Jump to content
t101

Credito d'imposta 2020-2023

Recommended Posts

Mi è arrivata proprio ora una prima risposta. Il dott Bagnoli afferma con certezza che il credito che resta inutilizzato viene reso disponibile anche negli anni successivi. Sto aspettando che rispondano alla mia domanda in cui chiedo la norma a cui fanno riferimento.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hanno analizzato il mio caso in diretta, contratto a luglio, acconto a dicembre e consegna entro aprile e dicono che fa fede la data di interconnessione e quindi usufruisco della nuova normativa. Ho fatto tutto nei tempi richiesti dalla precedente normativa ma sembra che non conti. Loro continuano a dire che il credito si sfrutta anche successivamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, pedrocchio04 ha scritto:

Hanno analizzato il mio caso in diretta, contratto a luglio, acconto a dicembre e consegna entro aprile e dicono che fa fede la data di interconnessione e quindi usufruisco della nuova normativa. Ho fatto tutto nei tempi richiesti dalla precedente normativa ma sembra che non conti. Loro continuano a dire che il credito si sfrutta anche successivamente.

Come dicevo qualche post fa, ognuno ormai ha la sua idea sulla possibilità di sfruttarlo oltre i 3/5 anni. Inutile tornarci su. Aspettiamo certezze (risposte a interpelli)

Cmq grazie per il tuo contributo...molto utile🥰

Già che ci sei potresti riassumere le 3 ore di diretta😂😂😂

A saperlo avrei prospettato il mio...ordinato a settembre, consegnato il 18 novembre in leasing (quindi senza anticipo). Ma la risposta sarebbe stata che conta la consegna del bene nel leasing🖕🤕🤕.... è scappato un dito!

Edited by mandorleto

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa è semplice semplice per quanto riguarda la capienza.
Es. Credito di imposta di 50.000 euro.
Con la nuova legge lo puoi detrarre in 3 anni in quote costanti cioè 16.666, 00 euro annui. Senza se e senza ma.
Se l agricoltore deve pagare ad esempio 10.000 euro annui di contributi vengono persi 6.666,00 euro all anno di credito.
Nessuna dilazione successiva ai 3 anni.


Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Luchino ha scritto:

La cosa è semplice semplice per quanto riguarda la capienza.
Es. Credito di imposta di 50.000 euro.
Con la nuova legge lo puoi detrarre in 3 anni in quote costanti cioè 16.666, 00 euro annui. Senza se e senza ma.
Se l agricoltore deve pagare ad esempio 10.000 euro annui di contributi vengono persi 6.666,00 euro all anno di credito.
Nessuna dilazione successiva ai 3 anni.


Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk
 

Il problema è che, malgrado che colui che oggi ha asserito che il credito non si perde ma si può sfruttare negli anni successivi è il responsabile del caf di Cia, credo che abbia ragione tu.

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il problema è che, malgrado che colui che oggi ha asserito che il credito non si perde ma si può sfruttare negli anni successivi è il responsabile del caf di Cia, credo che abbia ragione tu.
A questo punto, da spettatore esterno, direi che sono rimaste due strade.
1. O ripetere come un mantra quello che si sogna, come la Teoria di Schopenhauer. A suon di ripeterlo, poi quello si avvera.
2. Assumere due persone per aumentare la capienza fiscale, e raggiungere la dimensione aziendale che genera la capienza fiscale sufficiente a coprire l'incentivo sull'investimento desiderato. Va capito se il gioco vale la candela. Magari assumete ragazzi con CFL e neo diplomati, o H, così date una mano al Paese e al vostro portafoglio.
Poi, dopo aver azzerato il credito dell'investimento, vedete se licenziare....o restare più grandi

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, pedrocchio04 ha scritto:

Il problema è che, malgrado che colui che oggi ha asserito che il credito non si perde ma si può sfruttare negli anni successivi è il responsabile del caf di Cia, credo che abbia ragione tu.

Ho sentito anche io ieri il webinar mentre lavoravo, ma non ho visto il video, che dire...

Se un un'esponente di punta di un'associazione come la Cia di fronte ad una platea ampia come credo sia stata quella di ieri, ha detto chiaramente e in maniera convinta una cosa del genere, credo che allora una speranza concreta possa esserci. Io al posto suo se non avessi avuto una certezza quasi matematica, una cosa del genere, in un contesto come quello, non l'avrei mai detta, soprattutto in quella maniera. 

Per il resto rimango anche io del partito di quelli che finché non vedono scritto nero su bianco, non credono

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiedo una cosa anche io visto che ho avuto delle risposte quanto mai fantasiose a delle domande che ho fatto in giro a delle ditte*. dunque per bonus fiscale del 50% per agricoltura 4.0 ci vogliono mezzi con telemetria, collegati in remoto, con guida autonoma tramite gps, o cose simili corretto ?

.

quindi un trattore normale non usufruisce, corretto ? ma allora una ditta* mi dice che un loro veicolo tipo quad 4x4 immatricolato agricolo può beneficiarne, ed anche un altra ditta* mi dice che una loro linea di rider falciaerba professionali possono, ma siamo sicuri ?

.

allora magari perchè non posso prendermi un auto tipo pick up immatricolato come autocarro con il gps di serie e bona li ? grazie per i pareri

* sono dei costruttori, non volevo far tanti nomi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...