Jump to content
matteodc

Concimazione vigneto (piccolo conto economico)

Recommended Posts

1 ora fa, Gianni il Folle ha scritto:

X me sono tutte pippe, voi del Nord est avete una plv ancora troppo alta, se e quando calerà abbandonerete tutte ste favole. Ho visto vigneti che producono 300 quintali con la metà delle spese degli altri. Concime zero, sia granulare e tanto meno fogliare. Non è lì che si gioca la partita.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Intervento un filo fuori luogo, permettimi. Io non so come sia il tuo areale né come siano le varietà che coltivi. Vieni da me a fare uva senza concimare, poi ne riparliamo. Se nelle tue zone avete queste esperienze, buon per voi. E qui mi taccio, che un un'intervento un po' scomposto è capitato a tutti.

 

  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
X me sono tutte pippe, voi del Nord est avete una plv ancora troppo alta, se e quando calerà abbandonerete tutte ste favole. Ho visto vigneti che producono 300 quintali con la metà delle spese degli altri. Concime zero, sia granulare e tanto meno fogliare. Non è lì che si gioca la partita.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

Sono pipoe di sto cetriolo, sono cose vere e reali, voi in Romagna siete restati all'albero degli zoccoli con buona parte della Lombardia.

Azoto adesso é stato.ben dimostrato dove va con un idotopo tracciato, idem il boro quindi sono fatti, non opinioni. Il costo dell'urea anche quella zootecnica non è proibitivi se poi dato a spruzzo la dose è ancora più bassa anche se la si da 3 volte.

Boro acido o etanolammina la si da 3 volte l'anno e non é eresia... se poi si vuold avere l'acinellatura che fa più vigna ruspante, queste sono scelte.

Finché voi Romagnoli tenete Ronco, Caviro e altre Coop che fanno il bello e cattivo tempo, senza consorzi c9n le palle o aziende che diversificano, tenetevi l'uva a 20 in bslia dell'aquirente.

Ad ovest hanno avuto il coraggio di differenziare e selezionare facendo marketing con un prodotto considerato molto Pop , Lambruschi o nicchiette Malvasie di Candia, la taccagna Emilia, di certo non é di manica larga ma almeno si é mossa e non resta inchiodata alle usanze del passato.

 

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intervento un filo fuori luogo, permettimi. Io non so come sia il tuo areale né come siano le varietà che coltivi. Vieni da me a fare uva senza concimare, poi ne riparliamo. Se nelle tue zone avete queste esperienze, buon per voi. E qui mi taccio, che un un'intervento un po' scomposto è capitato a tutti.
 
I terreni di collina e ghiaiosi non sono quelli di fine collina e pianura, per nulla fertili e organici. La mancanza dell'organico si sente tsntissimi anche in viticoltura, un piccolo aiuto é il sovescio ma serve poco prr aumentare la fertilitá di findo e la durata. Il vero risparmio é dosare l'azoto in maniera da aumentare l'efficenza nelk'arco di tutto l'anno, non come i nonni, botta a primavera e via. Ad oggi non si può più fare con prove alla mano, azoto tracciato e non sono ricerche moderne, datano 1995-2000.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Sono pipoe di sto cetriolo, sono cose vere e reali, voi in Romagna siete restati all'albero degli zoccoli con buona parte della Lombardia.

Azoto adesso é stato.ben dimostrato dove va con un idotopo tracciato, idem il boro quindi sono fatti, non opinioni. Il costo dell'urea anche quella zootecnica non è proibitivi se poi dato a spruzzo la dose è ancora più bassa anche se la si da 3 volte.

Boro acido o etanolammina la si da 3 volte l'anno e non é eresia... se poi si vuold avere l'acinellatura che fa più vigna ruspante, queste sono scelte.

Finché voi Romagnoli tenete Ronco, Caviro e altre Coop che fanno il bello e cattivo tempo, senza consorzi c9n le palle o aziende che diversificano, tenetevi l'uva a 20 in bslia dell'aquirente.

Ad ovest hanno avuto il coraggio di differenziare e selezionare facendo marketing con un prodotto considerato molto Pop , Lambruschi o nicchiette Malvasie di Candia, la taccagna Emilia, di certo non é di manica larga ma almeno si é mossa e non resta inchiodata alle usanze del passato.

 

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

 

 

 

Si, tra l'altro non è che si discuisisce di costosi complessi a lenta cessione! Si parla di urea e acido borico. Dopodiché le concimazioni si possono far sempre meglio e sempre più mirate, ma venire a spicciolare sulla concimazione autunnale non mi par proprio il caso. Salto più volentieri un apporto primaverile se vedo che è già sufficiente, ma all'autunnale non rinuncio.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se sono risultato scortese, ma non cambio idea.

1. Perché io parlavo esclusivamente dei trattamenti e concimazioni esposti da ale in post vendemmia, ho fatto prove anch'io e li reputo se non inutili alquanto impercettibili come risultato. Ovvio che la mia era una provocazione, zero concimazioni no, boro lo faccio anch'io in pre fioritura, ma non crediate che tutto il resto sia oro colato. Fate una prova, lasciate un paio di filari e poi prox anno vediamo la differenza. Anche capitolo azoto post vendemmia, sono due anni che lascio indietro dei testimoni e non trovo nessuna differenza, come la mettiamo?

2.Non capisco cosa centri il discorso coop caviro brik Romagna e compagnia bella, rispetto al mio discorso. Nella nostra zona si produce vino da tavola, nn l'ho deciso io e nemmeno il mio vicino di casa, ma se pianto uva qui sono costretto ad adeguarmi altrimenti faccio altro. Diverso quando parlo di plv, è ovvio che dove c'è ciccia da aggredire, anche tutto l'indotto ne approfitta. Infatti statisticamente dove si prende di più, si spende anche di più. Sarà un caso?

Per concludere, scusatemi ancora se non sono d'accordo con voi, il mio pensiero è di cercare di scremare ciò che risulta meramente inutile da ciò che invece sposta il risultato finale, come concimazione di fondo, concimazione organica e trattamento con boro esclusivamente in pre fioritura. Possiamo dare qualsiasi concime ma poi è "il socio di maggioranza" che decide. Lasciate qualche filare poi mi sappiate dire.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Boro acido o etanolammina la si da 3 volte l'anno e non é eresia... se poi si vuold avere l'acinellatura che fa più vigna ruspante, queste sono scelte.

 

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

14 ore fa, alefriuli ha scritto:

! Si parla di urea e acido borico

Gente , parliamone , acido borico ?? fogliare a che dosi ? ma dove acquistarlo poi ....devo imparare tanto ancora anzi , migliorare

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusate se sono risultato scortese, ma non cambio idea.
1. Perché io parlavo esclusivamente dei trattamenti e concimazioni esposti da ale in post vendemmia, ho fatto prove anch'io e li reputo se non inutili alquanto impercettibili come risultato. Ovvio che la mia era una provocazione, zero concimazioni no, boro lo faccio anch'io in pre fioritura, ma non crediate che tutto il resto sia oro colato. Fate una prova, lasciate un paio di filari e poi prox anno vediamo la differenza. Anche capitolo azoto post vendemmia, sono due anni che lascio indietro dei testimoni e non trovo nessuna differenza, come la mettiamo?
2.Non capisco cosa centri il discorso coop caviro brik Romagna e compagnia bella, rispetto al mio discorso. Nella nostra zona si produce vino da tavola, nn l'ho deciso io e nemmeno il mio vicino di casa, ma se pianto uva qui sono costretto ad adeguarmi altrimenti faccio altro. Diverso quando parlo di plv, è ovvio che dove c'è ciccia da aggredire, anche tutto l'indotto ne approfitta. Infatti statisticamente dove si prende di più, si spende anche di più. Sarà un caso?
Per concludere, scusatemi ancora se non sono d'accordo con voi, il mio pensiero è di cercare di scremare ciò che risulta meramente inutile da ciò che invece sposta il risultato finale, come concimazione di fondo, concimazione organica e trattamento con boro esclusivamente in pre fioritura. Possiamo dare qualsiasi concime ma poi è "il socio di maggioranza" che decide. Lasciate qualche filare poi mi sappiate dire.
 
Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 
 
 
 
Purtroppo sono tante cazzatelle a fare la somma anche ad andare a soasso facendo la doccia alle piante, o in emiliano, a pisciarci sù. Non che a fare lambrusco coli oro dai muri ma va già meglio rispetto sl barberone e moltissimo rispetto ai vari dolcetti.
Io.richiamavo il titolo della discussione che implica anche il prezzo che è comunque irrisorio, non sono le dosi da mais. Il dis orso concimazione autunnale implica anche l'organico e ovviamente il sovescio. Io sono uno che non ama pompare la vigna ma mi rendo conto che non tutti hanno impianti in fondovalle o in pianura con una stalletta di piemontesi stile monferrino.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, CultivarSé ha scritto:

Purtroppo sono tante cazzatelle a fare la somma anche ad andare a soasso facendo la doccia alle piante, o in emiliano, a pisciarci sù. Non che a fare lambrusco coli oro dai muri ma va già meglio rispetto sl barberone e moltissimo rispetto ai vari dolcetti.
Io.richiamavo il titolo della discussione che implica anche il prezzo che è comunque irrisorio, non sono le dosi da mais. Il dis orso concimazione autunnale implica anche l'organico e ovviamente il sovescio. Io sono uno che non ama pompare la vigna ma mi rendo conto che non tutti hanno impianti in fondovalle o in pianura con una stalletta di piemontesi stile monferrino.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Cultivar, al di là del pompare, è un dato di fatto che, fatto 100 l'apporto che decidi di dare (tanto o poco dipende dai tuoi obiettivi), frazionarlo in almeno (almeno) 2 interventi è meglio. Dei due, uno è quello autunnale, l'altro ad inizio primavera. Io non faccio organico ma ho tutto inerbito e macino i tralci di potatura. Con di più, non posso, causa sassi, interrare il letame che resterebbe sopra la fila con annessi problemi di infestanti. Detto ciò, fatto 100 il boro che decido di dare, lo smezzo tra autunno e pre fioritura. Voglio dire: non è un discorso di costi ma di epoche di concimazione. Ovviamente, frazionando, hai in più il costo del lavoro. Poi può essere che in taluni areali davvero non serva concimare se non a bassissime dosi che rendono assurdo fare più passaggi. Da me, dove non pianti nemmeno la forca a tre punte dai sassi che ci sono, una gestione simile non è sostenibile. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, martinaz ha scritto:

 

Gente , parliamone , acido borico ?? fogliare a che dosi ? ma dove acquistarlo poi ....devo imparare tanto ancora anzi , migliorare

Io lo compro su internet, cerca "acido borico". Per le dosi, fatti consigliare dal tecnico di fiducia, io vado ad 1kg/ha + 1 in pre fioritura con l'etanolammina, ma credo vi siano poche differenze con l'acido. Tra l'altro, in autunno li dai da soli, belli tranquilli, con la pianta serena. In tarda primavera li dai mescolati ai fitofarmaci con la pianta in bomba. Non credo sia la stessa cosa, ma questa è una mia impressione.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io lo compro su internet, cerca "acido borico". Per le dosi, fatti consigliare dal tecnico di fiducia, io vado ad 1kg/ha + 1 in pre fioritura con l'etanolammina, ma credo vi siano poche differenze con l'acido. Tra l'altro, in autunno li dai da soli, belli tranquilli, con la pianta serena. In tarda primavera li dai mescolati ai fitofarmaci con la pianta in bomba. Non credo sia la stessa cosa, ma questa è una mia impressione.
Va bene ma acido.borico per sentirlo i suoli alcalini devi darne 4kg/ha. Sui terreni sassosi più frazioni e mehlio é.
L'organico non lo mai 8nterrato in vigna se non con un disco 8nterfilare ma una sporcatina di terra.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Va bene ma acido.borico per sentirlo i suoli alcalini devi darne 4kg/ha. ....

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

?? scusa l'intervento mio ...ma non va dato fogliare ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi tra qualche giorno concimazione autunnale, cosa ne dite di questo prodotto?  Dose 6 quintali ettaro su impanto giovane

20191002_162040.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
33 minuti fa, mitomane ha scritto:

Ragazzi tra qualche giorno concimazione autunnale, cosa ne dite di questo prodotto?  Dose 6 quintali ettaro su impanto giovane

20191002_162040.jpg

Ottimo, uno dei migliori concimi sicuramente; volevo darlo anche io quest'anno ma poi ho virato sul fertigrena; l'anno prossimo o timasprint o Diablo che potresti dare anche tu visto che parli di impianto giovane, il Diablo ha più fosforo che serve per ingrossare il fusto e migliorare l'apparato radicale... I prezzi si equivalgono, 70/75€ al quintale 

Edited by Leo89

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ottimo, uno dei migliori concimi sicuramente; volevo darlo anche io quest'anno ma poi ho virato sul fertigrena; l'anno prossimo o timasprint o Diablo che potresti dare anche tu visto che parli di impianto giovane, il Diablo ha più fosforo che serve per ingrossare il fusto e migliorare l'apparato radicale... I prezzi si equivalgono, 70/75€ al quintale 
Xò non viene a costare un po' troppo? 6 quintali ettaro a 75€ siamo sui 450€, poi in primavera non date più nulla?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Xò non viene a costare un po' troppo? 6 quintali ettaro a 75€ siamo sui 450€, poi in primavera non date più nulla?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Io lo do a marzo... 5/6 quintali ad ettaro, in autunno mai dato nulla 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
?? scusa l'intervento mio ...ma non va dato fogliare ?
Urea fogliare ma a che a terra, solo che a terra aumentano le unità datece aumenta la competizione con tutti gli abitanti del terreno. Boro essenzialmente fogliare specie se pH supera il 7,5 o hai calcare attivo e totale alto

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io lo do a marzo... 5/6 quintali ad ettaro, in autunno mai dato nulla 
Ah ecco, allora ci sta, praticamente fai una sola concimazione. Anch'io faccio così.
Ci starebbe anche fare fondo adesso più ribattuta in primavera ma credo che il costo sarebbe veramente eccessivo, superare i 500€ totali di concime per ettaro diventa insostenibile, almeno per la mia plv

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, mitomane ha scritto:

Ragazzi tra qualche giorno concimazione autunnale, cosa ne dite di questo prodotto?  Dose 6 quintali ettaro su impanto giovane

20191002_162040.jpg

Di 6q.li che dai, almeno 2 sono in eccesso. La pianta adesso non assorbe tutta quella roba. O frazioni o fai in primavera. 

Frazionare è sempre meglio, se possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ah ecco, allora ci sta, praticamente fai una sola concimazione. Anch'io faccio così.
Ci starebbe anche fare fondo adesso più ribattuta in primavera ma credo che il costo sarebbe veramente eccessivo, superare i 500€ totali di concime per ettaro diventa insostenibile, almeno per la mia plv

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Ma non quei quontali, lu fai con un granulare npk non certo ad urea, il fondo ha senso farlo adesso con azoto fogliare ma se uno trincia tutto il.granulare non ne usa, mira di.poù con i semplici.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, mitomane ha scritto:

Ragazzi tra qualche giorno concimazione autunnale, cosa ne dite di questo prodotto?  Dose 6 quintali ettaro su impanto giovane

20191002_162040.jpg

6 ql son tantini.

Io mi son sempre trovato bene con Belfrutto della Scam ma 2,5/3 qli massimo.

  • Like 2
  • Confused 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alefriuli ha scritto:

Di 6q.li che dai, almeno 2 sono in eccesso. La pianta adesso non assorbe tutta quella roba. O frazioni o fai in primavera. 

Frazionare è sempre meglio, se possibile.

Subito dopo la raccolta, a marzo e poi a maggio in prefioritura per chi non fa fertirrigazione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
3 ore fa, Leo89 ha scritto:

Io lo do a marzo... 5/6 quintali ad ettaro, in autunno mai dato nulla 

Se vuoi rallentare la pianta ti do ragione, eviti il reintegro autunnale. Però poi non gli scarichi 6 ql in un botto. E come non mangiare per tutto il giorno e poi fare una cena pantagruelica alla sera. Forse da te funziona. Da me avrei qualche problema di gestione.

Edited by CBO
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

 

divido??? faccio 3 ora e 3 in primavera oppure 2/4 rispettivamente autunno e primavera? anche a me sembra troppo, mi sa che il tecnico prende tangenti dalla timac....hahahahahaha

Edited by mitomane
  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, mitomane ha scritto:

 

divido??? faccio 3 ora e 3 in primavera oppure 2/4 rispettivamente autunno e primavera? anche a me sembra troppo, mi sa che il tecnico prende tangenti dalla timac....hahahahahaha

Se non sbaglio il timasprint portava sul catalogo 4/5 quintali ad ettaro ma darne 6 non è di certo sbagliato 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, CBO ha scritto:

Se vuoi rallentare la pianta ti do ragione, eviti il reintegro autunnale. Però poi non gli scarichi 6 ql in un botto. E come non mangiare per tutto il giorno e poi fare una cena pantagruelica alla sera. Forse da te funziona. Da me avrei qualche problema di gestione.

Ti dirò : il 99% qui da me fa solo una ricca concimazione con organico a marzo, poi dopo l'allegaggione, chi vuole fa 2/3 fertirrigazioni( calcio e magnesio, 20 20 20, ecc...)

 

P. S ho notato sempre che in ottobre/novembre oltre che prima del germogliamento, avendo vigneti dai 2 ai 4 anni, il fusto si allargasse, quindi in teoria avranno sfruttato riserve nutritive, anche per questo non ho mai concimato in autunno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...