello spisal infatti la forbice elet/pneum sono mezzi meccanici alla stregua di un trattore aziendale che come saprai (immagino) non deve nemmeno essere visto da lontano da un voucherista.

 

Da me (la prossima stagione saranno 51 ha c.a. di vigneto in proprietà, 8 in affitto e altri 13 di proprietà che andranno in piena produzione tra il 2015 e il 2016. Di questi quasi 50 potati a mano. Insomma non proprio una microazienda) gli unici ad usare le forbici elettriche sono i miei tre collaboratori che eseguono il primo taglio di pulizia del capofrutto. Tutti gli altri (voucheristi) lavorano solo ed esclusivamente con forbici ordinarie. D'altra parte una volta operato il taglio del capofrutto l'uso di una forbice elettrica diventa non solo inutile ma anche più faticoso.

 

Ribadisco i valori del mio precedente post che a valore di guadagno netto sono ben superiori al netto di un avventizio che verrebbe inquadrato secondo il contratto collettivo in uso da noi a valori di poco inferiori agli 8 euro/h netti.

 

Ribadisco non ho mai visto nessuno che abbia fatto soldi come potatore senza avvalersi di una squadra e con regolare contabilizzazione del lavoro svolto :fiufiu:.

 

Se Bianco riesce a spuntare valori superiori a quelli da me indicati ben venga ma ne dubito fortemente visto che sono valori di una realtà che ha come base un valore del prodotto all'origine un cicino :asd: più consistente di quello su cui probabilmente andrà ad operare Bianco.

 

Se ti va di leggere, poi mi racconti la tua realtà :)

 

[ATTACH]23632[/ATTACH]

P.S. Ho letto anche i conti economici dei esminativi: dovresti ritoccare i prezzi di vendita dei prodotti perchè Mais a 25€, soia a 45€, e frumento a 27 sono prezzi non realistici. Quest'anno: Mais 14€ Soia 32.5 € frumento 19€.

Link to post
Share on other sites

se tu IMPRENDITORE che pensi di sapere tutto leggessi il titolo del post invece di ribadire sempre ribadire, forse capiresti quello che ho scritto e perché l'ho scritto ....ma siccome sei preso dal ribadire......

Edited by SAN64
Link to post
Share on other sites

CBO, fammi capire, tu non utilizzi direttamente i voucheristi - non potresti, a meno di usare solo studenti e pensionati - ma utilizzi una coop di servizi con la quale fai il prezzo a ettaro; è la cooperativa che ingaggia e paga i potatori - voucheristi o meno a te a quel punto poco importa. E' corretto?

Link to post
Share on other sites
CBO, fammi capire, tu non utilizzi direttamente i voucheristi - non potresti, a meno di usare solo studenti e pensionati - ma utilizzi una coop di servizi con la quale fai il prezzo a ettaro; è la cooperativa che ingaggia e paga i potatori - voucheristi o meno a te a quel punto poco importa. E' corretto?

 

Esattamente il contrario come ho già scritto "...Da me (la prossima stagione saranno 51 ha c.a. di vigneto in proprietà, 8 in affitto e altri 13 di proprietà che andranno in piena produzione tra il 2015 e il 2016. Di questi quasi 50 potati a mano. Insomma non proprio una microazienda) gli unici ad usare le forbici elettriche sono i miei tre collaboratori che eseguono il primo taglio di pulizia del capofrutto. Tutti gli altri (voucheristi) lavorano solo ed esclusivamente con forbici ordinarie. D'altra parte una volta operato il taglio del capofrutto l'uso di una forbice elettrica diventa non solo inutile ma anche più faticoso ...".

 

Mai fatto uso di coop in quanto io seguo direttamente la mia azienda, oggi anche fisicamente dopo l'entrata in azienda di mio fratello, pure lui enologo.

 

Altre aziende invece fanno ampio uso delle coop. Vedasi a mo di esempio le aziende intestate figurativamente a iap. Nella mia zona si iniziano a contare numerosi giovani professionisti (li chiamano laureati) che dal giorno alla notte senza alcuna esperienza ma con la fortuna di trovarsi in mano qualche ettaro di varietale ad alto rendimento si sono scoperti anche iap, figura degenerativa del sistema utile solo ad far arricchire agronomi e sindacati nella compilazione di domande di primo insediamento e psr). Io stesso eseguo molte lavorazioni meccaniche per un giovane architetto che incontro solo al momento del pagamento perchè per il resto è il papà che tira i fili del discorso :fiufiu:.

 

Gli esperti la chiamano riscoperta dell'agricoltura da parte delle giovani generazioni :coolsmiley: .

 

Ps. domanda fuori tema. Qualcuno mi può confermare la voce che gira che Umbria e Trentino hanno già sbloccato o starebbero per sbloccare il trasferimento di diritti fuori regione? Grazie.

Link to post
Share on other sites

Scusa CBO, ma a questo punto i casi sono 3: o usi solo pensionati, studenti fino a max 25 anni, percettori di ASPI/mobilità; e mi sembra strano; oppure fatturi meno di 7.000 euro l'anno, e puoi tenere a voucher chi ti pare; e dai numeri che dai, non parrebbe. Infine, l'ultima possibilità è che te ne fotti del limite dei 7.000 e di tutto il resto, insomma delle norme che regolano l'utilizzo del lavoro accessorio in agricoltura, ed ingaggi a voucher chi ti serve e ti pare; nel qual caso, diciamo così, ti stai giocando l'azienda. E mi sembra ancora più strano...Oh, c'è anche la possibilità che non ci abbia capito nulla io di come funziona, nel qual caso aiutami a capire..

Link to post
Share on other sites
Scusa CBO, ma a questo punto i casi sono 3: o usi solo pensionati, studenti fino a max 25 anni, percettori di ASPI/mobilità; e mi sembra strano; oppure fatturi meno di 7.000 euro l'anno, e puoi tenere a voucher chi ti pare; e dai numeri che dai, non parrebbe. Infine, l'ultima possibilità è che te ne fotti del limite dei 7.000 e di tutto il resto, insomma delle norme che regolano l'utilizzo del lavoro accessorio in agricoltura, ed ingaggi a voucher chi ti serve e ti pare; nel qual caso, diciamo così, ti stai giocando l'azienda. E mi sembra ancora più strano...Oh, c'è anche la possibilità che non ci abbia capito nulla io di come funziona, nel qual caso aiutami a capire..

 

Fatturo + di 7000 €, occupo per la potatura via voucher pensionati e alcuni cassaintegrati prossimi alla pensioni che spero e credo rimarranno con me anche dopo. Dormo poco ma sereno tutte le notti perchè sicuro di operare nella massima legalità oggi più che mai:blink:.

 

http://www.confagricolturatreviso.it/lavoro-e-vendemmia

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

A chi fa prosecco doc potrebbe interessare sapere che il consorzio chiederà a giorni il destoccaggio dei 20 qli utili per arrivare a 180 qli.

Per il 2014 quindi il doc verrà liquidato al 100% con valori medio alti O0.

 

Per i potatori. Venerdì 6 febbraio ore 17.00 presso l'Aula Magna del Cerletti a Conegliano si tiene un incontro interessante (basti dire che c'è Diego Tommasi e l'amicone Luigi Bonato:asd:) dal titolo: La potatura della vite per la longevità, l'equilibrio e la sanità del vigneto.

 

Io sarò un pò distante ma mio fratello ci andrà sicuramente con i nostri collaboratori. Chiamasi formazione :).

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...