Jump to content
Valiant

Concimazione nocciolo

Recommended Posts

Salve a tutti, mi piacerebbe confrontarvi con voi sulla tipologia e la quantità di concime impiegato per il nocciolo. Io in autunno uso perfosfato minerale 19, circa 300 gr per pianta (1,5 q.li ad ettaro) mentre in primavera uso un concime con titolo 15 5 5 nella quantità di 800 gr per pianta (4 q.li ad ettaro)

Ditemi la vostra

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, io ho diversi noccioleti da 10 a 2 anni. Normalmete facciocio 2 concimazioni, una in autunno con complesso misto organico 8.9.18 con 4.5-5 ql

ed in primavera do solo nitrato energico circa 2ql, nei noccileti piu vecchi. mentre quelli piu giovani fino al 3 4 anno dimezzo la dose. Qualche tecnico consiglia di frazionare al concimazione complessa meta in autunno e meta in primavera e non dare azoto puro.

il dilemma per me che ho noccioleti inerbiti e come dare il concime se a spaglio o interrato localizzato. in primavera interrare e piu complicato e rischio di avere problemi alla raccolta con la sistemazione del terreno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao ma per la raccolta che macchina usi? Sei in pianura o collina

I noccioleti sono tutti in collina, utilizzo per la raccolta una jolly 1800 con spazzola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io sono in collina e vorrei acquistare o una facma mek180 oppure una jolly ma ho alcuni punti molto ripidi e non avendola mai usata non so come si comporta

 

mica lasciano prodotto a terra?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se riuscite mettete foto degli impianti !!

Oppure se avete video della raccolta

 

 

Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

[ATTACH]33037[/ATTACH][ATTACH]33038[/ATTACH][ATTACH]33039[/ATTACH][ATTACH]33040[/ATTACH]

fot ne ho un sacco ma video niente mi dispiace...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per i noccioleti che sesto hai usato

 

@toso se stai pensando di fare noccioleti io ti consiglio di guardare anche i mandorleti superintensivi

che a mio avviso sembrano piu promettenti dei noccioleti

infatti io sto valutando di fare qualche ettaro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ci ho pensato in passato,poi quando ho scoperto che per fare noccioleti serve acqua,soprattutto i primi anni ho abbandonato l'idea

Per quanto riguarda i mandorleti,dovrei informarmi non so se una discussione altrimenti la apriamo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@topopea

come sesto di impianto sono decisamente più vicine che dalle mie parti (Langa Cuneese).

 

io solitamente le pianto a 5 mt tra le piante e 6 mt tra le file

 

una domanda: nelle foto ne hai sia a cespuglio che ad alberello, posso chiederti come mai?

non mi sembra di vedere impianti di irrigazione, ce l'hai sottoterra?

grazie

 

Io ci ho pensato in passato,poi quando ho scoperto che per fare noccioleti serve acqua,soprattutto i primi anni ho abbandonato l'idea

 

qui in Langa nessuno ha l'irrigazione, e siamo al top a livello nazionale come quantità, qualità e resa.

 

e comunque piantare nocciole non è semplice, anche se oramai si sono messi tutti, attirati dai prezzi di vendita.

Edited by MET80100
unione messaggi consecutivi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque i prezzi da capogiro ci sono solo in piemonte perche dalle mie parti zona avellino sono intorno ai 200/ 220€ a quintale circa la meta del piemonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

come sesto di impianto tutte quelle che ho in proprieta e piantate da me sono 4x5 ad alberello, a parte quanche pianta che sono impollinatori e ho lasciato a cespuglio per distinguerli, e un noccioleto che purtroppo ho dovuto allevare nuove piante dopo una forte gelata che mi ha spaccato le piante. poi ho circa 4 ha a cespuglio con diversi sesti di impianto 5x5 5x6 5x6.5. irrigazione non ne ho sono tutte in collina e in alcuni anni come l ultimo le nocciole faticano un po.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[ATTACH]33037[/ATTACH][ATTACH]33038[/ATTACH][ATTACH]33039[/ATTACH][ATTACH]33040[/ATTACH]

fot ne ho un sacco ma video niente mi dispiace...

 

tra le altre cose che volevo dire, mi sono dimenticato di dirti che sono molto belle e rigogliose, complimenti O0

 

ps: e se non hai irrigazione complimenti ancora di più, mi sa che ci azzecchi benissimo con la concimazione e i terreni sono ottimi

 

puoi postare una foto adesso, che sono prive di foglie? mi interesserebbe vedere la struttura che hai lasciato, sia ad alberello che a cespuglio. grazie

Edited by ogurek

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per i complimenti quelle foto sono della primavera se non ricordo male e sono sempre belle, e nell estate che se non piove come gli ultimi 2 anni vengono brutte, perdono foglie alcune seccano anche rami o pertiche se sono a cespuglio .

appena sono in noccioleto faccio qualche foto .cmq la pianta del nocciolo cresce un po come ne ha voglia, non sono tutte perfette dritte come le vorremmo, piu ci stai dietro potando soprattutto i primi anni piu riesci a dargli la forma che vuoi .

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie per i complimenti quelle foto sono della primavera se non ricordo male e sono sempre belle, e nell estate che se non piove come gli ultimi 2 anni vengono brutte, perdono foglie alcune seccano anche rami o pertiche se sono a cespuglio .

appena sono in noccioleto faccio qualche foto .cmq la pianta del nocciolo cresce un po come ne ha voglia, non sono tutte perfette dritte come le vorremmo, piu ci stai dietro potando soprattutto i primi anni piu riesci a dargli la forma che vuoi .

 

eh ,lo so lo so.

anch'io faccio solo nocciole, ne ho 6 ettari in tutto. le più vecchie (certe hanno 40 anni) le sto mano a mano estirpando e ripiantando.

 

quest'anno ne ho rifatte quasi un ettaro. le faccio a scaglioni così non perdo tanta produzione e non ho troppo lavoro tutto insieme i primi anni con la potatura, che poi la mano inizia a fare male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti, mi sto approcciando a questa coltivazione e stavo pensando a diversi sesti e tecniche. Ho notato che i sesti classici sono quelli da voi descritti (5x4,5x5, 5x6,..) ma nella realtà la situazione è molto variegata. Cosa mi dite dei sesti quadri 4.8x4.8 (che credo siano principalmente legati ad un fatto di meccanizzazione) e intensivo 5x2.5 (sesto dinamico)? A me sembrano molto interessanti.

Avrei comunque sia la possibilità di irrigare quindi potrei scegliere qualcosa di più intensivo in modo da anticipare il più possibile l'entrata in produzione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto dovresti capire che terreni hai e se sono fertili, poi di conseguanza dovresti scegliere il tipo di allevamento che andrai a fare..deduco cmq che se fai irrigazione nn saranno terreni marginali..se le fai a cespuglio nn andare sotto hai quei 4.8x4.8. Mentre se decidi di allevarle ad alberello 5x4 e se anche dovessi stringere le file di quei 20 cm nn te ne accorgerai mai.io essendo in collina ho dei filari che magari sono 5.2 e poi si stringono a 4.8 quando tracci devi guardo sempre che paghi l occhio.. prima di tracciare o scuadrare il terreno dove farai l impianto pensa a come le lavorerai. Nn pensare a farle su quadro per poterle lavorare nei due sensi, anche perche se tu sai già come le lavori le puòi allevare in in certo modo lasciando crescere di piu i rami che ti rimangono nel filare e se comunquebfai l irrigazione se la fai esterna devi decide subito come metterla.5x2.5 sarebbe da provare qualcuno dice che sia interessante..perché i primi anni fai più produzione ma poi dovrai eliminarle e all' inizio hai un costo di impianto nn indifferente nn saprei dirti se ne vale la pena. Le uniche piante che ho più fitte sono quelle sulle capezzagne

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ topopea

ti ho mandato MP con il mio numero, quando hai tempo per due chiacchiere fammi uno squillo, ok? ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

5x2.5 hai il vantaggio che quando le piante sono piccole, diciamo fino a 6-7 anni, e non si toccano ancora fai più produzione.

 

però poi dopo voglio proprio vedere chi se la sente di tagliare del 50% il numero di piante, quando le vedi belle e produttive.

di conseguenza non le taglierai e risulteranno troppo fitte, con conseguente ricaduta su quantità e qualità della produzione.

 

giusto quello che dice topopea sul discorso distanza interfila, se fai irrigazione puoi lasciar crescere le branche per il verso che non lavori.

 

4,8x4,8 sinceramente lo trovo ridicolo, nel senso che la differenza tra queste misure e 5x5 è irrisoria, non la vedi neanche, anche perchè quando le pianti sono piccoline, ma quando iniziano ad allargarsi la differenza si annulla.

anch'io non scenderei sotto il 5x5

 

poi ogni tanto capita il campo che, per esempio, 6 file ci stanno un po' strette ma 5 sono troppo larghe. io tipicamente preferisco fare una fila in meno lasciando magari più spazio sul bordo esterno, dove quasi tutto lasciano 3 mt ma sono pochi, io quando ripianto lascio 3.5-4 mt.

e anche sulle capezzagne preferisco avere una pianta in meno ma girare comodo, soprattutto con lo spandiletame, dato che ne uso uno da campo aperto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

un'ultima cosa, pensaci bene prima di piantare le nocciole, valuta pro e contro e fatti due conti

 

prima di tutto devi valutare quanta attrezzatura hai già e quanta devi comprarne.

 

poi, se sei in Piemonte, l'ondata di nuovi impianti in provincia di Cuneo si è oramai spenta, e i piantini sono scesi di prezzo. mi pare che negli ultimi 3 anni la superficie sia aumentata del 25%.

quando tutti questi noccioleti entreranno in piena produzione, il prezzo facilmente calerà e tanti non ci staranno dentro.

 

nei miei calcoli a 250€/quintale (prezzo medio di lungo periodo eliminando gli ultimi 3-4 anni che sono stati strani)vado bene, tutto quello extra è tanto di guadagnato. ma ho già tutta l'attrezzatura praticamente ammortizzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille delle risposte, stavo cercando infatti di farmi un'idea ben precisa, anche per il dimensionamento di un possibile cantiere. L'idea è quella di fare un impianto di dimensioni utili ad inserire mezzi per le operazioni specifici, come la raccoglitrice. Potremmo essere tra i 20 e i 30 ettari e sicuramente farò alcune prove sui sesti.

 

Nel mio caso i terreni sono misti, collinari e di pianura, tessitura tendenzialmente sciolta, pH subalcalino (7.4-7.8).

 

Anche io non ho ben capito il 4.8x4.8, pensavo fosse legato principalmente alle raccoglitrici. A proposito, le semoventi fino a che pendenza riescono a lavorare(non laterale chiaramente)? 10-15% ci arrivano? Le raccoglitrici portate come si comportano?

 

Per quanto riguarda la gestione del terreno pensavo ad una trincia con disco laterale, che credo sia la soluzione migliore nel 5x2.5 e in collina. Volendo limitare i passaggi a due per filare una trincia da 220+50 di disco prenderebbe circa 2.7 m. 2.7*2=5.4m. Con una distanza tra le file di 5m ci dovremmo essere. Con il 4.8 probabilmente baserebbe un trincia da 2m,

 

Per quanto riguarda le varietàle sto' ancora studiando. L'impianto sarà fatto in Umbria e ho capito che le tre cultivar da tenere maggiormente in considerazione sono Giffoni, Romana e Nocchione. Ad esempio su una superfice di 7 ha abbastanza uniforme avrei pensato di impiantare 3 blocchi più o meno omogenei delle 3 varietà in modo da garantirmi l'impollinazione. Altra opzione due blocchi (esempio 5ha Giffoni, 2ha Romana come impollinatore e magari un filare di nocchione giusto per impollinare la Romana). Mi piacerebbe sapere come progettate i vostri impianti e come piazzate gli impollinatori (se ne avete bisogno, so che nelle langhe ci si affida ai selvatici in parte).

 

Scusate se vi bombardo di domande :asd: ma mi devo schiarire le idee

Share this post


Link to post
Share on other sites

- su semoventi non ho esperienza, da quello che so, quelle ad aspirazione non raccolgono nell erba o male.10 15% di pendenza non penso siano un problema. io ho noccioleti che arrivano al 25%( letta dal fascicolo aziendale se e giusta) di pendenza e raccolgo con la raccattatrice.le pendenze laterali sono un po fastidiose per quest ultimo tipo di macchina ma si fa pur non sia eccessiva..

per quanto riguarda sesto di impianto con la raccattatrice a 5 fai andata e ritorno e se hai una spazzola laterale grande incroci un pochino. oltre i 5.2m devi fare un passaggio al centro o soffiarle al centro.

per quanto riguarda la trincia io ho un tosaerba 2.30 piu interceppo da 70 se non sbaglio ( tieni presente che devono accavallarsi un po trincia e interceppi anche con questo andata e ritorno sei aposto. per comodita e tempo lo uso poco 1 sola volta all anno perche il tastare spella le piante quindi dovrei farlo in manuale e poi ci va un casino di tempo..quindi diserbo 2 3 volte in primavera 50 cm per parte circa sotto fila e passo la trincia da 1.7 ma passo 3 volte per filare.. dovrei sostituirla..la misura giusta mi sa che e 2,20m.

-per le varieta qui in zona tutta tgt non saprei consigliarti. il pensiero pero di avere 3 varieta che poi devi raccogliere separate e gestire pulizia e stoccaggio separato.. pensaci bene!!

-impollinatori ho messo a spaglio qua e la non ricordo 4 % delle piante che mettevo giu nell appezzamento ma gli ultimi impianiti non ne ho piu messi. anche perche in zona ci sono parecchi noccioleti e nei boschi c e anche del selvatico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No No! Si usa spotlingt o simili poi passo con il glifosato dopo qualche giorno quando e tutto secco. Oppure se nn fai psr c è il basta che fai sia spollonante e riserbo e dura anche si più.. p.s. per il primo passaggio sui polloni uso naa che ne ritarda e diminuisce la crescita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il Naa ad alte dosi e il Basta se c'è ancora è il Glifusinate di ammonio ma è un diserbante il fratello del glifosate ma è un diserbante e funziona sulle foglie e i polloni ben sviluppati essendo pur sempre un sistemico è un totale, si usa come biocida perché ben più pericoloso è l diquat che si usava negli altri anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...