Jump to content

Recommended Posts

Parere mio personale, meglio così, è inutile e dispendioso in fatto di tempo e soldi. Inoltre stiamo trattando di macchine d'epoca e io provo un gran disgusto contro tutte quelle macchine elaborate (landini con volani e pneumatici maggiorati ecc.). Non voglio fare predicozzi a nessuno solo, non deturpate le macchine perche sono gli ultimi testimoni di ciò che è stato. Comunque, ilMarzio vedrai che una Orsi è molto meglio di una Recchioni fatta in casa! Io ho provato l'orsi e ti darà soddisfazioni! e poi è anche raro il modello da 80!

Per quanto concerne la puleggia, non saprei ma penso proprio che esista cerca in giro o nella sezione ricambi per macchine d'epoca del forum.

Attendo le foto della magnifica bestia!

Ciao

Link to post
Share on other sites
  • Replies 228
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Bibblico! Completo meglio del Rosso Valentino. Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Un cantiere Orsi esige un trattore Orsi però Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

Senza contare poi che il "maremma" da te era praticamente nel suo ambiente. Comunque se nel periodo più fulgido della sua storia la Orsi riusciva a piazzarne uno ogni 10 Landini un motivo ci sarà. In

Posted Images

il fascino delle vecchie trebbie non è neanche lontanamente paragonabile alle mietitrebbie degli anni 80... Inoltre non è vero che si trovano a poche migliaia di euro, semmai a diverse migliaia.

Allora meglio una modernissima Cicoria a 8000+iva a quel punto.

Grazie Junker per avermi dato un ordine di grandezza di spesa x il trasporto

saluti a tutti

Marzio

 

Il mio era solo un consiglio, le Laverda di cui parlo sono della fine anni '60 primi del '70, se non cerchi un autolivellante con mille, duemila euro le puoi trovare funzionanti. Una Orsi se veramente funzionante costerà sicuramente molto di più. Per quanto riguarda invece la mietitura come fai?? Hai già una mietilega? In tal caso è tutta una questione di stile ed più che corretta l'idea di una trebbia fissa da aia.

Saluti

Link to post
Share on other sites

La mie esigenza era di trebbiare, nessun contoterzista viene finquassù e men che mai per mezz'ettaro di grano. Dalle ricerche fatte non ho trovato nulla di motorizzato a buonmercato, quindi passando a cercare queste trebbie da aia, mi sono innamorato...

Mieterò con una barra falciante collegata ad un BCS 730, poi legherè i mannelli a mano e per quest'anno li porterò a battere ad una rievocazione. Nel frattempo sto orchestrando il trasporto per la Orsi che mi piacerebbe moltissimo portare a casa, mi è stato detto che è funzionanante ma da restaurare. il prezzo è modesto, 500€. Poi andrebbe trovata una puleggia per la presa di forza per il mio Landini 5860.

Ma se davvero si trovasse una Laverda come quelle di cui parli (e che non conosco) un pensierino ce lo farei comunque. Ad ogni modo Centurion grazie per il consiglio spassionato. Vi tengo aggiornati, grazie a tutti

Marzio

Link to post
Share on other sites
La mie esigenza era di trebbiare, nessun contoterzista viene finquassù e men che mai per mezz'ettaro di grano. Dalle ricerche fatte non ho trovato nulla di motorizzato a buonmercato, quindi passando a cercare queste trebbie da aia, mi sono innamorato...

Mieterò con una barra falciante collegata ad un BCS 730, poi legherè i mannelli a mano e per quest'anno li porterò a battere ad una rievocazione. Nel frattempo sto orchestrando il trasporto per la Orsi che mi piacerebbe moltissimo portare a casa, mi è stato detto che è funzionanante ma da restaurare. il prezzo è modesto, 500€. Poi andrebbe trovata una puleggia per la presa di forza per il mio Landini 5860.

Ma se davvero si trovasse una Laverda come quelle di cui parli (e che non conosco) un pensierino ce lo farei comunque. Ad ogni modo Centurion grazie per il consiglio spassionato. Vi tengo aggiornati, grazie a tutti

Marzio

 

Se ti puo interessare qua si parla delle Laverda di cui parlo...

[/url]http://www.tractorum.it/forum/macchine-da-raccolta-f8/laverda-m84-2599/

http://www.tractorum.it/forum/macchine-da-raccolta-f8/laverda-serie-m-anni-70-80-a-2565/

 

Se poi oltre all'utile vogliamo aggiungere anche un po' d'epoca (anche se secondo me già qualcuna di quelle sopra sono d'epoca) puoi dare un occhiata qua:

http://www.tractorum.it/forum/trattori-depoca-f29/mietitrebbie-depoca-1653/

 

Certo che una Orsi funzionante a 500€ è da prendere al volo!!!

Saluti

Link to post
Share on other sites

porca malura! il grano sarebbe anche pronto da mietere, ma il mio progetto di usare la barra falciante con il BCS730 non è realizzabile perchè la barra non è laterale. il mio vicino che ha una BCS con mietilega dice che non è più sicuro di trovare il filo... non me la vuole dare, secondo me.

Mi sa che lo falcerò a mano e con il Verna che ha più paglia legherò l'Enesco e poi per quest'anno lo porto a battere, mentre cerco di portare a casa la Orsi.

Mah...

Saluti a tutti

Marzio

Link to post
Share on other sites

Lo spago si trova e viene circa 10€ il rotolo:

 

http://www.pardinispa.com/public/print/print_temp.php?id=2

 

è il 400.

 

Ovviamente non tutti ce l'hanno e con quella scusa ti dicono che non è più in produzione....

 

Il grano una volta mietuto puoi anche lasciarlo su un carrello fino a quando non hai la trebbia; mi è già capitato di trebbiare a gennaio o febbraio.

Link to post
Share on other sites

Se hai deciso di legare a mano e già non l'hai, Marzio, attrezzati almeno con una morsa per legare le cove.

Risparmierai tanto tempo.

O da un rigattiere o da un raccogli ferro dovresti trovarla, o di fabbrica od artgianale, facilmente.

Altrimenti sabato prossimo ( non domani, il 31 pv) puoi tentare di reperirla in piazza ad Arezzo.

Link to post
Share on other sites

Ciao grazie per le dritte. Non ho trovato però traccia della pressa per legare i mannelli nè sulla rete nè nella memoria degli anziani...

Domani comincio l'opera e vediamo ora di sera dove son riuscito ad arrivare.

Saluti

Marzio

Link to post
Share on other sites

Strano, Marzio; nella memoria degli anziani credevo almeno avresti dovuto riscontrarla.

Ora non so sotto che parola chiave cercarla sul web ma spesso compaiono in asta anche su ebay.

Sostanzialmente l'attrezzo è semplicissimo;

Due mezzelune in profilato/piatto di ferro;

L'inferiore era assicurata ad un asse in legno nella parte centrale per essere disposta orizzontale sul terreno.

Ad una estremità era incernierata alla superiore mentre all'altra era sagomata in modo da presentare una serie di denti o cremagliera che dir si voglia.

La superiore come già detto era da una parte incardinata alla inferiore mentre dall'altra terminava ad occhiello per inserirsi nella sottostante e vi era presente una maniglia con leva/molla azionante una linguetta.

Particolare quest'ultimo che andava ad ingranare nei denti succitati.

Aperto l'attrezzo inserivano i mannelli e facendo leva sulla maniglia stringevan bene la cova.

Con la leva, a seconda della quantità di steli inseriti bloccavano nel dente corrispondente il fascio, legavano, riaprivano e subito era pronto l'attrezzo per la seguente.

Congegno poi di scarsissimo peso che veniva facilmente trasportato al seguito dei mietitori.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ciao a tutti, allora vi aggiorno:

il Verna che è una varietà antica, alta un'80ina di cm, l'ho mietuto a mano e legato con la paglia.

Ho comprato a Colle val d'Elsa una mietilega BCS senza telaio e l'ho revisionata in todo;

ho comprato qui a Chiusi della Verna una BCS 622 con motore Condor Guidetti, ho fatto il minimo indispensabile e ho messo assieme i due pezzi, che non è stata un'impresa da poco.

Ho usato la mietilega per l'altro grano, l'Enesco che è alto una 35ina di cm; essendo già in là con la maturazione ed essendo basso parecchio, la mietilega legandolo appena sotto le spighe ha anche funzionato a mò di battitrice:tickedoff:

Il grano l'ho messo all'asciutto.

Nel frattempo ho comprato una trebbia Rossini che arriverà domani.300€ di trasporto...

Io me ne intendo poco ma non è bloccata ed è in discrete condizioni, conto di restaurarla.

Resta il problema di come farla andare. Secondo voi con un motore ausiliario tipo il Condor, che ha 11CV ce la farei a fala andare? Sennò devo trovare il modo di adattare la puleggia per il cinghione (che non ho ) alla presa di forza "moderna", qualcuno sa nulla in merito?

Non c'è un manuale su come farle funzionare queste trebbie, soprattutto in termini di eventuali regolazioni da fare?

Poi c'é sempre la Orsi da 80 da portare a casa...

Un saluto a tutti e grazie

Marzio

Link to post
Share on other sites

Ciao ilMarzio

La trebbia Rossini è un sgusciatrice con elevatore pneumatico prodotta nel 1962 ca. Per le regolazioni non serve molto... basta che sia tutta sana e che il battitore principale faccia 1000, 1500 giri/min... mentre il secondario ne dovrebbe fare così 900. Ora io non so bene che tipo di macchina sia ma mi pare che non sia combinata per cui puoi trebbiare solo semenzine. Io possiedo Condor, sono ottimi motori ma penso che 11hp non bastino per far lavorare sotto carico la macchina... se invece la vuoi far girare a vuoto si :)! (bisognerebbe saper almeno la lunghezza del battitore)

Per quanto riguarda il cinghione ... ne trovi facilmente mettendo annunci vari; io ne ho trovati tre in una volta!

Per la puleggia non saprei proprio ... penso che essendo un trattore abbastanza moderno si trovi facilmente qualcosa magari facendo una flangia in modo che, anche se non la trovi del modello che cerchi possa combaciare benissimo!

Fammi sapere

Ciao

Link to post
Share on other sites

Guardandola cosi'in foto per farla andare ti ci vorrebbe almeno un motore da 25cv,quindi se non trovi un classico Landini L25 cerca un Same vecchio tipo DA o 240-360,anche un OM 35-45-50-512-615 ecc,per le regolazioni non e'facile,ma neppure impossibile,praticamente e'una mietitrebbia moderna senza motore!Cerca un vecchio terzista in pensione e ti spieghera' ogni segreto.Le cinghie cerca di cambiarle al primo sintomo di usura e vecchiaia perche'possono diventare molto pericolose per la gente che vi lavora attorno

Link to post
Share on other sites

Ciao e grazie per le risposte. La Rossini è arrivata, ho cominciato col cambiare alcune "molle" esterne che erano rotte poi ho tolto tutti i setacci che potevo e ho sbloccato il battitore che ora gira libero. Ci sono alcune parti in legno da rifare perchè secondo me ha preso parecchia acqua, ho il sospetto che preso dall'emozione quando l'ho vista dal venditore, non l'abbia poi guardata così bene. C'é parecchio legno marcio. E qualche cinghia non è più utilizzabile. Il cinghione è sano, x fortuna. Qualcuno sa dirmi quanto vanno fatte più strette delle puleggie? e dove far fare le cinghie? e magari dove poter reperire le tazzette che son fissate su una cinghia che credo che porti ad un ventilatore?

E ancora ma per pulirla bisogna entrarci dentro:AAAAH:??

Mi sa che quel grano lo batto in primavera, ora che ho finito...

Poi dovrò far fare la puleggia per la presa di forza ( oh costerà sempre meno di un Landini testacalda,no?) in modo che il numero di giri del battitore sia congruo all'uso, credo.

Un saluto

Marzio

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Salve a Tutti !!!!!!! In primis vorrei fare i miei complimenti a agripippocampa per la sua passione e le sue costruzioni!!!!!!!! Volevo domandare ad agripippocampa o qualche altro utente di tractorum se oltre a conoscere la meccanica ed il funzionamento delle trebbiatrici per frumento,conoscessero la meccanica ed\o il funzionamento delle sgranatrici per mais....

Se qualcuno ha delle tavole illustrative,ne conosce le componenti o mi spiegasse il funzionamento gli sarei veramente grato.... :) Saluto di Nuovo tutti gli utenti di Tractorum!!!!!!!

 

 

Aratrum Fructus Dat

Link to post
Share on other sites
Salve a Tutti !!!!!!! In primis vorrei fare i miei complimenti a agripippocampa per la sua passione e le sue costruzioni!!!!!!!! Volevo domandare ad agripippocampa o qualche altro utente di tractorum se oltre a conoscere la meccanica ed il funzionamento delle trebbiatrici per frumento,conoscessero la meccanica ed\o il funzionamento delle sgranatrici per mais....

Se qualcuno ha delle tavole illustrative,ne conosce le componenti o mi spiegasse il funzionamento gli sarei veramente grato.... :) Saluto di Nuovo tutti gli utenti di Tractorum!!!!!!!

 

 

Aratrum Fructus Dat

 

Ciao! ti ringrazio dei complimenti

Proprio in questi giorni ho venduto una succitata sgranatrice marca Carra. Il funzionamento è molto semplice, solitamente l'imboccatura avviene attraverso una tramoggia fissa o dotata di moto alternativo. Questa fa in modo che le pannocchie giungano lentamente al battitore dove, passando fra le spranghe di questo e la griglia (controbattitore) sono sgranate. Tutoli e chicchi cadono nel crivello (animato da un col d'oca) dove sono espulsi i tutoli mentre i grani cadono in un piccolo e quasi inutile cassone (vedi quello delal trebbia da f.). Qui, dopo essere stati puliti da una corrente d'aria escono da un condotto scaricandosi a terra, o versandosi nell'elevatore in modelli più perfezionati!

Ci sono poi le sfogliasgranatrici dove si possono introdurre le pannocchie ancora incartocciate , l'unica differenza sta nell'aggiunto di scuotipaglia (scuoticartocci in questo caso:)) e nell'imboccamento tramite elevatore a nastro!

A disposizione per ulteriori chiarimenti!

Ciao :asd:

Link to post
Share on other sites

Grazie della dettagliata spiegazione,agripippocampa !!!!!! quindi nn si differenzia di molto dalle trebbiatrici per grano..... :D

il battittore sarebbe quel grosso cilindro in ferro con delle punte o delle spranghe (che sgrana a dovere il mais o il grano),contrapposto al controbattitore,situato all'imboccatura della trebbiatrice...giusto??? :)

Grazie mille e scusa x la mia curiosità.....un Saluto!!!!!

 

 

Aratrum Fructus Dat

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

t70991_dscn1357.jpg

 

Questa è la mia nuova Orsi 110 matricola 12591, con imboccatore Campetella.

 

La macchina è ferma da anni, ma in passato non ha lavorato molto, il legno è ottimo, così come i setacci e le cinghie.

 

L'assale posteriore non è originale ed è anche piuttosto brutto, ma dovrei già averne trovato uno uguale all'originale.

Edited by Carraro turbo
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ciao Apozzo Buon anno. Ci eravamo sentiti sul forum macchine agricole per il restauro del mio OM 50 C. Volevo dirti che finalmente o trovato una trebbia Carra; devo solo portarla a casa, strada permettendo, in quanto molto dissestata e devo aspettare che sia ben asciugata. In ogni caso, anche se a prima vista sembra ben conservata, sui evidenzia subito che mancano le cinghie. Ricordo che analogo problema lo avevi te per la Bubba di tuo nonno. Posso sapere se hai risolto il problema? come hai fatto e quanto ti è costato. Inoltre sempre se possibile dove ti sei servito e quanto ti è costato. Ciao

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...