Jump to content

Potatura vigna (Metodi,tecniche,soluzioni)


Recommended Posts

6 ore fa, CultivarSé ha scritto:

Perchè non va benecsolo come pre potatura e finitura a mano? Lo stralcio postumi al taglio manuale è cosa milro diffusa anche in nord europa. La sola pre potatura alleggerisce il 60% dello stralcio se non si svvinghia atile glicine. Su barbera vigorosi ripassi ma si sa, ma aolitamente una buona prepotatura rende veloce la potatura normale e inutile lo stralcio meccanico. Pre potatura a lame a tamburo.
Sono rimasto meravigliato anni fa , poco dopo il 2000, con stralcio meccanico in Alto Adige e Baviera, il mezzo non me lo ricordo ma macchina tedesca, rossa a stralcio e pre triturazione quasi perfetta, un grosso terzista con due fendini perfetti per l'uso, attrezzo rosso con ponps idrodinsmica a pdp. Finchè c'erano giannizzeri lo strslcio ers s msno ms ormai il 2021 è anno di rivoluzione.
Quest'anno dovrebbero partire più vogne nuove e vedremo la gestione a frutto, neri-rossi quasi tutti.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Io i conti li feci quella volta, ora non li ricordo bene ma certamente la sola prepotatrice non toglie il 60% del lavoro, da me. Da me la stralciatrice, su prosecco a doppio capovolto, toglieva circa il 65/70%. Su pinot grigio si saliva al 75/80 nel migliore dei casi.

Con la prepotatrice, da me, se togli un 20% di lavoro stai contento. 

Forse con gli incentivi all'acquisto (Psr, crediti d'imposta) potranno diffondersi un po' ma credimi, io non la comprerei mai senza averla provata almeno una giornata nella mia (sottolineo "mia") azienda. Troppe variabili influenzano il lavoro. La macchina che da te va come un treno da me potrebbe addirittura non poter lavorare nei casi peggiori.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Io ci metto 15 ore/ha solo per pensare a come potare.

Sulla Ribolla io non mollo. Il Prosecco ci ha fatto dimenticare tutte le vere dinamiche della viticoltura e dell'agricoltura in generale. Siamo ancora intontiti dalla sbornia. Sylvoz: il riempime

Assolutamente no. 15/20 giorni prima della vendemmia e fino al riposo la vite inizia una maratona che degrada fino al letargo. Tu durante una corsa non cambi scarpette se non proprio necessa

Posted Images

Non ricordo bene un proverbio. Più o meno era " la donna acquista cosa non le serve se la può pagare meno di quello che vale, l'uomo se ne ha necessità paga più di quello che costa".

Bandi, psr, 4.0, sabatini. A me viene l'orticaria. Ad altri fa crescere le tette...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
Io i conti li feci quella volta, ora non li ricordo bene ma certamente la sola prepotatrice non toglie il 60% del lavoro, da me. Da me la stralciatrice, su prosecco a doppio capovolto, toglieva circa il 65/70%. Su pinot grigio si saliva al 75/80 nel migliore dei casi.
Con la prepotatrice, da me, se togli un 20% di lavoro stai contento. 
Forse con gli incentivi all'acquisto (Psr, crediti d'imposta) potranno diffondersi un po' ma credimi, io non la comprerei mai senza averla provata almeno una giornata nella mia (sottolineo "mia") azienda. Troppe variabili influenzano il lavoro. La macchina che da te va come un treno da me potrebbe addirittura non poter lavorare nei casi peggiori.
Tipo su Chardonnay ho doppio capovolto...la prepotatrice lavorerà solo gli ultimi 20cm...che comunque ti toglie un bel po di fatica nello stralcio visto come si avvinghia lo Chardonnay...nel merlot e cabernet invece quasi un metro (guyot bilaterale)e visto come è duro il cabernet anche li un bel po di fatica in meno e tempo...lugana idem ma quello è tenero e vien giù bene...
Spingero sulla preporatrice
Fili devono essere tesissimi?
Non ho dappertutto pali ferro...meglio mettere cmq sensore apertura automatica?c è una sicurezza se si prende il palo in cemento?
Qui tante binger/ero

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, luca ha scritto:

Tipo su Chardonnay ho doppio capovolto...la prepotatrice lavorerà solo gli ultimi 20cm...che comunque ti toglie un bel po di fatica nello stralcio visto come si avvinghia lo Chardonnay...nel merlot e cabernet invece quasi un metro (guyot bilaterale)e visto come è duro il cabernet anche li un bel po di fatica in meno e tempo...lugana idem ma quello è tenero e vien giù bene...
Spingero sulla preporatrice
Fili devono essere tesissimi?
Non ho dappertutto pali ferro...meglio mettere cmq sensore apertura automatica?c è una sicurezza se si prende il palo in cemento?
Qui tante binger/ero

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Sulle binger hai di serie dei tastatori a parallelogramma per i pali di cemento. Hai un sistema a sensori optional per il ferro. 

La mia non ha sensori. Basta registrare i tastatori e lavori molto bene anche sul ferro. 

Rispetto ai sensori hai una apertura leggermente piu' anticipata e quindi attorno al palo ti rimane piu' sporco. 

Dicono. Io non vedo tutta sta gran differenza ma ci vedo poco e dell'elettronica mi fido poco.

I fili dovrebbero comunque essere tesi per avere una funzione nel telaio ma se usi dischi semplici e non roste (dischi maggiorati) non vedo grossi problemi se non ci sono gobbe vere. 

Per esperienza interna da febbraio/marzo 2014 su poco piu' di 19 ettati del pordenone speronato abbiamo tagliato 1 volta sicuramente causa talpe che avevano creato un cratere che ha sbilanciato la macchina. 2 tagli secchi del filo di cima e di quello intermedio.

Avrei voluto vedere il comportamento di una guida automatica ...

E poi non mi sembra di ricordare altro.

Io pero' ho dischi semplici. Volevo una macchina leggera anche se su varietali come il glera mi consigliavano di andare sulle roste.

Le ho provate entrambe. Ho preferito la leggera che comunque fa il suo sporco lavoro senza correre. Tra l' altro era un mezzo ex fiere/prove. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
5 ore fa, luca ha scritto:

Tipo su Chardonnay ho doppio capovolto...la prepotatrice lavorerà solo gli ultimi 20cm...che comunque ti toglie un bel po di fatica nello stralcio visto come si avvinghia lo Chardonnay...nel merlot e cabernet invece quasi un metro (guyot bilaterale)e visto come è duro il cabernet anche li un bel po di fatica in meno e tempo...lugana idem ma quello è tenero e vien giù bene...
Spingero sulla preporatrice
Fili devono essere tesissimi?
Non ho dappertutto pali ferro...meglio mettere cmq sensore apertura automatica?c è una sicurezza se si prende il palo in cemento?
Qui tante binger/ero

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

I fili tesi li intendevo per la stralciatrice. 

Io ho la prepotatrice Imeca con dischi sottili senza sensori. Da quanto avevo capito, all'epoca non ci si poteva fidare dei sensori quindi dovevi stare a controllare quel che faceva la macchina. Allora, tanto vale che faccio io. Se regoli l'olio e il leveraggio di apertura/chiusura lasci pochissimo attorno al palo.

Una gran bella macchina che mi dicono abbia un sistema molto efficace di sensori (costoso) è la KMS, ditta tedesca che fa davvero belle macchine. Purtroppo la conobbi poco dopo aver acquistato la mia, seppur non mi penta più di tanto.

Dopotutto son 4 dischi che girano e sbregano il legno. Quando hai un castello robusto (nell'apri/chiudi si sollecita..) e motori idraulici buoni la macchina è fatta. Non è una macchina sulla quale farsi troppe pugnette.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
I fili tesi li intendevo per la stralciatrice. 
Io ho la prepotatrice Imeca con dischi sottili senza sensori. Da quanto avevo capito, all'epoca non ci si poteva fidare dei sensori quindi dovevi stare a controllare quel che faceva la macchina. Allora, tanto vale che faccio io. Se regoli l'olio e il leveraggio di apertura/chiusura lasci pochissimo attorno al palo.
Una gran bella macchina che mi dicono abbia un sistema molto efficace di sensori (costoso) è la KMS, ditta tedesca che fa davvero belle macchine. Purtroppo la conobbi poco dopo aver acquistato la mia, seppur non mi penta più di tanto.
Dopotutto son 4 dischi che girano e sbregano il legno. Quando hai un castello robusto (nell'apri/chiudi si sollecita..) e motori idraulici buoni la macchina è fatta. Non è una macchina sulla quale farsi troppe pugnette.
Kms è rossa e compatta? Forse ho visto ani fa uno stralciatore, mezzo davvero potente ma io pensavo che fosse solo questione di varietà perchè era in zona di Reaslingh e ibridi in terreni che non spingevano. Già nel 2000 i krucchi avevano delle frauland di stralciatrici.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
Sulle binger hai di serie dei tastatori a parallelogramma per i pali di cemento. Hai un sistema a sensori optional per il ferro. 
La mia non ha sensori. Basta registrare i tastatori e lavori molto bene anche sul ferro. 
Rispetto ai sensori hai una apertura leggermente piu' anticipata e quindi attorno al palo ti rimane piu' sporco. 
Dicono. Io non vedo tutta sta gran differenza ma ci vedo poco e dell'elettronica mi fido poco.
I fili dovrebbero comunque essere tesi per avere una funzione nel telaio ma se usi dischi semplici e non roste (dischi maggiorati) non vedo grossi problemi se non ci sono gobbe vere. 
Per esperienza interna da febbraio/marzo 2014 su poco piu' di 19 ettati del pordenone speronato abbiamo tagliato 1 volta sicuramente causa talpe che avevano creato un cratere che ha sbilanciato la macchina. 2 tagli secchi del filo di cima e di quello intermedio.
Avrei voluto vedere il comportamento di una guida automatica ...
E poi non mi sembra di ricordare altro.
Io pero' ho dischi semplici. Volevo una macchina leggera anche se su varietali come il glera mi consigliavano di andare sulle roste.
Le ho provate entrambe. Ho preferito la leggera che comunque fa il suo sporco lavoro senza correre. Tra l' altro era un mezzo ex fiere/prove. 
60% è ottimistico dove c'è SO4 e bianchi che non spingono, su lambrusco dipende dalla forma, su barbera non vai troppo oltre il 20% ma sul Casalese, con barbera ultrafitto tenuto con organico lascio intendere che bosco sia e cosa uscirebbe di ore se fatto tutto tutto a mano. So che c'è gente che facendo anche contoterzi passa anche 2 volte, sul piacentino è da anni che prepotano. Da noi, versante nord, manco si vedevano se non le lame oscillanti da topping.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Dovrebbe essere una Ero Binger, una delle prime ebbene un bel mezzo poi non so se con le gomme si migliori qualcosa ma passati 20 anni. Come stealciatrice non mi pare male. Da quel che ricordo. Provata anche su lambrusco e cortine o sylvoz qualche annetto fa prima di iniziare i trattamenti al bruno.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Ignoravo che ci fosse un tastatore per farla aprire..pensavo fosse tutto "a vista "....
Voi la usate con l'olio del trattore o serve impianto indipendente?


Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
Ignoravo che ci fosse un tastatore per farla aprire..pensavo fosse tutto "a vista "....
Voi la usate con l'olio del trattore o serve impianto indipendente?


Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk


Dipende dai modelli e dalle versioni, la evo dovrebbe avere sia pompa a cardano che ad entrata diretta. Per i comandi idraulici credo a mandata del trattore. Non ho fatto particolare caso.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, luca ha scritto:

Ignoravo che ci fosse un tastatore per farla aprire..pensavo fosse tutto "a vista "....
Voi la usate con l'olio del trattore o serve impianto indipendente?


Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Va col trattore, assorbe pochissimo. Comunque se ti passa per la testa, provalo il tastatore o informati molto bene se funziona o meno.

In fiera avevo visto anche una David che aveva un bel sistema di tastatori e in generale fa belle macchine anche lei.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
12 ore fa, luca ha scritto:

Ignoravo che ci fosse un tastatore per farla aprire..pensavo fosse tutto "a vista "....
Voi la usate con l'olio del trattore o serve impianto indipendente?


Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Ultimo post per terminare il discorso poi se Toso ritiene spostera' i post nella relativa sezione. 

@lucaL' assorbimento non e' un problema come ha detto Ale. 

Io pero' sul posteriore ci attacco una pompa piccola e un set di zavorre per stabilizzare il cantiere. Noi lavoriamo anche in collina e' la traslazione di peso su un lato va compensata in qualche modo.

Se non sbaglio sei tu che stavi acquistando o hai acquistato una cimatrice a tunnel della Ero. Nell'occasione ti avevo consigliato di zavorrare il posteriore. ll principio e' lo stesso anche se le velocita' sono diverse ma l'effetto pendolo e' maggiore nella prepotatrice. O almeno lo e' nella mia. 

Qui si vedono bene i tastatori anche su pali in ferro sulla sorella maggiore a roste

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Ultimo post per terminare il discorso poi se Toso ritiene spostera' i post nella relativa sezione. 
@lucaL' assorbimento non e' un problema come ha detto Ale. 
Io pero' sul posteriore ci attacco una pompa piccola e un set di zavorre per stabilizzare il cantiere. Noi lavoriamo anche in collina e' la traslazione di peso su un lato va compensata in qualche modo.
Se non sbaglio sei tu che stavi acquistando o hai acquistato una cimatrice a tunnel della Ero. Nell'occasione ti avevo consigliato di zavorrare il posteriore. ll principio e' lo stesso anche se le velocita' sono diverse ma l'effetto pendolo e' maggiore nella prepotatrice. O almeno lo e' nella mia. 
Qui si vedono bene i tastatori anche su pali in ferro sulla sorella maggiore a roste
 
È tutto vero difatti Ero stralciatrice ha più assorbimento, ha pompa solitamentr dietro e comandi da distriburi idem prepota a tamburi. Va anche più veloce segue poi il cordone di potatori se non non si finisce più. Su barbera puoi passare anche due volte per cui meglio pompa dietro. Effetto pendolo o direi compensazuone dei pesi va dietro o a lato le zavorre sui cerchioni destri o sinistri ma non solo in collina.
Poco o tanto il risparmio in ore c'è. Da me la legatura non si conta come ore è imprescindibile, kiwi e vite non si possono fare senza legare, il verde lo si fa a mannelli ma il bruno va legato bene.
Non ha senso economico non i trodurre nella discussione le macchine prrchè ormai si integrano nel discorso e in nateria economica e tempistica di quella che è l'operazione più lunga. Nel.merito ci entra.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Altro che guyot magnum adorato da @ALAN.F 🤕

11 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Ecco il mio nuovo mini doppio capovolto... Meno ordinato del guyot precedente ma spero più produttivo/qualitativo. emoji1696.pngemoji1696.pngemoji1696.png1e1aefcb01edf551dbdf30473ab54522.jpg

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

 

  • Confused 1
Link to post
Share on other sites
Il motivo che il tralcio di destra lo pieghi a sinistra e viceversa e per non avere troppe fallanze gemme........?
Se possibile senza rompere i tralci, tendo ad incrociarli in modo da non trovarmi in buco produttivo proprio sopra la pianta.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Se possibile senza rompere i tralci, tendo ad incrociarli in modo da non trovarmi in buco produttivo proprio sopra la pianta.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Da me invece si tende a fare il contrario. Cioè se non si crea danno al tralcio si lega il tralcio dalla stessa parte da cui parte sul ceppo proprio per non avere concentrazione di grappoli da più capi a frutto . Varietà nuragus o anche  uva nera , a grappolo chiuso o che comunque rimane compatto. Premetto che io non poto però mio padre ha sempre fatto così sui nostri varietali.

Edited by superbilly1973
Link to post
Share on other sites

La potatura è un po come la vita ognuno la vede in un modo....se poto con mio padre a fianco lui la vede in un modo ed io in un altro ed e lui che mi ha insegnato...... certo la cosa che meno mi piace del tanto in voga metodo simonit e che su guyot bilaterale (quello che si fa da me..)con il passare degli anni ce uno svuotamento proprio nella parte centrale  e considerando che ormai si pianta le viti(nata come liana ma ormai si snatuta tutto ...magari fossero solo le viti.)quasi a distanza come i pomodori non e una gran cosa...

  • Like 1
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
La potatura è un po come la vita ognuno la vede in un modo....se poto con mio padre a fianco lui la vede in un modo ed io in un altro ed e lui che mi ha insegnato...... certo la cosa che meno mi piace del tanto in voga metodo simonit e che su guyot bilaterale (quello che si fa da me..)con il passare degli anni ce uno svuotamento proprio nella parte centrale  e considerando che ormai si pianta le viti(nata come liana ma ormai si snatuta tutto ...magari fossero solo le viti.)quasi a distanza come i pomodori non e una gran cosa...

Esatto, incrociando i capi a frutto si elimina il problema dello svuotamento nella zona centrale. Ho provato questo mini capovolto per ridurre al minimo le gemme ceche che caratterizzano il guyot, adesso ho il punto più alto proprio nel centro del capo a frutto, dove la linfa andrà a spingere di più, e limito i succhioni apicali in fondo. Vorrei fare un pizzico di qualità in più senza compromettere la quantità, eliminando il groviglio attorno al filo e lasciando i grappoli molto più esposti. Oltretutto aumento anche la parete fogliare senza rilevanti esborsi ulteriori, e non è un male. Vediamo se ci riesco

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Pensavo lasciassi più di 50 gemme a pianta..................una potatura conservativa.......................

Si in effetti, ammetto che lasciando solamente tre capi a frutto, sto diventando lo zimbello del paese...

Saranno si e no una trentina di misere gemme.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

 

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Si in effetti, ammetto che lasciando solamente tre capi a frutto, sto diventando lo zimbello del paese...emoji28.pngemoji28.pngemoji28.png

Saranno si e no una trentina di misere gemme.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

 

.....intanto provi, poi vantaggi e svantaggi faranno il resto..al massimo si torna indietro.

.3 numero perfetto, ma 5 mi piace di più 🤣

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...