Jump to content

Credito d'imposta 2020-2023


Recommended Posts

  • Replies 1.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

No. Altrimenti i colleghi non sarebbero cosi' preoccupari a capire una cosa trita e ritrita come la compensazione per incapienza. A 20 dislike posto la circolare che tutti volete ma che nessuno v

Principalmente cambia che all'iperammortamento potevano accedere soltanto quelle aziende titolari di reddito d'impresa, cioè tutte quelle aziende che a fine anno vengono tassate sulla base della diffe

Parlate di interpretazioni di Fiscalisti.... ma non scherziamo, qui serve una bella nota del mise che specifica se si può andare dopo i 3 anni se si avanzano soldi oppure no, perchè per come è scritta

Posted Images

  • 2 weeks later...
Il 25/3/2022 Alle 16:38, Primo ha scritto:

In teoria  si, ma il solo fatto che sia Isobus non basta in quanto ci sono diversi livelli di Isobus.

Esempio:

ATTREZZO A: attrezzo isobus con le seguenti funzioni:
- funzione TC-UT (Universal terminal) che si interfaccia al trattore, permettendo di gestire la macchina dal monitor in cabina;
- funzione TC-SC, chiusura automatica delle sezioni in base alla posizione;
- funzione TC-GEO, possibilità di variare la dose distribuita sulla base della posizione;

ATTREZZO B: attrezzo isobus con le seguenti funzioni :
- funzione TC-UT (Universal terminal) che si interfaccia al trattore, permettendo di gestire la macchina dal monitor in cabina;
- funzione TC-SC, chiusura automatica delle sezioni in base alla posizione;
- funzione TC-GEO, possibilità di variare la dose distribuita sulla base della posizione;
- funzione TC-BAS, capacità di scambiare bidirezionalmente ordini di lavoro.

L'attrezzo A è Isobus, ma non è 4.0.

L'attrezzo B è Isobus ed è 4.0 se collegato ad una trattrice anch'essa 4.0.

Su ogni macchina Isobus c'è l'adesivo con le abilitazioni TC possedute (va poi verificata la necessita di eventuali sblocchi per poterle far funzionare)

image.png

 

 

Link to post
Share on other sites

Secondo voi un telescopico Manitou è 4.0? Loro dicono di si e forniscono una app dove vedi le info che invia il mezzo ma io non vedo scambio bidirezionale di ordini di lavoro. 
Qualcuno di voi ha fatto 4.0 su un telescopico?

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, 1760michele ha scritto:

Secondo voi un telescopico Manitou è 4.0? Loro dicono di si e forniscono una app dove vedi le info che invia il mezzo ma io non vedo scambio bidirezionale di ordini di lavoro. 
Qualcuno di voi ha fatto 4.0 su un telescopico?

A me lo hanno proposto con un Dieci 

Non penso cambi molto rispetto ad un trattore. Dipende da cosa ti montano per farlo diventare 4.0

Edited by mandorleto
Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, mandorleto ha scritto:

A me lo hanno proposto con un Dieci 

Non penso cambi molto rispetto ad un trattore. Dipende da cosa ti montano per farlo diventare 4.0

Ripeto la proposta è l’app che monitora i parametri del telescopico. 
Io la ritengo insufficiente. 

Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, 1760michele ha scritto:

Secondo voi un telescopico Manitou è 4.0? Loro dicono di si e forniscono una app dove vedi le info che invia il mezzo ma io non vedo scambio bidirezionale di ordini di lavoro. 
Qualcuno di voi ha fatto 4.0 su un telescopico?

Se non hai autoguida e non puoi inviare ordini di lavoro da remoto alla macchina, non è 4.0.

Sentite qualche agronomo che fa le perizie, e vi saprà delucidare in merito (almeno spero)

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Infatti voglio sentire l'ingegnere che le fa per la Way e vedere che dice a proposito... visto che facendola giurata qualche responsabilità ce l'avrà. Anche perché se non è valida la cosa almeno risparmio bei soldi.

Che ginepraio.

Edited by coals
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Topcon ha scritto:

Per Manitou le perizie vengono fatte da Ecocertificazioni 

Ma le può fare credo chiunque. Quello che mi fa strano è che carte alla mano uno dice una cosa, un altro l'opposto e così via.

Come già detto diverse volte il mio modulo (la scatoletta) era quello che davano gran parte dei concessionari Carraro Agritalia ed era locandina alla mano quello del gruppo Sdf.

Bah... poi dicono che gli stranieri non vengono ad investire da noi.

Link to post
Share on other sites

Purtroppo quando l’obiettivo è vendere nessuno si fa scrupoli. 
La perizia giurata bisogna che la commissioni chi ha acquistato l’attrezzo e deve certificate che quell’attrezzo, inserito nel contesto della propria azienda, sia 4.0. Non in linea generale. 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, coals ha scritto:

Ma le può fare credo chiunque. Quello che mi fa strano è che carte alla mano uno dice una cosa, un altro l'opposto e così via.

Come già detto diverse volte il mio modulo (la scatoletta) era quello che davano gran parte dei concessionari Carraro Agritalia ed era locandina alla mano quello del gruppo Sdf.

Bah... poi dicono che gli stranieri non vengono ad investire da noi.

Si assolutamente da chi uno vuole ci mancherebbe, io intendevo che loro propongono da Manitou Italia e non dal rivenditore un kit per 4.0 e si appoggiano a questa ditta per perizie che casualmente e quella che io ho utilizzato per i miei acquisti.......

 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Topcon ha scritto:

Si assolutamente da chi uno vuole ci mancherebbe, io intendevo che loro propongono da Manitou Italia e non dal rivenditore un kit per 4.0 e si appoggiano a questa ditta per perizie che casualmente e quella che io ho utilizzato per i miei acquisti.......

 

ecco perchè Manitou ha scelto EcoCertificazioni ...

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, 1760michele ha scritto:

Ripeto la proposta è l’app che monitora i parametri del telescopico. 
Io la ritengo insufficiente. 

link al video youtube dell'App Easy manager di Manitou
link alla pagina della Manitou relativa alla 4.0
link alla Circolare Agenzia delle Entrate 4E del 30/03/2017

Estratto dalla Circolare di cui sopra, relativamente al Requisito obbligatorio RO2:
"2. La caratteristica dell'interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program è soddisfatta se il bene scambia informazioni con sistemi interni (es.: sistema gestionale, sistemi di pianificazione, sistemi di progettazione e sviluppo del prodotto, monitoraggio, anche in remoto, e controllo, altre macchine dello stabilimento, ecc.) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (esempi: TCPIP, HTTP, MQTT, ecc.). Inoltre, il bene deve essere identificato univocamente, al fine di riconoscere l'origine delle informazioni, mediante l'utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (es.: indirizzo IP). Si specifica che lo scambio di informazioni con sistemi esterni è contemplato al successivo punto 3. Ulteriori precisazioni: 
x la parola fabbrica deve essere intesa come un ambiente fisico dove avviene creazione di valore attraverso la trasformazione di materie prime o semilavorati e/o realizzazione di prodotti; 
x nel caso di macchine motrici od operatrici, che operano in ambiente esterno (tipicamente macchine utilizzate in agricoltura e nelle costruzioni), si deve intendere la caratteristica assolta se le stesse siano a guida automatica (senza operatore a bordo) o semi-automatica (o assistita ± con operatore che controlla in remoto) e in grado di ricevere dati relativi al compito da svolgere da un sistema centrale remoto (in questo caso ricadono anche i droni) situato nell'ambiente di fabbrica;
x per istruzioni si può intendere anche indicazioni, che dal sistema informativo di fabbrica vengano inviate alla macchina, legate alla pianificazione, alla schedulazione o al controllo avanzamento della produzione, senza necessariamente avere caratteristiche di attuazione o avvio della macchina. "


Che istruzioni gli indichiamo in campagna a questo telescopico, dove si trovano i sacconi del concime ? 🙄

Edited by Primo
Link to post
Share on other sites

Sono d’accordo con te al 100%, se noti Manitou non parla mai di macchine 4.0 bensì di macchine connesse, dove sappiamo benissimo che la connessione è condizione necessaria ma non sufficiente alla 4.0. 

Link to post
Share on other sites

perizia giurata si / perizia giurata no.... cosa ne pensate? Trattore con sistema trimble connesso al suo cloud (ovviamente utilizzando il più possibile il sistema)-

Link to post
Share on other sites

Io mi chiederei "perizia giurata su cosa"?
Qualcuno si è preso la briga di leggere una perizia?
Cosa attesta quella perizia?
Io, confesso, non ne ho mai vista una.
Ma direi che un perito può attestare che ci sono determinati componenti che garantiscono una determinata funzione.
Lì si ferma
Perché poi di quello che scrive risponde.
Il messaggio che è stato fatto passare per vendere è che con la perizia viene garantito il credito d'imposta.
E così l'ha capito gran parte di quelli che han comprato macchine 4.0.
Peccato che sia impossibile, nessun perito metterà mai nero su bianco una cosa del genere.
Se lo fa o è completamente scemo o peggio completamente in malafede

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

La perizia è come quando prendi una casa e per star sicuro che poi l’agenzia delle entrate non gli giri male con eventuali accertamenti vai da un geometra e ti fai fare una perizia giurata che attesta il valore di mercato dell’immobile, poi vai dal notaio a fare il rogito e ti dice subito che la perizia se l’ade ti manda l’accertamento vale quel che vale. Siamo in italia dopo tutto..

Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, mbx ha scritto:

La perizia è come quando prendi una casa e per star sicuro che poi l’agenzia delle entrate non gli giri male con eventuali accertamenti vai da un geometra e ti fai fare una perizia giurata che attesta il valore di mercato dell’immobile, poi vai dal notaio a fare il rogito e ti dice subito che la perizia se l’ade ti manda l’accertamento vale quel che vale. Siamo in italia dopo tutto..

Una perizia fatta male "vale quel che vale"...

Una perizia fatta bene da un professionista vale eccome!

Nel caso in esame se tu acquisti un immobile che vale 100.000 a 50.000 e, quando vai dal perito, gli chiedi una perizia che porti a 50.000 e non una perizia sul valore di mercato dell'immobile, è normale che poi l'Ade ha dove attaccarsi.

Ma se un professionista fa un'indagine di mercato e redige una perizia col reale valore di mercato, consigliandoti di acquistare a 50.000, ma pagare le imposte di registro su base 100.000, sarebbe l'ottimale...ma a te non starebbe bene. Un domani arriva il controllo e nessuno è in grado di dimostrare che quell'immobile vale meno di 100.000 sulla base dei comparabili disponibili.

Sono tutte e due perizie, la prima fatta da un non professionista e la seconda invece da un ottimo professionista: sta a voi scegliere.

spero di essermi spiegato.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Domyx ha scritto:

Io mi chiederei "perizia giurata su cosa"?
Qualcuno si è preso la briga di leggere una perizia?
Cosa attesta quella perizia?
Io, confesso, non ne ho mai vista una.
Ma direi che un perito può attestare che ci sono determinati componenti che garantiscono una determinata funzione.
Lì si ferma
Perché poi di quello che scrive risponde.
Il messaggio che è stato fatto passare per vendere è che con la perizia viene garantito il credito d'imposta.
E così l'ha capito gran parte di quelli che han comprato macchine 4.0.
Peccato che sia impossibile, nessun perito metterà mai nero su bianco una cosa del genere.
Se lo fa o è completamente scemo o peggio completamente in malafede

Come han già detto, se non hai mai visto una perizia, come fai a giudicarle? E anche se l'avessi vista, sai giudicare se è redatta correttamente oppure no?

Il perito nelle perizie (asseverate e/o giurate) dichiara lo stato di  fatto al momento del sopralluogo e certifica la sussistenza sulla macchina periziata dei 7/8 requisiti previsti dalla norma, oltre a certificare il fatto che la macchina sia stata interconnessa al sistema aziendale. 
Al momento del sopralluogo e redazione della perizia il perito certifica che la macchina ha tutti i requisiti per la 4.0.
Da lì in poi è competenza dell'acquirente della macchina fare in modo che tutto funzioni.

Se io certifico che su un trattore c'è un sistema con monitor, antenna e modem interconnesso al sistema di fabbrica, con tutto quanto necessario ad adempiere ai 7/8 requisiti della normativa ed in quel momento il sistema è in grado di scambiare dati, la macchina è 4.0.
Se poi il trattorista non è interessato (o non è capace) ad utilizzarli, oppure se nel frattempo è scaduto l'abbonamento per lo scambio dati, sarà un problema dell'utente!
Al momento del controllo dell'Ade, il perito che ha redatto la perizia ritorna e verifica che sulla macchina ci siano e funzionino i sistemi che ha certificato: se questi sono presenti ma non funzionano, saranno cavoli amari per l'utente!
Se i sistemi sono stati rimossi, saranno cavoli dell'utente!

C'è poi da dire che in giro ci sono tanti periti, ma pochi professionisti.

Un consiglio che mi sento di dover dare, è rivolgersi ai pochi agronomi che redigono queste perizie: la materia agricola è sempre stata particolare e sempre lo sarà, e molti ingegneri purtroppo non riescono a interpretarla, commettendo errori spesso gravi. A mio modesto parere, serve un tecnico che innanzitutto conosca i funzionamenti delle macchine agricole, dell'isobus e della gestione dei file (es. isoxml o altri), che conosca bene la normativa della 4.0 e che si sia dedicato alla redazione delle suddette perizie ed abbia un po' d'esperienza.

Infine, fate come vi pare che le ossa son le vostre...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
45 minutes ago, Primo said:

Una perizia fatta male "vale quel che vale"...

Una perizia fatta bene da un professionista vale eccome!

Nel caso in esame se tu acquisti un immobile che vale 100.000 a 50.000 e, quando vai dal perito, gli chiedi una perizia che porti a 50.000 e non una perizia sul valore di mercato dell'immobile, è normale che poi l'Ade ha dove attaccarsi.

Ma se un professionista fa un'indagine di mercato e redige una perizia col reale valore di mercato, consigliandoti di acquistare a 50.000, ma pagare le imposte di registro su base 100.000, sarebbe l'ottimale...ma a te non starebbe bene. Un domani arriva il controllo e nessuno è in grado di dimostrare che quell'immobile vale meno di 100.000 sulla base dei comparabili disponibili.

Sono tutte e due perizie, la prima fatta da un non professionista e la seconda invece da un ottimo professionista: sta a voi scegliere.

spero di essermi spiegato.

Sei subito andato a fare l’esempio dell’italiano che non vuole pagare le tasse, prendi invece lo scenario di immobile ancora in costruzione o immobile con finiture/impianti da rifare e capirai a cosa mi riferisco, oppure per rimanere in tema agricolo, vai a comprare il pezzo di terra sfigato argilloso ma sei circondato da terreni da 70k/ha, l’ade conosce la media comunale, non la tessitura dell’appezzamento o se hai scoli e irrigazione

Edited by mbx
Link to post
Share on other sites
14 ore fa, mbx ha scritto:

Sei subito andato a fare l’esempio dell’italiano che non vuole pagare le tasse, prendi invece lo scenario di immobile ancora in costruzione o immobile con finiture/impianti da rifare e capirai a cosa mi riferisco, oppure per rimanere in tema agricolo, vai a comprare il pezzo di terra sfigato argilloso ma sei circondato da terreni da 70k/ha, l’ade conosce la media comunale, non la tessitura dell’appezzamento o se hai scoli e irrigazione

Mi dispiace ma io non alludevo al non pagare le tasse; ci sono stratagemmi fiscali che con pochi euro in più ti danno tranquillità.

Lì sta all'abilità del perito: se il perito è bravo può  dimostrare anche che un terreno vale 10k contro i circondariali che valgono 70k... 
E poi, con la PPC pagando l'1%, per vivere tranquilli conviene acquistare il terreno a 10k e pagare le imposte su 70k (ammesso che sia la media locale), così non ti romperanno mai le scatole... alla fine paghi il 7% che è comunque conveniente.

fine OT.

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Vi risulta che la dicitura da apporre alle fatture per la 4.0 sia cambiata? 

Questa dovrebbe essere la nuova: 

  • "Beni agevolabili ai sensi dell’Art.1 commi da 1051 a 1063-ter della Legge 178/20 come aggiornata dalla legge 234/21 Art.1, comma 44

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...