Jump to content
Maurizio Caniato

Riparizioni in vigneto

Recommended Posts

Buongiorno a tutti. La domanda sembrerà banale ma per me è la prima volta e non vorrei sbagliare. Ieri mattina potando con la forbice elettrica ho tagliato il cavo che sostiene il cordone.

 

A voi è mai capitato e se si come avete rimediato? Un grazie anticipato a chi mi spiega come fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Può capitare tranquillo..di solito io prendo un pezzo di filo in acciaio dello stesso diametro di quello tagliato, faccio un occhiello da un lato e con un altro occhiello lo unisco a uno dei due lati che ho tagliato, poi metto un gripple e ripristino la tensione. Se abbastanza vicino alla testata puoi evitare di mettere il gripple e dopo fatto gli occhielli ambo i lati lo tiri con il tirante sul palo di testata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leghi il filo facendo due occhielli intrecciati, o usi GRIPPLE, o gli anellini deformabili da pressare

Share this post


Link to post
Share on other sites
Può capitare tranquillo..di solito io prendo un pezzo di filo in acciaio dello stesso diametro di quello tagliato, faccio un occhiello da un lato e con un altro occhiello lo unisco a uno dei due lati che ho tagliato, poi metto un gripple e ripristino la tensione. Se abbastanza vicino alla testata puoi evitare di mettere il gripple e dopo fatto gli occhielli ambo i lati lo tiri con il tirante sul palo di testata

 

Noi preferiamo usare due grippe (le small sono sufficienti per il vigneto) visto che costano pochissimo. Bisogna avere il tendifilo pero'. Senza la soluzione piu' veloce sono i giunti avvitabili che permettono una riparazione istantanea anche se piu' costosa.

 

Ps. a me capitava il fattaccio ripulendo il sottobanco che spesso gemma a cavallo del filo. Ogni anno. mi ripromettevo di lasciarlo per il passaggio finale di rifinitura con la forbice normale (Universal della Castellari il top per noi) e ogni anno tagliavo qualcosa anche perche' andavo con una certa fretta avendo una certa facilita' di lettura della pianta. Infatti chi mi seguiva per last ralciatura aveva il suo bel da fare.

 

Oggi eseguendo una discreta scacchiatura c'e' molto meno materiale da potare e il sottobanco e' ridotto all'osso. Rispetto ai nostri vicini noi chiudiamo la potatura di un ettaro a glera in 80/85 ore ovvero poco piu' di un ettaro giorno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le riparazioni puoi usare i gripple anche se non hai la pinza tendifilo (a dire il vero io il suo tenditore non ce l' ho, e riesco a tendere i fili comunque).

Basta allentare il filo sul palo di testata, fare la giunta, e poi tendere di nuovo il filo e sei a posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I gripple con il tempo "invecchiano" e a volte mollano, preferisco metterne uno solo e ripiego i capi che escono al contrario così non mollano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tenuto conto che difficilmente riesci facilmente a ricollegare i due capi rotti, io taglio un pezzo di filo, faccio un nodo piano e arrivo comodamente all'altro capo. Poi attacco la tirafili (40 euro in ferramenta o in qualche agraria) e metto in gripple. Considerato che soprattutto sull'inox tende a mollare, i capi che fuoriescono li attorciglio sul filo così non tornano indietro. In sostanza non mi serve che il gripple blocchi, tant'è che quando smonto vecchi impianti li recupero tutti e li riutilizzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Noi preferiamo usare due grippe (le small sono sufficienti per il vigneto) visto che costano pochissimo. Bisogna avere il tendifilo pero'. Senza la soluzione piu' veloce sono i giunti avvitabili che permettono una riparazione istantanea anche se piu' costosa.

 

Ps. a me capitava il fattaccio ripulendo il sottobanco che spesso gemma a cavallo del filo. Ogni anno. mi ripromettevo di lasciarlo per il passaggio finale di rifinitura con la forbice normale (Universal della Castellari il top per noi) e ogni anno tagliavo qualcosa anche perche' andavo con una certa fretta avendo una certa facilita' di lettura della pianta. Infatti chi mi seguiva per last ralciatura aveva il suo bel da fare.

 

Oggi eseguendo una discreta scacchiatura c'e' molto meno materiale da potare e il sottobanco e' ridotto all'osso. Rispetto ai nostri vicini noi chiudiamo la potatura di un ettaro a glera in 80/85 ore ovvero poco piu' di un ettaro giorno.

 

Una curiosità OT: 80/85 ore intendi potare, stralciare e piegare? Che forma di allevamento con quale sesto? E quante ore/ha impieghi per la scacchiatura? Perdonami se ti sembro troppo curioso, è per fare un raffronto con le mie tempistiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...