Jump to content
luigi_f

Pmi 450

Recommended Posts

buona sera a tutti,anno nuovo macchina nuova,macchina nuova nuoivi problemi!!

sono da poco diventato possessore di un escavatore pmi 450 prima serie(ha i comandi meccanici)al quale sono stati invertiti i tubi per avere i comandi iso come i nuovi.

adesso però il vecchio proprietario non ha fatto fare la taratura delle pressioni e mi trovo con poca forza nel braccio penetratore(è stato invertito braccio benna ralla)facendo prove con il manometro ho controllato varie pressioni,la benna arriva a 270 bar,il braccio a 130.

provando a regolare la valvola posta su ogni singolo distributore ho ottenuto 180 bar con il registro della valvola a fine corsa,smonto la valvola e trovo al suo interno la molla rotta.

sostituita con una di recupero da un demolitore adesso devo fare le varie tarature.

ho parlato con un meccanico(anziano)di macchine mmt e mi ha detto che queste valvole non sono proprio valvole di massima ma valvole antiurto(aprono in caso di urti o carichi troppo elevati) e che vanno tarate piu alte della valvola di massima generale.mi ha spiegato di fare cosi:mettere la valvola di massima generale a 310bar,poi tarare le valvole antiurto dei distributori a 300 bar quella della ralla metterla piu bassa a 240 bar e riportare la generale a 270-280

adesso chiedo a voi è la procedura corretta?le valvole sui distributori ha cosa servono realmente?

poi ho notato una crepa tutto intorno allo stelo della benna dove ce la bussola di collegamento al perno,ma non capisco come sono collegati tra di loro,non ce saldatura come se fosse tutto un pezzo unico o come e fosse poi stato tornito dopo.

strano cn una crepa cosi che non se ancora rotto,sono avvitati pure?posso procedere saldandolo?

 

 

paperclip.png Immagini allegate

Edited by luigi_f
inserimento immagini

Share this post


Link to post
Share on other sites

nessuno conosce macchine movimento terra?? eppure una buona azienda agricola di certo ne possiede una o più.

nessuno mi sa aiutare?voglio sistemarlo intanto che arriva l'inverno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di idraulica non sono pratico, ma per quanto riguarda la cricca del pistone,credo che sia la saldatura che stia per cedere, normalmente le aste dei pistoni dovrebbero essere in 39 ni-cr per cui si possono saldare, potresti fare un bella cianfrinatura con la mola disco riscaldare un po'la parte da saldare se possibile circa 150/200 gradi e poi saldare con il basico, proteggendo la parte cromata dello stelo, per non rovinare le tenute , e poi lasciare raffreddare lentamente, una volta si metteva il pezzo nella cenere per rallentare il raffreddamento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuro sia 39?? Jo so che sono in c40 e che il 39 lo danno non saldabile causa rotture

.a meno a me an sempre detto saldabile ma non certo di tenuta. ma nn capisco prima vengono saldati e poi lavorati?? Non ce traccia di cordoni du saldatura...e questo quello che mi sembra strano..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il c40 se su salda si "cristallizza" e si spacca la saldatura alla base del cordone stesso,cioe tra pezzo e cordone, non credo che il pezzo sia in fusione ma sia saldato e poi lavorato costerebbe una cifra da ricavare dal pieno o lavorato da una fusione ,si dovrebbero costruire maschere per il fissaggio del mezzo sulla macchina utensile ,per cui credi che l'asta sia commerciale e venga inserita nel pezzo e poi saldata, forse mi sbaglio ma io la penso così

Share this post


Link to post
Share on other sites

io dove compro le barre cromate per fare i cilindri mi hanno sempre detto e c40,e sui vari cataloghi che ho a casa ce scritto c45 con possibilità di 42 crmo4 a richiesta,poi se i cataloghi sbagliano non lo so ma io gli ho sempre saldati e non se mai spaccato nulla!

certo sarà saldata ma allora viene poi fresata e tornita dopo la saldatura perche se guardi le foto non si vede nessun minimo cordone di saldatura sul cilindro!strano che con una crepa del genere non si sia ancora staccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente la lavorazione bisogna farla, altrimenti il foro del perno non sarà mai in asse ,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'azienda dove lavoro il c40e c45 non viene mai saldato per i motivi che ti ho elencato si adopera il 39 perché si presta meglio alla saldatura, anche io personalmente ho avuto dei problemi di riscatto con il c40 su delle attrezzature che mi sono autocostruito, non si stacca solo a guardarlo chiaro però se è fortemente sollecitato può succedere

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sicuramente la lavorazione bisogna farla, altrimenti il foro del perno non sarà mai in asse ,

ma da quando non è in asse? a nessun martinetto o cilindro idraulico viene fato dopo il foro,si salda la boccola sullo stelo mettendola centrata e via.

anche perche la maggior parte ha su le testine snodate.

dove lavoro io invece non fanno saldare il 38ncd4 per lo piu usiamo 25cd4 18ncd5 o 15cdv6 sono gli acciai piu usati e saldati.pero come ti dicevo i cataloghi danno che lo stelo è in c45,anche se cerchi su internet dice è c45.

comunque che sia quello che sia per saldarlo bene vorrebbe staccato tutto smussato a dovere e riempito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io essere che tu abbia ragione ma il nostro ufficio tecnico ci ha passato queste informazioni, poi che ha me sia successo e vero, credo comunque che l'asta sia inserita per un del Po nell' attacco del perno e poi saldata nel bordo dove è partita la cricca

Share this post


Link to post
Share on other sites

e poi ogni materiale ha la sua tecnica di saldatura,preriscaldo a tot raffreddamento lento e cose varie.si sicuramente e inserita un po ma non tanto xk interno ha un diametro di 75 lo snodo inserito sul perno.cosa strana che non capisco perche se sono saldati li hanno lavorati dopo in modo che non si noti la minima saldatura?non era piu conveniente saldare uno snodo gia fresato evitando cosi di mettere su una fresa e su un tornio uno stelo di 80 mm lungo 1 metro?la pmi era costruia qui poco lontamo da dove abito,mi piacerebbe trovare quanche operaio in pensione che mi sappia spiegare come erano fatti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco dopo tanto tempo sono riuscito a capire come sono fatti questi steli! lo snodo e avvitato sullo stelo e poi saldato. sono riuscito a svitarlo lo smussato bene e lo risaldato tutto! adesso capisco perché con una crepa tutta intorno allo stelo non si staccava lo snodo!

[ATTACH]32634[/ATTACH][ATTACH]32635[/ATTACH][ATTACH]32636[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Luigi,

alla fine cosa ne pensi di questo PMI 450?

Sarei interessato anch'io ad un escavatore un po vecchiotto per fare lavori agricoli (sradicare piante e socche) però ho un 'po di paura a comprare una macchina troppo vecchia...

Voi per caso riuscite a consigliarmi un escavatore affidabile tra i 70 e 120 quintali da non spendere troppo?

Cingoli in ferro e massimo 15000 euri!

Grazie

Edited by saidol

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...