Jump to content
Gi@como

Lavoro dipendente e agricoltura

Recommended Posts

Quella di mio nonno 12 ettari,ma 2 sono di fossati e boscaglia.

Be parti dal presupposto che con 12 ettari nn ci campi in agricoltura oggi,poi sei già attrezzato?perche se devi anche attrezzarti quasi da zero ti consiglio di lasciare la terra ai monsignori e tenerti stretto il tuo lavoro, se invece hai già tutto il discorso cambia un po’, se è terra comoda e buona 250 euro ettaro non è esagerato al giorno d oggi


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Calle 89 ha scritto:


Be parti dal presupposto che con 12 ettari nn ci campi in agricoltura oggi,poi sei già attrezzato?perche se devi anche attrezzarti quasi da zero ti consiglio di lasciare la terra ai monsignori e tenerti stretto il tuo lavoro, se invece hai già tutto il discorso cambia un po’, se è terra comoda e buona 250 euro ettaro non è esagerato al giorno d oggi.




Inviato dal mio iPad

Abbiamo tutti gli attrezzi, per quanto riguarda i terreni, non sono ne comodi ne tanto buoni, tant'è vero che hanno cercato 250 € anche ad un terreno che per il 40%sono calanchi. Basti pensare che neanche i terzisti qui pagherebbero quelle cifre, perchè qui semini o grano, girasole,piselli, favino, o trifoglio, e a 250€/ha facendo delle simulazioni con excel andrei quasi sempre in pareggio o perdita.

Poi lavorando part time faccio i lavori nella seconda parte della giornata.

Lasciarle mi dispiacerebbe anche perchè molte ulivi sono stati piantati da mio nonno, e poi se vedessi come si sono ridotte quelle incolte, basta una scintilla che prende fuoco mezzo versante di un colle dove ci sono anche molte case.

Ah dimenticavo, un prete della commissione, ci disse, "e ma coltivate colture di pregio, che so, mirtilli o castagne" secondo voi su terreni prevalentemente argillosi in certi punti sotto un fosso a circa 250m s.l.m

senza acqua e che solo a guardarli franano potrei fare questo?

Edited by d9n

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quest'anno ho fatto per la prima volta il modello unico perché da novembre 2018 sono socio all' 1% di una società semplice  con i miei genitori...e lavoro da dipendente in fabbrica...Nei due mesi 2018 ho una sola autofattura di 1600 euro ..mi hanno appena comunicato che devo oltre 1000 euro!!!!! Ma non è possibile...mi informerò...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/9/2019 Alle 16:19, d9n ha scritto:

Scusate e mi dilungo, ma io ho una situazione moolto particolare.

la nostra famiglia lavora da più di 100 anni dei terreni che sono di una fondazione religiosa (anche se non so se c'era prima la mia famiglia come mezzadri per un proprietario che poi le ha donate)

Nel 2002 sono venuti a ricontrollarle dal 1948 e il geometra vedendo le condizioni, ci ha fissato un canone di circa 50€/ha per 15 anni con contratto  in cui le clausole sono indicate con legge 203 del 1982.

nel 2017 ad un mese dalla scadenza ci dicono che volevano 250-300€/ha, allora leggendo il contratto e andando da un avvocato, ho risposto che il contratto si era autorinnovato alle stesse condizioni, perchè non ci avevano inviato disdetta l'anno prima,loro, non potendo dire nulla pur allungando di molto , perchè dicevano che non potevo registrarlo alla fine ho registrato quello di mio nonno.

Poi c'erano anche altri affittuari anziani che avevano lasciato, quindi io gli avevo fatto la proposta a 150€/ha per prendermele io e diventare imprenditore (all'epoca non lavoravo), Risposta," piuttosto ci facciamo crescere le spine" (incarogniti perchè secondo loro dovevo disdire il contratto di mio nonno e accettare 250€/ha) e mi dissero anche "tanto se non è oggi o domani tuo nonno...... e noi ci riprendiamo i terreni".

Adesso siccome tra le clausole della legge 203 c'è scritto che se c'è un erede coltivatore o imprenditore, nel caso di morte potrebbe subentrare nella coltivazione.

E qui il mio dilemma ora lavoro per un'azienda che costruisce macchine agricole part time, ho mezzo ettaro di uliveto, patente trattore, patentino agrofarmaci, partita iva senza iscrizione che avevo aperto per comprare il trattore e due trattori, potrei diventare coltivatore o imprenditore?

Siccome però sto sentendo che ci vogliono terreni, e nelle mie zone trovarne che non siano della chiesa (quindi sempre 250€/ha) o di privati, ma non vogliono contratti, come potrei fare? Ne avevamo trovati, io e mio padre, ma adesso che  è venuto a mancare per lavorarli mi servirebbe un trattore gommato.

Oppure ci sarebbe mia zia iscritta, ma inizialmente  aveva accettato  di riprendere l'affitto dei 12 ettari, ma adesso dice che  gli aumenterebbero le tasse da pagare,

vi risulta questo fatto? perchè lei non dovrebbe preoccuparsi di niente, affitto, spese, e tutto lo farei io.

Scusatemi la lungaggine e forse mi darete del pazzo (anche io lo penso, perchè lavorare, e poi non potersi neanche far intestare l'assegno quando consegni il grano è brutto), ma, mi piacciono i trattori, lavorare la terra e vedere i risultati, poi da quando sono piccolo ho visto questi terreni coltivati dalla mia famiglia , e cosa più importante le ultime cose con cui ho potuto ragionare con mio padre, era proprio il fatto di continuare e non darla vinta a quei 4 pezzenti dentro la curia.

 

ci vogliono i terreni ma dipende dalla cultura che c'è sopra, sono le giornate di lavoro che servono per poter diventare  c.d. a tutti gli effetti pagando INPS

1 ha di vigneto ti da tot giornate  di lavoro,come l'ulivo,in totale ci vogliono almeno 104 gg di lavoro

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=6&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwiqiOiUqOLlAhWP6qQKHXTMD_MQFjAFegQIAhAC&url=http%3A%2F%2Fwww.unionevignetiecantoni.al.it%2Fit-it%2Fdownload%2Ffigure-professionali-in-agricoltura-vademecum-44601-9-10018-fc9c54adee9bb6f4cf15ba8ba7db9894&usg=AOvVaw2f_8-zVZK8_yOcmo9Rki56

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, dino62 ha scritto:

ci vogliono i terreni ma dipende dalla cultura che c'è sopra, sono le giornate di lavoro che servono per poter diventare  c.d. a tutti gli effetti pagando INPS

1 ha di vigneto ti da tot giornate  di lavoro,come l'ulivo,in totale ci vogliono almeno 104 gg di lavoro

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=6&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwiqiOiUqOLlAhWP6qQKHXTMD_MQFjAFegQIAhAC&url=http%3A%2F%2Fwww.unionevignetiecantoni.al.it%2Fit-it%2Fdownload%2Ffigure-professionali-in-agricoltura-vademecum-44601-9-10018-fc9c54adee9bb6f4cf15ba8ba7db9894&usg=AOvVaw2f_8-zVZK8_yOcmo9Rki56

Magari sarò contro corrente, ma il fatto di pagare l'inps anche per l'altra parte del lavoro che vorrei fare da imprenditore visto che adesso lavoro part time, mi fa un pò girare, perchè tanto io la pensione per come sta evolvendo la situazione, non la vedrò mai, infatti  mi sono fatto un fondo pensione che mi ritirano dallo stipendio.

Edited by d9n

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, d9n ha scritto:

Magari sarò contro corrente, ma il fatto di pagare l'inps anche per l'altra parte del lavoro che vorrei fare da imprenditore visto che adesso lavoro part time, mi fa un pò girare, perchè tanto io la pensione per come sta evolvendo la situazione, non la vedrò mai, infatti  mi sono fatto un fondo pensione che mi ritirano dallo stipendio.

Vedi se tua zia cambia idea avresti meno problemi,comunque informati se ci sono altri modi visto che tu fai part time.

Edited by dino62
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...